Sui treni notturni

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7072
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Sui treni notturni

#6421 Messaggio da danieleexpress » mer 09 nov 2016 21:24

fede8977 ha scritto:E fare un "trenone" unico Roma-Trieste, con antenne per Bolzano e Udine, che si dividono a Bologna e successivamente a Mestre, con servizio viaggiatori a Bologna e Mestre? :mrgreen:

Una variante potrebbe essere una sezione Roma-Bolzano che si sgancia a Bologna, e un'altra sezione Roma-Udine-Trieste.

Oppure treno unico fino a Verona PN, con s.v. a Bologna, e sgancio a Verona della sezione per Udine-Trieste.
Con i talgo Arena però
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
pitagora86
**
**
Messaggi: 2401
Iscritto il: gio 26 feb 2004 16:33
Località: Pavia, sul fantasma dell'InterCity Pitagora.
Contatta:

Re: Sui treni notturni

#6422 Messaggio da pitagora86 » gio 10 nov 2016 6:54

etna805 ha scritto:Le manovre ... scordiamocele ragazzi :megaball::
Piuttosto, sarebbero capaci di istituire 3 treni che arrivano a distanza di 10/15 minuti, ma purtroppo (a parte, gioco forza, i treni da e per la Sicilia) treni con manovre sul Continente non ne faranno più.
Infatti noi stiamo lottando per avere un unico Roma-Reggio via Catanzaro diretto :megaball::

Comunque, un consiglio: se viaggiate di notte, optate per la soluzione con treni diretti (quei pochi che rimangono), perché col cambio rischi veramente 20 anni di vita come mi è successo l'1 novembre.
Consigliere non farlocco presso Associazione Ferrovie in Calabria ®
IC 691/692/693/694 "Pitagora" Villa San Giovanni-Bari Centrale
IC 695/696/697/698 "Pitagora" Bari Centrale-Villa San Giovanni
Ciao Marco...

Vivalto
**
**
Messaggi: 8219
Iscritto il: lun 04 apr 2005 1:36

Re: Sui treni notturni

#6423 Messaggio da Vivalto » gio 10 nov 2016 10:50

Parere mio è che gli ICN debbano avere le IC270 versione notte.

Se vuoi viaggiare coricato, compri una comfort o un T2/T3. Se vuoi viaggiare seduto, viaggi seduto. Questo ovviamente con alcune cortezze, ovvero luce generale della vettura con una versione notturna (Luci Blu) e luci ad ogni singolo posto per poter garantire la lettura ai singoli.

In oltre, dovrebbe essere assolutamente garantita la presenza della vettura Corner Bar attiva lungo tutto il percorso.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25109
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Sui treni notturni

#6424 Messaggio da paolo656 » gio 10 nov 2016 10:54

Uno dei problemi legati alle percorrenze effettuate su notturni ma per tratto breve è che si toglie disponibilità a chi fa un uso del treno per il percorso più lungo, diciamo per quel che "dovrebbe essere". Quindi o si limitano i posti acquistabili alle ultime ore, quindi quando ragionevolmente il viaggiatore LP ha già acquistato il viaggio, oppure occorre in qualche modo limitare i posti disponibili per viaggi al di sotto di x km (o x ora o x fermate o qualsiasi x sia).

Diversamente si rischia di trasportare aria per lunghi tratti, soprattutto togliendo capacità generale al treno.

Vivalto
**
**
Messaggi: 8219
Iscritto il: lun 04 apr 2005 1:36

Re: Sui treni notturni

#6425 Messaggio da Vivalto » gio 10 nov 2016 11:38

Da Topic novità orario 2017

Ma che l'EN Montecarlo dovesse essere ripristinato lo penso da secoli....sia sezione da Venezia, che sezione da Roma (in questo caso, salerno sostituendo l'attuale ICN da Salerno via genova, introducendo la doppia sezione per torino e per marseille)....e con prolungamento a Marseille....

In un'ottica di servizio, l'EN Venezia - Marseille, potrebbe essere inoltrato da genova via Alessandria - Asti - Torino PS - Milano PG - Brescia - Desenzano - Peschiera - Verona PN - Vicenza - Padova - Mestre - Venezia, al fine di garantire un servizio notturno anche in transpadana, completamente inesistente. In tal modo si eliminerebbe le soste prolungate ed inutili, e si garantirebbe un servizio di continuità oraria, sostituendo magari i RV to-mi, Mi - Vr e Vr - Ve notturni o integrandoli. La sezione Venezia - Nice viaggiava sempre cospicuamente piena e la sua eliminazione comportò l'istituzione di rotte Aeree fino ad allora inesistenti.

In oltre, Thello, sia di giorno che di notte, dovrebbe iniziare a sviluppare firenze. Un EN Firenze - Parigi o EC Nice - Firenze sarebbero soluzioni che capterebbero i flussi turistici (orientali) che sono quelli che hanno un portafoglio maggiore e beneficiano volentieri dei servizi business, nonchè del viaggio in treno (Russia, Giappone e Cina in primis che per cultura viaggiano in treno). Ma thello deve ragionare su pacchetti dove puoi chiudere un cerchio, esempio, devono poter proporre un anello Firenze - Nice - Parigi - Milano - Venezia - Firenze, dove hai Aereoporti internazioni/intercontinentali e connessioni ferroviarie che si possono innestare nei circuiti a pacchetto.

Avatar utente
pitagora86
**
**
Messaggi: 2401
Iscritto il: gio 26 feb 2004 16:33
Località: Pavia, sul fantasma dell'InterCity Pitagora.
Contatta:

Re: Sui treni notturni

#6426 Messaggio da pitagora86 » gio 10 nov 2016 13:05

Vivalto ha scritto:Parere mio è che gli ICN debbano avere le IC270 versione notte.

Se vuoi viaggiare coricato, compri una comfort o un T2/T3. Se vuoi viaggiare seduto, viaggi seduto. Questo ovviamente con alcune cortezze, ovvero luce generale della vettura con una versione notturna (Luci Blu) e luci ad ogni singolo posto per poter garantire la lettura ai singoli.

In oltre, dovrebbe essere assolutamente garantita la presenza della vettura Corner Bar attiva lungo tutto il percorso.
Concordo, ma io distinguerei le categorie di servizio comunque: ripristinerei gli Espressi servizio letti+cuccette e gli InterCityNotte li lascerei come posti a sedere+cuccette.
Va beh che ormai di treni notturni che circolano pochi... :shoot:
Consigliere non farlocco presso Associazione Ferrovie in Calabria ®
IC 691/692/693/694 "Pitagora" Villa San Giovanni-Bari Centrale
IC 695/696/697/698 "Pitagora" Bari Centrale-Villa San Giovanni
Ciao Marco...

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: RE: Re: Sui treni notturni

#6427 Messaggio da luca295 » gio 10 nov 2016 20:33

paolo656 ha scritto:Uno dei problemi legati alle percorrenze effettuate su notturni ma per tratto breve è che si toglie disponibilità a chi fa un uso del treno per il percorso più lungo, diciamo per quel che "dovrebbe essere". Quindi o si limitano i posti acquistabili alle ultime ore, quindi quando ragionevolmente il viaggiatore LP ha già acquistato il viaggio, oppure occorre in qualche modo limitare i posti disponibili per viaggi al di sotto di x km (o x ora o x fermate o qualsiasi x sia).

Diversamente si rischia di trasportare aria per lunghi tratti, soprattutto togliendo capacità generale al treno.
Basta una corretta politica tariffaria. Di persone che viaggiano oltre le otto di sera e prima delle 6 di mattina non ce ne sono molte... ma intercettarle sarebbe una manna per il servizio notturno e per la sua sostenibilita' economica.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25109
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Sui treni notturni

#6428 Messaggio da paolo656 » gio 10 nov 2016 20:38

Con la politica tariffaria non "preservi" il viaggiatore LP ma solo la "redditività". Che va in secondo piano, dal mio punto di vista.

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: RE: Re: Sui treni notturni

#6429 Messaggio da luca295 » gio 10 nov 2016 20:45

Vivalto ha scritto:.... La sezione Venezia - Nice viaggiava sempre cospicuamente piena e la sua eliminazione comportò l'istituzione di rotte Aeree fino ad allora inesistenti.

In oltre, Thello, sia di giorno che di notte, dovrebbe iniziare a sviluppare firenze. Un EN Firenze - Parigi o EC Nice - Firenze sarebbero soluzioni che capterebbero i flussi turistici (orientali)....
Lo scrivo da " fan" dei treni notturni.
Prima sono arrivate le rotte aeree, e poi sono spariti i treni. Non il contrario.

Thello su Firenze ci ha provato. Se in diversi anni non e' risucito a fare attivo sul Venezia-Parigi, sul Roma-Parigi invece ci sono proprio andari a bagno.

Io sono con te nel pensare che il futuro dei servizi notte sta nell'intercettare in primis l'utenza " premier" , il che implica una elevata qualita' del servizio. Ma ci sono delle oggettive problematiche economiche che rendono il traffico notturno " difficilissimo".

In europa occidentale le eccezioni sono:
- Uk perche' sussidia fortemente le 4 relazioni Londra-Scozia
-Italia dove c'e' il piu numeroso servizio notte interno, grazie ai soldi del SU, e che nonostante questo sta conoscendo un ulteriore calo di viaggiatori (nonostante nell'arco degli ultimi 4 anni il servizio ,delle due, sia migliorato non peggiorato )
- Austria dove esiste una concomitanza di fattori : non ci sono praticamente low-cost ; gli austriaci sono particolarmente abituati a viaggiare in treno - sono uno dei popoli che lo fa maggiormente in europa ; il traffico notturno rappresenta una percentuale rilevante degli introiti di Obb , senza i quali diminuirebbe significativamente e pericolosamente il fatturato anche a fronte di mancanza di yelds ; una organizzazione del servizio parecchio low-cost, con personale notturno che fa anche da pdb al treno ; una commistione non chiarissima tra If, GI e sussido pubblico.

Vivalto
**
**
Messaggi: 8219
Iscritto il: lun 04 apr 2005 1:36

Re: Sui treni notturni

#6430 Messaggio da Vivalto » ven 11 nov 2016 4:04

Incentivare l'uso su tragitti intermedi aumentanla capacità del treno. Un esempio: gli icn roma-sicilia a parer mio dovrebbero avere 2 BP33L tipo ic270 a salone do seconda classe a sezione in modo da garantire il servizio intermedio da messina a sr/pa e sulle tratte intermedie. In oltre, che senso ha mantenere questi treni a 8 vetture, soprattutto nei periodi estivi/festivi e, dopo la profonda pubblicità negativa, e senzapubblicizzarli in alcun modo.

In oltre reputo inutile il sr/pa - mi che trasformerei in un sr/pa - bologna c.le con arrivo a bologna alle 07.00 in modo da poter prendere il primo FR per milano c.le prolungato su Torino

Vivalto
**
**
Messaggi: 8219
Iscritto il: lun 04 apr 2005 1:36

Re: Sui treni notturni

#6431 Messaggio da Vivalto » ven 11 nov 2016 4:08

O le prime coincidenze per Venezia e Verona.
In senso inverso lo fare partire sulla vecchia traccia del 1931 con arrivo a Catania c.le alle 11.00 circa
In questo modo puoi dare una scelta multipla tra fare cambio a roma o a bologna, in base alle comodità di orari di arrivo e partenza.
Ovviamente da villa s.giovanni fermate solo a lamezia, paola, salerno, roma tib, firenze cm, prato c.le

Avatar utente
pitagora86
**
**
Messaggi: 2401
Iscritto il: gio 26 feb 2004 16:33
Località: Pavia, sul fantasma dell'InterCity Pitagora.
Contatta:

Re: Sui treni notturni

#6432 Messaggio da pitagora86 » ven 11 nov 2016 7:05

Ma che senso ha far arrivare un notturno a Bologna per far prendere le coincidenze dei Frecciarossa per Milano e Torino? A quel punto meglio farlo arrivare a Roma.
Consigliere non farlocco presso Associazione Ferrovie in Calabria ®
IC 691/692/693/694 "Pitagora" Villa San Giovanni-Bari Centrale
IC 695/696/697/698 "Pitagora" Bari Centrale-Villa San Giovanni
Ciao Marco...

CARLO954
*
*
Messaggi: 747
Iscritto il: gio 07 set 2006 9:30
Località: GENOVA

Re: RE: Re: Sui treni notturni

#6433 Messaggio da CARLO954 » ven 11 nov 2016 7:20

Thello su Firenze ci ha provato. Se in diversi anni non e' risucito a fare attivo sul Venezia-Parigi, sul Roma-Parigi invece ci sono proprio andari a bagno.
Roma - Firenze - Pisa - Genova - Torino (con orari accettabili in quest'ultima stazione: partenza non oltre le 0,30/0,45 - arrivo non prima delle 5,30/5,45) - Parigi con prezzi e promozioni appettibili secondo me potrebbe avere successo, perlomeno in certi periodi dell'anno

Avatar utente
etna805
***
***
Messaggi: 17220
Iscritto il: lun 22 dic 2003 7:15
Località: dove il Mar Tirreno si sposa con il Mar Jonio!!!
Contatta:

Re: Sui treni notturni

#6434 Messaggio da etna805 » ven 11 nov 2016 7:45

Vivalto ha scritto:In oltre reputo inutile il sr/pa - mi che trasformerei in un sr/pa - bologna c.le con arrivo a bologna alle 07.00 in modo da poter prendere il primo FR per milano c.le prolungato su Torino
Daje con la tua mania di limitare tutti i treni del mondo a Bologna Centrale Caput Mundi :wall: :wall: :wall: :wall: :wall:
ma che è sto membro FOL?
moderatore contabile farlocco® controllore GTT farlocco®
professore di fenomenologia del benvenuto nei forum ferroviari italici
io viaggio in FLAIRT
Fotografie Etniche

Avatar utente
Bustocco_71
**
**
Messaggi: 2063
Iscritto il: ven 08 lug 2011 20:15
Località: Casale Litta (VA)

Re: Sui treni notturni

#6435 Messaggio da Bustocco_71 » ven 11 nov 2016 7:47

Vivalto ha scritto:In oltre reputo inutile il sr/pa - mi che trasformerei in un sr/pa - bologna c.le con arrivo a bologna alle 07.00 in modo da poter prendere il primo FR per milano c.le prolungato su Torino
Periodicamente appaiono queste idee (malsane) di limitare a BO invece che TO-MI. Mi pare che in passato si sia dimostrato un bucone nell'acqua, perché accanirsi in questa direzione?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti