Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2012
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#16 Messaggio da Andmart » gio 13 set 2018 13:19

Non ci sono vincoli europei sull'Agenzia per la sicurezza ferroviaria che precludano l'estensione delle sue competenze. Anzi, per il mero soddisfacimento dei requisiti imposti della direttiva 2004/49/CE sarebbe bastato creare una divisione apposita presso il MIT, magari potenziando ampliando quella nella quale sono inseriti gli USTIF. Alcuni Stati Membri (fra cui mi pare la Francia) hanno scelto questa strada.

Il talebanesimo anti-PL è veramente stucchevole. I PL esistono in tutti i paesi d'Europa e del mondo: fatevene una ragione. Poi è chiaro che se una ferrovia trafficata/principale interseca una strada importante il PL è un problema e va rimosso (per una questione di fluidità del traffico, prima che di sicurezza...), ma in tutte le cose serve buon senso. Il talebanesimo non porta a nulla se non allo spreco di soldi...

qalimero
**
**
Messaggi: 6947
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#17 Messaggio da qalimero » gio 13 set 2018 14:05

@ andmart

(e per il ghignante giorgiostagni)

Per accordo politico, Governo Prodi 2007, min Trasporti Bianchi (romano), min Sviluppo Economico Bersani , emiliano, Min Infrastrutture Di Pietro, molisano.
Accordo politico come per altre agenzie ed autorità , non localizzate a Roma.
E perché precedente sede del Cesifer e di altre strutture di tecnica ferroviaria.
Solo per l'ANSF vi ponete domande?
Avete sussurri e grida da fare? fatele, provate.

Magari vi ponete domande sul perché l'ex Servizio Materiale e Trazione era l'unico con sede a Firenze, sin dai tempi di Bianchi, nel 1905.


In quanto alla sede del MIT, hai ragione.
All'ANSF , parleranno con il Ministro in ascensore, e con FSI dalla finestra: i due palazzi sono contigui, e i dipendenti usano sovente lo stesso parcheggio interno.

dedorex1
**
**
Messaggi: 5847
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#18 Messaggio da dedorex1 » gio 13 set 2018 14:10

Interessante che mentre allo stesso tempo si mette la sicurezza di strade e ferrovie sotto lo stesso cappello (cosa in teoria buona e giusta), si dice che la gestione delle stesse deve essere separata (e qua se ne può discutere), mentre è strategico mettere assieme il servizio di aviazione e ferrovia (e qua siamo nel puro becero...)
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2012
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#19 Messaggio da Andmart » gio 13 set 2018 14:24

qalimero ha scritto:
gio 13 set 2018 14:05
E perché precedente sede del Cesifer
Infatti.
qalimero ha scritto:
gio 13 set 2018 14:05
Servizio Materiale e Trazione era l'unico con sede a Firenze,
Appunto.

daucus
**
**
Messaggi: 8201
Iscritto il: mar 13 apr 2004 14:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#20 Messaggio da daucus » gio 13 set 2018 14:41

qalimero ha scritto:
gio 13 set 2018 14:05
Magari vi ponete domande sul perché l'ex Servizio Materiale e Trazione era l'unico con sede a Firenze, sin dai tempi di Bianchi, nel 1905.
Perché già in precedenza era sede del corrispondente servizio della Rete Adriatica
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14437
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#21 Messaggio da quattroe28 » gio 13 set 2018 21:03

vedo già vicina l'abolizione delle strade a doppio senso di circolazione
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

qalimero
**
**
Messaggi: 6947
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#22 Messaggio da qalimero » ven 14 set 2018 9:55

Grazie Daucus, ma la domanda non era rivolta a te...

@ Andmart

E le tue deduzioni da quel "infatti" e quel "appunto" ?

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 991
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#23 Messaggio da giorgiostagni » ven 14 set 2018 10:36

Molto semplice: ANSF ha ereditato sede, personale e "forma mentis" da RFI (la quale a sua volta, all'interno di FS, aveva ricevuto le competenze diciamo di tipo normativo/regolamentare/autorizzativo).
Questo percorso, ormai consegnato alla storia, era probabilmente quello di maggior buon senso, se non addirittura inevitabile.
Con però due controindicazioni: la prima che, altrettanto probabilmente, in alcune occasioni è mancata quell'imparzialità e parità di trattamento nei confronti delle aziende del gruppo FS, rispetto alle aziende esterne (anche se è lecito pensare che, con il passare del tempo, l'imparzialità sia progressivamente cresciuta)
La seconda, che invece si sta manifestando soprattutto oggi, è che la forma mentis di provenienza ha fatto sì che ANSF ignorasse - nel senso letterale di non conoscere proprio, addirittura nemmeno immaginare - alcuni specifici aspetti di "biodiversità ferroviaria" propri di molte ferrovie regionali. E questo potrebbe avere qualche effetto negativo nel previsto allargamento di competenza a tutte le reti isolate.

Cuntent? :)

qalimero
**
**
Messaggi: 6947
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#24 Messaggio da qalimero » ven 14 set 2018 14:45

No , ovviamente.

Perché la mia osservazione era su uno spostamento geografico e non di scuola di provenienza.
Perché all'epoca la sede a Firenze fu il motivo (anche se politicamente presentato come vittoriosa controparte) allo spostamento altrove di prezisose attività di alcuni strutture , soprattutto Trenitalia.
Anche perché ANSF ha , a mio modesto parere , abbandonato la forma mentis ex FS, soprattutto nella reggenza corrente.

mentre osservo che per voi, doveva trattare tutti uguale quando si trattava di mettere FS e non FS sulla rete FS , ma qualcuno doveva essere trattato diversamente da FS se era su rete non FS .

Un po' come dire , peccato che la MCTC sia ministeriale e non faccia le pulci ai mezzi delle FF.AA come ai privati, e al contempo chiedersi come mai le multe le fanno uguali sia sulle statali che sulle comunali.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 0:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#25 Messaggio da Wilhem275 » ven 14 set 2018 14:48

Aggiungo: una ulteriore eredità caratteriale da RFI è la scarsa disposizione al mettersi in discussione. Io decido, io ho ragione.
Che ci sta come filosofia di un'entità che deve essere indipendente, ma diventa un problema quando si unisce alle paranoie da tribunale della dirigenza pubblica (tutta) in questo periodo storico.
(Trad.: treno fermo non fa danno e mi para il derriere)
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2012
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#26 Messaggio da Andmart » ven 14 set 2018 15:01

qualimero, non essere più realista del re.

Che ANSF faccia fatica a comprendere le realtà extra FS lo dice e lo scrive ANSF stessa. Nella Tecnica di Professionale di Gennaio 2017 (vado a memoria) Lusi e Margarita (due dirigenti dell'Agenzia) hanno scritto che per loro e per ANSF in generale occuparsi delle realtà extra FS sarebbe stata la più grande sfida dalla nascita dell'Agenzia. E si trattava delle reti regionali interconnesse, quindi realtà tutto sommato simili alla rete FS.

Nell'ultimo numero della newsletter di ANSF ed anche nel libro dei 10 anni di attività dell'agenzia invece traspare ancora più chiaramente la difficoltà da parte dell'Agenzia nel doversi prossimamente interfacciare e supervisionare realtà di tipo tranviario, totalmente estranee dalla loro formazione.

Che, poi, diciamocela tutta: il Direttore, anzi ex-direttore, era di provenienza Ministero. Ma tutti i dirigenti o quasi vengono dal mondo FS prima e Cesifer dopo.

E comunque io rivendico il fatto che tutti i gestori siano trattati alla stessa maniera in relazione ai rischi reali. E su questo punto potrei adeguatamente e dettagliatamente argomentare dove si è sbagliato. E l'ho anche fatto, in separata sede.
Ultima modifica di Andmart il ven 14 set 2018 15:05, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#27 Messaggio da E412 » ven 14 set 2018 15:04

qalimero ha scritto:
ven 14 set 2018 14:45
mentre osservo che per voi, doveva trattare tutti uguale quando si trattava di mettere FS e non FS sulla rete FS , ma qualcuno doveva essere trattato diversamente da FS se era su rete non FS .
No. Banalmente, da un'agenzia esterna mi aspetto una valutazione esterna che cerchi di spingere verso l'ottimale, guardando l'esistente (anche al di fuori della rete FS, e magari anche al di fuor dei patrii confini), e non verso una soluzione solo perchè è di Caio.
Se di fronte al problema X A fa in un modo e B nell'altro, guardo pregi e difetti di ognuno e cerco di mettere a punto una norma o una linea guida che punti verso l'ottimale. Non adotto A solo perché lo mette in pratica FS.
Ad esempio, e solo come esempio sommario senza pretese di precisione: PL aperto. Su rete FS il problema viene affrontato in 40 minuti, su rete FNM in 5. Non avrei il benché minimo dubbio su quale sia la direzione da intraprendere, anche facendosi il mazzo (perché è anche per questo che ti pagano) per cercare di far capire a istituzioni e magistratura/avvocati amanti delle sentenze bislacche il perché è giusto e doveroso in quel modo.
Cosa si è fatto? Si è andati verso FS, ovviamente, e si è rincarata la dose. Così ora di minuti ce ne vogliono 60-90-120 per fronteggiare un problema che buona parte del mondo affronta in 5'.
E così via.

Aver preso, calato dall'alto e ulteriormente, pesantemente peggiorato (e ci vuole tanto impegno) l'impianto normativo RFI, solo perché era l'unico che conoscevano: questo rimprovero a ANSF, insieme ad altre cazzabubbole quali il fregarsene completamente del concetto di efficacia di esercizio.
Di dove abbiano la sede oggi, XXI ecolo, me ne frega molto relativamente. Per me possono mettersela anche all'Abetone accanto agli impianti di risalita, sai mai che il fresco stimoli un po' di attenzione in più verso ciò che servirebbe :wink:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2012
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#28 Messaggio da Andmart » ven 14 set 2018 15:15

Wilhem275 ha scritto:
ven 14 set 2018 14:48
Aggiungo: una ulteriore eredità caratteriale da RFI è la scarsa disposizione al mettersi in discussione. Io decido, io ho ragione.
Quando nel 1997 per effetto della legge Bassanini tutte le ferrovie in gestione commissariale governativa (il 95% delle ex-concesse ed oggi ferrovie regionali) dovevano passare per tre anni in gestione alle FS, tutti i direttori di esercizio di queste reti vennero riuniti a Firenze presso le FS.
Uno di loro mi ha raccontato che li hanno mandati in un'aula dove c'erano due lavagne. Su una con gessetto rosso campeggiava la scritta "Ferrovie Malate" e sotto l'elenco pressoché completo delle ferrovie regionali italiane. Nell'altra, in gesso bianco, c'era scritto "Ferrovie Sane" e sotto c'era scritto solo "Ferrovie dello Stato". Sotto, tra parentesi, il simpaticone aveva aggiunto la scritta "uniche vere ferrovie in Italia".
A parole poi il tizio si sentì in dovere di rimarcare ulteriormente il concetto dicendo che "gli unici che in Italia fanno marciare treni sono le FS". Tutto il resto erano surrogati degeneri. E che da quel momento loro, i DE delle ferrovie regionali, avrebbero dovuto fare quello che loro (le FS) gli avrebbero detto in merito a regolamenti e quant'altro. "Altrimenti vi sostituiremo e vi rimpiazzeremo".
Chi m'ha raccontato questo si ricorda molto bene di quel momento soprattutto i volti increduli di DE con quasi 40 anni di esperienza di gestione anche di centinaia di kilometri di rete presi sostanzialmente a calci da parte di un dirigente delle FS, pure abbastanza giovincello che neppure sapeva ciò che criticava e non aveva alcuna intenzione di approfondirlo.
Ecco, sono passati 20 anni, ma in molti casi presso certe persone della galassia FS/RFI (anche poi transitati in ANSF) il pensiero di fondo resta quello. :wall: :wall: :wall:

PS: sui danni fatti nei 3 anni di gestione FS delle ferrovie regionali poi ci hanno anche fatto un libro, per la cronaca...

sorry
*
*
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#29 Messaggio da sorry » ven 14 set 2018 15:20

Completamente, assolutamente, chiaramente, definitivamente d'accordo con E412
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

sorry
*
*
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Re: Verso il superamento di ANSF: nasce l'Agenzia unica per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali

#30 Messaggio da sorry » ven 14 set 2018 15:24

Andmart ha scritto:
Wilhem275 ha scritto:
ven 14 set 2018 14:48
Aggiungo: una ulteriore eredità caratteriale da RFI è la scarsa disposizione al mettersi in discussione. Io decido, io ho ragione.
Quando nel 1997 per effetto della legge Bassanini tutte le ferrovie in gestione commissariale governativa (il 95% delle ex-concesse ed oggi ferrovie regionali) dovevano passare per tre anni in gestione alle FS [...]

PS: sui danni fatti nei 3 anni di gestione FS delle ferrovie regionali poi ci hanno anche fatto un libro, per la cronaca...
Puoi raccontare meglio la vicenda?
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: e646.060 e 16 ospiti