Treni russi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25127
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Treni russi

#271 Messaggio da paolo656 » gio 05 lug 2018 17:20

::-?: io ricordo solo qualche spezzone, probabilmente dormivo! :D

Sai che nello specifico non ricordo se avevamo preso il Mosca Pechino? ho iniziato a usarlo due volte al mese solo a un certo punto....

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14832
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Treni russi

#272 Messaggio da Tz » gio 05 lug 2018 19:50

No, era il Mosca- Kemerovo... il Pechino è quello verde in fianco al cambio trazione a Balezino ed era dietro di noi...
Dormivi durante la fermata a Perm... :mrgreen:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
kappista
^_^
^_^
Messaggi: 75
Iscritto il: lun 04 gen 2010 10:01

Re: Treni russi

#273 Messaggio da kappista » ven 06 lug 2018 9:40

L'aggancio al min 3 e 29" è splendido, super morbido. Quel locomotore nuovo è molto bello. Dettagli tecnici? Grazie.
Keep the Faith

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38100
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni russi

#274 Messaggio da E412 » ven 06 lug 2018 10:03

E' una EP2K, macchina CoCo in corrente continua da 135t, vmax 160 km/h. Secondo railfaneurope sarebbe parente stretta delle TEP70 (diesel) in versione BS.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1599
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Treni russi

#275 Messaggio da Lirex » ven 06 lug 2018 12:14

La EP2K (ЭП2K) è stata la prima macchina di serie per passeggeri costruita interamente in Russia dopo la dissoluzione dell' URSS, ha equipaggiamento elettrico reostatico, ne sono state fatte 387 unità.
La classificazione delle loco russe dopo la serie "sovietica" delle Vladimir Lenin (VL) e Politburo (PB) utilizza la lettera iniziale Э seguita o dalla P (П) per le loco passeggeri ( che hanno il rubinetto del freno con sopra/sotto uno scatolino con i contatti per la frenatura EP e la condotta freno con il collegamento elettrico), o dalla S (C) con davanti il numero di sezioni per le macchine plurisezione ( da 2 a 4) il suffisso K ( kollektor) indica la presenza di motori a corrente continua. Il numero indica il progressivo,del progetto generalmente pari per le macchine DC, dispari per le AC, numeri alti per le bisistema)( la EP1 è la gemella a corrente alternata, sempre con motori a collettore e raddrizzatori a tiristori, ma stranamente senza la K finale).
La produzione di macchine "tradizionali" continua comunque anche se si sono affiancate nuove macchine con equipaggiamenti elettronici, costruite assieme a Siemens, Alstom, che però costano troppo e si sta tentando di sostituirle con inverter progettati in casa. Ultima nata è la 2ES5S costruita tutta con roba russa, che sostituirà nella produzione la 2ES5K

Avatar utente
kappista
^_^
^_^
Messaggi: 75
Iscritto il: lun 04 gen 2010 10:01

Re: Treni russi

#276 Messaggio da kappista » ven 13 lug 2018 17:30

Video un po' meno ferroviario ma suggestivo per qualità riprese e panorami tipicamente russi sulla tratta Mosca-Ulan Bator.

https://www.youtube.com/watch?v=S0L0Vb-FcOU
Keep the Faith

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25127
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Treni russi

#277 Messaggio da paolo656 » ven 13 lug 2018 21:46

Però è proprio commerciale, secondo me anche troppo.

Ci sono alcuni scorci interessanti, comunque esserci dentro è totalmente diverso dal vederlo.... :wink:

Avatar utente
ricc404
*
*
Messaggi: 840
Iscritto il: gio 17 mar 2005 14:06
Località: roma

Re: Treni russi

#278 Messaggio da ricc404 » gio 02 ago 2018 18:16

Salve, mia madre si sta facendo Mosca irkurts in treno con varie tappe. Dove posso trovare un orario ferroviario della transiberiana? Sul sito ufficiale non ho trovato pdf o simili

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Orario cadenzato integrato ovunque e comunque

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2505
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Treni russi

#279 Messaggio da Vainamoinen » mer 22 ago 2018 7:51

Non so se ne avete già parlato, ma volevo domandare: perchè l'ex-URSS e ora Russia per anni hanno costruito due macchine diesel assimilabili in tutto e per tutto? Ovvero, perchè in contemporanea per decenni hanno introdotto le M62 e le TE10 e derivate?
Stesse considerazioni industriali che hanno fatto produrre agli OKB militari negli anni '70 la triade di carri T-64, T-72 e T-80?
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1599
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Treni russi

#280 Messaggio da Lirex » mer 22 ago 2018 11:46

Le TE10 furono progettate nello stabilimento di Karkhyv nel 1958 per sostituite le TE3, con un nuovo motore da 3000CV e con circuiti di controllo della potenza tramite amplificatori magnetici, era una macchina a sagoma russa che è stata costruita in diverse varianti in più di 8500 unità, anche da parte degli stabilimenti di Lugansk e Voroshilovgrad.
La M62 è nata per la decisione di Krushev di "obbligare" i paesi del blocco sovietico ad approvvigionarsi di macchine comuniste dopo lo "sgarbo" dell' Ungheria che nel 1961 avevano ordinato alla NOAHB delle locomotive di derivazione americana , classificate M61. Le M62 furono progettarte da Lugansk e Kolomna e avevano sagoma UIC e sfruttavano inizialmente le stesse apparecchiature delle TE 10 ma con alcuni adattamenti e semplificazioni per stare nelle minori dimensioni ( in particolare la riserva di carburante era inferiore). Oltre alle macchine per i paesi amici, sono state costruite per le SZD circa 1700 unità, di cui alcune "militarizzate" per i treni armati. Non è da escludere che le M62 russe fossero state ordinate sia per caricare di commesse gli stabilimenti che in previsione di un uso militare ( dopo Ungheria 56) , per entrare nei paesi amici sulle linee a scartamento largo riportandoli sulla retta via in caso di comportamenti recalcitranti.....

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2505
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Treni russi

#281 Messaggio da Vainamoinen » mer 22 ago 2018 13:25

Gentilissimo come sempre!

P.S.
Mi sono accorto ora fra l'altro del motore diverso. E che le TE10 sono state costruite dagli stessi stabilimenti che sfornavano i carri T-34 nella seconda guerra mondiale (prima della forzata fuga oltre-Urali) e poi i T-54 e T-64 - fino al recente OPLOT ucraino. E tutto ciò spiega anche l'uso di un motore a pistoni contrapposti sulle TE10, cioè la stessa configurazione per i motori, nella versione 5DT e 6DT, adottati dai carri armati prodotti negli stessi impianti progettati da Morozov. A memoria, tali motori derivavano dallo Jumo 205, e nelle ultime versioni tuttora in produzione per il T-84 ucraino sono raffreddati ad aria (ovvio, visto il clima estremo) ma senza il ricorso della ventola, sistema quindi robusto ed economico.
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2505
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Treni russi

#282 Messaggio da Vainamoinen » ven 24 ago 2018 20:40

Che dire... non piove in Russia, diluvia!
https://www.youtube.com/watch?v=lU3sRrMKK5Y
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14832
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Treni russi

#283 Messaggio da Tz » ven 24 ago 2018 21:27

Ma in questi casi non si devono utilizzare i "treni navetta" ? ::-?:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38100
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni russi

#284 Messaggio da E412 » lun 27 ago 2018 12:01

Il 10D100 (il grosso motore delle TE10) credo fosse concettualmente di lontana derivazione Fairbanks-Morse, ai tempi della seconda guerra mondiale.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2505
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Treni russi

#285 Messaggio da Vainamoinen » mar 28 ago 2018 14:24

Dici derivato da qualche fornitura statunitense in tempo di guerra con la legge affitti e prestiti? Potrebbe essere, ammetto che non so cosa ferroviariamente parlando sia finito in URSS in quegli anni (mentre non ho problemi sul materiale bellico).
Sicuramente i motori dei carri derivano dallo Jumo 205: essendo lo stesso impianto a produrre anche le locomotive diesel, mi era parso logico che i motori avessero la stessa impostazione, pur con dimensioni e scopi diversi. Però in effetti non è da escludere possano trattarsi di copie dei F-M ::-?:
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti