Re 460

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
ssb
**
**
Messaggi: 2582
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Re 460

#121 Messaggio da ssb » mar 17 ott 2017 11:56

Ma leggere quanto scritto e linkato no? cit. UluruMS :mrgreen:

Sono di ABB. Uno per carrello stando al video, con la novità che saranno escludibili singoli motori come nelle 465.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13719
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Re 460

#122 Messaggio da UluruMS » mar 17 ott 2017 18:26

::-O:
Gombloddo!
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12262
Iscritto il: dom 14 ago 2005 23:48

Re: Re 460

#123 Messaggio da augustus » mar 17 ott 2017 20:56

La prima uscita è la 117-5 con segnalazione in fiancata "Test", idem per la prossima che uscirà. Potranno circolare coi treni normali, ma verranno poi valutate le risultanze dei test.

Tutte le Re460 saranno atte a passare sotto il GBT, in previsione delle IC2000 (Dosto) revampizzate e dei 4m; Toni Häne le vuole "assolutamente" sotto il GBT verso il Ticino per far fronte alle richieste della clientela. Mi domando se compo "robuste" non debbano poi viaggiare in DTS (come si vede oggi sulla dorsale E-O)

Alcuni dei vecchi convertitori GTO e vecchie parti restano a Yverdon a disposizione per eventuali sostituzioni su materiale non ancora ammodernato.
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12262
Iscritto il: dom 14 ago 2005 23:48

Re: Re 460

#124 Messaggio da augustus » mer 18 ott 2017 21:54

Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16989
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Re 460

#125 Messaggio da Ae 4/7 » lun 23 ott 2017 20:59

Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16989
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Re 460

#126 Messaggio da Ae 4/7 » lun 30 apr 2018 16:02

L'altro giorno osservavo di sfuggita una delle 460 con l'uccellaccio in rilievo (la OO7, mi pare), il quale fa la sua discreta figura; ho visto bene che non reca alcun numero frontale? Come si spiega che su altre serie si levano i numeri cromati per sostituirli con patacche dalla dubbia estetica mentre qui li si cancella integralmente? ::-?:
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12262
Iscritto il: dom 14 ago 2005 23:48

Re: Re 460

#127 Messaggio da augustus » mar 01 mag 2018 0:51

Nuove di pacca (17 e 20.4.2018) anche Mendrisiotto e Monte Generoso
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16989
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Re 460

#128 Messaggio da Ae 4/7 » sab 26 mag 2018 15:24

Locomotiva Re 460: un modello di qualità che sopravvive al tempo
25 anni fa, quando la locomotiva Re 460 venne impiegata per la prima volta nell’esercizio pianificato, i ferrovieri rimasero affascinati ed estraniati. Oggi l’ex ammiraglia del progetto Ferrovia 2000 si prepara per un secondo quarto di secolo.

18.05.2018 | Testo: Rudolf Eichenberger | Foto: SBB Historic / CFF Historic / FFS Historic

Secondo quanto riportato dal Corriere FFS dell’aprile 1993, nel vedere la nuovissima Re 460, allora chiamata anche «locomotiva 2000», il capostazione di Domodossola esclamò affascinato: «Ah, il loc Pininfarina!». Il macchinista Ernst Blaser, invece, si sentì un po’ a disagio nella sua nuova postazione di lavoro. Gli mancava la solita finestra da aprire in cabina di guida. Al suo posto c’era una minuscola apertura, chiusa da una specie di porta da frigorifero. Si rammaricava del fatto che venisse meno il contatto con le persone fuori.

Prima e ultima del suo genere
Dal punto di vista tecnico la «locomotiva 2000» era perfettamente al passo coi tempi e il suo design, frutto della genialità dell’italiana Pininfarina, risulta ancora oggi attuale. In quanto prima locomotiva a convertitore di serie delle FFS, era la più veloce (230 km/h) e rispetto alle sue antenate a quattro assi, anche la più potente (6100 chilowatt). Fu la prima a essere ottimizzata in termini aerodinamici e venne dotata di un convertitore GTO, una tecnologia a suo tempo estremamente moderna. Sotto due aspetti la Re 460 è però anche l’ultima del suo genere: si tratta dell’ultima «locomotiva universale» e dell’ultima locomotiva interamente sviluppata dall’industria svizzera. La sua nascita è da ricondurre a uno studio commissionato dalle FFS a BBC e SLM nel 1987, anno della votazione popolare su Ferrovia 2000: nell’ambito del programma per il futuro della ferrovia prese infatti il via anche lo sviluppo del nuovo veicolo.

Un’instancabile lavoratrice
Le 119 Re 460 hanno fatto e fanno un duro lavoro. In 25 anni molte di loro hanno percorso oltre cinque milioni di chilometri. Oggi sempre più elettrotreni si sostituiscono alle composizioni con locomotiva e carrozze; tra i più recenti figurano ad esempio il «bipiano TLP» di Bombardier e il Giruno di Stadler. Ciononostante, la Re 460 continuerà a solcare la rete ferroviaria svizzera ancora a lungo. Grazie a un programma di ammodernamento, infatti, la flotta si prepara a circolare per un altro quarto di secolo: le officine FFS di Yverdon rinnovano diversi componenti tecnici e sostituiscono il convertitore di corrente ottenendo un notevole risparmio di energia. 16 locomotive sono già state ammodernate, il prossimo passo sarà l’autorizzazione d’esercizio definitiva. Sebbene il numero sarà leggermente ridotto, FFS Viaggiatori prevede di continuare a impiegare queste locomotive nel traffico a lunga percorrenza fino a metà degli anni 2040. Ancora una volta la conclusione è semplice: la qualità sopravvive al tempo.
https://dima.sbb.ch/inviaggio/articolo/ ... e-al-tempo

Interessante soprattutto la galleria foto (a me pare tuttavia di ricordare anche certi servizi del TG non molto teneri nei confronti della festeggiata... ::-?: ).
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti