L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4429
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#121 Messaggio da em » gio 31 gen 2013 8:33

Se non ho capito una cippa forse e` perche` le tue affermazioni al riguardo sono un po' contradditorie. ::-?:

Scusa la domanda diretta ma quanto devi versare come oneri sociali (contributi) tramite l'F24 non e` circa il 20% del reddito?
Mi riesce difficile credere che preferiresti ti fosse versata una busta paga con una trattenuta (rispetto al costo totale per il datore di lavoro) circa doppia.

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#122 Messaggio da luca295 » gio 31 gen 2013 22:27

Guarda, il "costo del lavoro" è simile tra dipendente e autonomo. la differenza è che io fatturo 50 per avere in tasca nette 24 , mentre il dipendente vede in busta 35 lorde per vederne 24 nette. Di sicuro in tasca gli vengono solo questi 24 netti, per cui non deve fare nessun versamento . Siccome invece io fatturo 50 non significa che intasco 50, ma che spero di farlo, e non sempre succede, capita che debba versare 26 sperando di vedere prima possibile tutti quei 24 che mi spettano. Ergo in qualche momento un po' di invidia per chi intasca i soldi netti c'è.

carloE444
**
**
Messaggi: 1130
Iscritto il: mer 20 gen 2010 18:35

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#123 Messaggio da carloE444 » ven 01 feb 2013 11:16

Fantastica discussione... che non c'entra nulla con l'argomento del topic.

Avatar utente
sidew
**
**
Messaggi: 2043
Iscritto il: lun 04 feb 2008 8:49
Località: Pendolare della MMMOL
Contatta:

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#124 Messaggio da sidew » ven 01 feb 2013 13:45

Sicuramente qualche DCO ha instradato il thread su un itinerario sbagliato....
Sidewinder

"Oops!" - Shannon Foraker - Ashes of Victory

Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 434
Iscritto il: mer 20 lug 2016 20:41

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#125 Messaggio da Ugo Fantozzi » ven 05 ott 2018 7:02

Tav: più fondi Ue per cofinanziamento opere transnazionali
BRUXELLES - Aumentare "fino al 50%" la parte di cofinanziamento Ue per tutte le grandi reti di trasporto transnazionali, come in Italia la Tav ma anche il Terzo Valico, il Brennero o il collegamento con la Slovenia. E' la proposta che ha fatto la Commissione Ue per il prossimo bilancio 2021-2027, secondo quanto spiegano fonti comunitarie. Al momento, infatti, Bruxelles copre il 40% delle spese di realizzazione dei Corridoi delle grandi reti transeuropee: così facendo, invece, alleggerirebbe a sue spese la parte dei costi a carico dei bilanci degli stati membri.
Nel processo di avvicendamento dei responsabili dei Corridoi, intanto, dal 16 settembre è la ex premier slovacca Iveta Radicova ad aver preso il posto dell'ex ministro olandese Jan Brinkhorst come nuovo Coordinatore per il Corridoio Mediterraneo di cui fa parte la Torino-Lione.
Al momento, l'aumento della quota Ue del finanziamento delle grandi opere di trasporto è una misura in stadio di proposta, che dovrà essere sottoposta ai negoziati sul futuro bilancio Ue e ricevere l'ok di Parlamento e Consiglio Ue per diventare effettiva. "Non si tratta quindi di uno 'sconto ad hoc' per la Tav, ma di un'offerta valida per tutti i progetti transfrontalieri", spiegano le fonti il senso di una lettera inviata dall'oggi ex coordinatore Ue per il Corridoio Mediterraneo Brinkhorst al ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Oltre a Brinkhorst, tra l'altro, è cambiato anche il responsabile per un altro corridoio che riguarda l'Italia, ossia quello Baltico-Adriatico, dove l'ex europarlamentare danese Anne Elisabet Jensen ha sostituito il tedesco Kurt Bodewig.
In Italia, infatti, oltre al Corridoio 'Med' con la Tav che dovrebbe arrivare sino in Croazia a Zagabria, passano anche il Corridoio Baltico-Adriatico (transita dalla Slovenia a Trieste, poi Venezia, Bologna e Ravenna), il Reno-Alpino (via la Svizzera e poi il Terzo Valico sino a Genova), e lo Scandinavo-Mediterraneo (dall'Austria via il Brennero, sino a Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Taranto, Calabria e Sicilia a Palermo e Augusta). Tutti sono quindi suscettibili di beneficiare, se andrà in porto la proposta di Bruxelles, di cofinanziamenti Ue fino al 50%.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubri ... 07e3b.html


Continuiamo a finanziare infrastrutture quando il problema maggiore sono gli (scadenti) servizi...

Orizzonti
*
*
Messaggi: 598
Iscritto il: gio 14 ago 2008 20:40

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#126 Messaggio da Orizzonti » ven 05 ott 2018 11:06

Ugo Fantozzi ha scritto:
ven 05 ott 2018 7:02
Tav: più fondi Ue per cofinanziamento opere transnazionali
BRUXELLES - Aumentare "fino al 50%" la parte di cofinanziamento Ue per tutte le grandi reti di trasporto transnazionali, come in Italia la Tav ma anche il Terzo Valico, il Brennero o il collegamento con la Slovenia. E' la proposta che ha fatto la Commissione Ue per il prossimo bilancio 2021-2027, secondo quanto spiegano fonti comunitarie. Al momento, infatti, Bruxelles copre il 40% delle spese di realizzazione dei Corridoi delle grandi reti transeuropee: così facendo, invece, alleggerirebbe a sue spese la parte dei costi a carico dei bilanci degli stati membri.
Nel processo di avvicendamento dei responsabili dei Corridoi, intanto, dal 16 settembre è la ex premier slovacca Iveta Radicova ad aver preso il posto dell'ex ministro olandese Jan Brinkhorst come nuovo Coordinatore per il Corridoio Mediterraneo di cui fa parte la Torino-Lione.
Al momento, l'aumento della quota Ue del finanziamento delle grandi opere di trasporto è una misura in stadio di proposta, che dovrà essere sottoposta ai negoziati sul futuro bilancio Ue e ricevere l'ok di Parlamento e Consiglio Ue per diventare effettiva. "Non si tratta quindi di uno 'sconto ad hoc' per la Tav, ma di un'offerta valida per tutti i progetti transfrontalieri", spiegano le fonti il senso di una lettera inviata dall'oggi ex coordinatore Ue per il Corridoio Mediterraneo Brinkhorst al ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Oltre a Brinkhorst, tra l'altro, è cambiato anche il responsabile per un altro corridoio che riguarda l'Italia, ossia quello Baltico-Adriatico, dove l'ex europarlamentare danese Anne Elisabet Jensen ha sostituito il tedesco Kurt Bodewig.
In Italia, infatti, oltre al Corridoio 'Med' con la Tav che dovrebbe arrivare sino in Croazia a Zagabria, passano anche il Corridoio Baltico-Adriatico (transita dalla Slovenia a Trieste, poi Venezia, Bologna e Ravenna), il Reno-Alpino (via la Svizzera e poi il Terzo Valico sino a Genova), e lo Scandinavo-Mediterraneo (dall'Austria via il Brennero, sino a Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Taranto, Calabria e Sicilia a Palermo e Augusta). Tutti sono quindi suscettibili di beneficiare, se andrà in porto la proposta di Bruxelles, di cofinanziamenti Ue fino al 50%.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubri ... 07e3b.html


Continuiamo a finanziare infrastrutture quando il problema maggiore sono gli (scadenti) servizi...
C'è una imprecisione nell'articolo, il Corridoio Baltico-Adriatico collega l'Italia (Trieste, Venezia, Bologna e Ravenna) attraverso Tarvisio arrivando dall'Austria. La diramazione Graz-Koper è un ramo secondario che ha voluto la Slovenia per collegare il porto di Koper.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15038
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#127 Messaggio da Tz » ven 05 ott 2018 11:35

Ma gliel'hanno detto a Tonynulla ? ::-?:

:mrgreen:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3094
Iscritto il: sab 10 mag 2008 10:44
Località: Treviso

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#128 Messaggio da RF » ven 05 ott 2018 12:07

Orizzonti ha scritto:
ven 05 ott 2018 11:06
C'è una imprecisione nell'articolo, il Corridoio Baltico-Adriatico collega l'Italia (Trieste, Venezia, Bologna e Ravenna) attraverso Tarvisio arrivando dall'Austria. La diramazione Graz-Koper è un ramo secondario che ha voluto la Slovenia per collegare il porto di Koper.
Mica tanto secondario, guardando la mole di traffici che fa Koper rispetto a quella italiana non si direbbe

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7669
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#129 Messaggio da simplon » ven 05 ott 2018 12:10

Ugo Fantozzi ha scritto:
ven 05 ott 2018 7:02

Continuiamo a finanziare infrastrutture quando il problema maggiore sono gli (scadenti) servizi...
Ma senza infrastrutture, in questo caso, hai poco da fare. E tanta grazia che l'Unione europea ci dà i soldi!
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Orizzonti
*
*
Messaggi: 598
Iscritto il: gio 14 ago 2008 20:40

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#130 Messaggio da Orizzonti » ven 05 ott 2018 12:46

RF ha scritto:
ven 05 ott 2018 12:07
Orizzonti ha scritto:
ven 05 ott 2018 11:06
C'è una imprecisione nell'articolo, il Corridoio Baltico-Adriatico collega l'Italia (Trieste, Venezia, Bologna e Ravenna) attraverso Tarvisio arrivando dall'Austria. La diramazione Graz-Koper è un ramo secondario che ha voluto la Slovenia per collegare il porto di Koper.
Mica tanto secondario, guardando la mole di traffici che fa Koper rispetto a quella italiana non si direbbe
Sappiamo tutti che il traffico sul porto di Koper è significativo. Resta il fatto che l'articolo non è corretto sul tracciato del Corridoio 1, basta guardare i documenti ufficiali EU sulla rete TEN.Tornando al Baltico Adriatico, la KAB (Koralmbahn) ed il KAT (Koralmtunnel) Graz-Klagenfurt stanno sul tracciato principale del Corridoio. Maribor-Lubiana-Divaccia, sulla diramazione, una infrastruttura di concezione lontana con quale miglioramento recente. Divaccia-Koper verrà però raddoppiata. Mi sembra che il traffico ferroviario Tarvisio-Porto Trieste sia molto sostenuto soprattutto con il multimodale. Il transito di Villa Opicina non ha volumi significativi al momento mi pare. Il limite del porto di Trieste è forse il percorso Monfalcone-Porto di Trieste.

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3595
Iscritto il: lun 13 set 2010 17:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: L'Europa vuole una ferrovia senza frontiere

#131 Messaggio da Lasimpònar » ven 05 ott 2018 14:22

http://diblas-udine.blogautore.repubbli ... ica-morte/
"...In particolare in due investimenti si può dire che Haider sia stato lungimirante. Il primo riguarda la promozione della ricerca scientifica, con lo sviluppo di un parco tecnologico a Klagenfurt. Il secondo riguarda la costruzione del corridoio ferroviario Baltico-Adriatico, di cui attualmente sono in costruzione i tunnel di base del Semmering e della Koralm. Quando il progetto era ancora in forse, Haider decise che la Carinzia vi avrebbe contribuito con quasi mezzo miliardo e sollecitò la Stiria a fare altrettanto: quel finanziamento, modesto rispetto al costo complessivo dell’opera, convinse tuttavia il governo di Vienna e le Ferrovie austriache a dare il via ai lavori. Se un giorno vedremo arrivare sulla Pontebbana treni partiti dal Baltico, sapremo che parte del merito spetta anche al defunto Landeshauptmann."(Marco Di Blas)
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti