Izy: Thalys LowCost

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: RE: Re: Izy: Thalys LowCost

#16 Messaggio da luca295 » mer 02 mar 2016 19:48

Il Basso di Genova ha scritto:
luca295 ha scritto:Questa e' la.morte del sistema ferrovia ( che non e' un'aviolinea).
Mah veramente è tutt'ora così. Se vuoi andare da Roma a Milano hai il FR NoStop o il FB SiStop che ci mette una vita e passa sulla storica.

..
No. La Fb milano genova roma non trasporta pax milano roma e non e' un'alternativa agli av , che costano 80€ in corsa semplice, ma si trovano fino a 27€. E' semplicemente pensata per collegare la tirrenica dia a Milano che a Roma ( ovvero tutte le citta tra grosseto e genova...)

Per inciso, il biglietto FR a prezzo pieno in 2h50 costa 89€, quello Fb in 6h50 78€, Italo 79€.

Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9977
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Izy: Thalys LowCost

#17 Messaggio da Coccodrillo » mer 02 mar 2016 20:10

Il Basso di Genova ha scritto:Non é proprio il caso di Bruxelles-Parigi dove i Thalys spesso vanno in doppia e l'orario, contando anche gli Eurostar che parzialmente utilizzano l'AV fino a Lille e il fatto che il Thalys spesso prosegue su Amsterdam o Colonia, è abbastanza serrato.

La domanda di trasporto è elevata e IMHO c'è margine per un servizio a metà tra il "lusso" del thalys* e il bidoname del bus o l'autostop del blablacar. Cosa che il nuovo Izy sembra promettere di fare bene. Nel mondo del mulino bianco di Banderas, ovviamente sto servizio non sarebbe espletato con un TGV ma con un materiale ordinario o un EMU Intercity.
La LGV Nord lato Parigi ha 95 coppie di treni, oltre Lilla verso Bruxelles 44, non poco ma neanche tantissimo.

http://www.ferrocarta.net/france/nord_en.html

Che sia buono avere treni con un prezzo intermedio fra strada e Thalys sono d'accordo, solo che nel mondo ideale dovrebbero andare in AV :roll: (anche se con le poco trafficate linee francesi è meno utile che per esempio sulla più trafficata Milano-Torino).
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
Il Basso di Genova
**
**
Messaggi: 7749
Iscritto il: sab 14 ott 2006 16:19
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Contatta:

Re: Izy: Thalys LowCost

#18 Messaggio da Il Basso di Genova » mer 02 mar 2016 21:40

Capitemi:

La premiumness del Thalys sta nel tempo di percorrenza. Se di fianco al thalys che a prezzo pieno costa (mi pare) 110€ metto un treno che ci mette lo stesso tempo ma costa la metà, è evidente che il Thalys non lo prende più nessuno e Isy (che poi è sempre del signor thalys) cannibalizza l'utenza premium.

Cosa si può offrire in meno rispetto al Tha: il Bar (ok, ma chi lo prende il caffè su un'ora e dieci di viaggio?) oppure..
oppure..
Il tempo di percorrenza.. Il che significa spataccare l'omotachicità del servizio, che guardacaso è ciò che si vuol evitare in tutti i contesti (persino sui 40 km della Olten Berna).
Visto che non esiste materiale per servizio internazionale (sostanzialmente perchè i francesi sono dei puzzoni, visto che il belgio, con tutti i suoi difetti, ha equipaggiato l'intera L36 con ETCS L1, ha già appaltato il passaggio della rete fondamentale in L2 e sta dando il via alla sperimentazione) e disponibile c'è solo il Tgv-Thalys equipaggiato coi ventisette Sottosistemi di bordo necessari per andare da Parigi a Colonia o Amsterdam, per le l'unica soluzione per non far venire il latte alle ginocchia ai macchinisti, ai regolatori della circolazione e agli oraristi, è proprio transitare sulla linea storica. inoltre suppongo si risparmi qualcosa di pedaggio..
Paladino dei marciapiedi alti
..contromano..

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 4458
Iscritto il: mar 06 gen 2015 14:17

Re: Izy: Thalys LowCost

#19 Messaggio da RegioAV » gio 03 mar 2016 4:59

luca295 ha scritto:
Il punto e' dunque che con una programmazione piu accorta si potrebbe raccogliere la clientela businnes e quella low cost nell'ambito dello stesso servizio , moltiplicandone la frequenza e le fasce orario di servizio e quindi l'appetibilita'.

Non e' un caso che MM ci mirasse alla bruxelles-parigi...
Basso mi spiace ma penso tu stia proprio fuori strada.

Leggi quello che ha scritto sopra Luca.

In Italia possiamo andare da Roma a Milano con 50 euro o con 200 sullo stesso treno grazie alla flessibilità dei prezzi. Così si fa. Lode a Trenitalia e Ntv e a come si è sviluppato il mercato LP nel nostro paese.

E' così che deve essere ed è così che tutti ci guadagnano, sia le imprese sia i cittadini (eccetto RFF ma immagino quanto goda ad avere un treno veloce sulla linea storica ormai cresciuta sulle esigenze della breve e media percorrenza, come se domani tornassero dei no-stop sulla Roma Napoli o sulla Milano - Bologna...orrore e spavento...).
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

Avatar utente
Il Basso di Genova
**
**
Messaggi: 7749
Iscritto il: sab 14 ott 2006 16:19
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Contatta:

Re: Izy: Thalys LowCost

#20 Messaggio da Il Basso di Genova » gio 03 mar 2016 8:07

No.. sei tu che sei completamente deragliato:

Cosa c'entra la flessibilità dei prezzi e il guadagno delle imprese e dei cittadini?

Io parlo di livelli di servizio e su come si può forumulare un'offerta "budget". Trenitalia e Italo hanno fatto una scelta sulla base del comfort offerto. Thalys NON può farlo. Perchè i treni sono vecchi e per offrire un plus sul comfort andrebbero interamente rinnovati e ridisegnati negli interni (ad esempio offrendo qualche carrozza pollaio con modulo Fanta per i viaggiatori budget, una normale con le prese di corrente e internet, una lusso e il salotto business)
Thalys, come ho già spiegato (leggere, please, prima di rispondere coi messaggi preconfezionati dei baci perugina) vuole offrire un servizio intermedio tra la merda assoluta del blablacar o del torpedone e il servizio premium e super-caro offerto dal brand Thalys.
Sulla base di cosa si può differenziare un tragitto di 300 km? Qual'è il vero plus essenziale del Thalys? Il percolatore del caffè che produce quella brodaglia immonda?
NO. E' il tempo di percorrenza di un'ora e venti tra Parigi e Bxl.

Cosa posso fare per offrire un servizio "budget oriented" sulla stessa relazione?
Andare più lenti. Andare più lenti sulla AV non ha senso. Ergo: prendo la via normale che mi costa anche meno come pedaggi.

Claro?
Paladino dei marciapiedi alti
..contromano..

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16780
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Izy: Thalys LowCost

#21 Messaggio da Ae 4/7 » gio 03 mar 2016 8:15

Chiaro; ciò non toglie che convogli siffatti abbiano lo stesso senso degli EC (la quale dovrebbe essere la categoria di punta, erede dei TEE) che, in Germania, tra Magonza/Francoforte e Colonia, percorrono la (splendida) linea lungo il Reno anziché la TAV...
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Il Basso di Genova
**
**
Messaggi: 7749
Iscritto il: sab 14 ott 2006 16:19
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Contatta:

Re: Izy: Thalys LowCost

#22 Messaggio da Il Basso di Genova » gio 03 mar 2016 8:23

Infatti IMHO l'errore non sta nella linea ferroviaria scelta ma nel materiale rotabile. Purtroppo Thalyus non possiede materiale interoperabile adatto alla relazione e quindi si usa quello che c'è: un Tgv-Thalys in livrea dedicata.
Paladino dei marciapiedi alti
..contromano..

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 4458
Iscritto il: mar 06 gen 2015 14:17

Re: RE: Re: Izy: Thalys LowCost

#23 Messaggio da RegioAV » gio 03 mar 2016 9:09

Il Basso di Genova ha scritto:No.. sei tu che sei completamente deragliato:

Cosa c'entra la flessibilità dei prezzi e il guadagno delle imprese e dei cittadini?

Io parlo di livelli di servizio e su come si può forumulare un'offerta "budget". Trenitalia e Italo hanno fatto una scelta sulla base del comfort offerto. Thalys NON può farlo. Perchè i treni sono vecchi e per offrire un plus sul comfort andrebbero interamente rinnovati e ridisegnati negli interni (ad esempio offrendo qualche carrozza pollaio con modulo Fanta per i viaggiatori budget, una normale con le prese di corrente e internet, una lusso e il salotto business)
Thalys, come ho già spiegato (leggere, please, prima di rispondere coi messaggi preconfezionati dei baci perugina) vuole offrire un servizio intermedio tra la merda assoluta del blablacar o del torpedone e il servizio premium e super-caro offerto dal brand Thalys.
Sulla base di cosa si può differenziare un tragitto di 300 km? Qual'è il vero plus essenziale del Thalys? Il percolatore del caffè che produce quella brodaglia immonda?
NO. E' il tempo di percorrenza di un'ora e venti tra Parigi e Bxl.

Cosa posso fare per offrire un servizio "budget oriented" sulla stessa relazione?
Andare più lenti. Andare più lenti sulla AV non ha senso. Ergo: prendo la via normale che mi costa anche meno come pedaggi.

Claro?
Non concordo su nulla. Per me il modello perfetto è Trenitalia.
I Thalys fanno pietà infatti.
Amen
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

Avatar utente
Il Basso di Genova
**
**
Messaggi: 7749
Iscritto il: sab 14 ott 2006 16:19
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Contatta:

Re: RE: Re: Izy: Thalys LowCost

#24 Messaggio da Il Basso di Genova » gio 03 mar 2016 10:19

RegioAV ha scritto: I Thalys fanno pietà infatti.
Amen
Amen. :?
Io Appena parte il servizio farò una gita (turistica) a Parigi.


[Polemica pesante inside]

Tu lo sai che la gente come me si scazza tremendamente quando il dialogo s'interrompe a causa di risposte completamente inutili, ignoranti e coatte come queste che non portano alcuno contributo alla discussione e sono la causa primaria di morte dei forum?
In particolare, mi permetto di suggerire la lettura di questo topic che condensa molti dei giustificati malumori della Redazione e di alcuni forumisti nei confronti dell'ignoranza, della supponenza e dello scarso rispetto tra forumisti (Una risposta come questa, per me è scarso rispetto) http://www.forum.ferrovie.it/viewtopic.php?f=3&t=39032
[/end of polemica]
Paladino dei marciapiedi alti
..contromano..

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 4458
Iscritto il: mar 06 gen 2015 14:17

Re: Izy: Thalys LowCost

#25 Messaggio da RegioAV » gio 03 mar 2016 11:34

Per me parla luca295. Direi esattamente quello che ha scritto lui.

Chiedi a lui che gli va di fare polemiche e di scrivere molto più che a me.
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Izy: Thalys LowCost

#26 Messaggio da luca295 » gio 03 mar 2016 13:05

Ok, torniamo a parlare di Thalis?

Non sono d'accordo, Basso. L'allestimento dei treni non e' eterno , al massimo ogni 10 anni ci mettono mano ( come del resto hanno fatto con gli ouigo e faranno con questi stessi treni ).Basta programmarlo e farlo. Del resto gli etr 500 non sono nati a 4 classi- e sono piu o memo coetanei dei tgv r/pbka.
Il livello di servizio lo fai poi con tutto il contorno.
Il prezzo del pedaggio e' poi proprio una cavolata. RFF intasca gli stessi soldi a vendere una traccia in piu indipendentemente da dove la piazzi. E non c'e' ombra di dubbio che mandare un tgv sulla storica sia una cavolata .
Il confronto con la linea del reno in germania non regge, perche' la av salta mainz e coblenza, che rimangono servire dagli Ic . Non ne fanno una questione di prezzo/livello di servizio.

Il problema di Thalis e' secondo me che Sncf e' la peggiore compagnia ferroviaria d'europa, che vive all'ombra di una delle migliori infrastrutture d'europa - grazie alla spesa pubblica sostemuta negli ultimi 40 anni .

Quindi non sono in grado - unici in europa - di allargare il bacino di utenza ferroviario con politiche commerciali ' avanzate'.

La sfortuna dei belgi e' che Sncf per ora riesce a non far entrare la concorrenza in francia....

L'assurdita' e' appunto che un servizio a 160 km/h non COSTA la meta di uno a 300 ( anzi...).

Con questo, nessuno discute del piacere di andare a fare una gita a Parigi con un vettore low cost- ma solo le implicazioni trasportistiche che derivano da queste politiche.

Avatar utente
Il Basso di Genova
**
**
Messaggi: 7749
Iscritto il: sab 14 ott 2006 16:19
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Contatta:

Re: Izy: Thalys LowCost

#27 Messaggio da Il Basso di Genova » gio 03 mar 2016 14:19

luca295 ha scritto: L'assurdita' e' appunto che un servizio a 160 km/h non COSTA la meta di uno a 300 ( anzi...).
Infatti IMHO è il prezzo del biglietto "normale" che è esagerato ed è figlio del fatto che Thalys opera in regime di monopolio sulla tratta e che il sistema di sicurezza TVM430 IMHO costa un'esagerazione dal punto di vista della manutenzione (eseguita interamente da SNCF anche sulla tratta in territorio belga).
Paladino dei marciapiedi alti
..contromano..

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Izy: Thalys LowCost

#28 Messaggio da luca295 » gio 03 mar 2016 15:30

E su questo siamo d'accordissimo.
Per quanto ne so, in Francia temono l'apertura del mercato ferroviario proprio perche' Sncf ha costi di produzione parecchio elevati....
Nuono a sapersi che hanno lo stesso problema abche lato infra.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13321
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Izy: Thalys LowCost

#29 Messaggio da UluruMS » gio 03 mar 2016 15:47

luca295 ha scritto:Il problema di Thalis e' secondo me che Sncf e' la peggiore compagnia ferroviaria d'europa, che vive all'ombra di una delle migliori infrastrutture d'europa - grazie alla spesa pubblica sostemuta negli ultimi 40 anni .
Quindi non sono in grado - unici in europa - di allargare il bacino di utenza ferroviario con politiche commerciali ' avanzate'.
La sfortuna dei belgi e' che Sncf per ora riesce a non far entrare la concorrenza in francia....
L'assurdita' e' appunto che un servizio a 160 km/h non COSTA la meta di uno a 300 ( anzi...).
Il Basso di Genova ha scritto:Infatti IMHO è il prezzo del biglietto "normale" che è esagerato ed è figlio del fatto che Thalys opera in regime di monopolio sulla tratta e che il sistema di sicurezza TVM430 IMHO costa un'esagerazione dal punto di vista della manutenzione (eseguita interamente da SNCF anche sulla tratta in territorio belga).
vi lovvo entrambe :=D>:
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."
Dear guest, never trust Tz; it’s a Troll

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10979
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Izy: Thalys LowCost

#30 Messaggio da chicc0zz0 » ven 04 mar 2016 23:18

Il Basso di Genova ha scritto:Dov'è il problema? Fino a ieri, se avessi voluto andare a parigi per i cavolacci miei, avrei preso l'auto. Con questo servizio, prenderei (e prenderò) il treno. Il Thalys via AV ha prezzi totalmente fuori scala rispetto a qualunque altro vettore (ivinclusa la limousine con autista). Per andare da qui a li (Parigi-Bxl sono trecento km) ci vogliono 60 € se prenoti con tre anni di anticipo.. altrimenti MINIMO 100€.
io per prenotazione a maggio vedo prezzi anche 41 o 29 euro a tratta, la semi flex a 85 euro a tratta
piu caro rispetto a TI (MI-FI 54€ in standard), ma direi tutto sommato più o meno allineato con DB
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti