Monorotaia Alweg di Torino

Immagine Gli aggiornamenti della rete ferroviaria italiana dai volumi di Ennio Morando.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Alejandro
**
**
Messaggi: 2979
Iscritto il: mer 21 dic 2005 22:31
Località: Ferrovie Regionali del Lazio

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#16 Messaggio da Alejandro » dom 24 apr 2016 11:36

Nel momento in cui si pensa a qualcosa di alternativo
rispetto ai mezzi tradizionali i risultati non sono sempre
lusinghieri, l'unica alternativa riuscita ad emergere e' il
transhlor, neanche cosi tanto rivoluzionario in fin dei conti,
in futuro riuscirano a stupire con qualcosa di veramente innovativo.
siamo ot
L'arte della vita sta nell'imparare a soffrire e nell'imparare a sorridere..
No all'escizzazione degli Ic!!
definitivamente e felicemente defacebookizzazione completata

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: RE: Re: Monorotaia Alweg di Torino

#17 Messaggio da luca295 » dom 24 apr 2016 11:52

peofsz1600 ha scritto:. Però mi domando, sul trasporto pubblico cittadino a cosa possa servire: la struttura è point to point ma non prevede deviatoi quindi, può servire al massimo una tratta con 7' di viaggio di andata a cui aggiungere i tempi di inversione stimabili in 3'. Quanto lunga potrebbe essere una tratta del genere, prevedendo fermate ogni 1000m? 3 km ad essere ottimisti. ...
.

La monorotaia di Kula Lumpur e' stata inaugurata nel 2003 . E ' a doppio " binario" con scambi tra uno e l'altro, e sede in cemento armato come quella torinese. Ha fermate ogni circa 600-700 metri ed e' lunga 8,6 km. Velocita' massima di 60 km/h .
Trasporta 25 milioni di pax /anno ( in continua crescita. Ancora frenata dal fatto che manca integrazione tariffaria con metropolitana, ferrovia suburbana e altri mezzi ) , quindi meno di una metropolitana ma molto di piu di quanto si possa fare con una tramvia ( quella di firenze ne trasporta 12 con frequenze di 3' - al suo limite tecnico ).

I costi di costruzione sono relativamente bassi . La monorotaia - a patto che ci siano le condizioni per avere un viadotto di ca in citta ' ( certo non e' proponibile nei nostri centri storici ) , ha un senso " economico "
Immagine

Alejandro
**
**
Messaggi: 2979
Iscritto il: mer 21 dic 2005 22:31
Località: Ferrovie Regionali del Lazio

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#18 Messaggio da Alejandro » dom 24 apr 2016 12:25

A Roma baleno' la proposta di realizzarla da Ponte Mammolo a Cinecitta', dopo aver realizzato un corridoio della mobilita' non troppp perfetto e una mancata tranvia, il limite tra l'apparire innovativo e una sua reale utilta' e: molto labile, per fortuna non se ne e' fatto piu' nulla
L'arte della vita sta nell'imparare a soffrire e nell'imparare a sorridere..
No all'escizzazione degli Ic!!
definitivamente e felicemente defacebookizzazione completata

Avatar utente
Ale841
*
*
Messaggi: 185
Iscritto il: dom 11 gen 2004 0:57
Località: Taormina

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#19 Messaggio da Ale841 » dom 24 apr 2016 13:21

Io ho provato la gemella di Seattle. Non è lentissima. Certo è più che altro una attrazione turistica.

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11079
Iscritto il: mer 28 gen 2004 12:06
Località: Torino / Traves in estate

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#20 Messaggio da Grande Puffo » dom 24 apr 2016 20:24

Si tratta di uno dei miei ricordi più antichi. Avevo 2 anni e 10 mesi, ma ho una memoria eccezionale per i fatti della prima infanzia. Ho anche un ricordo preciso di 4 mesi prima. Il più vecchio di tutti.
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
DAL 13/12/09 NO MORETTAV ®
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 24741
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#21 Messaggio da paolo656 » dom 24 apr 2016 20:57

Luca: non è necessario costruire un viadotto. E' sufficiente costruire appunto una snella struttura in acciaio che costituisce la monorotaia, sorretta da colonne in acciaio e la via è fatta.

Ciò non toglie che l'impatto non sia trascurabile, anche se ben inferiore a quello che si può immaginare guardando quelle in fotografie.

Riguardo al tram: se in sede propria, e il confronto nasce proprio dal realtà di Mosca (struttura integrata nei mezzi pubblici) ove per buona parte sotto c'è una linea di tram in sede propria, non vedo perchè dovrebbe avere meno capacità. A questo aggiungi che in ogni caso raggiungere le stazioni sopraelevate porta via tempo. Poco ma lo porta via.

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#22 Messaggio da luca295 » lun 25 apr 2016 0:06

1- non sono un fan delle monorotaie..
2- vero. Ma non c'e' molta differenza come impatto tra ca e tralicci di acciaio ( vedi dusseldorf)
3- le tramvie pur in sede protetta hanno tipicamente attraversamenti a raso, che ne impongono un limite in frequenza - soprattutto se si vogliono attraversamenti asserviti ( via libera all'arrivo del tram). E' esattamente il caso della tramvia di firenze, che con 12 M pax annui e ' gia alla saturazione. Possono essere aumentati, ma numeri oltre i 20 Mpax sono difficilmente raggiungibili. .
La monorotaia si pone abbastanza in mezzo tra metrotramvie e metropolitane ( su cui si fanno numeri > 100M pax annui ) come capacita', mantenendo un buon rapporto capacita'/costi.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 24741
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#23 Messaggio da paolo656 » lun 25 apr 2016 9:05

Non ho materialmente tempo di fare io fotografie in questi giorni, uso quelle pubbliche.

Chiaramente l'infrastruttura non è pesante quanto quella in CA. Eccola

Immagine



Immagine

Immagine

Immagine

Ed ecco sotto i tram. 2 linee, sostanzialmente per quasi tutta la giornata ogni 90-120 secondi passa un mezzo. Ma non puoi paragonare un'opera fatta in una città storica con scelte fatte in città in espansione. Sai come li risolviamo qui? togliamo il più possibile attraversamenti a raso. Le auto fanno un giro diverso, si ridisegna la circolazione. Non ci sono alternative: se il mezzo pubblico deve essere un asse portante e al tempo stesso non intralciare, occorre spazio per lui e spazio per il mezzo privato. Quindi via attraversamenti, percorsi magari più lunghi per le auto ma senza soste, quindi meno energia sprecata in colonne e attese.

Immagine

Nel contesto nel quale si trova ha un senso, supera infatti una ferrovia, collega due rami di metro evitando un lungo giro (ma per questo si è al lavoro da 12 mesi e si è al 90% di un anello ferroviario integrato che collega tutti i rami estremi delle linee, oltre a servire con numerose fermate aggiuntive zone non coperte direttamente dalla metro). La uso, è a 2 fermate da casa mia. La usano, capita che i treni siano pieni. Sono molti i turisti perchè permette di vedere scorci molto belli. Ma se non devo percorrerla tutta, di certo salgo sul tram sottostante.......

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#24 Messaggio da luca295 » lun 25 apr 2016 10:37

Scusa. Non riesco a cogliere la diffetenza di impatto visivoImmagine
Rispetto ad altre infrastrutture dopraelevate la monorotaia ha proprii il pregii di essere particolarmente " leggera". Anche in ca.

Tu hai dati dei pax trasportati dalle tramvie?
Io per quel che ne so al mondo che trasportanto 25-30 milioni di pax per direttrice non ne esistono.

Quanto agli attraversamenti a raso certo che si possono evitare. Ma non conviene : fa lievitare i costi enormemente.
Conviene a quel punto passare sottoterra ( perdendo la complanarita' ) facendo metropolitane leggere o, anche meglio, tramvie che convergono in tratte sotterranee ( al volo mi viene in mente San Francisco ).

Sono due mezzi di trasporto diversi con diverse specificita'. La monorotaia e' piu vicina alla metropolitana, con pregi e difetti.

Il suo piu grande limite e' che in un contesto urbano che abbia piu di 50 anni e' pressoche inutilizzabile.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 24741
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#25 Messaggio da paolo656 » lun 25 apr 2016 11:07

Io noto una certa differenza tra queste tre infrastrutture...ciascuno noti quel che vuole...

Mastodontica


Immagine

Più limitata ma con spessore rilevante

Immagine

Ridotta al limite

Immagine




Da qui al 2030 sono in costruzione 600 km di tram, quelle che ti ho riportato sono le impostazioni. E dato che i numeri sono vincenti, perchè visibilmente, negli ultimi 9 anni la qualità del trasporto e la quantità del trasporto su mezzo pubblico è decisamente migliorata (parliamo di 650 mil di pax/anno solo per gli autobus con la previsione di un raddoppio al 2020 con la sostituzione in parte fatta con tram in sede propria con l'eliminazione il più possibile delle interferenze, che non sono frequenti. Le linee portanti attuali, poi, hanno anche tratti lunghi di transiti in parchi/boschi, presenza costante in tutti i quartieri).

I pianificatori hanno provato la monorotaia, l'hanno integrata nel sistema e alla fine loro (e io che la uso) propendono più per altri mezzi.

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#26 Messaggio da luca295 » lun 25 apr 2016 11:37

Guarda che ti sbagli.... la prima e la seconda foto inquadrano la stessa monorotaia da due angolazioni diverse. La struttura in ca non e' per niente mastodontica,dato che ha solo piloni ogni credo 30-40 metri e la monorotaia stessa, che credo sia larga mezzo metro.
Nel caso di Kuala la particolarita' semmai e' il veicolo, che e' particolarmente minuscolo di sagoma .

Quanto ai mezzi di trasporto.
Amche io preferisoc per n ragioni il tram a tante altre soluzioni.
Questo non significa che la m. non abbia un senso - per questo avevo risposto all'intervento -perche' rispetto ad una tramvia si pone ad un livello superiore di capacita' di trasporto.
Non sono direttamente confrontabili. A pari domanda di trasporto un tragitto di monorotaia corrispondono almeno 2 di tramvia - il che potrebbe essee visto come magggior capillarita' - quindi appunto una scelta strategica di programmazione ( e mia opinione migliore ) .

Non e' propro necessario fare polemica su tutto, eh...

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1250
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#27 Messaggio da Lirex » lun 25 apr 2016 12:10

Sono due tecnologie diverse
Quelle di QwalaLumpur e di Seattle hanno Tecnologia Alweg ( ora Hitachi) che è caratterizzata da un carrello pesante e richiede la guida in cemento, quella di Mosca ha tecnologia Intamin , sempre di tipo appoggiato, ma che ha ruotine più piccole ed è adatta più ai sistemi di People mover.
Il migliore utilizzo del sistema AlwegHitachi si ha a Chongqing dove vi sono due linee di metropolitana con monorotaie "pesanti", con treni da 6 carrozze che nulla hanno da invidiare ai treni tradizionali.
Ma qua la scelta è stata obbligata dalla particolare orografia della città

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#28 Messaggio da luca295 » lun 25 apr 2016 12:15

Grazie per le precisazioni.
Comunque si chiama Kuala !! ( che in malese significa qualcosa come " foce " , "palude". )

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 24741
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#29 Messaggio da paolo656 » lun 25 apr 2016 12:29

E anche, diciamolo da utilizzatore, Lirex, quello che uso io non è un gran sistema....

Luca: la totale differenza di angolazione mi ha tratto in inganno, restano comunque gigantesche le differenze. Spero anche nei risultati, però....

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Monorotaia Alweg di Torino

#30 Messaggio da luca295 » lun 25 apr 2016 13:02

Non so. A me non piacciono questi mezzi ibridi.
Il caso di Kuala e' l'unico che io conosca personalmente veramente inserito nel Tpl . Ma la gestione del Tpl in Malesia e' catastrofica. Ogni vettore ha un suo operatore , sue tariffe ecc ecc. So che la monorotaia ha avuto grossi problemi economici, poi e' stata rilevata da altra azienda che ci sta investendo ( tra l'altro hanno allungato i convolgi ) e sembra che funzioni - pur se in un ambito disastroso.
Conta che se viaggi in 3-4 persone puoi contrattare con i taxi prezzi piu bassi dei mezzi pubblici . ( che pero' sono piu veloci ).

Inoltre anche l'integrazione funzionale e' pessima. Un capolinea e' la " sentral station" ferroviaria , nodo della rete suburbana e del KLIA , nonche' fermata per i pochissimi treni LP esistenti , ma per arrivare alla monorotaia bisogna passare attraverso un mega centro commerciale ( attraverso nel vero senso della parola).
Il capolinea a nord sarebbe collegato sempre alla rete " commuter " KMT ( suburbana) ma lungo il marciapiede di una strada di frande comunicazione con in oercorso di centinaia di metri .
Uno degli interscambi con le metropolitane ( 2 linee ) forse e' un po migliore.
Comunque il volume di persone trasportate e' notevole - come ho scritto , piu del doppio della T1 di Firenze che sta lavorando a saturazione.

A Putrajaya - una sorta di " citta' governativa" nonche ' sede di universita a pochi km da Kuala, una seconda monorotaia e' stata prevista ma non costruita ( eccetto che per il nodo di interscambio con la " ferrovia veloce " KLIA che unisce Kuala, Putrajaya e l'aeroporto di Sepang ).

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti