Varie USA

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2878
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Varie USA

#31 Messaggio da Carlosanit » mer 04 apr 2018 10:43

Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
E431.037
*
*
Messaggi: 923
Iscritto il: lun 18 dic 2006 23:15
Località: Genoa, Republic of Genoa (occupied by Italy)
Contatta:

Re: Varie USA

#32 Messaggio da E431.037 » mer 04 apr 2018 10:51

... e spiega perché le loco americane continuino ad avere la cabina arretrata :mrgreen: .
Oh listen to the jingle / The rumble and the roar
As she glides along the woodlands / Through the hills and by the shore
Hear the mighty rush of her engine / Hear that lonesome hobo's call
We're travelling through the jungles /On the Wabash Cannonball

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12300
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Varie USA

#33 Messaggio da sr » mer 04 apr 2018 11:14

Sul web ci sono una quantità di filmati di incidenti a PL americani soprattutto con camion.
Evidentemente non sono paranoici come da noi sulla sicurezza ai PL, ma forse la prendono anche un po' troppo alla leggera.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
E431.037
*
*
Messaggi: 923
Iscritto il: lun 18 dic 2006 23:15
Località: Genoa, Republic of Genoa (occupied by Italy)
Contatta:

Re: Varie USA

#34 Messaggio da E431.037 » mer 04 apr 2018 11:42

Le statistiche non mi sembrano particolarmente truculente, considerando l'estensione della rete:

https://oli.org/about-us/news/collisions-casulties

D'altro canto, fatta eccezione per le linee su cui si svolge servizio passeggeri (e non sempre nemmeno in questo caso, ci sono linee dove l'intero servizio passeggeri consiste di una coppia al giorno) e per poche linee principali, una linea che vede una dozzina di treni al giorno è considerata "piuttosto trafficata" :mrgreen:.

Spesso le compagnie ferroviarie (private) provvedono ad installare PL con barriere grazie anche a fondi federali o locali, ma rimane una miriade di PL dove strade rurali a traffico ridottissimo incrociano ferrovie con traffico altrettanto ridotto. Indubbiamente, ANSF imporrebbe l'installazione di PL a barriere ovunque :mrgreen: .
Oh listen to the jingle / The rumble and the roar
As she glides along the woodlands / Through the hills and by the shore
Hear the mighty rush of her engine / Hear that lonesome hobo's call
We're travelling through the jungles /On the Wabash Cannonball

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2878
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Varie USA

#35 Messaggio da Carlosanit » mer 04 apr 2018 22:14

Qui però le sbarre c'erano...
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 537
Iscritto il: dom 12 ago 2007 15:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Varie USA

#36 Messaggio da Frank_Castle » dom 29 apr 2018 19:37

Non tutte le loco hanno la cabina arretrata. Tuttavia è molto intenso lo "street running" in quanto vi sono un sacco di raccordi cittadini per non dire di rami che attraversano piccole cittadine per lungo (il sogno di ogni railfan). In più molti incroci sono senza pl pur attraversando strade locali non proprio "poco trafficate". Tuttavia più frequenti sono i semafori lampeggianti.
Però anche la mentalità è diversa: ad esempio è possibile guidare una moto senza casco in molti stati. Se cadi, sono cavoli e, soprattutto, spese tue per i medici.
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15574
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Varie USA

#37 Messaggio da Tz » gio 05 lug 2018 12:37

Dopo i filmati di treni russi per par-condicio devo mettere anche filmati di treni americani... :D

E' tutto quello che ho perchè sono molti anni che non vado in USA.
Sono filmati vecchi, girati tra il 1993 e il 2002 e ormai storici... con i Metroliner sul Corridor... girati in VHS e miniDV quindi accontentatevi della qualità.

https://www.youtube.com/watch?v=5MnjRvw ... e=youtu.be
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
E431.037
*
*
Messaggi: 923
Iscritto il: lun 18 dic 2006 23:15
Località: Genoa, Republic of Genoa (occupied by Italy)
Contatta:

Re: Varie USA

#38 Messaggio da E431.037 » gio 05 lug 2018 13:58

:=D>: :=D>: :=D>: Grazie!!

I bei tempi in cui Amtrak faceva soldi con il collettame (bellissimo il treno di carri chiusi con una carrozza [20:52] :D e l'altro con il Roadrailer in coda [20:13]) e le AEM-7 regnavano incontrastate sul North-East Corridor.
Oh listen to the jingle / The rumble and the roar
As she glides along the woodlands / Through the hills and by the shore
Hear the mighty rush of her engine / Hear that lonesome hobo's call
We're travelling through the jungles /On the Wabash Cannonball

Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 621
Iscritto il: mer 20 lug 2016 21:41

Re: Varie USA

#39 Messaggio da Ugo Fantozzi » lun 24 set 2018 12:47

Usa, treno merci deraglia in un fiume: le immagini dal drone
Un treno merci che trasportava sabbia e prodotti a base di soia è deragliato e 38 dei 95 vagoni sono finiti nel fiume Floyd, in Iowa. Secondo quanto riportato sui social network dallo sceriffo della contea, la causa dell'incidente, che non ha provocato vittime, non è stata ancora individuata. Nel video le immagini dall'alto riprese grazie ai droni.
https://video.repubblica.it/mondo/usa-t ... 042/315673
Più bimodali per tutti!
Bimodale in servizio intercity: http://www.jarnvag.net/images/bild/vagn ... 150401.jpg

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 32
Iscritto il: gio 10 ago 2017 15:27

Re: Varie USA

#40 Messaggio da gio77 » mar 25 set 2018 0:07

Da quello che vedo la causa sembrerebbe senza ombra di dubbio il cedimento del ponte completamente collassato.

Inviato dal mio Sony Xperia X utilizzando Tapatalk


Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39119
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Varie USA

#41 Messaggio da E412 » mar 25 set 2018 10:27

Beh, si. I treni di solito non guadano e lì non c'è traccia di ponte. Sarebbe interessante capire come e perchè è successo, il fiume non mi sembra particolarmente in piena (al momento delle riprese).

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
SAFF
**
**
Messaggi: 1349
Iscritto il: sab 01 apr 2006 15:30
Località: Toscana
Contatta:

Re: Varie USA

#42 Messaggio da SAFF » mar 20 nov 2018 19:20

Speleotema? No, speleotreno...
https://www.youtube.com/watch?v=72sk36FlaOQ
Matteo

Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 621
Iscritto il: mer 20 lug 2016 21:41

Re: Varie USA

#43 Messaggio da Ugo Fantozzi » ven 07 dic 2018 21:25

Un viaggio in treno attraverso l’America seguendo gli itinerari di una guida del 1879, per capire com’era il "Nuovo mondo" negli anni in cui si trasformava nella nazione più ricca mai esistita. È la nuova serie “Great American Railroad Journeys - Prossima Fermata, America”, che Rai Cultura propone in prima visione a partire da giovedì 5 ottobre 2017 alle 20.15 su Rai5. Protagonista della serie è il giornalista ed ex ministro britannico Michael Portillo, che sulle orme della Appleton's Guidebook pubblicata nel 1879, mostra in diciotto tappe come le Ferrovie abbiano contribuito alla ricostruzione di una nazione, dopo una crudele Guerra civile e la Rivoluzione industriale. Tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, lo sviluppo degli Stati Uniti fu profondamente legato al sopraggiungere delle ferrovie, che unirono il paese, spalancarono le porte al Selvaggio West e consentirono il commercio da costa a costa. Binario dopo binario, stazione dopo stazione, aiutarono ad alimentare il boom industriale che vide gli Stati Uniti superare l'Europa durante la Prima guerra mondiale e diventare una superpotenza. A ogni tappa, Portillo incontra gente del luogo rivelandone la cultura, i paesaggi, il cibo, la politica e lo sport. Prima tappa del viaggio è New York: qui Portillo è in partenza dal Grand Central Terminal, la maestosa stazione ferroviaria nel centro di Manhattan.
http://www.ufficiostampa.rai.it/dl/Uffi ... 03412.html
Più bimodali per tutti!
Bimodale in servizio intercity: http://www.jarnvag.net/images/bild/vagn ... 150401.jpg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti