Trasporto merci su ferrovia

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3098
Iscritto il: sab 10 mag 2008 10:44
Località: Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#736 Messaggio da RF » ven 25 mag 2018 22:56

dedorex1 ha scritto:
gio 24 mag 2018 18:25
Hai letto anche che il treno è spaccato in due per le rampe per poi essere ricongiunto dopo?
Mi era sfuggito un altro particolare non da poco, che i carri Modalhor sono doppi, quindi 21 carri coincidono a ben 42 semirimorchi e che da quello che son riuscito a trovare in rete di tara ogni carro doppio pesa 40 ton. e di carico può ammettere al massimo 38 ton. ne deriva che il treno completo può arrivare a pieno carico poco oltre 2400 ton.

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 528
Iscritto il: dom 12 ago 2007 14:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Trasporto merci su ferrovia

#737 Messaggio da Frank_Castle » lun 28 mag 2018 4:39

Domanda: perché noi usiamo un carro per muovere un semirimorchio e non un sistema a carrelli da agganciare tra un semirimorchio e l'altro?
Grazie
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7554
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Trasporto merci su ferrovia

#738 Messaggio da Cinghiale » lun 28 mag 2018 6:32

I semirimorchi dovrebbero essere omologati per la circolazione ferroviaria; inoltre, esistono gli assi posteriori, muniti di pneumatici, da cui non si può prescindere. L'inconveniente si può ovviare in maniera molto semplice adoperando, per quanto possibile, le casse mobili, già adoperate con pieno successo, nella dimensione da 20 o da 40 piedi. Va da sé che, per il collettame od assimilabili, occorre procedere con dei carri tradizionali.

gogo
*
*
Messaggi: 589
Iscritto il: sab 25 giu 2005 20:42

Re: Trasporto merci su ferrovia

#739 Messaggio da gogo » lun 28 mag 2018 13:43

Esistono e li hanno sperimentati.
Peccato siano accantonati a Bologna Interporto da più di un decennio...

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3098
Iscritto il: sab 10 mag 2008 10:44
Località: Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#740 Messaggio da RF » lun 28 mag 2018 14:00

Ed ha corso per parecchi anni col famoso treno della BTZ tra Monaco e Verona
In ogni caso ci volevano semirimorchi rinforzati costruiti appositamente per quel tipo di trasporto, è questo che ha reso il sistema poco flessibile e quindi è stato dismesso

sorry
*
*
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Re: Trasporto merci su ferrovia

#741 Messaggio da sorry » mar 29 mag 2018 5:23

L'idea era intelligente: ridurre la tara trasportata per niente. Però le complicazioni di ordine pratico la rendono di fatto inapplicabile... a meno di non cambiare gli standard costruttivi dei semirimorchi di mezza Europa... domanda per chi lì conosce meglio: i vari carrelli, in "assetto di marcia", erano collegati tra loro da qualcosa (cavo/barra - nell'ottica di ridurre lo sforzo sul telaio del semirimorchio)? Il freno continuo come veniva realizzato?
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

sorry
*
*
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Re: Trasporto merci su ferrovia

#742 Messaggio da sorry » mar 29 mag 2018 5:25

L'idea era intelligente: ridurre la tara trasportata per niente. Però le complicazioni di ordine pratico la rendono di fatto inapplicabile... a meno di non cambiare gli standard costruttivi dei semirimorchi di mezza Europa... domanda per chi lì conosce meglio: i vari carrelli, in "assetto di marcia", erano collegati tra loro da qualcosa (cavo/barra - nell'ottica di ridurre lo sforzo sul telaio del semirimorchio)? Il freno continuo come veniva realizzato?
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

Avatar utente
Giovanni P
*
*
Messaggi: 921
Iscritto il: sab 22 set 2012 15:55
Località: Roma/Budapest
Contatta:

Re: Trasporto merci su ferrovia

#743 Messaggio da Giovanni P » mar 29 mag 2018 6:41

L'idea era invece folle, la tara è un problema molto più sulla strada che sulla ferrovia, per questo dei semirimorchi di nicchia, pesanti, che devono avere una resistenza elevata e sottoposte ad una manutenzione a standard ferroviario dava l'idea di un progetto fatto da dilettanti

Marklar
*
*
Messaggi: 914
Iscritto il: ven 22 ago 2008 19:32
Località: Quinto di Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#744 Messaggio da Marklar » mar 29 mag 2018 10:55

L'idea poteva essere "originale" ma all'atto pratico,appunto,folle:il collegamento tra un carrello e l'altro era realizzato dal telaio stesso del semirimorchio,non c'era nient'altro,e questo dà l'idea di che razza di forze doveva subire quel semirimorchio(il primo del treno deve fare da tramite tra la forza di trazione della loco e trainare il peso degli altri 20(?)che stanno dietro)che non hanno niente a che vedere con l'uso stradale;la condotta del freno penso fosse realizzata tramite una semplice condotta separata passante,non credo si possa usare quella del semirimorchio.
Oltretutto non ho mai capito come si agganciasse il posteriore del semirimorchio sul carrello,davanti si agganciava il perno su una ralla presente sui carrelli,ma dietro?E pure le operazioni di formazione del convoglio,non credo fossero esattamente molto rapide.

Restando in argomento,sbaglio o avevo letto pochi mesi fa,su un link che era stato messo forse qui o forse sul topic di esportiamo patate,che un trasportatore dell'est Europa,non ricordo chi,voleva reintodurre un tale sistema per dei treni monocliente da lui svolti?Qualcuno ricorda qualcosa?

Avatar utente
E431.037
*
*
Messaggi: 886
Iscritto il: lun 18 dic 2006 22:15
Località: Genoa, Republic of Genoa (occupied by Italy)
Contatta:

Re: Trasporto merci su ferrovia

#745 Messaggio da E431.037 » mar 29 mag 2018 11:38

Il sistema Roadrailer nacque negli anni '50 negli Stati Uniti, fu sperimentato in diversi paesi ma non ha mai avuto grande successo.

Il suo principale vantaggio è quello di richiedere infrastrutture minime per il passaggio modale ferrovia/strada: nel corso di un test dimostrativo negli Stati Uniti il treno fu fatto arrivare su un binario che correva lungo una strada in una zona industriale, quindi i semirimorchi furono agganciati da motrici stradali e portati a destinazione.
Un altro vantaggio da non sottovalutare (negli Stati Uniti) era dato dal fatto che tali convogli erano esentati dall'obbligo di avere in composizione il caboose (il tipico carro di coda per il capotreno, con funzione simile ai nostri Dm), con il conseguente risparmio di costi per il personale.

Per contro, l'uso di semirimorchi dedicati, dotati di struttura più robusta e conseguentemente di minore capacità di carico, ne ha confinato l'uso a treni per singoli clienti che disponessero di grandi flotte di rimorchi.

Che io sappia, l'unica compagnia che continua tuttora ad utilizzare (sia pure in misura molto limitata rispetto al passato) tale servizio è la Norfolk Southern (link in inglese). Tra i vantaggi di tale servizio viene elencata la difficoltà di rubare la merce all'interno del rimorchio a causa della ridottissima distanza tra gli stessi :mrgreen: .
Oh listen to the jingle / The rumble and the roar
As she glides along the woodlands / Through the hills and by the shore
Hear the mighty rush of her engine / Hear that lonesome hobo's call
We're travelling through the jungles /On the Wabash Cannonball

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 528
Iscritto il: dom 12 ago 2007 14:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Trasporto merci su ferrovia

#746 Messaggio da Frank_Castle » mar 29 mag 2018 18:56

Grazie mille per le risposte.
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1621
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Trasporto merci su ferrovia

#747 Messaggio da Lirex » mar 29 mag 2018 19:36

Marklar ha scritto:
mar 29 mag 2018 10:55
Oltretutto non ho mai capito come si agganciasse il posteriore del semirimorchio sul carrello,davanti si agganciava il perno su una ralla presente sui carrelli,ma dietro?E pure le operazioni di formazione del convoglio,non credo fossero esattamente molto rapide.
La struttura del treno è composta da una serie di carrelli ( in Europa i prototipi eranogeneralmente basati sul tipo Y25), dei quali i due di estremità sono provvisti degli organi di trazione e repulsione standard e di carrelli intermedi che fungono da elemento di snodo e congiunzione tra un semirimorchio e l'altro.
La formazione del treno procede per fasi: al primo semirimorchio poggiato sul binario viene agganciato da un lato un carrello di estremità e dall'altro un carrello intermedio, dopodichè il rodiggio stradale viene sollevato e l'insieme diviene a tutti gli effetti un carro ferroviario. A questo viene aggiunto un secondo semirimorchio ed un carrello intermedio, e così via fino a giungere all'ultimo elemento che riceve un carrello di estremità..
Tutti i carrello del treno sono dotati di organi di frenatura pneumatica integrati nel telaio e vengono congiunti alle condotte pneumatiche che sono parte integrante dei semirimorchi stradali, assicurando il freno continuo per tutto il convoglio.
I carrelli intermedi possiedono dei supporti laterali di bloccaggio che sono usati per fissare il semirimorchio al telaio del carrello utilizzando un corpo rotante che permette l'articolazione tra i due semirimorchi agganciati. Dei bracci di reazione cooperano con il telaio del semirimorchio tenendolo bloccato. I carichi verticali sono trasmessi mediante i supporti laterali dotati di elementi di frizione che ammortizzano i movimenti di rollio del semirimorchio quando il treno è in moto. I carrelli di estremità hanno un solo gruppo di bloccaggio e sono dotati dall'altro lato di un telaio con gancio di trazione e repulsori

Marklar
*
*
Messaggi: 914
Iscritto il: ven 22 ago 2008 19:32
Località: Quinto di Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#748 Messaggio da Marklar » mer 30 mag 2018 10:56

Grazie della risposta,circa il sistema di bloccaggio al posteriore del semirimorchio mi piacerebbe tuttavia trovare una foto o un disegno per capire come funziona di preciso(o riuscire a visionare il prototipo fermo a Bologna da una vita :mrgreen: ).
E431.037 ha scritto:
mar 29 mag 2018 11:38
...Che io sappia, l'unica compagnia che continua tuttora ad utilizzare (sia pure in misura molto limitata rispetto al passato) tale servizio è la Norfolk Southern (link in inglese). Tra i vantaggi di tale servizio viene elencata la difficoltà di rubare la merce all'interno del rimorchio a causa della ridottissima distanza tra gli stessi :mrgreen: .

12 pollici...difficoltà di furto che è possibile solo negli Stati Uniti,dato che lì non conoscono semirimorchi cassonati/centinati ma hanno solo furgonati,quindi apribili solo da dietro...qui in Europa questo vantaggio non esisterebbe!

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3098
Iscritto il: sab 10 mag 2008 10:44
Località: Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#749 Messaggio da RF » mer 30 mag 2018 13:18

Ciao Marklar, se vuoi vedere qualche foto le trovi sul numero 272 de ITreni , purtroppo sono solo degli accenni e dalle foto non si capisce molto, ma meglio di niente ...

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7670
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Trasporto merci su ferrovia

#750 Messaggio da simplon » mer 30 mag 2018 13:48

Curiosamente si può vedere anche qui:

https://www.ebay.it/itm/TRENO-INTERMODA ... 2686560190
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti