Articolo su ipotesi ricostruzione ferrovie libanesi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Jacopo Fioravanti
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4864
Iscritto il: ven 04 giu 2004 15:53
Località: Ferrara

Articolo su ipotesi ricostruzione ferrovie libanesi

#1 Messaggio da Jacopo Fioravanti » mar 17 ott 2017 21:34

https://www.economist.com/news/middle-e ... ives-dream

Articolo pubblicato qualche giorno fa ma, non essendo di strettissima attualità, a mio avviso merita una segnalazione perché l'argomento è interessante.

Titolo: “La distruzione della Siria riporta in vita il sogno di una ricostruzione della rete ferroviaria libanese”.

In estrema sintesi l'articolo, dopo un preambolo in cui viene riassunta per sommi capi la vicenda storica della rete ferroviaria libanese, devastata dalla guerra civile 1975-1990 e rimasta da allora in uno stato di totale abbandono, cita un recente studio finanziato dalla Banca Europea degli Investimenti secondo il quale una linea che collegasse Beirut con il porto libanese di Tripoli genererebbe ricavi sufficienti a coprire i costi operativi e recuperare parte dei 3 miliardi di dollari necessari alla sua costruzione. Un eventuale prolungamento sulla città siriana di Homs, poi, secondo lo stesso studio costerebbe molto meno (di 3 miliardi di dollari) e genererebbe un ulteriore, significativo incremento di traffico.
Si accenna poi ad un consorzio di aziende italiane che starebbe considerando l'ipotesi di un tunnel sotto le due catene montuose che separano il Libano dalla Siria, per collegare direttamente Beirut a Damasco.
L'articolo si conclude osservando che, come è ovvio, un progetto di ricostruzione delle ferrovie libanesi non prenderebbe comunque mai avvio prima della fine della guerra in Siria, ma una linea che collegasse i porti mediterranei del Libano con le città siriane bisognose di cemento per la ricostruzione potrebbe destare l'interesse degli investitori cinesi e di quelli del Golfo, interessati ad accaparrarsi parte della “torta” da 200 miliardi di dollari della ricostruzione della Siria.
Jacopo Fioravanti
Ferrovie.it


E da levante il crepuscolo mosse alla conquista del cielo, e la tenebra mosse alla conquista della terra. Nella foschia s'accese, e luccicò subito, la stella della sera.

krisu99
*
*
Messaggi: 243
Iscritto il: gio 05 feb 2009 15:32
Località: Innsbruck / Varese / Nizza

Re: Articolo su ipotesi ricostruzione ferrovie libanesi

#2 Messaggio da krisu99 » mar 17 ott 2017 22:40

Idea interessante, non ci avrei mai pensato perché al giorno di oggi la linea nelle zone urbane e completamente invasa da costruzioni di ogni tipo. A Beirut la vecchia stazione e ancora ben messa e facilmente trovabile non lontano dal centro.
Ho viaggiato lungo la costa verso Tripoli qualche anno fa. A tratti il vecchio tracciato è ancora li, con rotaie. Pero direi che su 80% il sedime e stato invaso per altri usi purtroppo.
Un servizio ferroviario sarebbe assolutamente di grande utilità alla zone costiera che affonda in un traffico su gomma infernale, lungo strade interminabili incastrate tra autorimesse e centri commerciali stile autocad 1.0 ...

Più facile mi pare di riprendere i lavori lungo il tracciato della linea AV libica mai finita, che è ancora ben messa e anche reperibile su Google Earth praticamente in intero, dalla frontiere con la Tunisia fino a Benghazi, per piu di 1000km ...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: volvox e 3 ospiti