Treni Notte del futuro?

Treni, locomotive, carrozze, carri, tecnica dei rotabili.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13613
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Treni Notte del futuro?

#31 Messaggio da UluruMS » gio 11 ott 2018 15:43

Che poi già a Innotrans 2016 CRRC aveva proposto la sua idea di ETR AV, 16 carrozze, bipiano, con merci sotto in container avio, per fare Mosca Pechino in 36-40 ore

Immagine


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

qalimero
**
**
Messaggi: 6936
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Treni Notte del futuro?

#32 Messaggio da qalimero » gio 11 ott 2018 15:59

@ cinghiale

la tua proposta è poco sociale e molto USA like se permetti - fa molto treno agenzia.
ed è un tipo di servizio, ma forse qui si parla di relazioni di linea

@ Uluru

Ah, quindi OeBB non ha sezioni . Ma regressi si, mi pare.

@ Sandro

Si in effetti i tempi son cambiati. E infatti si cercano soluzioni nuove.


ancora sul tema

1. esistono tipologie di mercato diverso inclusi segmenti che adesso non sono coperti per mancanza di percorsi e/o di interoperabilità certa

2. per il materiale automotore ci sono delle criticità particolare

Quindi

In generale più comodo materiale ordinario da 200 km/h .
Composizioni modulari (riallestibili):

Modulo Notte Executive - vagone letto, secondo me modulo T2-T3, ma a fantasia del costruttore possibile - 2 carrozze o modulo binato 3 carrelli - diciamo 2x30 posti
Modulo Notte Cuccette Premium - cuccette da 4 posti divisibili - modulo direi utilizzando schemi da 10 moduli ( o la divisione viene claustrofobica) - diciamo moduli binati o trinati da 40 posti a cassa
Modulo Notte Cuccette Confort - E qui a parte l'assetto notte a 4 letti, direi che va bene il modulo a 11 posti (non sdoppiabili) - diciamo moduli binati o trinati da 40+45 posti a cassa
Modulo Notte Dormeuse - Sul modello delle "culle" DB - e qui direi che è meglio il modulo 48-54 posti (6x8 o 6x9) oppure un 4x12 - da 50 posti a cassa

La compo base potrebbe essere 2 WL + 3 CC Premium + 2 Poltronissima


Interrogativo

Chi ha detto che un treno notte non può viaggiare di giorno?
Mi spiego, perché su un servizio IC , per esempi, non posso pensare ad avere anche una offerta , per esempio, CC Premium ? Pago un extra , ma ho il mio box a 2 posti , chiudibile.
Per chi per esempio vuole isolarsi, sdraiarsi , farsi 3 h dipennichella, leggendo, con figlio/a o moglie sul divanetto sopra o sotto.


per quanto attiene al CargoCityNIght

il dubbio è:
un Notturno con rimorchio cargo
o un Cargo con sezione notte


L'ipotesi che faccio io è:

Loco con composizione notte ridotta, molto FlixRail, no frills, che arriva nello scalo merci e aggancia la composizione cargo Nord-Sud o Est-Ovest, magari una compo più leggera ma celere.
Origine: Orbassano/Smistamento/Verona QE/Bologna
Destinazione : Roma/Nola/Bari/Villa
Nel mezzo fermate a passo più lungo di un IC e più corto di un FR

Servizio merci ma con puntualità pax. V commerciale, va bene anche da RV, l'utente è uno che in alternativa va in bus

Materiale automotore
Il futuro ETR700 poteva essere una base su cui lavorare: 7 pezzi, 200-250.
la domanda è come convertire un elemento letti (i cuccette e i poltronissima secondo me danno meno problemi.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38319
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni Notte del futuro?

#33 Messaggio da E412 » gio 11 ott 2018 16:12

Nulla vieta di ronfare di giorno, anzi. Ma l'ossessione attuale è 'posti! posti! posti!' e un treno notte con letti porta troppa poca gente per metro lineare. :wink:
Io potrei anche pensare che per un gruppo con le spalle larghe un treno in perdita, ma che copre una nicchia potenzialmente interessata, potrebbe non essere un male, ma mi pare che il pensiero comune sia esattamente l'opposto.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

daucus
**
**
Messaggi: 8190
Iscritto il: mar 13 apr 2004 14:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: Treni Notte del futuro?

#34 Messaggio da daucus » gio 11 ott 2018 16:14

Un altro tipo "nuovo" di treni notte potrebbe essere un treno giorno "convertibile" . un po'come le cuccette, ma privilegiando il comfort sia in posizione giorno che notte a scapito della capacità notte.
Ossia scompartimenti da 6 con solo i due letti alti, che puoi usare normalmente di giorno senza sedili convertibili scomodi, e di notte sono un doppio (con un accudiente ogni 5 carrozze)
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13613
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Treni Notte del futuro?

#35 Messaggio da UluruMS » gio 11 ott 2018 16:15

@qalimero
none... oggi si, ma i treni che compra sono "composizioni semifisse"; l'intenzione è di operare sì con sezioni, ma come se fossero 2 ETR che partono da A & B, si uniscono e arrivano a C
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1390
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Treni Notte del futuro?

#36 Messaggio da ringhio » gio 11 ott 2018 16:18

I treni notte perfetti li hanno già fatti...i talgo
A-CWL 61 81 70-70 003-2

daucus
**
**
Messaggi: 8190
Iscritto il: mar 13 apr 2004 14:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: Treni Notte del futuro?

#37 Messaggio da daucus » gio 11 ott 2018 16:26

che sono a composizione bloccata .....
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25142
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Treni Notte del futuro?

#38 Messaggio da paolo656 » gio 11 ott 2018 17:09

Mutuando esempi concreti:

-da me su tutti i LLP puoi viaggiare di giorno e dormire, però è un esempio poco calzante;

-calzante invece il fatto che per esempio ci sono Talgo in servizio Mosca-Vladimir in configurazione mista, quindi se volete fate come me: VL diurno, poco più ore di pennichella, doccia compresa se volete, con pranzo al VR compreso. Quindi sì, c'è chi li fa, anche su percorsi diurni di 5-6 ore;

-per contro, io trovo il talgo angosciante. Un labirinto "fatto bene ma non per viaggiarci", salvo chiudersi dentro e dimenticarsi che sarebbe un treno. Ben fatto il bagno. Ma il problema dello spazio interno è legato al fatto che ha sagoma UE. Ben poco efficace lo smorzamento delle irregolarità del binario, valutazione mia personale insufficiente su questo aspetto. L'avevo apprezzato sui Monaco-Berlino, ma ero ancora "acerbo".

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1390
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Treni Notte del futuro?

#39 Messaggio da ringhio » gio 11 ott 2018 18:48

I talgo sono a composizione bloccata (è quello che vogliono le IF), accoppiabili in multiplo, hanno meno assi = meno costi di manutenzione, sono più leggeri e per lo meno quelli renfe /elipsos di penultima generazione hanno una gamma completa di sistemazioni.

Gli svantaggi? Sagoma minore: è vero, non puoi mettere 3 letti uno sopra l'altro, ma la trovo una sistemazione anacronistica
Sono claustrofobici? Io ho viaggiato svariate volte sugli elipsos in tutte le classi tranne T4 e non li ho mai trovati tali
Scarsa qualità di marcia? Mah, non peggio di una MU sul carrello
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1390
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Treni Notte del futuro?

#40 Messaggio da ringhio » gio 11 ott 2018 18:50

Forse claustrofobiche erano le "roomette " dei talgo DB, però non ci ho mai viaggiato
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1390
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Treni Notte del futuro?

#41 Messaggio da ringhio » gio 11 ott 2018 18:55

Tra l'altro, mi chiedo perché i talgo russi pur essendo nuovi abbiano gli interni "vecchi" come quelli elipsos anziché come quelli dei più recenti talgo 7 notturni, l'ultima serie consegnata alla Renfe
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25142
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Treni Notte del futuro?

#42 Messaggio da paolo656 » ven 12 ott 2018 7:26

Non è detto che risparmiare sia un investimento....anche perchè è chiaramente diverso viaggiare su una vettura da 60 t con tripli vetri e spessore di parete che garantisce una t interna della stessa di 3-4 gradi inferiore rispetto a quella ambiente con -35 fuori. Quindi la differenza è abissale. E va a braccetto con la comodità di viaggio. La sagoma russa non è solo più larga, è --soprattutto-- più alta.



Uluru: attualmente la tratta Mosca Pechino è servita da due treni settimanali in partenza il martedì e il sabato con tempi di percorrenza pari a 126 e 144 ore. Quello del sabato lo uso io regolarmente per 40 ore, materiale impeccabile e tra i prezzi più bassi disponibili. Vetture recenti e personale in ogni istante tirato a lucido. Quello del martedì ha materiale "storico". Per quanto rinnovato e lucidato, io lo trovo decisamente meno comodo.

Poi quando leggi Ulaanbator o Irkutsk....ti sembra di essere in vacanza anche se lavori.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7551
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Treni Notte del futuro?

#43 Messaggio da Cinghiale » ven 12 ott 2018 7:44

sr ha scritto:
gio 11 ott 2018 8:55
Un servizio misto, a parte i problemi di manovra nelle località di partenza/arrivo, prevedereste anche manovre nelle località intermedie?
Mi sa che questo implicherebbe il ritorno del traffico a carro singolo e problemi di personale addetto alle manovre.
Inoltre ci sarebbe anche un problema di tipo logistico, ovvero, i carri merce originano da scali diversi dalle stazioni passeggeri, quindi ci sarebbero anche delle tradotte in giro per portare i carri dove servono.
Si parla di notturni viaggiatori o merci?

qalimero ha scritto:
gio 11 ott 2018 15:59
@ cinghiale

La Tua proposta è poco sociale e molto USA like se permetti - fa molto treno agenzia ed è un tipo di servizio, ma forse qui si parla di relazioni di linea ... (omissis)
Elettrotreni rapidi con allestimento notturno possono essere adoperati in servizio regolare, soprattutto se si ovviasse all'inconveniente di dover limitare la velocità di notte a soli 160 km/h per motivi di sicurezza a me ignoti.

UluruMS ha scritto:
gio 11 ott 2018 14:21
(omissis) nessuna impresa ferroviaria "occidentale" ritiene di poter più affrontare; ovvero avere materiale utilizzato meno di 300 giorni all'anno … (omissis)
Questo è uno dei limiti derivanti dall'avere vigliaccamente e scelleratamente trasformato molti servizi, tra cui quello ferroviario, in attività d'impresa, con finalità di lucro, al solo scopo di foraggiare qualche maiale privato.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38319
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni Notte del futuro?

#44 Messaggio da E412 » ven 12 ott 2018 9:35

ringhio ha scritto:
gio 11 ott 2018 18:48
I talgo sono a composizione bloccata (è quello che vogliono le IF), accoppiabili in multiplo, hanno meno assi = meno costi di manutenzione, sono più leggeri e per lo meno quelli renfe /elipsos di penultima generazione hanno una gamma completa di sistemazioni.
In realtà gli assi non li hanno proprio, con vantaggi e svantaggi.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Astro
**
**
Messaggi: 1039
Iscritto il: mar 17 gen 2017 14:33

Re: Treni Notte del futuro?

#45 Messaggio da Astro » ven 12 ott 2018 12:34

Non hanno i carrelli a quanto ne so, gli assi sì.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti