Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

Treni, locomotive, carrozze, carri, tecnica dei rotabili.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2523
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#1 Messaggio da Vainamoinen » mer 01 ago 2018 13:47

Premesso che le C0'C0' mi hanno sempre intricato, perlomeno da bambino, succube dei modellini Lima delle Br103 e CC6500, non ho mai capito come si risolvono i problemi di gestire tre assi in curva (scusate la spiegazione maccheronica). La prima soluzione che mi viene in mente è che come su (alcune) locomotive a vapore si consenta agli assi di spostarsi lateralmente dentro al carrello. Un'altra possibilità è che la ruota centrale sia senza bordino, o è troppo "retrò" come soluzione? Per le CC6500 il passo di soli 3216 mm credo sia stato d'aiuto nel non aggravare il problema; invece per le Br103 con il passo di... non ho trovato il valore, ma ad occhio oltre i 4,2 metri, come si faceva?
So che negli USA sia GE che EMD hanno proposto carrelli ad assi sterzanti. Ma tale soluzione è presente anche sulle loco russe?
Lo chiedo perchè ho trovato questa foto di un carrello delle M62 ex-sovietiche, che allego qui sotto: è possibile che il primo e terzo assi siano sterzanti rispetto a quello centrale che è solidale col carrello? O lavoro troppo di fantasia? Immagine
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
nicola_luisari
**
**
Messaggi: 1086
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#2 Messaggio da nicola_luisari » sab 25 ago 2018 6:45

una cosa cosi' ?

Immagine
Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2523
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#3 Messaggio da Vainamoinen » mar 28 ago 2018 11:39

Non vedo la foto... :cry:
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
nicola_luisari
**
**
Messaggi: 1086
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#4 Messaggio da nicola_luisari » mer 29 ago 2018 3:29

Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2523
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#5 Messaggio da Vainamoinen » gio 30 ago 2018 17:09

Dal disegno mi pare di capire che il primo e terzo asse sono quindi sterzanti? Interpreto correttamente?
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1615
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#6 Messaggio da Lirex » gio 30 ago 2018 17:43

No, a me pare , dalle descrizioni che ci stanno in rete sui carrelli , che l' asse centrale sia montato su boccole che possono traslare fino a 14 mm, in modo da inscriversi in curve fino a 125 m

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14437
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#7 Messaggio da quattroe28 » gio 30 ago 2018 18:34

a Garmish ho potuto osservare con attenzione il carrello delle 111... imponente...
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2523
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#8 Messaggio da Vainamoinen » ven 31 ago 2018 7:40

Lirex ha scritto:
gio 30 ago 2018 17:43
No, a me pare , dalle descrizioni che ci stanno in rete sui carrelli , che l' asse centrale sia montato su boccole che possono traslare fino a 14 mm, in modo da inscriversi in curve fino a 125 m
Pensavo che quelle biellette snodate in testa e in coda al carrello consentissero lo snodo. ::-?: Qualcosa di simile alle nostre E402A...
Ho tanta fantasia... :roll:
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
nicola_luisari
**
**
Messaggi: 1086
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#9 Messaggio da nicola_luisari » dom 02 set 2018 3:08

stessa mia interpretazione, se no a cosa servono?
Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1615
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#10 Messaggio da Lirex » dom 02 set 2018 8:35

Avete ragione voi, ma quello non è il carrello della M62 , ho guardato tutte le realizzazioni delle locomotive di serie ma non ho trovato nessuna applicazione della invenzione, forse è qualche loco sperimentale.
I numeri 6 sono dei cilindretti idraulici che con delle biellette a snodi sferici sono collegati ai corpi dei motori che sono appoggiati sugli assi con trasimssione tranviaria bilaterale, i cilindri attraverso delle tubazioni idrauliche (18,19) sono collegate ad una centralina posta nel corpo della locomotiva, che tramite le tubazioni 26 e 27 distribuisce il fluido idraulico in modo da spostare i pistoni 7 all' inteno dei cilindri nel percorrere le curve, i quali a loro volta trascinano i motori in rotazione tramite le biellette 9,10,11.
Le boccole vanno dietro al movimento in quanto deformano elasticamente i gruppi molla della sospensione primaria.

Nelle M62, invece, dentro le boccole ci sono delle molle che permettono un movimento trasversale delle sale, maggiore in quella centrale , mentre la trasmissione alla ruote e tranviaria monolaterale ed i motori sono appoggiati alla sala.

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2523
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Carrelli a tre assi: problemi e soluzioni

#11 Messaggio da Vainamoinen » mer 05 set 2018 7:44

Lirex ha scritto:
dom 02 set 2018 8:35
ad una centralina posta nel corpo della locomotiva, che tramite le tubazioni 26 e 27 distribuisce il fluido idraulico in modo da spostare i pistoni 7 all' inteno dei cilindri nel percorrere le curve,
Quindi la rotazione degli assi non avviene a causa della spinta della rotaia sul bordino, ma è comandata? Immagino giusto se reputo tale sistema meno usurante per il bordino e la rotaia rispetto ad una soluzione "meccanica"?
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti