fermata saltata

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Alessandro99
**
**
Messaggi: 9771
Iscritto il: dom 29 apr 2012 9:30
Località: Su un Frecciarossa1000 o su un 500...
Contatta:

Re: fermata saltata

#211 Messaggio da Alessandro99 » mar 02 ott 2018 19:35

Comunque ora i tablet nuovi di Trenitalia hanno la geolocalizzazione e sono state georeferenziate le fermate
Qualche kilometro prima compare l’avviso di fermata

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: fermata saltata

#212 Messaggio da E412 » mer 03 ott 2018 9:10

Che è cosa buona e giusta. Con alert sonoro?
E si possono gestire modifiche estemporanee?

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Robert J Corcoran
*
*
Messaggi: 508
Iscritto il: lun 27 ott 2014 9:27

Re: fermata saltata

#213 Messaggio da Robert J Corcoran » mer 03 ott 2018 10:15

Ritengo personalmente che si dovrebbe intervenire più a monte rispetto al mettere una fermata evidenziata su un tablet.
Se tu nella tua testa sei convinto di non doverti fermare in quella stazione, per qualsiasi motivo, tu non ti fermi.

Si dovrebbe ragionare più su cosa accade nella testa di chi un treno lo guida, invece di ragionare su alert luminosi che ti ricordano che devi fermarti.
RFI - Rimbambiti Fortemente Incapaci
Gruppo Ferrovie dello Strazio

Immagine

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: fermata saltata

#214 Messaggio da E412 » mer 03 ott 2018 10:39

Però se l'alert è associato alla scheda treno, e quindi si attiva se a quella fermata ti devi fermare, la catena di pensieri che ti porta a ignorare la fermata si dovrebbe interrompere. ::-?:
Discorso diverso se ti dice che stai arrivando a Roccacannuccia, indipendentemente dal fatto che tu ci debba fermare oppure no. In quel caso il rischio rimane, se il problema non è di tipo spaziale.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Wilson
*
*
Messaggi: 503
Iscritto il: sab 03 set 2011 15:20

Re: fermata saltata

#215 Messaggio da Wilson » mer 03 ott 2018 15:23

qalimero ha scritto:
mar 02 ott 2018 12:29
@ wilson

Una tabella in più non è un costo, ma non è detto che non sia invece una distrazione in più.

Secondo me , meglio pensare a trattare le tabelle di orientamento per le fermate come si fa per i rallentamenti:

Avviso con tabelle di orientamento (sostituendo anche la tabella di preavviso)
Punto di fermata

Si può pensare alle lucine verticali
Si può pensare ad una colorazione più evidente (in effetti il nero con bordi bianchi si sporca ed ossida.
Si può pensare ad una picchettazione ettometrica come in Austria e sulle linee AV
Si può pensino pensare ad inserire una tabella che ripeta il nome delle fermata al preavviso (ma la scheda treno?)

Però gli errori restano come detto da TkMatt possibili, e a me beccarmi anche quelli per le luci fioche non va. L'errore è dell'AdC.

La tabella a 500 m continua a non piacermi, mi 'uzza di staccatona.
Chiedereste un segnale luminoso a metà sezione di blocco per ricordarvi l'aspetto dell'avviso?
O che la veloctà sia ripetuta sull'inizio del rallentamento?
La velocità ripetuta sul inizio rallentamento non sarebbe poi così male, detto questo a me andrebbero bene anche le tavole distanziometriche simili ai rallentamenti da mettere in precedenza alla tabella di fine marciapiede, anzi forse sarebbe anche meglio della tabella dei 500m, proprio perché non tutti i marciapiedi sono della stessa lunghezza, almeno così verrebbero standardizzate le distanze e uno si regola. E almeno avviso e fine marciapiede andrebbero fatti luminosi usando i colori bianco per il primo e blu per il secondo, che sono tra i colori che meno si intromettono sul resto della segnaletica, di fatti il blu è il colore meno utilizzato in RFI se non per quelle due cagatine dei segnali di avvio e le saponette, metterei anche il viola che ormai è inutilizzato ma specie per i macchinisti leggermente più anziani rappresenta ancora il segnale di alt per le manovre e per i vecchi 2cat visti da dietro, quindi direi di lasciar perdere il viola. In condizioni di scarsa visibilità come nebbia possono effettivamente fare la differenza 2 stupide lampadine, non certamente in condizioni di luce o di ottima visibilità, senza creare nessuna distrazione in ogni caso. in quanto merci, invii, itali, frecce e tutto il resto che non fa servizio su quella fermata semplicemente la ignora come già accade. Rendere meglio visibile una tavola non può arrecare nessuna distrazione ed uno che si distrae per la presenza di 2 lampade su di una tavola di fermata è lo stesso che salta Dormelletto perché dice di non averla vista. E ci scommetterei le palle che le tavole di fermata con 2 luci munite di tavole distanziometriche sarebbero soltanto di aiuto.

Se vogliamo rispolverare il passato e la bravura del maestro possiamo anche farlo, se è per questo in passato mi ricordo di fermate che non avevano proprio nemmeno le tavole di fermata, se va bene incontravi quelle di fine marciapiede. Come ci si regolava? Memorizzando la linea e trovando punti di riferimento come case cantoniere, querce, pali, abitazioni e cippi chilometrici, fermo restando che in passato si girava su poche linee che avevi il tempo di memorizzarle e dare un nome e cognome a tutti i sassi della massicciata, visto che c'era la patente limitata alle linee. Potevi quindi permetterti di guidare quasi alla cieca, in condizioni di nebbia fitta, di pioggia battente o neve intensa, spesso con i tergi che sbucavano oltre il finestrino e che non aderivano al parabrezza quindi inutilizzabili oppure con fanali quasi inutili, con abbaglianti che facevano si e no 1 metro di luce in più e senza la presenza del terzo faro, perché non c'era proprio (parlo di moltissime E636 e 646 dove il terzo faro è stato aggiunto in seguito, nemmeno su tutte). I tempi ormai sono cambiati, non si fanno più 3 o 4 linee in croce, si gira dappertutto, la memoria può non essere più ottimale quando non si percorre una determinata linea da diversi mesi e si potrebbe sbagliare punto di riferimento..se ormai i segnali sono belli che standardizzati perché non fare la stessa cosa anche con le fermate mi chiedo?

Sul tablet che ripete la fermata potrebbe essere utile, ma solo come ultima spiaggia, non ci si deve affidare al gps del tablet per fare le fermate ma ai cippi, alle tavole ben visibili e alla scheda treno. Il tablet che segnala la fermata equivale all'scmt che suona se vai troppo sparato, solo che l'scmt è ben collaudato funzionando con i p.i. a terra, un gps potrebbe essere meno affidabile, basta vedere l'oboe certi annunci che fa a volte.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15035
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: fermata saltata

#216 Messaggio da Tz » mer 03 ott 2018 17:01

eeehhh 636 e 646 era ciccia... fetteli con i 626 o 428 1^ serie e vatti a cercare le fermate... tavole non c'era una cippa, certe volte la lanterna bianca... e certe erano anche "fermate a richiesta"... :lol:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: fermata saltata

#217 Messaggio da E412 » mer 03 ott 2018 17:02

Il gps è affidabile per quello scopo (che non è di sicurezza). E' da vedere semmai se lo è il dispositivo :wink:
Il problema ci sarebbe piuttosto su linee con gallerie o comunque con ricezione difficile.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
fab
**
**
Messaggi: 8668
Iscritto il: ven 02 dic 2005 16:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: fermata saltata

#218 Messaggio da fab » mer 03 ott 2018 17:12

Curiosità mia stupida.

Le fermate a richiesta erano assegnate anche a treni non di materiale leggero? Se sì, in caso di necessità (in particolare di discesa) come era gestito il tutto?
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Wilson
*
*
Messaggi: 503
Iscritto il: sab 03 set 2011 15:20

Re: fermata saltata

#219 Messaggio da Wilson » mer 03 ott 2018 17:38

Le fermate a richiesta, almeno quelle con cui ho avuto a che fare avevano un fanale rosso sopra un fanale bianco oppure semplicemente in quelle fermate presenziate mettevano la bandiera rossa o il fanale rosso buttato per terra dall'assuntore, se invece erano impresenziate quando dovevano prenotarle si schiacciava un bottone e si accendeva la luce rossa, mentre per la discesa passava il ct e si appuntava su di un pezzo di carta chi doveva scendere e in quale fermate per poi comunicarlo ai macchinisti. Francamente distinzione tra materiale leggero e materiale ordinario non me le ricordo, che fosse una Aln668 o una D445 c'era sempre la fermata facoltativa. Con la fermata facoltativa mi è capitato di volare una fermata con una aln773 lasciando a bordo 4 persone che poi se la sono fatta a piedi, poverette. :)

Wilson
*
*
Messaggi: 503
Iscritto il: sab 03 set 2011 15:20

Re: fermata saltata

#220 Messaggio da Wilson » mer 03 ott 2018 17:43

E412 ha scritto:
mer 03 ott 2018 17:02
Il gps è affidabile per quello scopo (che non è di sicurezza). E' da vedere semmai se lo è il dispositivo :wink:
Il problema ci sarebbe piuttosto su linee con gallerie o comunque con ricezione difficile.
Più tosto questo che mi lascia perplesso: gallerie e punti dove la geolocalizzazione è difficoltosa. Per questo, se dovessi optare per qualcosa, preferirei le tavole distanziometriche sulla fine marciapiede e in tutti i punti 2 tavole di avviso, rigorosamente almeno 1 di avviso e quella di fine con 2 luci. Ma avere entrambi le opzioni sarebbe sicuramente molto meglio

daucus
**
**
Messaggi: 8201
Iscritto il: mar 13 apr 2004 14:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: fermata saltata

#221 Messaggio da daucus » gio 04 ott 2018 11:33

le boe etcs/scmt sono georeferenziate (quelle di appuntamento lo dovrebbero essere per forza). Potrebbe il dispositivo a bordo (compreso oboe) legere quelle e successivamente autolocalizzarsi usando l'accelerometro se il segnale gps è inadatto ?
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: fermata saltata

#222 Messaggio da E412 » gio 04 ott 2018 13:11

Potrebbe, ma complicheresti il sistema. Un dispositivo meramente GPS può essere indipendente, banale e senza requisiti di sicurezza. Ad esempio un normalissimo tablet.
Un dispositivo che invece va a derivare la posizione dalle boe è già su un altro livello.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

daucus
**
**
Messaggi: 8201
Iscritto il: mar 13 apr 2004 14:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: fermata saltata

#223 Messaggio da daucus » gio 04 ott 2018 15:10

dicamo che potrebbe essere un sistema se volessi la fermata a bersaglio, se dei solo avvertire il macchinista potresti anche fidarti dell; ultima rilevazione GPS senza boe, quasi tutti gli smartphone hanno accelerometri e orologio, per cui potrebbero dedurre la posizione "quanto basta" da quello.
Poi non ce lo vedo bene un macchinista che su un pari salta san benedetto val di sambro perché non aveva il GPS e non ha trovato il marciapiede ...
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: fermata saltata

#224 Messaggio da E412 » gio 04 ott 2018 15:15

No, non lo fa. Però potrebbe saltare San Benedetto perché convinto, per qualche ragione, di non doversi fermare.
Potrebbe ricevere un alert a Vernio, e se fatto bene la cosa potrebbe comunque aiutare...ma son pur sempre 10' di tempo per dimenticarsi l'informazione.
IMO comunque il tablet con GPS potrebbe essere il sistema dal miglior costo/beneficio. Non annulla il problema, ma potrebbe ridurlo quanto basta a renderlo trascurabile. Per gli irriducibili del trascurabile, c'è sempre il gatto a 9 code per una sana e corretta opera rieducativa :lol:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Wilson
*
*
Messaggi: 503
Iscritto il: sab 03 set 2011 15:20

Re: fermata saltata

#225 Messaggio da Wilson » gio 04 ott 2018 16:51

Il gps deve essere solo un aiuto, non bisogna affidarsi ad esso per cercarsi le fermate. Da una parte lo vedrei pericoloso se poi ci si dovesse adagiare troppo su quel sistema, ecco perché opterei per una segnaletica più completa come già ampiamente discusso sopra, in modo da standardizzare le distanze che tra fermata e fermata cambiano molto, sopratutto per rendere meno improbabile di fumarsi (per distrazione o altro) un semplice cartello. Le frenate a bersaglio sono decisamente costose per le applicazioni ferroviarie

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: e646.060 e 19 ospiti