Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2556
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#1 Messaggio da Vainamoinen » lun 30 lug 2012 14:55

Mi è appena arrivato l'Eisenbahnatlas Deutschland, edizione 2012 - aggiornato ad agosto 2011. L'ho abbondantemente sfogliato nel week-end e volevo condividere qualche opinione con i forumisti sulle DB.

Premetto che consiglio vivamente a tutti di comprare il ferroatlante: l'edizione crucca è molto più ricca di quella italiana, mostra le tratte (schematizzate) percorse anche da compagnie ferroviarie non DB (c'è anche il gruppo FS...), le linee adatte a velocità maggiore di 160 km/h... e altro ancora (segnalamento, musei ferroviari, fabbriche ferroviarie, etc...)!
In più ci sono le tavole delle ferrovie di tutta europa. La scala è... 1:4'000'000, ma la precisione risulta cmq notevole. Ci sono anche testi scritti da vari responsabili, compreso Grube (DB), ma il tedesco non è il mio forte... e quindi cosa scrivano lo ignoro. :oops:

Considerazioni sulle DB:

1) La densità di binari in terra tedesca è incomparabile con quella italiana - ma anche francese. E' singolare come moltissime tratte dispongano di quattro binari su due linee differenti, con possibilità di esercizio sicuramente più flessibili, ma anche con la possibilità di uno sviluppo territoriale diverso. Un esempio che citavo in un'altro 3D (http://www.ferrovie.it/forum/viewtopic. ... start=1140): se fra Milano e Torino, oltre alla linea storica, si fosse costruito un itinerario alternativo via Vigevano-Mortara-Casale Monferrato-Chivasso, come si sarebbe sviluppata l'urbanistica di queste città e delle due metropoli? Quali servizi in più si sarebbero ottenuti a beneficio dei cittadini? E quanti soldi si sarebbero risparmiati rispetto ai 60 M€ al km per la AV Milano-Torino?

2) Le linee ad alta velocità sono "calate ad hoc" su alcune tratte, e non progettate come mondo a parte rispetto alla rete convenzionale. Sicuramente aiuta il fatto che la rete AV sia sempre elettrificata in 15 kV, ma mi sembra anche di ravvedere una concezione diversa della ferrovia - ma qui ci si riallaccia al 3D sulle future AV tedesche.
Rimane il fatto che le AV tedesche sono molto più sfruttabili di quelle italiane, e fanno "più rete". E questo dipende anche da un'apertura mentale stessa delle DB che non vieta il passaggio di altri treni come da noi (le macchine polfase le avremmo per andare in AV...).

3) Qualsiasi stazione tedesca è fatta per minimizzare e migliorare i tempi di percorrenza: dove è possibile i binari di accesso sono molteplici (se penso a Rogoredo fino a pochi anni fà...), ma soprattutto, si cercano di evitare le inversioni: ci sono stazioni con lunghi cappi di raccordo che evitano l'inversione dei treni. Ce n'è una - ora non ricordo il nome - dove la ferrovia si arrotola su se stessa attorno al paese! Ovviamente il salto del montone è la norma e non salta mai... sul vuoto, come talvolta accade in Italia (Treviglio...).

4) Mi colpisce la ricchezza industriale e mineraria: sapevo che fosse lo stato più industrializzato d'Europa, ma vedere certe pagine dove ci sono solo miniere e industrie... beh, fa veramente impressione! Ovviamente la differenza con l'Italia è fisiologica: o hai il sottosuolo ricco... o non ce l'hai, ce poco da fare. E le industrie sono in parte conseguenza di questa ricchezza. Però colpiusce sempre la quantità di raccordi industriali, e il numero di... porti fluviali.

5) Non tutte le linee sono elettrificate, anzi! Ci sono linee a doppio binario che sono esercitate a trazione termica. Però in questo credo sia più corretto lìapproccio italiano, di elettrificare il più possibile, per questioni ambientali. Cmq nessuna arteria fondamentale in Germania oramai è a trazione termica.

6) Le linee sono... molto tortuose. Anche qui, salvo casi particolari, direi che l'efficacia delle ferrovie tedesche non derivino da ferrovie fantascientifiche con chissà quali opere d'arte (megatunnel, ponti chilometrici... ricorda qualcosa), ma dall'organizzazione stessa del sistema. Anche questo dovrebbe far riflettere i vertici FS.

7) Impressionante il sistema ferroviario di Berlino, con la StadtBahn progettata a 4 binari già alla fine dell'800! E soprattutto il sistema delle "kreuze", che permette l'interscambio fra le linee circolari e quelle uscenti dalla ciittà, siano esse S-bahn che linee effettive DB. Altrettanto apprezzabile l'Hauptbahnhof, con il doppio flusso di traffico (Nord-Sud ed Est-Ovest)...
Ultima modifica di Vainamoinen il mar 31 lug 2012 11:53, modificato 1 volta in totale.
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Aln
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3050
Iscritto il: sab 16 apr 2005 9:03
Località: Succursale del Piave km 16 + 824
Contatta:

Re: Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#2 Messaggio da Aln » lun 30 lug 2012 20:22

Vainamoinen ha scritto:In più ci sono le tavole delle ferrovie di tutta europa. La scala è... 1:4'000'000, ma la precisione risulta cmq notevole.
Non ce l'ho e non ho avuto ancora occasione di sfogliarlo. Confermi che ci sono delle tavole in iscala 1:4.000.000 di tutta Europa? Per "tutta Europa" intendi tutto quello che sta tra Oceano Atlantico e Monti Urali?
»Niente è più profondamente italiano delle FS. E niente rispecchia i limiti e i difetti del nostro popolo più delle Ferrovie dello Stato.«
_____________________
Alessandro
FERROVIE ON LINE

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3532
Iscritto il: sab 23 giu 2007 21:17
Contatta:

Re: Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#3 Messaggio da aln668.1207 » mar 31 lug 2012 0:57

Vainamoinen ha scritto:
3) Qualsiasi stazione tedesca è fatta per minimizzare e migliorare i tempi di percorrenza: dove è possibile i binari di accesso sono molteplici (se penso a Rogoredo fino a pochi anni fà...), ma soprattutto, si cercano di evitare le inversioni: ci sono stazioni con lunghi cappi di raccordo che evitano l'inversione dei treni. Ce n'è una - ora non ricordo il nome - dove la ferrovia si arrotola su se stessa attorno al paese! Ovviamente il salto del montone è la norma e di solito non salta... sul vuoto, come talvolta accade in Italia (Treviglio...).


5) Non tutte le linee sono elettrificate, anzi! Ci sono linee a doppio binario che sono esercitate a trazione termica. Però in questo credo sia più corretto lìapproccio italiano, di elettrificare il più possibile, per questioni ambientali. Cmq nessuna arteria fondamentale in Germania oramai è a trazione termica.

6) Le linee sono... molto tortuose. Anche qui, salvo casi particolari, direi che l'efficacia delle ferrovie tedesche non derivino da ferrovie fantascientifiche con chissà quali opere d'arte (megatunnel, ponti chilometrici... ricorda qualcosa), ma dall'organizzazione stessa del sistema. Anche questo dovrebbe far riflettere i vertici FS.
3) ti riferisci all'elicoidale di Rendsburg? Il Rendsburger Hochbruecke è una delle meraviglie ferroviarie d'Europa e la rampa elicoidale serve per alzarsi di quento basta per scavalcare il Nord-Ostesee Kanal che taglia la penisola dello Jutland e consente alle navi di passare dal mare del Nord al Baltico.

5) La Norimberga - Hof - Dresda e Regensburg - Hof (Dresda) sono ancora non elettrificate, perlomeno fino a Hof. Oltre l'elettrificazione è in corso.

6) Si, sono tortuose. E adoperano i "pendolini" per velocizzare la percorrenza. Proprio come da noi. :roll:
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2556
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#4 Messaggio da Vainamoinen » mar 31 lug 2012 9:31

Aln ha scritto:Per "tutta Europa" intendi tutto quello che sta tra Oceano Atlantico e Monti Urali?
Ammetto che sono cartte che mi interessano poco... e non ho fatto caso ai limiti geografici. Sicuramente non c'è la Gran Bretagna, pecca non indifferente. Ti faccio sapere.


@aln668.1207

3) No, non citavo il Rendsburg Brucke, che conosco bene grazie alle tue foto :D :D :D (dove vai quest'anno??). E' un paesello nel Niedersachsen, se non ricordo male. Appena ho tempo, posto il nome. Ma la soluzione è veramente interessante, anche se ovviamente, costosa.

5) E' trafficata come linea? Ammetto che da un atlante ferroviario i volumi di traffico diventano difficili da percepire. Dai tuoi resoconti mi ero fatto l'idea che Hof fosse relativamente secondaria, viceversa DB non avrebbe lasciato campo libero ad un operatore privato (almeno, questo secondo la logica Morettiana...).

6) Credo che il merito dell'ottimo servizio non sia ascrivibile solo ai sistemi di pendolamento, peraltro se non erro diffusi solo su linee diesel e su 60 ICE-T, ma proprio all'efficienza ricercata in ogni sua forma. E in questo tu stesso ne sei stato ampio testimone.
Quello che mi lascia allibito delle FS è l'incapacità dell'intervento puntuale per migliorare il servizio. Cosa che lascia ancora più perplessi poichè il grande Pareto (il 20% delle cause genera l'80% dei problemi, l'80% delle cause il 20% dei problemi) era proprio un tecnico delle ferrovie italiane!


Domanda personale: non trovo il tuo giro 2010... che fine ha fatto???
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3532
Iscritto il: sab 23 giu 2007 21:17
Contatta:

Re: Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#5 Messaggio da aln668.1207 » mar 31 lug 2012 12:26

Giro 2010... il resoconto è ancora da scrivere! :megaball::

punto 5) il traffico passeggeri è buono, il cadenzamento è orario su entrambe le diramazioni.
Lo scalo merci di Hof è notevole, per questo completano l'elettrificazione da Reichenbach a Hof.
Più a sud chissà... a trazione diesel è affascinante, quella linea, vale il viaggio.

Riguardo al punto 3) ci sono anche linee dove l'inversione è fatta andandoci in doppia simmetrica!
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2556
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#6 Messaggio da Vainamoinen » mar 31 lug 2012 14:02

aln668.1207 ha scritto:Giro 2010... il resoconto è ancora da scrivere! :megaball::
E io che lo stavo cercando come un disperato!! Fra l'altro ho mandato i link ad una mia amica germanofila per dargli spunti di mete per vacanze brevi, e pensa il mio imbarazzo a non trovare il 2010! :oops:
Almeno puoi anticipare dove sei stato (e magari postare qualche foto ramdom, così da rallegrarci i cuori)???

3) La città è Flensburg (ho ciccato land). Peraltro, riguardando bene la mappa, il "loop" è meno impressionante di quel che mi era sembrato la prima volta. Su maps si vede bene la stazione (presumo) centrale e quella secondaria sulla ferrovia diretta in Danimarca.
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17033
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#7 Messaggio da Ae 4/7 » sab 16 gen 2016 23:51

[OT]
Dall'atlante ferroviario del Dr. Koch (1893):
- Posnania: http://dx.doi.org/10.3931/e-rara-39816
- Berlino: http://dx.doi.org/10.3931/e-rara-39815
- Bromberg (Bydgoszcz): http://dx.doi.org/10.3931/e-rara-39814
- Stettino: http://dx.doi.org/10.3931/e-rara-39813
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Freccia della Laguna
**
**
Messaggi: 5702
Iscritto il: lun 28 ago 2006 19:14
Località: A bordo di un mezzo di trasporto per andare da qualche parte
Contatta:

Re: Eisenbahnatlas Deutschland (agosto 2011)

#8 Messaggio da Freccia della Laguna » mar 15 ago 2017 6:32

http://www.schweers-wall.de/atlas_deutschland.html

È uscita la versione 2017 dell'atlante :wink:
«Dall'asfalto non nasce niente / dal pietrisco nascono i fior»

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti