Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16735
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#421 Messaggio da Ae 4/7 » gio 12 ott 2017 16:38

Lamentabile il fatto, a proposito di tavolette, che i computer per cercare gli orari a Berna siano stati sostituiti da due tavolette coreane ubicate in biglietteria (equipaggiate con l'assai poco intuitiva app e soggetti agli orari d'apertura della biglietteria medesima).

P.S. Nei giorni scorsi, a proposito invece di aumenti dei prezzi, ci ho anche rimesso lo sconto (200 Fr.) ottenuto da Mr. Prezzi, avendo disdetto nei termini l'AG (ovvero un mese prima della scadenza) ma poi avendolo, nondimeno, rinnovato allo sportello prima della scadenza... :shoot:
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16735
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#422 Messaggio da Ae 4/7 » dom 29 ott 2017 10:21

IVA giù, ma non per le FFS
Le imprese di trasporto non intendono ripercuotere sugli utenti l'adeguamento dell'IVA previsto nel 2018

domenica 29/10/17 05:10 - ultimo aggiornamento: domenica 29/10/17 08:06

Dal primo gennaio 2018 l'imposta sul valore aggiunto scenderà dello 0,3% (passando al 7,7%) ma non per le Ferrovie federali svizzere, che intendono mantenere l'attuale aliquota IVA dell'8%.

Lo scrive la NZZ am Sonntag nella sua ultima edizione, spiegando che - come altre imprese di trasporto - le FFS giustificano la loro scelta col fatto che l'ultimo aumento dei prezzi, risalente al cambio di orario 2016/2017, ancora non permette di coprire i costi aggiuntivi. Intervistato dal domenicale, il sorvegliante dei prezzi Stefan Meierhans assicura che si occuperà certamente della questione.

AlAn
https://www.rsi.ch/news/svizzera/IVA-gi ... 22146.html
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
cf
**
**
Messaggi: 2047
Iscritto il: lun 01 mag 2006 10:18
Località: Berna - Ticino (Svizzera)
Contatta:

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#423 Messaggio da cf » lun 30 ott 2017 8:05

In realtà non mantengono l'aliquota all'8%, ma mantengono i prezzi invariati malgrado la diminuzione dell'IVA
L'altro dì andando a Cevi...

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12093
Iscritto il: dom 14 ago 2005 22:48

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#424 Messaggio da augustus » lun 30 ott 2017 21:54

I tablet sono già ben poco accetti, come evidenziato da clientela romanda e svizzero-tedesca.
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16735
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#425 Messaggio da Ae 4/7 » ven 01 dic 2017 18:10

Dal 20 Min di oggi (p. 7):
Immagine
https://epaper.20minuti.ch/?locale=it#r ... 17-12-01/7

(G.-M. Schucan non faceva il rappresentante della Confederazione nel CdA delle FART? ::-?: )
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12093
Iscritto il: dom 14 ago 2005 22:48

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#426 Messaggio da augustus » ven 01 dic 2017 20:42

Già da qualche mese le FFS hanno rassicurato che non venderanno un bel nulla e che la questione sicurezza dati è prioritaria.
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12093
Iscritto il: dom 14 ago 2005 22:48

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#427 Messaggio da augustus » sab 02 dic 2017 17:37

http://www.20min.ch/schweiz/news/story/ ... h-20273985

Siccome diminuisce l'IVA al 7.7% (dall' 8% precedente), si avranno enormi ripercussioni nel calo dei biglietti: l'AG costerà ben 11 dobloni in meno all'anno, dice M.me Pilloud.
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16735
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#428 Messaggio da Ae 4/7 » dom 03 dic 2017 10:00

Troppa grazia! Sperando che le disposizioni pervengano anche al sud delle Alpi e che lo sconto non si volatilizzi quindi, come nel caso dei 200 Fr. di ribasso ottenuti quest'anno da Mr. Prezzi, durante la traversata del S. Gottardo... :roll: :roll:
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16735
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#429 Messaggio da Ae 4/7 » mar 05 dic 2017 18:14

Dal Giornale del Popolo cartaceo di oggi (mi scuso per l'assenza del link, che non esiste):
Cantone

Utilizzare i treni FFS sarà più facile

Il portavoce delle FFS per il Ticino, Patrick Walser, ha fatto sapere che le FFS stanno procedendo con un miglioramento dei servizi.

Lo scorso 6 novembre, alcuni esponenti del movimento giovanile cantonale (Baggi, Monaco e Rappi), assieme al presidente dei Giovani PPD svizzeri, Tino Schneider, hanno scritto una lettera aperta alle FFS in cui esprimevano il disagio vissuto in seguito a corse costantemente in ritardo, vagoni sovraffollati, spazio insufficiente per bagagli o biciclette e passeggeri cost rett i a scendere dal treno per motivi di sicurezza. Oltre a ciò, nella lettera vi erano pure delle proposte sviluppate per migliorare la situazione, tra cui l’introduzione di un abbonamento che estenda la fascia oraria di uso gratuito dei mezzi pubblici agli studenti in modo da consentire una maggiore diluizione e una conseguente minore pressione sulle corse serali, nonché valutare l’adozione del moderno sistema “Pay as you go”, già diffuso in diverse città europee. Il portavoce delle FFS per il Ticino, Patrick Walser, ha fatto sapere che le FFS stanno procedendo con un miglioramento dei servizi in tal senso. Ad esempio, con l’offerta di un “Billig-upgrade” che offre la possibilità di pagare un surplus di soli 5-10 franchi, a dipendenza se il tragitto è più o meno lungo di 30 minuti, permettendo ai viaggiatori di seconda classe di proseguire il viaggio in prima in caso di sovraffollamento del treno. Inoltre, in un’ottica di sperimentazione, Gian- Mattia Schucan –fondatore e CEO della Fairtiq (applicazione che permette l’utilizzo del sistema “Pay as you go” o “BIBO – Be-in/Be-out) – ha recentemente comunicato che a partire da inizio 2018 il loro servizio sarà implementato nell’applicazione delle FFS, permettendo così di testare questo nuovo sistema di pagamento per tutta la Svizzera. Sulla stessa linea, ci sarà pure “L ezzgo” – l’applicazione “sali, cambia, scendi e paga dopo”–sempre introdotta a partire dall’anno nuovo dall’azienda di trasporti BLS.
Per quel che mi riguarda, so per quale partito non voterò alle prossime elezioni...
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12093
Iscritto il: dom 14 ago 2005 22:48

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#430 Messaggio da augustus » mar 05 dic 2017 22:11

"Pay as you go" è un'idiozia totale: se sapessero cosa implica a livello di ammodernamento di tutti i mezzi pubblici, si renderebbero conto dell'idiozia.
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Mac-OS-X
*
*
Messaggi: 149
Iscritto il: gio 16 apr 2009 2:12

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#431 Messaggio da Mac-OS-X » ven 15 dic 2017 14:13

Non si potrebbe integrare la consultazione dell'orario negli automatici emetti-biglietti con un adeguamento del software?
(tra l'altro ieri ho scoperto che le macchinette sono in grado di erogare resto anche in banconote... in genere o pago con la carta di credito o il biglietto lo faccio online, ma la tessera non voleva leggermela...)

Avatar utente
topdollars2
*
*
Messaggi: 498
Iscritto il: dom 18 ott 2015 15:51
Località: Colonia

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#432 Messaggio da topdollars2 » mer 07 mar 2018 6:15

Berna, 6 marzo 2018
«Biglietto mezzi pubblici 2020» soluzioni svizzere per trasporti pubblici più semplici
Digitalizzazione, tariffe armonizzate, nuove strutture per il settore. Nell’ambito del progetto «Biglietto MEZZI PUBBLICI 2020» le imprese di trasporto e le comunità tariffarie regionali della Svizzera lavorano insieme al futuro del trasporto collettivo. Il settore si appresta a varare questo nuovo programma in modo congiunto e con un ampio consenso, allo scopo di elaborare soluzioni adeguate nel mondo della mobilità sempre più digitalizzato. L’intento è di soddisfare al meglio, con prodotti innovativi, le necessità e le attese di tutti i clienti ma anche dei Comuni, dei Cantoni e della Confederazione quali committenti e finanziatori del trasporto pubblico.
Sempre più persone in Svizzera fanno capo ai mezzi pubblici di trasporto. Entro il 2030 si prevede una crescita fino al 50 percento sui principali assi di traffico. Al contempo, l’avanzare della digitalizzazione muta anche le modalità d’uso: l’arrivo di nuovi sistemi di trasporto aumenta la concorrenza intermodale e i clienti beneficiano di nuove offerte. Il settore dei trasporti pubblici ha capito questo cambiamento di tendenza e con lo SwissPass, da ormai quasi tre anni, ha imboccato l’era dell’abbonamento elettronico. Di propria iniziativa ha inoltre lanciato una piattaforma comune di distribuzione digitale e orientata al futuro.
Oggi Jeannine Pilloud (FFS), Franz Kagerbauer (Comunità dei trasporti di Zurigo, ZVV) e Bernard Guillelmon (BLS) hanno illustrato al pubblico i passi che saranno compiuti con il «Biglietto mezzi pubblici 2020».
Moltre strade portano al biglietto giusto
In primo piano vi è la domanda di come, chi viaggia, può procurarsi il titolo di trasporto più consono alle proprie necessità. Da un lato si vogliono quindi ampliare con nuove offerte i canali già sperimentati per l’acquisto dei biglietti prima del viaggio. In concreto, ad esempio, si punterà allo sviluppo di nuovi distributori automatici, per i Tablet, facili da usare, moderni e convenienti. La digitalizzazione consente però di pensare anche a modelli alternativi, come il computo del prezzo del viaggio solo in un secondo tempo. Già oggi sul mercato svizzero si trovano corrispondenti applicazioni per il Ticketing elettronico sugli smartphone, che rilevano il viaggio in maniera digitale. Mediante standard vincolanti per l’intera Svizzera il settore dei TP assicura la parità di trattamento di tutti gli acquirenti. Anche in futuro chiunque dovrà poter accedere ai trasporti pubblici in maniera semplice e senza ostacoli. In questo contesto, le imprese di trasporto e le comunità si occupano intensamente anche degli aspetti legati alla tutela dei dati e all’anonimità del viaggiare.
Tariffe semplici, armonizzate e orientate al cliente
Nel nostro paese sussisteranno anche in avvenire tipologie di biglietti differenziate per regione. Un fatto di per sé logico e che risponde alle necessità delle molteplici categorie di passeggeri. Contineranno a esistere prodotti pensati su misura per mercati diversi come il traffico turistico o pendolare. Obiettivo del settore, tuttavia, è di semplificare le rispettive tariffe, armonizzandole. A tale riguardo, l’aspetto principale sarà quello di poter compiere ogni viaggio con i mezzi pubblici servendosi di un unico titolo di trasporto. Verranno inoltre eliminate la poche differenze ancora esistenti fra la tariffa nazionale e le tariffe comunitarie. Nel futuro per esempio saranno adottate disposizioni tariffali unitarie per il trasporto di animali o delle biciclette oppure riferite a uno specifico gruppo d’età. Standard settoriali saranno poi definiti per gli ambiti legati ai sistemi di distribuzione e il controllo dei biglietti.
Una collaborazione efficiente e vincolante, per evitare costosi doppioni
I progetti attualmente in corso vengono elaborati insieme dalle imprese di trasporto e dalle comunità. Un punto cardine del programma «Biglietto mezzi pubblici 2020» è costituito anche dalla volontà di creare moderne ed efficienti strutture per la collaborazione fra questi universi finora piuttosto distanti. Anche in quest’ambito si vogliono realizzare progressi, sfruttando i punti di forza dell’attuale sistema. Organismi comuni e procedure snelle renderanno più facile l’adozione di decisioni efficaci, che abbiano possibilmente validità generale per tutti gli interessati. Solo così il settore potrà agire in misura più flessibile e rispondere con rapidità al mutevole contesto esterno. Base per questa collaborazione sarà una nuova convenzione «C 500», che dovrà essere sottoscritta da tutte le aziende e comunità.

Contatto per i media:
Sabine Krähenbühl, Communicazione ch-direct
https://www.ticket2020.ch

::-?:
Call Okay

Avatar utente
topdollars2
*
*
Messaggi: 498
Iscritto il: dom 18 ott 2015 15:51
Località: Colonia

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#433 Messaggio da topdollars2 » gio 05 apr 2018 20:35

Offerta Abbonamento Svago inserita sul sito FFS.
Dettaglio non da poco: tale abbonamento è valido solo in combinazione con un Metà prezzo
Call Okay

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16735
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#434 Messaggio da Ae 4/7 » lun 23 apr 2018 20:57

SVIZZERA23.04.2018 - 12:10 | LETTO 1'692 AGGIORNAMENTO 14:01
La buona notizia delle FFS: nessun aumento di prezzo dei biglietti per il 2019
In giugno entreranno in vigore riduzioni, in particolare per i biglietti unici per tragitti in Svizzera, per un totale di nove milioni di franchi dovute alla diminuzione dell'IVA

ATS/AF

BERNA - Buone notizie per gli utenti dei trasporti pubblici: nel 2019 non ci sarà un aumento generalizzato dei prezzi. Lo ha deciso venerdì l'associazione Servizio diretto svizzero (ch-direct).

I prezzi rimarranno invariati malgrado per quest'anno sia previsto un rincaro dello 0,6% e l'offerta sia stata ampliata, precisa un comunicato. L'associazione ricorda inoltre che in giugno entreranno in vigore riduzioni, in particolare per i biglietti unici per tragitti in Svizzera, per un totale di nove milioni di franchi dovute alla diminuzione dell'IVA.

Il 4 aprile è stato pure lanciato il nuovo abbonamento Evasione che permette viaggi occasionali a prezzi vantaggiosi. Se combinata all'abbonamento a metà prezzo, la nuova proposta permette da 20 a 30 giorni di escursione l'anno senza restrizioni.
https://www.tio.ch/svizzera/attualita/1 ... er-il-2019

(Notare come CH-D e FFS vengano usati in maniera intercambiabile... ::-?: ). L'abbonamento "evasione" (dalla Stampa?) mi pare la classica trovata per tentare di rendere meno indigesta la sempre anelata soppressione dell'AG (come le fatture a posteriori, ecc.).
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12093
Iscritto il: dom 14 ago 2005 22:48

Re: Aumentano del 6,4% le tariffe da dicembre 2010

#435 Messaggio da augustus » mar 24 apr 2018 12:23

Nessuna diminuzione per gli utili idioti con AG? :mrgreen: (in realtà proprio due giorni fa la Pilloud mi/ci ha mandato due buoni da 5 franchi da spendere nel WR... :mrgreen: )
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti