Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
DB
**
**
Messaggi: 3509
Iscritto il: mar 20 gen 2004 13:40

Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#1 Messaggio da DB » mar 24 apr 2018 13:25

ed anzi dal 2012 abbiamo perso altre 3 posizioni, scendendo alla 15° nella graduatoria delle ferrovie europee con le migliori performance in termini di intensità di utilizzo, qualità dei servizi e sicurezza.
Lo studio, appena pubblicato, di una delle grandi società di consulenza e rating globali, Boston Consulting Group, ci attesta una posizione di basso centro classifica, in calo rispetto alle rilevazioni precedenti: insomma c'è ancora molto da lavorare per salire verso i rating migliori !

https://www.bcg.com/en-ch/publications/ ... index.aspx


:ciao: :ciao:
New PB 20km: 1h31'23'' 12.04.2014
PB 10km: 44'37'' 28.6.2013

Der meisten mangelt der Mut, das Unglück zu begrüssen, als etwas, worin man die Seele baden kann

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38932
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#2 Messaggio da E412 » mar 24 apr 2018 14:28

Che ci sia molto da lavorare, è fuor di dubbio.
Che però quel rating, in quei termini, sia qualcosa di realmente utile, mi lascia molto più dubbioso.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13797
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#3 Messaggio da UluruMS » mar 24 apr 2018 15:36

A parte che volendo, si riesce a trovare dei bachi in qualsiasi indicizzazione (per dirne una, cosa intendi come AV? Un ETR500 TO-VE è tutto contato come AV o solo fino a BS?), comunque è già qualcosa di più strtturato rispetto alle boiate dell'Istituto Bruno Leoni, che legava semplicisticamente km di autostrada a popolazione, senza neanche domandarsi se tutti i paesi in questione avessero uno standard univoco su cosa è una autostrada...
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38932
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#4 Messaggio da E412 » mar 24 apr 2018 17:01

Oh beh, anch'io ho visto di peggio, senza dubbio.
Però ci sono dei presupposti che mi lasciano perplesso, e l'eterno dilemma di come considerare i morti associati al sistema ferroviario.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

giorgiostagni
**
**
Messaggi: 1047
Iscritto il: gio 19 ago 2010 22:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#5 Messaggio da giorgiostagni » mar 24 apr 2018 17:13

Italy. With an overall rating of 4.5, Italy has good ratings in all three dimensions. However, its intensity of use rating is quite low, reduced by low freight utilization.
Be', mi sembra molto pertinente: non c'è niente di più sicuro di un treno fermo, e in Italia questa è la filosofia dominante. In ciò hanno colto giusto.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13797
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#6 Messaggio da UluruMS » mar 24 apr 2018 17:17

Mica detto...
E se il ragazzo annoiato dalla sQuola dove vince la mediocrità si arrampicasse sui carri fermi e frenati, ma scivolasse, cadesse e si rompesse tutto? Neanche un treno fermo è sicuro...
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12260
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#7 Messaggio da sr » mar 24 apr 2018 17:19

Zitto, che poi interviene l'ANSF e chissà cosa combina! :sofa:
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38932
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#8 Messaggio da E412 » mar 24 apr 2018 17:41

E' quello che è rientrato dalla finestra (sotto forma di incidentalità) in quella statistica. :D
Sul discorso merci non so se essere d'accordo o meno: o meglio, nel caso specifico dell'Italia è abbastanza corretto (*), ma in termini assoluti si può parlare di 'intensità d'uso bassa' per una rete che veda pochissimi merci ma un pesante traffico passeggeri leggero? ::-?:

(*): in realtà il problema è, in parte e come noto, attribuibile a una scarsa performance delle linee e dei nodi in termini di capacità che, tra le altre cose, riduce lo spazio per eventuali merci.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
DB
**
**
Messaggi: 3509
Iscritto il: mar 20 gen 2004 13:40

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#9 Messaggio da DB » mar 24 apr 2018 18:19

E412 ha scritto:
mar 24 apr 2018 14:28
Che ci sia molto da lavorare, è fuor di dubbio.
Che però quel rating, in quei termini, sia qualcosa di realmente utile, mi lascia molto più dubbioso.
L'utilità di queste analisi internazionali, al di là dei criteri adottati, consiste per me nell'avere (gratis! ) una chiave di lettura della realtà esterna: in un Paese un po ’ inebriato da slogan facili come "la cura del ferro" o "la metropolitana d'Italia" è importante. E francamente leggere che dopo 10 anni di AV, dopo che le ferrovie ormai da anni assorbono quote rilevanti della spesa pubblica , ebbene dopo tutto questo aver perso posizioni in una classifica su tre parametri fondamentali come intensità di traffico, qualità del servizio e sicurezza e trovarsi dietro Belgio e Rep. Ceca, tanto per dire, lascia riflettere. ...

:ciao: :ciao:
New PB 20km: 1h31'23'' 12.04.2014
PB 10km: 44'37'' 28.6.2013

Der meisten mangelt der Mut, das Unglück zu begrüssen, als etwas, worin man die Seele baden kann

marcogiov
*
*
Messaggi: 504
Iscritto il: ven 25 feb 2005 17:12
Località: Milano P.ta Venezia

Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#10 Messaggio da marcogiov » mar 24 apr 2018 19:24

Belgio e Cecoslovacchia erano fra i cinque Paesi europei più industrializzati quando la maggior parte d'Italia pascolava le pecore (facendo peraltro un ottimo pecorino).

dedorex1
**
**
Messaggi: 6023
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#11 Messaggio da dedorex1 » mar 24 apr 2018 19:51

DB ha scritto:
mar 24 apr 2018 18:19
trovarsi dietro Belgio e Rep. Ceca, tanto per dire, lascia riflettere. ...
Soprattutto se si ha l'interesse di capire le cose e non semplicemente sparlare (parla uno che è sicuramente inebriato dalla recente cura del ferro e che in effetti usa la metropolitana (perchè ormai tale è, almeno tra Milano e Napoli) d'italia )
Come si può pensare paragonare il Belgio all'Italia? Qual'è la morfologia geografica? qual'è la concentrazione degli abitanti? Sarai mai fattibile che l'Italia abbia un'intensità di traffico pari a quella di un paese piatto e piccolo come il Belgio?
Le statistiche sono molto utili, ma vanno lette con un po' di attenzione (e soprattutto meno prevenzione), facendo bene attenzione a compare le cose che hanno senso.
Se io devo comparare il servizio della Lombardia lo faccio con aree che hanno caratteristiche simili (es Baviera), non vado certo a prendere la regione dei Carpazi
Di solito in queste ricerche (e parlo con una certa esperienza) è molto utile estrapolare i trend, piuttosto che fare confronti tout court
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38932
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#12 Messaggio da E412 » mar 24 apr 2018 21:28

E comunque basta non farsi inebriare dagli slogan. :wink:
Ma usare comunque la zucca, le cose negli anni sono cambiate. Non sempre nel verso giusto, purtroppo, ma di sicuro dove c'è stato l'investimento maggiore (dorsale) c'è stato anche il risultato maggiore. Peccato non abbiano polverizzato il nodo di Milano nel proceso, ma nessuno è perfetto.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

qalimero
**
**
Messaggi: 6962
Iscritto il: sab 27 dic 2003 1:15
Località: Toscana

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#13 Messaggio da qalimero » mer 25 apr 2018 3:47

magari si può analizzare i numeri e ricordarsi che il segmento ferroviario non è soggetto a cambi vertiginosi.

I 3 posti in meno.
Le prime 7 poszioni sono stabili. l'unica anomalìa è la Danimarca che nel 2012 nonpresentò i dati e quindi non era in classifica.
Gli altro deu posti sonodettati dallo scatto inavanti di Belgio e Norvegia.

Analizziamo i parametri.


Sicurezza. l'Italia ha valori pari all'Austria, migliori del belgo e vicini a quelli tedeschi.
Paesi bassi e Regno Unito meno puntuali d inoi ma più sicuri , sepcie per chi non viaggia.

Quello che marca la differenza è la penetrazione modale, dove paghiamo i vincoli geografici del merci.
E una minor capillarità della rete.

ssb
**
**
Messaggi: 2630
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#14 Messaggio da ssb » mer 25 apr 2018 10:30

La pratica sembrerebbe dimostrare che l’Austria non ha valori di sicurezza pari all’Italia...e non vedo neanche come potrebbe, visto i due sistemi e le due filosofie completamente diverse.

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3191
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Niente da fare, restiamo nelle parti medio-basse delle classifiche internazionali

#15 Messaggio da RF » mer 25 apr 2018 20:30

qalimero ha scritto:
mer 25 apr 2018 3:47

Quello che marca la differenza è la penetrazione modale, dove paghiamo i vincoli geografici del merci.
E una minor capillarità della rete.
Cosa intendi che al sud il trasporto merci è a livelli bassissimi ?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: 215.005, danieleexpress, Google Adsense [Bot], theFAN, TkMatt e 20 ospiti