Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2332
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

#421 Messaggio da Andmart » lun 20 ago 2018 17:34

Il problema è stato causato dal freno meccanico semi-automatico a contrappeso. E' definito "freno di emergenza" perché essendo semi automatico interviene in caso di velocità eccessiva, ma è anche e soprattutto un freno di uso continuativo in servizio.

Purtroppo a partire dal 2013, ossia appena un anno dopo il cambio di cremagliera, ha iniziato a generare scompensi di forze sul telaio che hanno prodotto vari casini, incluse le deformazioni dello stesso. Ora spero che con lo studio approfondito che è stato fatto ed annesso test di collaudo la cosa sia stata sistemata definitivamente.

Tuttavia non posso non notare la curiosa coincidenza tra l'insorgere di questa problematica -mai occorsa prima- ed il cambio di cremagliera, che in qualche modo entra in gioco nel computo delle forze e delle sollecitazioni... Ma è una mia idea...

daucus
**
**
Messaggi: 8499
Iscritto il: mar 13 apr 2004 15:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

#422 Messaggio da daucus » lun 20 ago 2018 17:41

I freno di emergenza su una cremagliera in teoria è in grado di dare decelerazioni altissime, limitate solo dalla resistenza del telaio (e dell'equilibrio dei viaggiatori). Forse era stato tarato per aderenza naturale.
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4568
Iscritto il: mer 07 gen 2004 12:34
Località: Genova

Re: Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

#423 Messaggio da em » ven 12 apr 2019 11:05

da www.amt.genova.it | 
Pronto il trasferimento della vettura 2 di Granarolo
Nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 aprile la vettura 2 della Granarolo, salvo imprevisti tecnici o atmosferici dell’ultima ora, sarà trasferita dal deposito della ditta Vernazza Autogru alla stazione di Principe della cremagliera.
In accordo e grazie alla collaborazione di Comune di Genova e RFI (Rete Ferroviaria Italiana), sono state definite le modalità per lo spostamento e la posa della vettura sulla linea di corsa.
Le complesse attività di trasferimento e di posizionamento sui binari potranno durare diverse ore data l’eccezionalità complessiva dell’operazione.
Per poter effettuare lo spostamento dovrà essere allestita l’area di cantiere sulla via di corsa dell’impianto. Pertanto, la cremagliera sospenderà il servizio domenica pomeriggio; l’ultima corsa sarà alle 16.40 da Principe e, salvo imprevisti, riaprirà nella giornata di lunedì terminate le lavorazioni programmate. Contestualmente al fermo della cremagliera, sarà in servizio il bus sostitutivo G1, con prima corsa alle 17.05 di domenica 14 aprile da Granarolo.
Una volta posata, proseguiranno nell'officina di Granarolo le lavorazioni sulla vettura 2 e verranno effettuate le verifiche tecniche per poter avviare il pre-esercizio. Per poter sottoporre la vettura al collaudo ministeriale sarà necessario un periodo di corse prova lungo linea. Superato il collaudo e ottenuto il nullaosta la vettura 2 verrà rimessa in servizio.
Immagine

fab
**
**
Messaggi: 9082
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

#424 Messaggio da fab » lun 15 apr 2019 11:44

Scusate, mi sta venendo un dubbio.

Andmart nel Topic della Metropolitana di Catania ha scritto:
Andmart ha scritto:
dom 14 apr 2019 17:12
La metropolitana di Catania è classificata ufficialmente non metropolitana ma ferrovia (isolata).

Pertanto il doppio macchinista o il macchinista + CT se lo dovrà tenere a vita, anche con i più moderni sistemi di sicurezza. Infatti il Regolamento per la Circolazione Ferroviaria di ANSF che si andrà ad applicare non prevede la possibilità di fare a meno del CT. E se la prevedesse nascerebbe una bella querelle a livello sindacale con tutte le altre linee.

Quindi o la metro di Catania cessa di essere ferrovia, oppure la vedo grigia.


Quindi anche su questa cremagliera girano macchinista e CT?
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2332
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

#425 Messaggio da Andmart » lun 15 apr 2019 12:11

Dal 2016, ossia da quando sono in vigore le circolari di USTIF 7854/2015 (sul vigilante di tipo attivo) e 7922/2016 (misure di mitigazione dei rischi date per "analogia" -termine utilizzato nella circolare stessa che ha suscitato molti commenti da parte dei legali- a quelle di ANSF) purtroppo sì... Doppio agente...

Attualmente l'unica (o quasi, forse c'è un pezzetto di Circumvesuviana..) ferrovia regionale isolata dove si va con un solo macchinista SENZA CT dovrebbe essere la Merano - Malles: essendo ultra tecnologica non trovano applicazione le misure alternative/di mitigazione dei rischi prescritte dalle circlari sopra ed essendo sotto USTIF non si applica per intero il Regolamento per la Circolazione Ferroviaria di ANSF che imporrebbe comunque il CT anche in caso di linea molto attrezzata.
L'altro caso è la Roma - Giardinetti: inizialmente (quando sono uscite le circolari di cui sopra) hanno utilizzato il doppio agente perché non avevano il vigilante di tipo attivo ma poi l'hanno installato e sono tornati all'agente singolo... Qui un sistema di ATP avrebbe poco senso essendo il distanziamento di tipo tranviario ed "a vista".
Certo che se passassero sotto ANSF come ferrovie isolate applicando il RCF così come è ora, anche per queste linee il personale da impiegare sarebbe da raddoppiare rispetto all'attuale!
E' uno dei "problemi" citati qui: http://www.stagniweb.it/isolate8.htm

fab
**
**
Messaggi: 9082
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

#426 Messaggio da fab » lun 15 apr 2019 14:21

Riguardo a queste situazioni, in occasione della nascita di Ansfisa si sarebbe dovuta fare una sorta di "Costituente" che decidesse in autonomia, e una volta per tutte, che cosa è tramvia e che cosa è ferrovia. Certo, ad esempio nel caso della Tirano fa comodo così, altrimenti sai che seghe mentali intorno al santuario... opposto è il caso della Granarolo, dove dovrebbero abolire il CT.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2332
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Ferrovia Cremagliera Principe Granarolo

#427 Messaggio da Andmart » lun 15 apr 2019 14:42

Per le ferrovie regionali interconnesse è stato fatto, di concerto con le Regioni e Province Autonome interessate, un Decreto Ministeriale, quello del 5 agosto 2016, che tramite un elenco allegato ha chiarito definitivamente quali sono.

Per le isolate attualmente la legislazione non prevede la necessità di stilare alcun elenco e farebbero fede le vecchie classificazioni, storiche. Ma qualcuno deve essersi posto il problema anche a Roma ed attualmente in Parlamento c'è una bozza di legge sulla sicurezza ferroviaria che prevede che venga, nei prossimi mesi, emesso un decreto Ministeriale che, non si sa bene su quali basi/criteri, definirà una volta per tutte quali sono le ferrovie isolate e cos'è il resto. Nel frattempo, afferma la stessa legge, tutte le ferrovie non interconnesse saranno ritenute isolate, quindi anche quelle che di fatto sono tranvie/metropolitane. La bozza di legge reca in sé comunque diverse contraddizioni/incongruenze, che ho segnalato qui: http://forum.ferrovie.it/viewtopic.php? ... 9#p1719449

In ogni caso, per effetto di un'altra legge, gli USTIF cesseranno di esistere e quindi anche tutto il resto (tram, metropolitane, funicolari, ecc...) passerà sotto ANSF. Ma qui è ancora più fumoso capire quale sarà il quadro normativo vigente, i regolamenti base per l'esercizio, i requisiti tecnici, ecc... Ed il fatto che la bozza di legge di cui sopra non ne parli, non aiuta a dirimere la confusione ed è probabilmente una grossa occasione persa... Ne parlo sempre qui: http://forum.ferrovie.it/viewtopic.php? ... 9#p1719449

Rispondi