E.632/3 (2)

Treni, locomotive, carrozze, carri, tecnica dei rotabili.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1985
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1306 Messaggio da Lirex » lun 15 apr 2019 17:41

Vainamoinen ha scritto:
lun 15 apr 2019 14:35
a) passare direttamente dalle reostatiche a macchine con motori asincroni/sincroni, pur con carrello monomotore?
No per la seguente lista di motivi:
- l' unico costruttore., che aveva fatto esperienza con i chopper era il TIBB, che dopo tribolazioni sulle E.444 erano arrivate ad una soluzione "funzionante" pronta per la serie, Ansaldo aveva lavorato sperimentalmente su un azionamento a chopper d' avanguardia, pilotato da un microprocessore DSP, ma era troppo d' avanguardia e non è mai salito su nessuna macchina, solo prove su motore T750 al banco, Marelli neanche a parlarne....
- Dovendo coinvolgere tutte le aziende ( consorzio AMT) su un progetto "elettronico" è stato giocoforza buttarsi sul chopper TIBB, opportunamente industrializzato
- le notizie sulle E.120 DB non erano buone, del resto fare gli inverter con i tiristori non è mai stato facile tanto e vero che i francesi hanno usato i motori sincroni per evitare lo spegnimento dei tiristori sotto alte correnti; le macchine a motori asincroni hanno cominciato a funzionare apprezzabilmente solo quando sono apparsi i GTO ( escludiamo gli inverter Parizzi per le D145, per la potenza bassa)
- usare i sincroni...., nessuna esperienza in Italia
Vainamoinen ha scritto:
lun 15 apr 2019 14:35
b) se il problema erano le alte tensioni sui chopper, seguire la strada che la AEG aveva adottato per le Br184 era controproducente? Ovvero trasformare la corrente da continua ad alternata, abbassarla con un trasformatore (magari ottimizzando la frequenza, così da ridurne la massa), e poi raddrizzarla per alimentare i motori DC avrebbe reso tutto sommato più complicato e meno funzionale la macchina rispetto alla scelta dei chopper bifase?
Per tagliuzzare la 3000V devi comunque mettere uno o piu chopper...., tanto vale comandare i motori direttamente, il trasformatore è un UCAS

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2661
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: E.632/3 (2)

#1307 Messaggio da Vainamoinen » lun 15 apr 2019 19:02

Grazie mille per l'esauriente risposta, gentilissimo e eruditissimo come sempre!! :D :D :D :D
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Andre84
**
**
Messaggi: 1169
Iscritto il: gio 08 ott 2009 10:35
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1308 Messaggio da Andre84 » lun 15 apr 2019 20:24

Ciao Giovanni!
Ok, ma non può erogarlo il 632 il rec????

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 16210
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: E.632/3 (2)

#1309 Messaggio da Tz » mar 16 apr 2019 9:11

@ Vaina -Lirex

...e così mentre in tutta Europa si dotavano di macchine elettroniche noi continuavamo a costruire centinaia di vecchi e sorpassati catafalchi chiamati 656...
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

ssb
**
**
Messaggi: 2931
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: E.632/3 (2)

#1310 Messaggio da ssb » mar 16 apr 2019 15:18

Avvistata la 030 (mi pare) a Como S.G. :shock: In bin. 1 TR (senza linea aerea) :shock:

pietrotico
**
**
Messaggi: 6458
Iscritto il: mer 16 set 2009 18:35
Località: Lecco

Re: E.632/3 (2)

#1311 Messaggio da pietrotico » mar 16 apr 2019 18:05

In questi giorni una 740 sta facendo corse sulla Lecco - Como con materiale storico. Questa notte ha sostato in DL Lecco e oggi partiva verso Como. Probabilmente la 632.030 era a Como per riportare il treno a Milano

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2661
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: E.632/3 (2)

#1312 Messaggio da Vainamoinen » mar 16 apr 2019 21:23

Tz ha scritto:
mar 16 apr 2019 9:11
...e così mentre in tutta Europa si dotavano di macchine elettroniche noi continuavamo a costruire centinaia di vecchi e sorpassati catafalchi chiamati 656...
Pienamente d'accordo. Però ahimè non so cosa dirti. Se non si poteva fare altrimenti... :roll: :roll: :roll:
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Giovanni P
**
**
Messaggi: 1039
Iscritto il: sab 22 set 2012 16:55
Località: Roma/Budapest
Contatta:

Re: E.632/3 (2)

#1313 Messaggio da Giovanni P » mar 16 apr 2019 23:48

Andre84 ha scritto:
lun 15 apr 2019 20:24
Ciao Giovanni!
Ok, ma non può erogarlo il 632 il rec????
Certo che sì, visto che la 464 in coda va presenziata, se si riesce è più semplice che sia lei a erogare REC, condotta principale e blocco porte. Così quando arriviamo con la Tigre si aggancia e si attacca solo la condotta generale, prova freno e via!

Andre84
**
**
Messaggi: 1169
Iscritto il: gio 08 ott 2009 10:35
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1314 Messaggio da Andre84 » mer 17 apr 2019 18:35

Giovanni hai 1 MP
ciao

Avatar utente
Giovanni P
**
**
Messaggi: 1039
Iscritto il: sab 22 set 2012 16:55
Località: Roma/Budapest
Contatta:

Re: E.632/3 (2)

#1315 Messaggio da Giovanni P » mar 30 apr 2019 15:04

Andre84 ha scritto:
mer 17 apr 2019 18:35
Giovanni hai 1 MP
ciao
Ti è arrivata la risposta?

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1327
Iscritto il: sab 20 dic 2003 20:45
Località: Rovigo

Re: E.632/3 (2)

#1316 Messaggio da nik652 » lun 06 mag 2019 8:07

E 632 051 sul treno della Salute.

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2661
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: E.632/3 (2)

#1317 Messaggio da Vainamoinen » mer 15 mag 2019 8:17

Leggevo con piacere uno speciale sui "Tigre" pubblicato questo mese su una delle riviste ferroviarie italiane. Mi ha lasciato sorpreso però l'affermazione sulle diverse prestazioni fra E633/2 ed E656: stando all'autore dell'articolo, i Tigre acceleravano bene solo sotto gli 80 km/h, superata poi tale velocità i Caimano diventavano più brillanti in PP. Stesso discorso pure con i regionali, specie con le E656 VI serie dotate di Delfina (pensavo che tale apparato fosse solo sulle E444R), più brillanti anche in pianura, laddove gli E632 talvolta non riuscivano a toccare i 160 km/h in caso di fermate frequenti.
Chiedo: corrisponde al vero? E se sì, come mai?
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39789
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: E.632/3 (2)

#1318 Messaggio da E412 » mer 15 mag 2019 10:21

Mah, quando funzionavano le 632 i 150 sui Milano-Verona li prendevano. Tranne eventualmente quando pioveva, perchè la trazione fornita dalle 632/633/652 era comunque inferiore a quella garantita da un caimano, con il suo soave peso.
Il problema c'era quando cominciavano le magagne.

Per le reostatiche (comunque si, le 656 III serie sono nate con la Delfina e il comando multiplo) vale il discorso 'dipende dal macchinista'. Beccavi quello che tirava a palla e partivi impennando, ancora ricordo il sorpasso alle 2 di notte (!) del Trinacria versione 15 pezzi ad un regionale in zona Formia: partenza tutto reostato da fermo a PP, e parliamo di una veterana mestrina (015 e non ricordo male, ma sono passati troppi anni). Beccavi quello che 'ommioddiolatransizionechepaura!' e da Desenzano a Lonato scollinavi a 40 all'ora. :wall:
Beccavi poi il 646 di Milano e se entrava il SP era già un buon inizio :>:):

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Andre84
**
**
Messaggi: 1169
Iscritto il: gio 08 ott 2009 10:35
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1319 Messaggio da Andre84 » mer 15 mag 2019 20:58

Vainamoinen ha scritto:
mer 15 mag 2019 8:17
Leggevo con piacere uno speciale sui "Tigre" pubblicato questo mese su una delle riviste ferroviarie italiane. Mi ha lasciato sorpreso però l'affermazione sulle diverse prestazioni fra E633/2 ed E656: stando all'autore dell'articolo, i Tigre acceleravano bene solo sotto gli 80 km/h, superata poi tale velocità i Caimano diventavano più brillanti in PP. Stesso discorso pure con i regionali, specie con le E656 VI serie dotate di Delfina (pensavo che tale apparato fosse solo sulle E444R), più brillanti anche in pianura, laddove gli E632 talvolta non riuscivano a toccare i 160 km/h in caso di fermate frequenti.
Chiedo: corrisponde al vero? E se sì, come mai?
Ho ancora a mente i 632 Bolognesi, da Milano verso Bologna, allacciamento a Tavazzano dopo il rallentamento, la coppia che sentivi nel sedile (8 o 10 pezzi MD) io non l'ho mai sentita con nessuna altra locomotiva DTR...., riprendeva con una progressione impressionante….
Ho preso qualche volta all'epoca il Livorno che era con 656, l'accelerazione era completamente diversa, veniva su anche lei, ma nel sedile non sentivi la stessa spinta!
Oppure le accelerazioni sempre delle Emiliane tra Cattolica e Pesaro, ma lì non ho il confronto con il 656....
Attenzione però, ricordo di esser salito un paio di volte (come scrissi all'epoca proprio in questo topic) sui regionali per Domodossola dove c'erano le 633 di Milano,7-8 pezzi MD, l'accelerazione teorica doveva essere migliore del 632, invece non c'era paragone, erano macchine molto tranquille ( ma lì mi spiegarono e412 e alby la manutenzione era quella che era…..)….
ciao

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2661
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: E.632/3 (2)

#1320 Messaggio da Vainamoinen » gio 16 mag 2019 8:04

Da quel che ho capito, rileggendo con più attenzione l'articolo, il problema è oltre gli 80 km/h sui Tigre interviene lo shuntaggio dei motori, da cui la minore accelerazione. Sul Caimano passando di combinazione in combinazione, si può andare in PP probabilmente oltre i 120 km/h senza indebolimento di campo, ergo diventa più brillante a "velocità elevate".
Quel che mi meraviglia è che cmq pur con azionamento elettronico, sui T850 si è dovuti ricorrere allo shuntaggio...
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Rispondi