Le "nostre" FS

Immagine Gli aggiornamenti della rete ferroviaria italiana dai volumi di Ennio Morando.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14477
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Le "nostre" FS

#121 Messaggio da quattroe28 » lun 06 dic 2010 16:54

alcune cose sono condivisibili, altree no.
comunque segnalo questa:
Paolo Rumiz, nell'introduzione al suo libro [i]L'Italia in seconda classe[/i] ha scritto:

Sulla Cecina-Volterra non viaggiano più i passeggeri, ma solo treni merci
::-?: ::-?:
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

ESCity81
**
**
Messaggi: 3881
Iscritto il: dom 11 ott 2009 18:56

Re: Le "nostre" FS

#122 Messaggio da ESCity81 » mar 07 dic 2010 10:07

Sì sarà confuso con la Collesalvetti (che peraltro è inserita nello stesso quadro orario della Volterra, con indicata l'unica coppia di autobus).
DAVIDE - ESCity

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14477
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Le "nostre" FS

#123 Messaggio da quattroe28 » mar 07 dic 2010 14:13

mmmhh.. probabilmente hai ragione.
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

carloE444
**
**
Messaggi: 1132
Iscritto il: mer 20 gen 2010 19:35

Re: Le "nostre" FS

#124 Messaggio da carloE444 » mar 07 dic 2010 14:58

Arrivo ora, con molto ritardo, a leggere questo topic... e a fare i complimenti a tutti per gli splendidi racconti.

Un grazie speciale a delmo che con il suo mi ha fatto risvegliare ricordi bellissimi della mia infanzia, negli anni '70, in vacanza a Finale Ligure, quando passavo più tempo in stazione che in spiaggia (e quando ero in spiaggia aspettavo che arrivasse l'ora per andare in stazione). L'inizio di quelle vacanze era sempre un'emozione. Un viaggio con il Riviera Express dal Lago Maggiore, dove abitavo, a Finale.

Ricordo che la carrozza di prima classe (di solito una UIC X DB o FS) era la prima in partenza da Arona (di solito dietro un E 646 2a serie) e, chiaramente, l'ultima in arrivo a Finale. Questa posizione, su un treno composto mediamente da 17 vetture, comportava sempre il 'disagio' (per me bambino, in realtà, divertentissimo) di dover salire sulla massicciata, ben oltre la fine del marciapiede del binario 9 dove di solito veniva ricevuto ad Arona, e di dover scendere a Finale... in galleria.

La stazione di Finale, era, poi, un paradiso. Ricordo i Rapidi per Torino del primo pomeriggio con le carrozze 'centoporte' o le 'tipo 1921' (ebbene sì, negli anni '70 esistevano Rapidi con quelle carrozze!) trainati da E 636 o E 626, i Ventimiglia-Schaffausen con le UIC X FFS (alcune in livrea C1), i Port Bou con le UIC Y SNCF, i TEE Cycnus e Ligure affidati alle Tartarughe, ma molto spesso anche alle E 646 o alle E 636.

Alessandro
***
***
Messaggi: 10089
Iscritto il: mar 30 ago 2005 13:21
Località: Genova
Contatta:

Re: Le "nostre" FS

#125 Messaggio da Alessandro » mar 07 dic 2010 18:03

Ho letto anch'io il libro di Rumiz, ma direi che ha valore più narrativo che documentale. Ha perfino storpiato qualche nome di persone a noi ben note...
Ale

Son zeneise, riso ræo, strenzo i denti e parlo ciæo.
Devo fagghe unn-a vixita? Scià se despoegge...
Aloa Pepe, notissie di nostri?
E comme mai sei issee a quest'oua?
Cotirdeeeeeeeeeeee

luque91
**
**
Messaggi: 2473
Iscritto il: lun 03 ott 2005 15:37
Località: FL46, Km 171+571, PBA 286
Contatta:

Re: Le "nostre" FS

#126 Messaggio da luque91 » mar 07 dic 2010 19:48

Sempre riguardo quel libro...nell'articolo riportato qui sul forum si accenna a "Parabiago cancellata dall'orario"...invece risulta, e fermano tutti i treni della S5 di Milano (Varese - Treviglio)...questa è una pignoleria, so che comunque cambia poco nella narrazione.
A proposito, questo libro si trova ancora in commercio?
PER MARE, PER TERRAM...SAN MARCO!
Immagine
No alle E.464 con gli Intercity! Si all'innovazione tecnologica

Avatar utente
superP
**
**
Messaggi: 1656
Iscritto il: mer 04 mar 2009 9:36
Località: Provincia di Genova

Re: Le "nostre" FS

#127 Messaggio da superP » mar 07 dic 2010 21:22

yes

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 528
Iscritto il: dom 12 ago 2007 15:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Le "nostre" FS

#128 Messaggio da Frank_Castle » sab 11 dic 2010 21:17

Ha dannatamente ragione!
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

delmo 349
**
**
Messaggi: 4031
Iscritto il: ven 25 ago 2006 16:59
Località: Loano, Western Liguria

Re: Le "nostre" FS

#129 Messaggio da delmo 349 » lun 13 dic 2010 11:39

consiglio di Rumiz la leggenda dei monti naviganti, con due viaggi in due anni diversi sulle alpi da fiume a cuneo e sugli appennini da savona all'aspromonte.
buon viaggio Marco!
O caminho de ferro foi uma revoluçao. se todas fossem assim..
"..scigùa de noette u trenu, respìa tra i scoeggi u mà.." (fischia di notte il treno/respira tra gli scogli il mare)

Avatar utente
E.636.263
*
*
Messaggi: 283
Iscritto il: sab 09 gen 2010 13:23

Re: Le "nostre" FS

#130 Messaggio da E.636.263 » mer 22 ago 2012 7:35

Il libro "L'Italia in seconda classe" è piacevole, tuttavia Rumiz nei suoi articoli, e nel libro, a volte è estremista e qualunquista: tutto quello che è alta velocità è negativo, gli impiegati delle ferrovie sono tutti dei passacarte, ecc...
Molto più condivisibile la posizione di Marco Paolini che non disprezza l'AV ma immagina una ferrovia in cui la linea locale si integra con quella veloce, entrambe utili e funzionali.
Appassionato di treni che rimpiange le ferrovie anni '80

Avatar utente
E.636.263
*
*
Messaggi: 283
Iscritto il: sab 09 gen 2010 13:23

Re: Le "nostre" FS

#131 Messaggio da E.636.263 » mer 29 ago 2012 21:06

Tornando ai racconti:
seconda metà degli anni '80, andavo alle medie, al pomeriggio verso le 16:30-17 andavo a vedere i treni a Torino Porta Susa: sui binari tronchi 1 o 2 le ALn 668 rosso e crema della ferrovia canavesana pronte a partire, ricordo bene il rumore dei motori diesel e i cambi di marcia alla partenza. Gli intercity per Milano o Venezia (si chiamavano così da poco, infatti all'altoparlante erano annunciati "treno rapido intercity" seguito dal nome del treno: Tergeste, Vendramin, ecc..) con E 656 o E 444 originali, i frequenti merci con E 636 o E 626, i diretti da e per Milano con le nuove E 632, i locali con le nuove ALe 724 o i 636 e le vetture 46 o 59. Sul quarto binario il locale per Chivasso-Casale-Alessandria (itinerario allora appena elettrificato) con le E 424 navetta appena uscite dalle OGR di Verona, pulite e brillanti. Verso le 18 il Pendolino ETR 450, all'epoca nuovo, per Roma via Milano-Bologna-Firenze in modo da sfruttare i 250 km/h sulla direttissima Firenze-Roma, all'epoca appena terminata, e il pendolamento della cassa sul restante percorso, in particolare sulla Bologna-Firenze.
Mi colpiva particolarmente l'accelerazione di questo treno alla partenza, ricordo che l'annuncio all'altoparlante richiedeva per l'accesso al treno: "biglietto per treno rapido intercity con prenotazione obbligatoria del posto e supplemento per prestazioni speciali" a me ragazzino questo "prestazioni speciali" affascinava, questo treno per fare Torino-Milano ci metteva un'ora e venti minuti!! Passeggiavo anche in corso Inghilterra e sui binari dello scalo si vedevano spesso locomotori o altro materiale rotabile appena revisionato dalle OGR raccordate a Porta Susa.
Era un'altro mondo...
Appassionato di treni che rimpiange le ferrovie anni '80

montagnana65
^_^
^_^
Messaggi: 30
Iscritto il: dom 30 mag 2010 11:07

Re: Le "nostre" FS

#132 Messaggio da montagnana65 » gio 30 ago 2012 11:53

Mi "aggrego" anch'io ai tristi ricordi ferroviari:
Beh, cominciamo per dire che sono di Isola della Scala e sulle linee Verona-Bologna e Verona-Rovigo ( che si incrociavano proprio a Isola della Scala) è cominciata la mia passione per i treni/ferrovie.
Era il 1970. Sulla Verona-Rovigo il servizio viaggiatori era svolto da automotrici Aln 773 e 880, l'unico servizio svolto con materiale ordinario era il locale del mattino da Rovigo e il corrispondente della sera da Verona. Da ricordare che questo servizio venne svolto per alcuni anni dalle D141, per poi passare alle D345 ( sovente con il locale da Verona erano agganciati anche carri merci a resa accelerata). Il servizio merci era svolto dall'omnibus Verona P.Nuova Scalo-Legnago e viceversa. La linea era armata con rotaie da 12 metri giuntate da 36Kg/mt, il segnalamento
era di tipo ad ala semaforica di seconda categoria ( Vigasio e Bov lone) mentre la fermata Castel d'Azzano aveva solo il segnale di fermata.
La linea era esercita col DU, gli apparati di trasmissione dei segnali/PL erano a filo e la manovra dei deviatoi a mano.
La linea fù rinnovata nel 1983/4 adottando rotaie da 49 Kg/mt e
nuove traverse, l'altro tratto quello che da Isola và verso Cerea
adottò invece traverso in cemento.
L'anno dopo questa linea entrò nell'elenco ormai famoso dei " rami
secchi" e il 31 dicembre 1985 venne chiusa. L'ultimo treno transitato fù il locale 4169 Verona-Legnago( che arrivò fischiando, a cominciare dal primo PL in entrata a Isola della Scala ).
Sulla Verona Bologna, il traffico era abbastanza notevole nonostante fosse ancora a binario unico. Si vedevano locomotive elettriche di tutti i tipi, un ricordo particolare vanno per le E646 in grigio-verde alla trazione degli exp. Da ricordare anche il Bolzano-Roma con le Ale 601 con la sezione da Merano con le Ale 840. Il traffico merci invece, che a quei tempi era ancora fiorente, vedeva transitare parecchi treni tra cui i famosi "Derrate" , i mitici Fortezza-Bologna S.Donato con i composizione quasi sempre carri con trasporto bestiame, e i raccoglitori denominati Omnibus.
Purtroppo di tutto questo come ben sappiamo è rimaso quasi nulla,
per fortuna che rimangono ancora i ricordi.
A.R.

Avatar utente
Savona Letimbro
^_^
^_^
Messaggi: 20
Iscritto il: gio 19 apr 2012 18:58

Re: Le "nostre" FS

#133 Messaggio da Savona Letimbro » gio 30 ago 2012 16:12

Mi aggiungo anch'io tra i "nostalgici " delle FFSS, così si scriveva al tempo :mrgreen: , sono da sempre un- Fervipatico- termine coniato ai tempi eroici dal mio amico Franco, compagno delle prime, e uniche, scorribande sui binari del trifase negli anni tra il '69 e il '73 quando si andava a "caccia" sulla sua Vespa 125 :mrgreen:(Franco è un po' più grande di me) tra Savona e S. Giuseppe di Cairo, cercando di evitare le reprimende della Polfer........... :wall: :wall: ...................................ricordo dei flash sugli accelerati tra Savona e Varazze sui Centoporte trainati da e550 o e333...........ricordo una sera attraversavo, con mio padre, i binari al PL (chiuso) di Varazze lato Savona quando un fischio interminabile e tanto vicino 8--) ci annunciò che il FIORI stava per arrivare, con una e333 in velocità con i suoi carri chiusi forniti di mantici per gli intercomunicanti.............la passione è andata avanti in modo attivo fino a metà anni settanta quando passavo le serate in compagnia del turno di notte allo Scalo merci di Savona Lavagnola nella Cabina C (se non sbaglio) :D :D.............. qui ho visto gli ultimi fuochi del Trifase e le prime macchine in CC con panto
grafi con gli striscianti allargati per poter circolare sotto i fili non ancora avvicinati. se ne vedevano di tutti i colori e636...e428...E.626...una domenica mattina passata in treno, il Genova Br-Savona L.-Fossano-Cuneo-Limone P (il treno della neve).......espletato con materiale ordinario al traino di una e 428 che si pianta a Santuario (di Savona)
:shoot: :shoot: morale siamo arrivati a Limone P. alle 14 e ripartiti alle 17 e ovviamente non abbiamo sciato.........bei tempi de quandu figgieu anavou ai cancelli a vede i me treni................. :ciao: :ciao:
"Te saluu me Trentun, nu te vo ciu nisciun...." addio alle 431 da un maestro di Ge-Terralba

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7580
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Le "nostre" FS

#134 Messaggio da Cinghiale » gio 30 ago 2012 17:06

Savona Letimbro ha scritto:(omissis) ... il [Direttissimo dei] Fiori ... (omissis) ... con una E333 in velocità, con i suoi carri chiusi forniti di mantici per gli intercomunicanti ... (omissis)
Pagine di vera Ferrovia, che, avendo abitato ad Imperia, ho vissuto.

pamwagner47
***
***
Messaggi: 34970
Iscritto il: sab 05 mag 2007 17:13
Località: Genua me genuit, nunc tenet Sebinus
Contatta:

Re: Le "nostre" FS

#135 Messaggio da pamwagner47 » ven 31 ago 2012 17:43

Ecco le FS e le altre della mia prima gioventù...1957, trifase ancora imperante.


Immagine


Immagine
Addio PAOLO! 25/5/2009 :(

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti