Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3509
Iscritto il: sab 23 giu 2007 20:17
Contatta:

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#61 Messaggio da aln668.1207 » mer 21 mar 2018 13:26

Ad ogni modo le mie fonti sulla rete provengono dall'interno.
Non posso rivelarle per ovvie ragioni di riservatezza.
Posso dire che non sono così ottimistiche come si vorrebbe far credere anzi, direi piuttosto pessimiste.

Ancora una cosa e poi la smetto, visto che non c'è verso di ragionare.

Sono dati pubblici, è proprio Terna quella che calca la mano sulla fragilità della rete di trasmissione a nordest, dove la vetustà della rete ex SADE, non adeguatamente connessa con l'unica dorsale a 380 kV un po' moderna è fonte di costante preoccupazione (ci sono stati due eventi meteo che hanno buttato giù la dorsale a 380 kV e in quel periodo la rete era prossima al collasso), e dove le interconnessioni con Austria e Slovenia potrebbero essere utili in entrambi i versi.
Lato Francia forse non ci saranno problemi, verso nord-est i problemi ci sono, eccome.

Ribadisco: lo sviluppo della trazione elettrica non andrà di pari passo con l'adeguamento delle reti di trasmissione e distribuzione, sarà più rapido (per gli spostamenti locali un'auto elettrica la prenderei pure io, e subito anche) e prima o poi il problema verrà fuori.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
VT98
**
**
Messaggi: 1845
Iscritto il: dom 29 feb 2004 22:15
Località: Vittuone-Arluno

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#62 Messaggio da VT98 » mer 21 mar 2018 13:28

aln668.1207 ha scritto:
mar 20 mar 2018 18:17
..Avremo l'auto elettrica, ma la rete collasserà.
Spero di sbagliarmi.
Si, per fortuna ti sbagli. Ma solo in parte: NON avremo l'auto elettrica E la rete collasserà :>:):
"Indicare se cieco, sordo, imbecille, scemo di mente o mentecatto"- Censimento del Regno d'Italia - 1871

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25106
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#63 Messaggio da paolo656 » gio 22 mar 2018 15:07

I dati che ho riportato sulla rete sono quelli pubblici, e non c'è motivo di mettere sempre in dubbio un valore partendo da una situazione specifica e locale rendendola "nazionale". Ci saranno xxx problemi, ma la situazione va guardate nel contesto generale. Sul sito di Terna ci sono informazioni dettagliate con valori che fino a prova contraria vanno ritenuti come di riferimento.

A questo aggiungo un estratto del piano 2017-2021

Di conseguenza, nei prossimi 5 anni il Gruppo Terna prevede investimenti per lo sviluppo della rete elettrica che raggiungeranno circa 4 miliardi di euro, superiori di circa il 30% rispetto a quanto previsto dal precedente Piano Strategico.
Tra le principali infrastrutture elettriche in corso di realizzazione figurano le interconnessioni con Montenegro e Francia, la cui entrata in esercizio è prevista per entrambe nel 2019. Nell’arco di Piano saranno avviati il nuovo progetto SACOI3 (collegamento Sardegna, Corsica e Italia) e l’interconnessione elettrica Italia-Austria.


download.terna.it/terna/0000/0896/63.PDF

e402a
**
**
Messaggi: 1903
Iscritto il: sab 30 lug 2005 13:01
Località: Veneto

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#64 Messaggio da e402a » sab 24 mar 2018 16:54


gbelogi
**
**
Messaggi: 5307
Iscritto il: lun 21 ago 2006 18:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#65 Messaggio da gbelogi » sab 24 mar 2018 17:03

Interessante l'intervento di Aln668 che ci ricorda la debolezza della rete di distribuzione della corrente.

Argomento di cui i costruttori di auto elettriche e i produttori di energia fai da te se ne sbattono.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25106
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#66 Messaggio da paolo656 » dom 25 mar 2018 20:11

Premesso che non so che tipo di produttore menzioni, di certo però una produzione diffusa locale non solo evita le perdite per trasmissione ma è pure "migliorativa" per l'aspetto (non reale) che menzioni relativo alla presunta (da te) rete in affanno. Se non ti è chiaro poni la domanda che lo spiego per esteso.

Ricordo, dato che sfugge parecchio, che il fabbisogno di EE in Italia è in diminuzione dal 2007. Il che --ovviamente-- si riflette anche sulla questione rete. Però se preferite continuare a restare su certe idee...prego.... :roll:

gbelogi
**
**
Messaggi: 5307
Iscritto il: lun 21 ago 2006 18:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#67 Messaggio da gbelogi » dom 25 mar 2018 21:24

Anche la produzione locale ha bisogno di una rete generale funzionante.

Poi, per sfruttare a pieno le produzioni "locali" di corrente servirebbe una rete che possa portare in modo efficiente energia dai campi di pale eoliche della costa tedesca a quelli del sud-europa e viceversa, per compensare le fluttuazioni di produzione.

Il problema di chi pensa e finanzia la produzione di energia elettrica "locale" è che dimentica di investire sull'infrastruttura che rende la produzione di energia elettrica "locale" sensata in primo luogo.

Una buona fonte per informarti sull'argomento è "The economist", parecchi articoli sul tema negli ultimi anni.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25106
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Di FlixBus il primo pullman elettrico per... | Del 13/03/18

#68 Messaggio da paolo656 » dom 25 mar 2018 22:39

Sei sicuro che non dovresti informarti --meglio-- tu? vedi tu, libero di non farlo.

Produzione locale e "nord-sud" Europa sono ovviamente in contrasto. Quindi? di che parli, e di che parlano? d'altro canto ho menzionato la richiesta dell'UE di raggiungere il 10% di interscambio con i paesi confinanti.

Peraltro non c'è alcuna logica nel trasportare (diciamo così) l'EE su lunghe distanze, dato che le perdite sono proporzionali alla distanza. Dove sarebbe la logica? me la spieghi? senza menzionare a caso testate però. Dimmi in concreto. (se vuoi)

La logica dei "magapunti di produzione" appartengono al passato, la logica è una solida rete di produzione con impianti efficienti distribuiti e le varie rinnovabili con "microproduzioni". Se fosse conveniente trasportare EE, l'ho già detto, la venderemmo noi da qui, con costi di produzione (ovviamente) decisamente inferiori.

E tutto il concetto di trigenerazione? lo imposti su distanza o localmente? quindi? tante belle teorie o qualcosa di concreto?

La cogenerazione/trigenerazione in ambito industriale e relative aree locali è in importante sviluppo (municipalizzate e zone industriali), io stesso sto avviando un impianto da 1 MW elettrico e 3 termici (faccio anche questo). La differenza tra le parole e il lavorarci sopra....

Poi, ripeto, vedi tu. Unica nota: prendi altri per i fondelli, se ti va.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite