TGV Milano-Parigi

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
unige46
*
*
Messaggi: 151
Iscritto il: sab 24 nov 2007 17:12
Località: Milano
Contatta:

TGV Milano-Parigi

#1 Messaggio da unige46 » sab 13 set 2008 17:45

Sono di ritorno da un breve soggiorno a Parigi (lavoro, no vacanza!!). Se mi sonsentite, esterno qualche piccola impressione a caldo sul mio viaggio in TGV.
1. Nonostante la dizione un po' pomposa di 'grande vitesse', nel complesso il tratto realmente veloce è meno della metà del percorso in termini di tempo, per il resto non è che si vada molto veloci (ho anche avuto l'impressione che tra Milano e Torino il treno procedesse più lento rispetto alle velocità indicate sulla linea, ma potrebbe essere un'impressione mia: in ogni modo è arrivato a Mi con 5' d'anticipo): si impiega un tempo complessivo di poco più di 7h. (oggi partenza da Parigi 7.42, arrivo Milano 14.50, in realtà circa 14.45): insomma, in termini di tempo non è un grosso guadagno, credo, rispetto al vecchio glorioso TEE degli anni '70, che pure era penalizzato da due cambi di locomotore a Domodossola e a Vallorbe (e faceva una linea che dal punto di vista paesaggisto era molto più bella dell'attuale via Modane, se questo può contare qualcosa).
2. Non sarebbe logico diminuire il numero di fermate? P.es. Bardonecchia e Oulx sono abbastanza vicine, e poi non è che sia salita o scesa così tanta gente a Oulx. Pensare che alcuni TGV lasciano da parte Lione, che è una delle principali città della Francia (credo la seconda), per fermarsi in questi piccoli centri!
3. Si viaggia obiettivamente comodi, i sedili sono confortevoli, c'è un bar con un servizio discreto (e personale perfettamente bilingue): nessun possibile paragone p.es. con l'ETR 500, dove si viaggia praticamente impiccati, e se il treno è pieno (tutti i posti occupati e magari anche viaggiatori in piedi) dopo un'ora di viaggio la carrozza in cui ti trovi diventa carro-bestiame.
4. Piccolo inconveniente all'andata: la vettura dove ero prenotato aveva l'AC guasta, e il personale ci ha consigliato di cambiare posto andando in un altro vagone. Purtroppo non potevano consigliarci dove andare e dirci quali posti sarebbero rimasti liberi, perché non avevano lo schema delle prenotazioni (pare che ce l'abbiano solo i francesi), e quindi ognuno si è arrangiato a trovare il primo posto che capitava (sono stato fortunato, perché sono finito su un posto rimasto libero fino a Parigi).
5. Non si potrebbe dire al personale francese che non si dice [Bardonek?à] ma [Bardonèkkja]? Se si tratta di personale che frequenta normalmente la linea dovrebbero ben saperlo!
Nel complesso concludo che per chi, come me, sta a Milano, l'uso del treno per andare a Parigi è di gran lunga preferibile: si evitano tutte le paranoie dell'aeroporto (il transfert all'areoporto di partenza e di arrivo, presentarsi con ore d'anticipo, il metal-detectori, le monete, il cellulare, la cintura, tutte le infinite soste e perdite di tempo che ci sono ecc.) e si arriva in zone strategiche delle due città, ben servite da mezzi pubblici che ti portano praticamente dappertutto. In sostanza impieghi lo steso tempo per arrivare nella tua destinazione effettiva (nella fattispecie dovevo andare in un luogo nei pressi di Notre-Dame) e fai un viaggio molto più riposante!
javascript:emoticon(':D')javascript:emoticon('8)')

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7072
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

#2 Messaggio da danieleexpress » sab 13 set 2008 18:02

1:
La tratta AV impiega circa 1h 45' sull'intero percorso. In termini di tempo, in termini di km un po' di più in proporzione.

In compenso mi sembra che comunque i tempi da Milano erano meno dei tempi calcolati CIS+TGV quindi suppongo anche meno del TEE. Comunque questo percorso dovrebbe attualmente eesere più velo9ce. Chissà se un giorno si utilizzasse anche l'AV Torino-Milano si potrebbe recuperare ancora qualche minuto...

Tra Torino e Milano ha anche una traccia abbastanza stretta quindi ben venga anche l'anticipo di 5'

2:
Le fermate? Non saprei, nel tempo avevano provato a ridurre le fermata saltando Bardonecchia e/o Oulx poi le hanno rimesse forse conviene così.
Per Lione conta che SNCF ha già un asse massiccio Parigi-Lione quindi non gli conviene utilizzare anche questi. Una sosta a Lione implicherebbe almeno 30'-40' in più.

3:
Posso dirti che la comodità è soggettiva perchè qui sul forum (ma anche io) preferiamo il confort degli ETR500 rispetto a quello dei TGV però se ti trovi meglio sui TGV meglio per te allora.
Sul TGV il bar è più piccolo e non ha lo spazio tavolini per sedersi e lo spazio dei sedili (almeno in seconda) non è ilo massimo.

4:
Le ESCI e Trenitalia non sono gli unici con questo problema allora...

Domanda mia:

Ma è prevista in futuro un ammodernamento/sostituzione dell'attuale flotta Artesia giorno o continueranno ad utilizzare quei 3/4 TGV? Boh!
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
unige46
*
*
Messaggi: 151
Iscritto il: sab 24 nov 2007 17:12
Località: Milano
Contatta:

#3 Messaggio da unige46 » sab 13 set 2008 18:34

Grazie per avermi letto e risposto. Posso aggiungere questo:
Per le fermate. All'andata ho preso l'Alessandro Manzoni, che in realtà ferma anche a Lyon Saint-Exupéry senza che ciò provochi un allungamento dei tempi: non so in che rapprto sia questa fermata rispetto alle due principali stazioni di Lione e non so dove si trovi rispetto alla città (non ho molte esperienze di TGV, ma ricordo p.es. che ad Avignone la stazione TGV è parecchio lontana dall'abitato, e bisogna prendere un bus navetta che parte ogni mezz'ora e impiega una ventina di minuti).
Per il bar hai ragione, c'è meno spazio: ma mi sembra che il servizio sia migliore (sicuramente era migliore il caffè!!!!)
Per il confort del viaggio: si tratta di impressioni spesso soggettive: io ho detto le mie, ma capisco benissimo che altri abbia sensazioni diverse!
Sull'aria condizionata aggiungo la mia esperienza di viaggiatore: ho preso per anni con cadenza bi- o trisettimanale il Riviera dei Fiori quando era un Nizza-Basilea e aveva in composizione vetture svizzere: anche lì spesso l'AC saltava e ti toccava cambiare vettura (allora non c'era la prenotazione obbligatoria). Se questo può consolarci, mal comune mezzo gaudio (un quarto di gaudio? un decimo di gaudio)!

fabribo
**
**
Messaggi: 2346
Iscritto il: lun 22 dic 2003 20:02
Località: Castel Maggiore (Bologna)

#4 Messaggio da fabribo » sab 13 set 2008 18:56

unige46 ha scritto:Grazie per avermi letto e risposto. Posso aggiungere questo:
Per le fermate. All'andata ho preso l'Alessandro Manzoni, che in realtà ferma anche a Lyon Saint-Exupéry senza che ciò provochi un allungamento dei tempi: non so in che rapprto sia questa fermata rispetto alle due principali stazioni di Lione e non so dove si trovi rispetto alla città
Dista 30-35 km dalla città e si trova in corrispondenza dell'aeroporto. Viene raggiunta con un bus navetta "Gares - Aeroport" che parte da Perrache e passando per Part-Dieu arriva a Saint-Exupery. In futuro è previsto il prolungamento della linea tranviaria T3 per farla arrivare proprio a Saint-Exupery.

P.S. Per tornare da Lione meno di un mese fa ho utilizzato un TER da Part-Dieu a Chambery e il TGV 9247 da Chambery a Torino Porta Susa: il TGV l'ho trovato piuttosto scomodo ed essendo pieno (con il vestibolo occupato da una montagna di bagagli) mi è sembrato "modello carro bestiame..." :roll: :roll: :roll: (però è partito da Chambery con 10 di ritardo ed è arrivato a Porta Susa con 2 di anticipo)

Saluti.
Fabrizio.

mangus
*
*
Messaggi: 151
Iscritto il: gio 22 dic 2005 10:16
Località: Torino

#5 Messaggio da mangus » sab 13 set 2008 19:23

le fermate di oulx e bardonecchia ogni tanto provano a torgliele e regolarmente si scatena il putiferio per attentato al benessere economico delle montagne olimpiche.....

Avatar utente
E800
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5118
Iscritto il: gio 22 dic 2005 21:54

#6 Messaggio da E800 » sab 13 set 2008 19:43

la fermata di Oulx viene venduta dai francesi come servizio interno per Briancon. Ma non ho mai capito se c'è un bus in coincidenza oppure no! :wink:

Avatar utente
gondoliere
*
*
Messaggi: 198
Iscritto il: ven 30 nov 2007 21:43
Località: Cles (TN)

Milano - Parigi

#7 Messaggio da gondoliere » sab 13 set 2008 19:56

Nell'inverno del 1974 (ho sottomano l'orario) il TEE "Cisalpin" impiegava per la tratta Milano - Parigi (via Domodossola-Losanna) 8 h 3'.
Al ritorno per la tratta Parigi - Milano 7 h 58'.
Penso che il comfort fosse splendido.
Semplificazione delle tariffe e ripristino delle carrozze dirette . Sconti, non maggiorazioni, se si cambia treno per raggiungere la propria destinazione / MA VIVIAMO IN UN MONDO ALLA ROVESCIA

Avatar utente
edmonson
**
**
Messaggi: 1660
Iscritto il: gio 04 set 2008 15:50
Località: Albisola Capo

#8 Messaggio da edmonson » sab 13 set 2008 19:57

Il bus per Briancon c'è. Io francamente non vedo così male le fermate di Oulx e Bardonecchia. Oulx serve Sestriere, anch'essa ottimamente collegata con autobus frequenti che partono... In area ferroviaria, davanti al MM di Oulx! Al di là del benessere delle montagne olimpiche, si tratta di una località certo molto gettonata dal turismo invernale, e non mi sembra malvagio che ci sia la concreta possibilità di raggiungerla in treno. Piuttosto, secondo me, Artesia farebbe bene ad ampliare, differenziare e/o prolungare la sua offerta... Magari verso Venezia o Firenze. Quanto alla relazione attuale, secondo me va bene così, e anch'io la trovo più consigliabile rispetto all'aereo.

Avatar utente
E800
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5118
Iscritto il: gio 22 dic 2005 21:54

#9 Messaggio da E800 » sab 13 set 2008 20:01

grazie! avevo letto qualcosa e avevo visto dei volantini a Parigi, ma non avevo mai approfondito la questione bus. Molto bene! D'altronde anche Eurostar vende dei treni-neve dall'Inghilterra, quindi fa bene Artesia a farlo.

Avatar utente
unige46
*
*
Messaggi: 151
Iscritto il: sab 24 nov 2007 17:12
Località: Milano
Contatta:

Re: Milano - Parigi

#10 Messaggio da unige46 » sab 13 set 2008 20:28

gondoliere ha scritto:Nell'inverno del 1974 (ho sottomano l'orario) il TEE "Cisalpin" impiegava per la tratta Milano - Parigi (via Domodossola-Losanna) 8 h 3'.
Al ritorno per la tratta Parigi - Milano 7 h 58'.
Penso che il comfort fosse splendido.
Il confort era splendido: l'ho preso qualche volta sulla tratta Milano-Domodossola, ed era un treno principesco. Però il conforto lo pagavi: I classe + supplemento rapido + supplemento speciale TEE: venivi a pagare circa il doppio rispetto a una normale prima classe. :D

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7072
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Milano - Parigi

#11 Messaggio da danieleexpress » sab 13 set 2008 20:36

unige46 ha scritto: Il confort era splendido: l'ho preso qualche volta sulla tratta Milano-Domodossola, ed era un treno principesco. Però il conforto lo pagavi: I classe + supplemento rapido + supplemento speciale TEE: venivi a pagare circa il doppio rispetto a una normale prima classe. :D
Oltre il fatto che non avevi la seconda classe, nè le offerte fino a 25 euro a tratta. Quindi il paragone del confort ha un senso relativo perchè la clientela era completamente diversa.
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

flyairone
*
*
Messaggi: 113
Iscritto il: mar 06 gen 2004 10:47

#12 Messaggio da flyairone » sab 13 set 2008 20:38

Ma i treni di TI possono percorrere l av francese ?

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7072
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

#13 Messaggio da danieleexpress » sab 13 set 2008 20:46

Potenzialmente si (dovranno essere adeguati ai sistemi di segnalamento?). Tant'è che i due ETR500 a 8 pezzi erano stati costruiti e predisposti proprio per le linee francesi.

Poi però per vari motivi (non credo tecnici) non hanno mai fatto neanche una corsa prova....

ah si dimenticavo, ovviamente solo quelli a 25.000 Volt potrebbero potenzialmente percorreli. Serve poi un pezzo a 1500 volt per arrivare da Modane fino a Chambery però comunque quei ETR500 erano apposta fatti per andare a Parigi.
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9985
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

#14 Messaggio da Coccodrillo » sab 13 set 2008 20:58

fabribo ha scritto:In futuro è previsto il prolungamento della linea tranviaria T3 per farla arrivare proprio a Saint-Exupery.
Non esattamente. Sarà una linea separata con solo due fermate intermedie, per di più non gestita dalla TCL (trasporti urbani) ma d auna socità separata con tram Stadler Tango.
E800 ha scritto:la fermata di Oulx viene venduta dai francesi come servizio interno per Briancon. Ma non ho mai capito se c'è un bus in coincidenza oppure no! :wink:
Per quello parlano spesso del tunnel del Monginevro.
flyairone ha scritto:Ma i treni di TI possono percorrere l av francese ?
No, il progetto per attrezzare alcuni ETR 500 è stato abbandonato.
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Marklar
*
*
Messaggi: 898
Iscritto il: ven 22 ago 2008 19:32
Località: Quinto di Treviso

#15 Messaggio da Marklar » sab 13 set 2008 21:46

Coccodrillo ha scritto: Per quello parlano spesso del tunnel del Monginevro.
Scusate se è un pò OT,ma intendi dire che si parla ancora del progetto del collegamento ferroviario tra Oulx e Briançon?Se fosse vero potrebbe essere un accorciamento del percorso tra Milano e Marsiglia?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti