Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Ferrovie.it
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7999
Iscritto il: ven 28 set 2007 4:41

Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#1 Messaggio da Ferrovie.it » mer 13 mar 2019 18:56

Doppelmayr completa la più grande rete funiviaria urbana del mondo

È entrata in esercizio la decima linea della più grande rete funiviaria urbana del mondo. La Línea Plateada (linea d'argento) è l'ultima ad essere...
Ferrovie.it

marcomarcon
*
*
Messaggi: 101
Iscritto il: gio 05 mag 2005 10:20
Località: Torino

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#2 Messaggio da marcomarcon » mar 26 mar 2019 17:26

Non capisco qualcosa, evidentemente: 2760 metri percorsi in 11.62 minuti, ovvero una velocità di circa 14 km/h. Che vantaggi mi da rispetto ad altri mezzi di trasporto? Io le funivie le vedo bene solo in ambiti "difficili": elevate pendenze, ostacoli naturali (fiumi, dirupi) ma in città? La bicicletta è più rapida, un normale autobus non ha bisogno dell'infrastruttura... boh?
Marco

fla221
**
**
Messaggi: 1375
Iscritto il: gio 02 set 2010 13:00

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#3 Messaggio da fla221 » mar 26 mar 2019 18:49

Forse vi sfugge il contesto dove è stata realizzata…

Il costo è infinitamente minore, l'impatto dei cantieri sulla città idem, la velocità di realizzazione molto ridotta.

Immagine

Immagine

gbelogi
**
**
Messaggi: 5562
Iscritto il: lun 21 ago 2006 19:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#4 Messaggio da gbelogi » mar 26 mar 2019 19:17

Se tra il punto iniziale e finale c'è una viabilità infernale, oppure un fiume o altra barriera, il vantaggio della funivia è presto detto.

Svantaggio rispetto ad una metro è la portata, vantaggio è il costo sicuramente inferiore.

Per Roma si parla di realizzare una funivia in tre posti:
- da Piazzale Clodio e dal Ponte della Musica a Monte Mario. Si tratta di un percorso diretto in cui un autobus ha un tempo di percorrenza molto maggiore. L'unica strada diretta che svolge lo stesso percorso viene chiamata il K2, basta la parola, si tratta di una strada al di fuori di ogni norma per una città. Qui il vantaggio della funivia è ovvio, purchè venga raggiunto il cuore del quartiere che è Piazzale Belsito.
-da Eur a Magliana FS. In questo caso c'è di mezzo un fiume e anche se eiste un ponte la viabilità è completamente sfavorevole. Una funivia ci può stare, con un costo basso si crea un effetto rete notevole tra la linea S1 e la linea B della metro.
-il caso più controverso: da futura fermata Brembo della linea A fino a Casalotti. In questo caso si tratta di una zona in cui la città è cresciuta in modo osceno, su delle collinette intervallate da qualcosa di simile a dei canyon. Bisogna averlo visto e vissuto per capire di che situazione oscena si stratta. In questo caso una funivia consentirebbe di scavalcare questi dislivelli in modo che nessun autobus potrebbe fare, ed è un terreno in cui prolungare la metro sarebbe un bel casino per gli stessi motivi di cui sopra.

Qui la mappa della rete di La Paz.

https://it.wikipedia.org/wiki/Teleferic ... La_Paz.svg
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

gbelogi
**
**
Messaggi: 5562
Iscritto il: lun 21 ago 2006 19:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#5 Messaggio da gbelogi » mar 26 mar 2019 19:20

..potenzialmente una funivia la si può anche smontare e rimontare altrove.

Mi chiedo quanti sono i giorni di chiusura dovuti a maltempo, ad esempio per temporali o per vento forte.

Ecco un file con una propostsa per la funivia di Monte Mario a Roma:

https://www.pumsroma.it/wp-content/them ... 02_470.pdf
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 8228
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#6 Messaggio da simplon » mer 27 mar 2019 9:45

Resta il sogno, tecnicamente fattibilissimo, di una funivia turistica (ma non solo, anzi) sullo stretto di Messina. :D
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39683
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#7 Messaggio da E412 » mer 27 mar 2019 10:44

marcomarcon ha scritto:
mar 26 mar 2019 17:26
Non capisco qualcosa, evidentemente: 2760 metri percorsi in 11.62 minuti, ovvero una velocità di circa 14 km/h. Che vantaggi mi da rispetto ad altri mezzi di trasporto? Io le funivie le vedo bene solo in ambiti "difficili": elevate pendenze, ostacoli naturali (fiumi, dirupi) ma in città? La bicicletta è più rapida, un normale autobus non ha bisogno dell'infrastruttura... boh?
Basta che ti fai un giretto per La Paz con street view per capire dove risiede il vantaggio di quel trasporto aereo in una città così particolare e adeguatamente congestionata :D

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

fla221
**
**
Messaggi: 1375
Iscritto il: gio 02 set 2010 13:00

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#8 Messaggio da fla221 » mer 27 mar 2019 12:56

gbelogi ha scritto:
mar 26 mar 2019 19:20
..potenzialmente una funivia la si può anche smontare e rimontare altrove.

Mi chiedo quanti sono i giorni di chiusura dovuti a maltempo, ad esempio per temporali o per vento forte.
Al maltempo inteso come pioggia o neve zero (lo dimostrano le applicazioni in ambito montano), l'unico nemico potrebbe essere il ghiaccio ma in particolarissime condizioni che in città non si verificano mai.

Sul discorso vento dipende da tanti fattori (tipologia linea, campate, zone, etc), comunque la resistenza al vento è ottima fino ai 30-40 km/h oltre bisogna vedere. Ma onestamente nelle nostre città venti superiori a questi si registreranno 2-3 gg anno.

marcomarcon
*
*
Messaggi: 101
Iscritto il: gio 05 mag 2005 10:20
Località: Torino

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#9 Messaggio da marcomarcon » gio 28 mar 2019 15:51

E412 ha scritto:
mer 27 mar 2019 10:44
Basta che ti fai un giretto per La Paz con street view per capire dove risiede il vantaggio di quel trasporto aereo in una città così particolare e adeguatamente congestionata :D
Dalle foto dell'articolo non era affatto chiaro e no, non ho provato Street View. Ad ogni modo avevo premesso che con forti pendenze e ostacoli naturali possono avere la loro ragion d'essere ma dalla mappa ho visto che ogni linea ha tre-quattro fermate al massimo e quindi i cambi sono frequenti. Il tutto per una portata di 3000 persone all'ora. Boh, non lo so, ma mi convince pochissimo
https://it.wikipedia.org/wiki/Teleferic ... La_Paz.svg
Marco

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39683
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#10 Messaggio da E412 » gio 28 mar 2019 16:08

La città è costruita in una valle, e tra le zone più basse e quelle più alte di El Alto ci ballano quasi 1000 metri di dislivello. Sviluppo urbanistico caotico, viabilità limitante e congestionata, non si tratta di un paese ricco...in fin dei conti mi sembra una soluzione abbastanza semplice e ragionevole al problema della mobilità locale. :wink:
Altre sarebbero state potenzialmente più efficaci, ma probabilmente non avrebbero mai visto la luce.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Coccodrillo
***
***
Messaggi: 10145
Iscritto il: lun 10 mag 2004 20:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Doppelmayr completa la più grande rete... | Del 13/03/19

#11 Messaggio da Coccodrillo » gio 28 mar 2019 17:23

La divisione in linee separate è per motivi tecnici. Avere linee uniche tipo blu-rosso-arancio sarebbe fattibile ma più complesso. Le cabinovie lunghe sono sì divise in più impianti indipendenti che si scambiano le cabine l'un l'altro, ma separarli/unirli nell'esercizio non è evidente (per esempio per garantire la spaziatura fra le cabine, che non può essere casuale). Certo, sono problemi risolvibili, ma se si dividono gli impianti che si scambiano le cabine in gruppi di 3/4 al massimo invece di una dozzina, la gestione è molto più semplice.

Un esempio di problema è il guasto di un impianto in mezzo alla catena: non basta premere un pulsante per isolarlo da quelli adiacenti, bisogna fermarli tutti, togliere le cabine poste sui binari di raccordo fra impianti e poi risistemare la spaziatura delle cabine degli impianti così isolati.

D'altro canto le cabinovie moderne sono nate per il turismo di montagna, con catene di pochi impianti e stazioni (un esempio già estremo in montagna è una di Zermatt, 3 impianti con 6 stazioni).
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti