E.632/3 (2)

Treni, locomotive, carrozze, carri, tecnica dei rotabili.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Andre84
**
**
Messaggi: 1169
Iscritto il: gio 08 ott 2009 10:35
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1276 Messaggio da Andre84 » dom 09 dic 2018 18:16

Giovanni P ha scritto:
mar 04 dic 2018 7:38
L'assenza di marcatura laterale è "sospetta" e potrebbe far pensare ad una demolenda
L'intrusa stamane non l'ho vista Giovanni….
in compenso ce n'era una in presa attiva agganciata a una locomotiva a vapore (anch'essa attiva) :D
In stazione la onnipresente 037!

ciao

Avatar utente
44410496
**
**
Messaggi: 1700
Iscritto il: mar 22 set 2009 9:28

Re: E.632/3 (2)

#1277 Messaggio da 44410496 » lun 10 dic 2018 15:15

Giovanni P ha scritto:
ven 07 dic 2018 15:37
Beh Milano ed sempre stata famosa per la manutenzione scandalosa, Trenord ha solo "istituzionalizzato" le carenze
Com'è che allora tutte le schifezze degli altri impianti le hanno sempre mandate a Milano? Dalle motrici ai loc..............

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39789
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: E.632/3 (2)

#1278 Messaggio da E412 » lun 10 dic 2018 15:21

Beh, gli impianti solitamente sono restii a cedere ad altri materiale che funziona. Le carcasse invece vanno benissimo.
Poi Milano è Milano ma si, c'era e c'è tutt'ora un grossissimo problema di manutenzione che si è solo tramandato di società in società.
RF ha scritto:
ven 07 dic 2018 20:47
Grazie, non immaginavo che 633 fossero finite alla DTR !
In che senso? Milano ha sempre avuto 633 per la DTR (e in passato, ante divisionalizzazione, erano in forza a Verona per i servizi sul Brennero).

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3311
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: E.632/3 (2)

#1279 Messaggio da RF » mar 11 dic 2018 13:20

Ma i 633 non erano andati tutti alla Cargo ? tra l'altro ci fu un breve periodo dove ai 633 gli cambiarono rapporto per farli diventare 632, ante divisionalizzazione lo so anch'io che correvano un po' dove serviva

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39789
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: E.632/3 (2)

#1280 Messaggio da E412 » mar 11 dic 2018 14:42

No, alcune macchine sia di prima che seconda serie sono rimaste in carico alla DTR.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12411
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: E.632/3 (2)

#1281 Messaggio da sr » gio 13 dic 2018 16:37

Andre84 ha scritto:
ven 07 dic 2018 15:29

Non ho un bel ricordo di quei 633 lì, all'epoca leggevo sul forum che la manutenzione era quella che era, nel viaggio che dicevo prima mi ricordo la 110, era in spinta a 6 o 7 md non ricordo, ma l'accelerazione era una cosa…….penosa, in confronto un 632 emiliano con 8 o 10 pezzi volava!
Avrà avuto 2 motori e un GS esclusi e guasto all'antipattinante, sabbiera vuota, ecc. :twisted:
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39789
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: E.632/3 (2)

#1282 Messaggio da E412 » gio 13 dic 2018 16:48

Basta e avanza un motore 8--) (anche perché mi pare che con due ko fosse riserva).
Ma quant'era bello quando pioveva e sui Verona ti davano le tue belle 11 MD, ci attaccavano davanti un bel 652 tirato a lucido...ma quello era solo per trasferimento a Verona o Udine, guai a toccarlo! E davanti a tutto una bella 632 con azionamento escluso. :lol:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
TkMatt
**
**
Messaggi: 5759
Iscritto il: ven 26 dic 2003 22:16
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: E.632/3 (2)

#1283 Messaggio da TkMatt » gio 13 dic 2018 17:01

E412 ha scritto:
gio 13 dic 2018 16:48
Basta e avanza un motore 8--) (anche perché mi pare che con due ko fosse riserva).
Ma quant'era bello quando pioveva e sui Verona ti davano le tue belle 11 MD, ci attaccavano davanti un bel 652 tirato a lucido...ma quello era solo per trasferimento a Verona o Udine, guai a toccarlo! E davanti a tutto una bella 632 con azionamento escluso. :lol:
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Andre84
**
**
Messaggi: 1169
Iscritto il: gio 08 ott 2009 10:35
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1284 Messaggio da Andre84 » ven 14 dic 2018 20:34

E412 ha scritto:
gio 13 dic 2018 16:48
Basta e avanza un motore 8--) (anche perché mi pare che con due ko fosse riserva).
Ma quant'era bello quando pioveva e sui Verona ti davano le tue belle 11 MD, ci attaccavano davanti un bel 652 tirato a lucido...ma quello era solo per trasferimento a Verona o Udine, guai a toccarlo! E davanti a tutto una bella 632 con azionamento escluso. :lol:
E412 ciao, scusa l'ignoranza, con azionamento intendi il GS giusto? ::-?:
Se non ricordo male è dotata di 2 GS, con 1 escluso che ripercussioni si hanno?
grazie
ciao


ps: che ricordi quando un 10 anni fa raccontavo sul forum del 632 di turno che beccavo sui Bologna, mi sembra ieri!

Avatar utente
44410496
**
**
Messaggi: 1700
Iscritto il: mar 22 set 2009 9:28

Re: E.632/3 (2)

#1285 Messaggio da 44410496 » ven 14 dic 2018 22:15

Il progresso tecnologico ed il perfezionamento della tecnologia a semiconduttore degli anni Settanta ha permesso di realizzare tiristori al silicio di elevate prestazioni da introdurre nelle applicazioni ferroviarie permettendo la nascita dei cosiddetti azionamenti di tipo elettronico. A bordo dei veicoli a corrente continua è stato possibile, così, installare convertitori elettronici di potenza in grado di regolare con continuità la tensione ai morsetti dei motori di trazione ottenendo un comando di marcia più flessibile e con elevati rendimenti. I convertitori in questione realizzano la conversione diretta corrente continua/corrente continua senza interposizione di altri circuiti intermedi. Essi sono denominati frazionatori o anche, con termine inglese, chopper. Questo tipo di azionamento, in grado di assicurare elevati livelli di sicurezza ed affidabilità, è stato installato a bordo di numerosi mezzi a corrente continua delle FS quali ad esempio le locomotive E.632, E.633, E.652, le elettromotrici ALe.582, ALe.724 e l'elettrotreno ETR 450.

Avatar utente
Giovanni P
**
**
Messaggi: 1039
Iscritto il: sab 22 set 2012 16:55
Località: Roma/Budapest
Contatta:

Re: E.632/3 (2)

#1286 Messaggio da Giovanni P » sab 15 dic 2018 13:46

L'Italia aveva un notevole handicap: i 3.000 V cc. Mentre in Svizzera e Germania avendo la corrente alternata e quindi i trasformatori a bordo i loro azionamento potevano essere alimentati a 750 V o giù di lì, e quindi già negli anni '80 producevano macchine a inverter trifasi, in Italia si cercava di far lavorare i chopper bifasici con 6 tiristori in serie, che dovevano essere perfettamebte matchati

Andre84
**
**
Messaggi: 1169
Iscritto il: gio 08 ott 2009 10:35
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1287 Messaggio da Andre84 » sab 15 dic 2018 14:09

Ah non ricordavo il famoso "chopper" (quindi azionamento), se non ricordo male è uno per motore, di conseguenza se non sbaglio chopper fuori uso, motore non disponibile!


ps: oggi a Bologna cambio della guardia, in stazione 038, fuori dal DL non ne ho vista una (c'era un 652) ma a Piacenza staziona la 052 se non ho visto male (o meglio, l'ho riconosciuta dai pasticci esterni :wall: )

ciao

Avatar utente
andrea.terzi
*
*
Messaggi: 674
Iscritto il: mer 05 set 2012 4:07
Località: Ponsacco PI

Re: E.632/3 (2)

#1288 Messaggio da andrea.terzi » dom 16 dic 2018 10:13

44410496 ha scritto:
ven 14 dic 2018 22:15
Questo tipo di azionamento, in grado di assicurare elevati livelli di sicurezza ed affidabilitá
Affidabili e sicuri riparliamone.......
Gli unici che vanno bene sono E652 ed ALe642.
Il resto doveva essere restituito al mittente già 40anni fà........
Ciao
Andrea il rubbaorsi

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1985
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: E.632/3 (2)

#1289 Messaggio da Lirex » dom 16 dic 2018 10:48

E' vero, ma abbiamo scontato l' inesperienza, quando si affronta un progetto ferroviario con mentalità civile e non militare, questi sono i risultati, e poi c'è sempre la solita storia... ma perchè progettare una scheda nuova quando c'è già quella ( analogica) che va nei quadri industriali da 10 anni.... Le E.633 e compagnia cantante ( metto dentro anche i GAI ove c'erano soluzioni tecniche inimmaginabili, tipo rack con schede aventi connettori a pettine in armadi aperti verso il binario.....) hanno scontato la gioventù sia della tecnica che dei tecnici, del resto anche le E.120 hanno subito la stessa sorte...
L' errore è stato quello di ordinare subito la prima serie quando i prototipi erano stati provati poco ( e poi la logica di cadenzamento carichi della I serie fu progettata da uno che aveva come massimo obbiettivo quello di fare l' assessore al suo paese....)

Avatar utente
44410496
**
**
Messaggi: 1700
Iscritto il: mar 22 set 2009 9:28

Re: E.632/3 (2)

#1290 Messaggio da 44410496 » dom 16 dic 2018 11:05

Lirex ha scritto:
dom 16 dic 2018 10:48
E' vero, ma abbiamo scontato l' inesperienza, quando si affronta un progetto ferroviario con mentalità civile e non militare, questi sono i risultati, e poi c'è sempre la solita storia... ma perchè progettare una scheda nuova quando c'è già quella ( analogica) che va nei quadri industriali da 10 anni.... Le E.633 e compagnia cantante ( metto dentro anche i GAI ove c'erano soluzioni tecniche inimmaginabili, tipo rack con schede aventi connettori a pettine in armadi aperti verso il binario.....) hanno scontato la gioventù sia della tecnica che dei tecnici, del resto anche le E.120 hanno subito la stessa sorte...
L' errore è stato quello di ordinare subito la prima serie quando i prototipi erano stati provati poco ( e poi la logica di cadenzamento carichi della I serie fu progettata da uno che aveva come massimo obbiettivo quello di fare l' assessore al suo paese....)
Mi stavano facendo tornare il vizio del fumo visto che ad ogni inversione di marcia. prima che ripartisse tutto, facevi in trempo a fumarti una sigaretta......! Il bello era che si incazzavano pure perchè dicevano che si perdeva troppo tempo...... (per non parlare dei blocchi del GS). Un commento sui GAI? Basta dire che si sono accorti per caso di quello che succedeva ai passaggi a livello automatici per colpa delle armoniche....

Rispondi