TRENORD = Trenitalia + LeNord

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
dedorex1
**
**
Messaggi: 5634
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17311 Messaggio da dedorex1 » gio 12 lug 2018 12:40

Andmart ha scritto:
gio 12 lug 2018 9:43
Primo non l'ho affatto scritta io questa cosa e se l'ho scritta sei pregato di dire dove.
Chiedo scusa, ho mischiato i tuoi commenti e quelli di ing nella stessa risposta, facendo casino
Mettere in bocca ad altri frasi che mai hanno scritto non è modo serio per avviare una discussione, ma vedo che lo fai sovente... ::-?: ::-?:
Ti prego di mostrarmi altri esempi dove lo faccia di sovente perchè non è mia intenzione. Nel caso specifico scrivevo in taxi e ho fatto confusione, di cui ancora chiedo ammenda

Quindi per te tra il contratto di servizio fra Trenord e RL ed il Catalogo di TI in vigore nello stesso periodo non c'erano differenze? Il primo contratto non aveva vantaggi rispetto a quello standard proprosto da TI?
Non ho detto questo, parlavo solo di corrispettivo economico a parita di km percorsi sulla base di quanto previsto dall'integrazione dei due operatori in quel momento.
Fra l'altro, proprio sull'argomento, all'atto della stipula, su Milanotrasporti, avevo chiesto a Giorgio alcuni commenti sul nuovo contratto e avevo compreso che i principali vantaggi sarebbero stati principalmente legati all'estensione di servizio che RL aveva in piano di fare.
Giusto per esser chiari, nessun dubbio che il catalogo fosse una schifezza
Comunque tutto nasce dal commento di ing sulla volontà o meno di TI di estendere il servizio e secondo lo scritto di Giorgio, nel 2012, il mio commento è sbagliato
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 4453
Iscritto il: mar 06 gen 2015 14:17

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17312 Messaggio da RegioAV » gio 12 lug 2018 15:59

Scusate, mi ricordate perché il contratto a catalogo (con i prezzi a tempo e in funzione della capacità) spingeva verso la soppressioni dei treni e la riduzione del servizio?
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 941
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17313 Messaggio da giorgiostagni » gio 12 lug 2018 16:48

Non perché è a tempo (che è antiefficiente ma per altri motivi) ma perché era un catalogo di costi e non di prezzi. I ricavi venivano detratti alla fine, dal sommone dei costi.
Così il catalogo era "costoso" come fosse un gross cost: aggiungere un treno era un salasso, anche se aveva ottime probabilità di fare il pieno di utenti, perché gli effetti sui ricavi li avrei visti solo negli anni seguenti. Togliere un treno era invece un affare, appunto perché sembrava di risparmiare un sacco (anche se gli anni successivi si sarebbero ridotti gli introiti, ma bastava ragionare da cicala per esser felici).

Inoltre in questo modo non si stimolava minimamente l'azienda a riempire i treni (che è il limite maggiore del gross cost ufficiale, e che lo diventava anche in questo "implicito"): se il treno restava vuoto, ormai la Regione l'aveva pagato già tutto, semplicemente i ricavi restavano gli stessi.
Se garantisco all'IF un corrispettivo che copre solo parzialmente i costi (ad esempio in modo allineato alla media dei restanti treni), la spingo a cercare di riempirlo, altrimenti effettivamente l'impresa (non la Regione) subisce un danno.

Nel vigente contratto TN si viene incontro comunque alla naturale difficoltà di riempire un treno da subito, prevedendo un corrispettivo leggermente superiore per i treni di nuova attivazione, ma solo per il primo anno: un ragionevole compromesso.

dedorex1
**
**
Messaggi: 5634
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17314 Messaggio da dedorex1 » gio 12 lug 2018 16:59

Essendo da sempre un sostenitore del gross cost e sulla separazione chiara delle responsabilità, mi spieghi meglio il punto sull'azienda che può "aiutare a riempire il treno", soprattutto in un sistema strettamente cadenzato. Ovviamente non mi riferisco a controlleria e simili che possono essere incentivati con specifici sistemi
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 941
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17315 Messaggio da giorgiostagni » gio 12 lug 2018 17:06

Be', per esempio conservando le carrozze in condizioni "presentabili" anziché nei modi che descrive E412 per le MD. Facendo pubblicità. Inventando soluzioni tariffarie incentivanti (anziché ostacolare quelle proposte/imposte dalla Regione). O semplicemente aiutando a selezionare quali servizi siano meritevoli di potenziamento, anziché scegliere di fare il muro contro muro verso le richieste della Regione o accettarle incondizionatamente (perché succedono entrambe le cose).

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1892
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17316 Messaggio da Andmart » gio 12 lug 2018 17:18

O anche semplicemente non sopprimendo un paio di turni al giorno sulla stessa relazione cadenzata.. :>:):

dedorex1
**
**
Messaggi: 5634
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17317 Messaggio da dedorex1 » gio 12 lug 2018 17:25

giorgiostagni ha scritto:
gio 12 lug 2018 17:06
(anziché ostacolare quelle proposte/imposte dalla Regione)
L'ostacolo però lo puoi fare se sei in regime di net cost, mentre in gross cost te ne puoi in teoria fregare
Un gross cost con adeguati incentivi per aumento passeggeri, controlleria etc, non resterebbe la migliore soluzione? ATM mi sembra se la cavi alla grande con questo modello, ma non so se ci sono particolari differenze che ne altererebbero l'applicazione sui treni
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 4453
Iscritto il: mar 06 gen 2015 14:17

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17318 Messaggio da RegioAV » gio 12 lug 2018 18:11

giorgiostagni ha scritto:
gio 12 lug 2018 16:48
Non perché è a tempo (che è antiefficiente ma per altri motivi) ma perché era un catalogo di costi e non di prezzi. I ricavi venivano detratti alla fine, dal sommone dei costi.
Così il catalogo era "costoso" come fosse un gross cost: aggiungere un treno era un salasso, anche se aveva ottime probabilità di fare il pieno di utenti, perché gli effetti sui ricavi li avrei visti solo negli anni seguenti. Togliere un treno era invece un affare, appunto perché sembrava di risparmiare un sacco (anche se gli anni successivi si sarebbero ridotti gli introiti, ma bastava ragionare da cicala per esser felici).

Inoltre in questo modo non si stimolava minimamente l'azienda a riempire i treni (che è il limite maggiore del gross cost ufficiale, e che lo diventava anche in questo "implicito"): se il treno restava vuoto, ormai la Regione l'aveva pagato già tutto, semplicemente i ricavi restavano gli stessi.
Se garantisco all'IF un corrispettivo che copre solo parzialmente i costi (ad esempio in modo allineato alla media dei restanti treni), la spingo a cercare di riempirlo, altrimenti effettivamente l'impresa (non la Regione) subisce un danno.

Nel vigente contratto TN si viene incontro comunque alla naturale difficoltà di riempire un treno da subito, prevedendo un corrispettivo leggermente superiore per i treni di nuova attivazione, ma solo per il primo anno: un ragionevole compromesso.
Non riesco a seguire.
Il catalogo era di fatto un gross cost, camuffato da net cost.
Quindi tu sostanzialmente critichi il gross cost.

Io però resto dell'idea che tagliare o aggiungere treni sia solo una scelta politica, ovvero di risorse messe in campo da parte delle Regioni.

Col gross cost, con quel gross cost in particolare, il rischio d'impresa era nullo e non vedo perché l'impresa dovesse spingere per la soppressione dei servizi.
Di contro, non vedo nel contratto net cost particolari vantaggi. Anzi proprio col net cost l'impresa è contraria ad aumenti di offerta (e quindi di costi) senza un parallelo incremento dei ricavi da tariffa . Aggiungere in particolare tren iin fasce oraria di morbida o il sabato nei festivi, col net cost per l'impresa è solo una rimessa rispetto al gross cost.
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37701
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17319 Messaggio da E412 » gio 12 lug 2018 18:31

Il treno 2093 (MILANO CENTRALE 18:53 - BRESCIA 19:57) viaggia con 17 minuti di ritardo, perché è stato necessario prolungare i tempi di preparazione del treno, in sede di deposito
.
Questo scrive trenord.

Io traduco. Il 2093 non ha avuto alcun problema.
È partito in ritardo, ore 19:10, per attesa ct, dal 2076 in ritardo.
Fino alle 19:24 è rimasto a Turro, ad attendere.
Ora sta attendendo alla protezione di Lambrate, e deve far passare il 9755 in ritardo.
Non un annuncio che sia uno.
E Trenord scrive quelle robe lì. Boh, io rinuncio a capire. O è una candid camera, o sono dementi

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
ing
**
**
Messaggi: 2443
Iscritto il: dom 21 dic 2003 16:49
Località: Cassandra Crossing

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17320 Messaggio da ing » ven 13 lug 2018 8:38

dedorex1 ha scritto:
gio 12 lug 2018 5:58
non capisco solo il commento su TI che si oppone all'aumento di servizio,
Attenzione, io non ho mica detto questo.

Trenitalia, per quanto riguarda il TR, non si è mai opposta ad una politica espansiva del servizio; invece ha sempre detto alle regioni: tu oggi hai 100 treni*km che costano 100 soldi, se vuoi 150 treni*km devi darmi 150 soldi. La gran parte delle regioni ha accettato questa logica e in quasi tutti i casi, tra scarsità di fondi e scelte politiche, ciò si è tradotto in una politica di mantenimento o riduzione del servizio (Piemonte, Abruzzo).
Berlusconi, illuminaci: datte foco!
Berlusconi: "Su di me lanciata spazzatura". Avranno capito che è un bidone

thecas
**
**
Messaggi: 1319
Iscritto il: dom 29 ago 2010 23:17

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17321 Messaggio da thecas » ven 13 lug 2018 18:59

Quindi nel lungo periodo, viste le gare TI per materiale e la nuova geografia dei servizi che verrano fatti, servizi come i Verona, i Bergamo, I Brescia ed i Mantova seguiranno l'attuale livello come orologio? e con quale materiale? Caravaggio a go go? MD fino all'esplosione? Cosa erediterà TI dall'attuale trenord?

Avatar utente
Draghetto
*
*
Messaggi: 222
Iscritto il: sab 08 ago 2009 12:42

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17322 Messaggio da Draghetto » dom 15 lug 2018 20:11

facce ha scritto:
gio 12 lug 2018 6:50
Anzi, coloro che spingevano ad una riduzione del servizio provenivano dalla vecchia guardia FNM, su questo la Regione dovrà fare molta attenzione.
La gara per i (furono) 100 treni ad alta capacità è stata assegnata a Hitachi Rail Italy, Caravaggio in arrivo
Fonte? Ho seguito le gare tramite il sito della RL, ma è dal 30/5 che non viene aggiornato.

Avatar utente
Draghetto
*
*
Messaggi: 222
Iscritto il: sab 08 ago 2009 12:42

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17323 Messaggio da Draghetto » dom 15 lug 2018 20:12

facce ha scritto:
gio 12 lug 2018 6:50
Anzi, coloro che spingevano ad una riduzione del servizio provenivano dalla vecchia guardia FNM, su questo la Regione dovrà fare molta attenzione.
La gara per i (furono) 100 treni ad alta capacità è stata assegnata a Hitachi Rail Italy, Caravaggio in arrivo
Fonte? Ho seguito le gare sul sito della RL, ma non viene aggiornato dal 30/5

Avatar utente
2° categoria
^_^
^_^
Messaggi: 41
Iscritto il: lun 18 mar 2013 14:48
Località: dopo il segnale di attenzione a vela romboidale...

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17324 Messaggio da 2° categoria » dom 15 lug 2018 21:09

Sharklet ha scritto:
mer 11 lug 2018 11:27
Quindi trenitalia dopo aver infinocchiato quasi tutte le regioni italiane incredibilmente porta a casa pure la lombardia e, ancora più incredibilmente, con un quantitativo di trenikm ancora maggiore della sua quota pre- fusione e, ancora più più incredibilmente, la giunta leghista-secessionista-sovranista-romaladrona consegna il trasporto ferroviario regionale a roma ma non solo, ancora più più più incredibilmente per 15 lunghissimi anni.
A quest'ora Iacono e Mazzoncini staranno facendo il bagno nello champagne...
Un riassunto più sunto di così, si muore...! Da un punto di vista prettamente politico, questa mossa è un autogol clamoroso.

Avatar utente
2° categoria
^_^
^_^
Messaggi: 41
Iscritto il: lun 18 mar 2013 14:48
Località: dopo il segnale di attenzione a vela romboidale...

Re: TRENORD = Trenitalia + LeNord

#17325 Messaggio da 2° categoria » dom 15 lug 2018 21:48

Apro e chiudo una piccolissima parentesi sulla scandalosa gestione del traffico di RFI: treno 84 dei giorni 13/07 e 14/07. :=D>:

Il giorno 13/07 l'84 Rimini-Monaco viene "imbucato" a Crevalcore dalle ore 12:09 alle ore 12:17 per precedenza con treno 8510 FA Roma-Bergamo che marciava con +15. Al momento di passare la protezione a rosso-giallo, la suddetta "freccialvento" era (ancora) ad Osteria Nuova, indicativamente una quindicina di km dietro alla mia (inutile) tabella di coda. Grazie alle favolose sezioni di blocco pentachilometriche della Bologna-Verona, i minuti di ritardo crescono da +8 a +11 (Camposanto), a +15 (San Felice s/P.), a +20 (Mirandola). Taglio la protezione di Verona PN con una rabbiosa bestemmia e +15 di ritardo. E l'8510? Grazie alle solite chiamate da Roma, e ai conseguenti spostamenti di incrocio, arriva al capoluogo orobico con -3. :evil:

Il giorno 14/07 l'8510 "sorpassa" sempre l'84, questa volta a PM Tavernelle e con "soli" +10. Il mio 84 guadagna così +6, che per effetto degli studiati ingegneri ferroviari italiani si tramuta in +10 a San Felice s/P., +15 a Mirandola e così via. :x

La giustificazione è sempre la stessa: "mi hanno chiamato da Roma", "ordini da Roma". Ho capito che RFI condivide la stessa divisa con Trenitalia e la restante FSI, ma potrebbero evitare di rendersi così odiosi e con la faccia di... palta! :roll:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti