Trasporto merci

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#106 Messaggio da Ae 4/7 » mer 03 dic 2014 9:31

Comunicato stampa, il 2 dicembre 2014

Mandato per tutti i trasporti ferroviari di posta-pacchi e posta-lettere: FFS Cargo si aggiudica i trasporti della Posta Svizzera.

Nell’ambito di un bando pubblico, la Posta Svizzera ha assegnato a FFS Cargo l’appalto per tutti i trasporti ferroviari in Svizzera. Il mandato comprende i trasporti su rotaia per posta-pacchi e posta-lettere e ha una durata di quattro anni, con opzione di proroga.

FFS Cargo collegherà gli oltre dieci centri regionali della Posta su tutto il territorio svizzero con i centri lettere di Härkingen, Eclépens e Zurigo-Mülligen e i centri pacchi di Härkingen, Daillens e Frauenfeld. Per i trasporti la Posta richiede una precisione molto elevata, con strette finestre temporali calcolate al minuto. Ogni giorno lavorativo una sessantina di treni di FFS Cargo viaggerà per la Posta.

«Con questo mandato la Posta ha confermato la propria fiducia nel fatto che FFS Cargo sarà in grado di soddisfare le elevatissime esigenze in termini di puntualità dei trasporti effettuati e questo a un prezzo competitivo» ha dichiarato Nicolas Perrin, CEO di FFS Cargo. «Abbiamo ottenuto uno dei più importanti mandati nel traffico merci su rotaia svizzero e, nel contempo, abbiamo rafforzato la posizione di FFS Cargo nel traffico combinato.»

Al bando pubblico hanno potuto concorrere tutte le ferrovie merci interessate a livello europeo.
http://www.ffs.ch/gruppo/media/comunica ... 212_2.html
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7262
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Trasporto merci

#107 Messaggio da Cinghiale » mer 03 dic 2014 10:07

Comunicato che non ha alcuna ragion d'essere in una Nazione civile, al pari del contratto d'appalto: le Ferrovie Federali, in quanto Ente Nazionale, debbono occuparsi della Posta, servizio Nazionale.

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 11901
Iscritto il: dom 14 ago 2005 22:48

Re: Trasporto merci

#108 Messaggio da augustus » mer 03 dic 2014 11:36

Tutto fa brodo.
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
Nicola
**
**
Messaggi: 2260
Iscritto il: dom 04 dic 2005 11:14
Località: Lugano
Contatta:

Re: Trasporto merci

#109 Messaggio da Nicola » mer 03 dic 2014 16:50

Non sai quanto erano vicini a perderlo. O almeno l'aria era quella, visto che "la posta" non è piu cosi nazionale come crede cinghiale.
Forse dopo tutto e una volta tanto FFS Cargo ha veramente dimostrato di essere meglio attrezzata e piu affidabile della sua concorrente interessata al contratto, railcare.
Ae 6/6 11'460
SBB / CFF / FFS

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#110 Messaggio da Ae 4/7 » mer 03 dic 2014 17:11

Ma railcare fa ancora il Daillens (?)-Frauenfeld-Felsberg (?) o lo ha mollato?

***

Rettificherei così il Cinghiale-pensiero (mi si perdoni l'ardire):
Cinghiale ha scritto:Comunicato che non ha alcuna ragion d'essere in uno Stato civile, al pari del contratto d'appalto: le Ferrovie Federali, in quanto Ente federale, debbono occuparsi della Posta, servizio federale.
:D
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

FFS
*
*
Messaggi: 623
Iscritto il: ven 19 ago 2011 14:51

Re: Trasporto merci

#111 Messaggio da FFS » gio 04 dic 2014 12:20

Appartenendo al 100% alla Confederazione, esercitando il monopolio sulle lettere fino a 50g ed essendo incaricata di fornire il servizio universale in materia postale e del traffico dei pagamenti, La Posta è senza ombra di dubbio un istituto facente parte della cosiddetta Amministrazione federale decentralizzata, è quindi parte dello "Stato". Questo tuttavia fa sì che La Posta possa o in molti casi debba rispettare le disposizioni in materia di acquisti pubblici quando si tratta, ad esempio, di ordinare il servizio di trasporto su rotaia. Poi è anche vero che di fatto si sarebbe potuto giocare con il bando in modo tale da favorire le FFS e le possibilità di opporvisi sarebbero state poche ma sapere come è andata da questo punto di vista non è possibile...

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7262
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Trasporto merci

#112 Messaggio da Cinghiale » gio 04 dic 2014 16:58

Resta comunque un'assurdità: un Ufficio del Consiglio Federale utilizza i servizi di un altro, senza sporche contabilità aziendali, che puzzano tanto di Diritto privato.

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#113 Messaggio da Ae 4/7 » gio 04 dic 2014 17:11

Suvvia, la contabilità nell'Amministrazione federale si è sempre fatta (anche se per me la potrebbero pure abolire: mi risparmierei un paio di notti in bianco all'anno e molte seccature :megaball:: )...

***

Altri tempi:
Immagine
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#114 Messaggio da Ae 4/7 » lun 22 dic 2014 17:26

Beccato per caso a Lamone :D :

Immagine
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#115 Messaggio da Ae 4/7 » lun 19 gen 2015 23:00

Sembra che la velocità dei treni che trasportano cloro (tipicamente da Lione verso il Vallese) verrà prossimamente ridotta in modo tale da ridurre i rischi in caso d'incidente: http://www.rts.ch/play/tv/le-19h30/vide ... id=6471228
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#116 Messaggio da Ae 4/7 » gio 26 feb 2015 12:02

Franco forte, le FFS chiedono aiuto
Il traffico su rotaia è diventato troppo caro. Le ferrovie invocano sgravi da parte della Confederazione

La perdita di valore dell’euro nei confronti del franco svizzero ha serie ripercussioni sul traffico merci ferroviario in transito attraverso la Svizzera. Lo scrivono le FFS in un comunicato odierno, nel quale sottolineano che con l’abolizione del tasso di cambio fisso di 1,20 franchi svizzeri per ogni euro, a gennaio 2015, l’euro quale valuta europea di riferimento per il settore dei trasporti ha perso il 17 per cento del suo valore. Se si volge lo sguardo al 2009, quando il cambio era di 1,65 CHF/EUR, la perdita di valore si attesta addirittura al 40 percento.

Le attività di transito riescono a malapena a coprire i costi

In concreto questo significa che gli introiti in euro oggi hanno un peso decisamente inferiore rispetto ai costi in franchi. I servizi offerti dalle ferrovie merci che svolgono trasporti di transito in Svizzera vengono pagati dai clienti prevalentemente in euro. Le spese per la sezione di tratta svizzera tuttavia sono in franchi. Si tratta innanzitutto delle spese per i macchinisti, le locomotive, le tracce e l’energia. La conseguenza è una pressione enorme sui margini. A queste condizioni si riesce a malapena a condurre un’attività di transito in grado di coprire i costi che genera. Negli ultimi anni le ferrovie hanno già fatto molto per aumentare la loro competitività e continueranno a impegnarsi in tal senso. Le possibilità di intervento a breve termine sono tuttavia limitate.

Si teme una massiccia perdita di traffico su rotaia

La sezione di tratta che attraversa la Svizzera rincara del 17 percento. Uno svantaggio questo che non si può compensare alla luce dell’aspra concorrenza del traffico su strada. Inoltre negli ultimi due anni, con la discesa del prezzo del greggio anche i prezzi del diesel sono diminuiti del 22 percento. A beneficiare di questa situazione è soprattutto il traffico merci su strada. L’effetto del franco forte si fa sentire anche sul traffico merci su strada che attraversa la Svizzera, in quanto provoca pure un rincaro della tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP) per le aziende che pagano in euro. Tuttavia questo maggior onere risulta dimezzato grazie al vantaggio ottenuto dalla diminuzione del prezzo del diesel.

Tenendo conto dei tre effetti del cambio EUR/CHF, del prezzo inferiore del diesel e dell’aumento della TTPCP, ne emerge un rincaro relativo del transito ferroviario rispetto a quello stradale pari all’11 percento, che non si può compensare tanto rapidamente. Dal momento che il mercato può reagire molto velocemente a questo miglioramento della competitività, c’è il pericolo di un ritorno sulla strada dei trasporti combinati e, di conseguenza, una massiccia perdita di traffico su rotaia in transito attraverso la Svizzera.

Sono necessari provvedimenti da parte della Confederazione

Per contenere questa possibile redistribuzione dei trasporti, le ferrovie merci si aspettano che la Confederazione verifichi eventuali misure in grado di ridurre lo svantaggio competitivo del traffico combinato. Tra le varie possibilità, si segnalano, ad esempio, la sospensione temporanea della riduzione pianificata degli incentivi allo sviluppo del traffico combinato e un sensibile sgravio per il traffico merci su rotaia nell’ambito della revisione del sistema dei prezzi delle tracce 2017. Il Consiglio federale e l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) hanno la competenza necessaria per decidere l'adozione di questi efficaci provvedimenti.

Inoltre le aziende svizzere interessate stanno cercando il dialogo con le autorità per sottoporre soluzioni volte a garantire il successo della politica di trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia. È importante anche che la nuova legge sul trasporto delle merci per il traffico interno venga varata rapidamente per assicurare in futuro l’esistenza di condizioni quadro calcolabili per questo settore.

Redazione | 26 feb 2015 09:39
http://www.ticinonews.ch/svizzera/22953 ... dono-aiuto

Paghino l'usura delle rotaie, piuttosto (anche se l'acciaio Krupp si paga in euro e quindi costa meno)...
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2268
Iscritto il: dom 02 gen 2005 17:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Trasporto merci

#117 Messaggio da Vainamoinen » gio 26 feb 2015 13:18

Questo mina "alla base" il nuovo traforo del S. Gottardo? O la tratta senza pendenze gravi - e quindi minor costi dovuti alla trazione singola invece che doppi/tripla - renderanno cmq appetibile il trasporto su ferro via Svizzera?
Bisogna proprio dire che il mio prof di microeconomia aveva ragione: "l'Economia è un universo stocastico"!! :mrgreen: :mrgreen:
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#118 Messaggio da Ae 4/7 » mer 01 apr 2015 7:12

31.03.2015 09:15 - UST, Mobilità (0352-1502-90)

Trasporto merci 2013
Il trasporto merci cresce del 2%

Neuchâtel, 31.03.2015 (UST) – Nel 2013, le prestazioni del trasporto merci su strada e rotaia hanno registrato un incremento del 2,3%. La crescita del trasporto ferroviario è stata del 5,5%, ovvero più significativa rispetto a quella del trasporto stradale (0,4%). Sono questi alcuni risultati della statistica del trasporto merci realizzata dall’Ufficio federale di statistica (UST). Per la prima volta da quindici anni, nel 2013 sono state rilevate anche le prestazioni degli autofurgoni.

Il volume del trasporto merci è influenzato grandemente dall'andamento dell'economia e del commercio. In seguito alla crisi economico-finanziaria, nel 2009 le prestazioni di trasporto su strada erano scese del 2% e quelle su rotaia del 14%. Da allora, il trasporto merci in Svizzera ha continuato a crescere ogni anno, fatta eccezione per il 2012. Mentre nel 2013 la crescita dei trasporti stradali è stata piuttosto modesta (0,4%), la ferrovia ha registrato il maggior incremento degli ultimi sette anni, con un solido 5,5%.
Nel 2013 la percentuale della ferrovia rispetto all'insieme delle prestazioni di trasporto si aggirava intorno al 37%, quella della strada era intorno al 63%. Nel 1980 la quota relativa ai trasporti ferroviari era ancora del 53%, mentre da dieci anni oscilla tra il 36 e il 40%. Ne consegue che la Svizzera usa i trasporti ferroviari molto più dell'Unione europea: nel 2012, la media dei 28 Paesi dell’UE era di appena il 20% per l'insieme dei trasporti ferroviari di merci.

La ferrovia prediletta nel traffico di transito, la strada nel traffico interno
La ferrovia offre vantaggi soprattutto sui lunghi percorsi, come è il caso del traffico di transito. La distribuzione regionale capillare delle merci, invece, può essere effettuata nella maggior parte dei casi solo su strada. Il 63% delle prestazioni di trasporto ferroviarie riguarda il traffico di transito, mentre sulla strada predomina il traffico interno con una percentuale del 62%.
Nel 2013, i veicoli pesanti svizzeri hanno erogato prestazioni di trasporto per un volume pari a 10,9 miliardi di tonnellate-chilometro. Il principale gruppo di merci trasportate è stato quello dei prodotti alimentari, con una quota del 19%. Segue la categoria dei «minerali non energetici» con il 17%.
I veicoli per il trasporto di merci leggeri vengono usati tipicamente per la consegna di piccoli carichi o per i servizi di trasporto di posta e pacchi. Gli autofurgoni vengono usati anche per le cosiddette corse di servizio, per esempio quando un artigiano si reca da un cliente per effettuare un'installazione o una riparazione. Per i veicoli leggeri, il gruppo di merci più frequentemente trasportato è stato quello dei «beni non mercantili» (14% di tutte le prestazioni di trasporto), seguito da quello dei prodotti alimentari (11%). Sono considerati «beni non mercantili» per esempio gli attrezzi o materiali da lavoro usati dagli artigiani per le installazioni o le riparazioni e non destinati alla vendita.

Forte espansione del parco di autofurgoni
In Svizzera nel 2013 (giorno di riferimento: 30 settembre) circolavano 51’011 veicoli stradali pesanti (41’650 autocarri e 9361 trattori a sella con un peso complessivo totale superiore alle 3,5 tonnellate). Il gruppo dei veicoli commerciali leggeri era ancora più consistente, con ben 320’350 veicoli in circolazione (318’622 autofurgoni e 1728 trattori a sella con peso complessivo totale inferiore alle 3,5 tonnellate). Mentre il parco dei veicoli pesanti e dei trattori a sella leggeri è rimasto relativamente stabile dal 1993, il numero di autofurgoni è salito del 59%.

I veicoli leggeri percorrono due terzi dei chilometri
Nel 2013, i veicoli per il trasporto di merci leggeri hanno percorso 3,9 miliardi di chilometri sul territorio svizzero (63% dell'intera prestazione del trasporto merci su strada), mentre i veicoli pesanti ne hanno percorsi 2,2 miliardi (37%). Mentre il traffico pesante è soggetto a un divieto di circolazione notturna tra le 22.00 e le 5.00 nonché a un divieto di circolazione domenicale, queste limitazioni non esistono per i veicoli leggeri. Nelle ore notturne (dalle 22.00 alle 5.00) gli autofurgoni hanno percorso 113 milioni di chilometri, il che corrisponde al 3% dell'intera prestazione di trasporto. Il sabato gli autofurgoni percorrono un numero di chilometri di cinque volte inferiore a quello di un giorno settimanale, e la domenica dieci volte meno.

Meno emissioni di gas nocivi grazie ai progressi tecnici
Dall'ottobre 2009 possono circolare solo i veicoli pesanti che soddisfano almeno i requisiti sui gas di scarico della norma Euro 5. Dal 2014 è in vigore una norma ancora più severa, la Euro 6. Gli sviluppi in direzione di una flotta veicoli ancora più ecocompatibile sono incoraggiati anche dalla tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP), in base alla quale vigono requisiti meno severi per i veicoli a bassa emissione di gas nocivi. Dei 1,7 miliardi di chilometri complessivi percorsi dai veicoli per il trasporto di merci in Svizzera nel 2013, il 68% è stato opera di veicoli omologati Euro 5 e un altro 3% di veicoli immatricolati in base alla norma Euro 6. Nel 2010 la quota dei veicoli omologati Euro 5 era solo del 49%.
http://www.bfs.admin.ch/bfs/portal/it/i ... essID=7762
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 6804
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Trasporto merci

#119 Messaggio da simplon » gio 09 apr 2015 17:56

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16412
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto merci

#120 Messaggio da Ae 4/7 » sab 25 apr 2015 17:47

Nelle prossime settimane la Re 487 001 della SRT sarà provvisoriamente sostituita dalla 187 009 di Bombardier: http://www.railpictures.net/viewphoto.php?id=528218
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite