fermata saltata

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Alessandro99
**
**
Messaggi: 9788
Iscritto il: dom 29 apr 2012 10:30
Località: Su un Frecciarossa1000 o su un 500...
Contatta:

Re: fermata saltata

#241 Messaggio da Alessandro99 » ven 09 nov 2018 1:45

Cinghiale ha scritto:
gio 08 nov 2018 8:44
Segnalare la fermata con l'aspetto dei segnali è questione di buon senso.
Certamente, protezione gialla comincia a frenare, partenza rossa scmt ti chiede i 30, poi ormai quasi ovunque indiscriminatamente (vedasi nuove attivazioni Dco et simila) è stata piazzata la velocità di rilascio a 10 km/h quindi fai i 10. Poi come se non bastasse una volta che ti apre il segnale se non hai la ripetizione non ti svincola dai 30 quindi devi pure farti tutto fino sotto al segnale a 30...

Per non parlare delle linee in Scc dove il libero transito per i treni aventi fermata è pura utopia

Vogliamo segnalarle con i segnali? Pensate che sia la soluzione valida? Ok, non lamentiamoci se si aumenta il ritardo e non si recupera manco un minuto.

Secondo me non è questa la soluzione.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15202
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: fermata saltata

#242 Messaggio da Tz » ven 09 nov 2018 8:50

Ho visto che su quel cesso di Mortara-Milano se il DCO dorme e ti fa vedere dei Gialli fai presto a perdere un quarto d'ora... e sballare gli incroci... e andare tutto a puttane... come al solito... :lol:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

pietrotico
**
**
Messaggi: 6410
Iscritto il: mer 16 set 2009 18:35
Località: Lecco

Re: fermata saltata

#243 Messaggio da pietrotico » ven 09 nov 2018 9:08

Sei tu però che li difendi sempre e comunque. Quindi potrei risponderti che, attualmente, non sei in grado si avere un quadro chiaro della situazione sulla Mortara. Per cui, fino a prova contraria, i gialli e le lunghe soste, potrebbero avere ragioni concrete. Siamo sempre lì. Occorre una maggiore chiarezza e comunicazione da parte di RFI anche verso l'utenza quando si verificano serie di disagi continuati e ripetuti o in caso di gestioni più o meno approssimative delle situazioni, che ad ora non c'è. Abbiamo avuto enormi discussioni su quanto avvenuto nel nodo il giorno del merci che si è spezzato e tu, all'epoca, hai difeso senza se e ma i tuoi colleghi (almeno ex). Adesso esci con un'affermazione sullo stesso tono delle mie che, all'epoca, a me, hai contestato.

pietrotico
**
**
Messaggi: 6410
Iscritto il: mer 16 set 2009 18:35
Località: Lecco

Re: fermata saltata

#244 Messaggio da pietrotico » ven 09 nov 2018 9:29

Circa salto fermate/stazioni. Ultimamente c'è la vocina gracchiante delle porte aperte. Visto e considerato che da qualche anno esistono i cpu, perché (vedi Svizzera), non caricare percorrenza su cpu collegato al treno o all'SCMT, e mettere una voce che ti segnali ad esempio "fernata in avvicinamento a 1000 metri" (non è necessario che si attivi anche la curvatura di frenata). Con le boe non dovrebbe essere difficile impostare una segnalazione simile

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15202
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: fermata saltata

#245 Messaggio da Tz » ven 09 nov 2018 9:39

Purtroppo non riesci a discriminare la casistica.
Un cosa è sentenziare immediate e indiscutibili condanne su una vicenda complessa e della quale non si è mai conosciuto il reale scenario come quello spezzamento di un merci in cintura a Milano, un altro è interpretare il molto più semplice scenario di un segnale aperto in ritardo in una stazione di linea senza guasti ne incroci.
Purtroppo anche qui devo spezzare una lancia a favore del DCO nel senso che NON sono a sufficienza istruiti in merito a quelle che sono incombenze tipicamente del macchinista, ovvero che in molti impianti una non tempestiva apertura del segnale comporta restrizioni date dal SCMT che loro, i DCO, NON sono tenuti a conoscere e nessuno gli spiega... :wall:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38653
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: fermata saltata

#246 Messaggio da E412 » ven 09 nov 2018 9:56

Va anche detto che sugli impianti più recenti sono in funzione degli automatismi che gestiscono in autonomia i segnali e il cui scopo è sgravare da un po' di lavoro inutile...ma sono realizzati cinofallicamente e causano aperture intempestive assurde con perdite immotivate di tempo che fanno rimpiangere i bei vecchi tempi di quando c'era l'ACE (dalle mie parti sono noti i casi di Melzo, in parte Pioltello e ora pure Brescia). E corre voce e si dice che alcune di queste assurdità siano esplicitamente richieste.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7589
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: fermata saltata

#247 Messaggio da Cinghiale » ven 09 nov 2018 18:51

Un ingresso a 60 km/h con protezione gialla non dovrebbe essere proibitivo: a San Remo, un binario aveva ingresso in senso pari a tale velocità ed i treni aventi fermata erano accolti con avviso giallo / verde lampeggianti contemporaneamente e protezione rossa / gialla.

Wilson
*
*
Messaggi: 505
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: fermata saltata

#248 Messaggio da Wilson » sab 10 nov 2018 15:19

Da quanto mi spiegava un DCO sui nuovi ACCM sulle linee a semplice binario purtroppo l'automatismo ti fa vedere giallo protezione-rosso partenza in presenza di PL finché non vengono impegnati i circuiti di stazione che mandano in chiusura il P.L. e ti fanno poi vedere i verdi, il DCO può farti il transito ma deve forzare il sistema, una quasi spiombatura che i tutor del movimento non vogliono che venga fatta salvo casi di estremo ritardo. E' proprio il sistema che in presenza di P.L. protetti dalla partenza ti fa vedere i gialli, spesso anche con l'approccio a 10 Km/h, quindi si fa ritardo.
Riguardo invece mantenere i segnali chiusi in presenza di fermata è una grande boiata, sia per gli approcci che per la circolazione in generale, l'SCMT è prudente su questo siamo d'accordo ma anche se fossero le curve di frenatura più alte, ma quanto si guadagnerebbe realmente in approccio ad una fermata? 10Km/h in più o 15Km/h? Ci sono mezzi che puoi tranquillamente stare a 80/90 Km/h alla 3 tavola e senza arrivare alla rapida si fermano con una bella frenata. Inoltre rimarrebbe poi il solito problema delle fermate che di segnali non ne hanno...Ben venga qualsiasi ausilio informatico, che sia qualcosa tipo INFILL o un'allarme sul tablet, qualsiasi cosa. Basta che però il personale non intervenga solo perché glielo dice il sistema, diciamo che il sistema dovrebbe essere l'ultima spiaggia prima che ti ritrovi le vetture in massicciata.
Quello che secondo me andrebbe riveduto è la segnaletica, in primis delle fermate e integrare qualcosa per le stazioni, tipo un cartello blu con scritta bianca "vattelapesca a 1000m" con le distanze fisse e ben definite oppure rivedere quelle cappero di tavole di fine marciapiede che fanno semplicemente pena, non mi sono mai piaciute sin dal primo momento che le hanno introdotte: sono spesso sporche, le distanze sono calcolate semplicemente a cxxxo, spesso coperte dalla vegetazione.

Non ricominciamo con la storia che negli anni passati non c'era niente e non succedeva niente: io, quando non c'erano ne SCMT, ne tavole ma lanterna di fermata presenziata o con i semaforici di 2°cat avevo l'abilitazione per 3 linee in croce che conoscevo perfettamente come le mie tasche: potevano portare via tutti i segnali, avevo le linee stampate in testa, qualche volta la cazzata succedeva lo stesso nonostante la conoscenza perfetta a memoria. Ma i tempi sono cambiati, si gira anche su 10 linee con caratteristiche diversissime, non si può pretendere di andare a memoria, perché se la linea non la percorri per un pò si rischia di dimenticarla. Bisogn avere dei punti di riferimento a distanze predefinite. Comunque qui ne saltano almeno 2 al giorno, qualcosa bisogna pur inventarsi o rivedere, qualcosa di più efficace del righello sulle mani o dei discorsi dei bei tempi andati del genio quando la linea si imparava come l'ave maria e per punizione finivi nell'armadio delle d443, quello dei relè

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti