La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

Immagine Gli aggiornamenti della rete ferroviaria italiana dai volumi di Ennio Morando.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
marco1016obb
*
*
Messaggi: 145
Iscritto il: ven 27 mag 2005 10:42
Località: Majano - Pagnacco - Friuli
Contatta:

La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#1 Messaggio da marco1016obb » mar 02 mar 2010 14:25

Quest'anno cade il centesimo anniversario dell'inaugurazione della linea Carnica, linea ferroviaria a scartamento ordinario, che collegava Stazione per la Carnia con Villa Santina, attraverso Tolmezzo.
Tra le idee dei progettisti, quella di farne un collegamento diretto tra il porto di Trieste e Monaco di Baviera, passando per la Carnia, il Cadore, la Pusteria, il Brennero e l'Austria.
Di questo non si fece nulla, se non alcuni lavori da Villa Santina ad Amaro, dove tutto si interruppe. Qualcuno ritiene che, se la linea fosse arrivata a Ponte nelle Alpi, durante la prima guerra mondiale, le sorti del conflitto sarebbero state diverse. Infatti, potendo contare su questo collegamento ferroviario a Nord del tagliamento, l'esercito italiano avrebbe potuto opporre una resistenza maggiore, evitando, secondo questi storici, la tragica Rotta di Caporetto.

Costruita dalla Società Veneta in soli 4 anni, la ferrovia Carniaca ebbe un notevole sviluppo durante la prima metà del '900, divenendo un importante mezzo di comunicazione e trasporto tra la Carnia ed il Friuli. Senza contare che, a stazione per la Carnia, la linea si immetteva sulla Pontebbana, creando così la possibilità di collegare anche l'Austria.

Da Tolmezzo e Villa Santina, poi, partivano altre 2 linee a scartamento ridotto verso Paluzza e Comeglians, linee in origine militari, poi divenute private, per il trasporto di persone e cose dalle valli verso la pianura.

Negli anni '960, poi, con l'avvento della motorizzazione di massa, anche la linea Carnica vide un notevole declino, fino ad arrivare alla definitiva chiusura il 23 novembre 1967.
Negli anni '80, la linea passò dalla SV alla regione Friuli Venezia Giulia, che la trasformò in raccordo merci per la zona industriale di Tolmezzo e la sua cartiera che ne fu il maggior cliente.
Alla fine del secolo scorso, la linea fu praticamente abbandonata. All'inizio del millennio un nuovo tentativo di ripristino con la sostituzione di parte delle rotaie e delle traversine da Carnia ad Amaro e lo stanziamento regionale per il completamento dell'opera fino a Tolmezzo.
Lo scarso interesse per il vettore ferroviario, da parte delle industrie della zona, ne decretò la definitiva chiusura.
Dal 2000, anno di nascita dell'associazione FTMCT, un gruppo di appassionati tenta di preservare quello che resta della linea dalla distruzione.
Il desiderio sarebbe quello di attivare un servizio turistico nei fine settimana da Carnia a Tolmezzo, alla scoperta degli splendidi scorci della valle del Tagliamento, ben visibili grazie alla posizione della linea. Inoltre, con la collaborazione dei locali enti turistici, si potrebbe creare un circuito in cui il treno diventa il mezzo per scoprire il territorio, la sua cultura, la sua gastronomia.
Per ulteriori informazioni: sito FTMCT

Eventi per il centenario:
1 - 12 marzo 2010 Udine: mostra fotografica: La ferrovia Carnica 1910-2010 con le foto tratte dai quadri che ornavano le carrozze SV e altri cimeli dell'epoca
7 marzo 2010 ore 10 Carnia - Tolmezzo: Co.Mo.Do. - FTMCT: escursione lungo la linea in occasione della III Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate
9 marzo 2010 ore 21 Telefriuli: trasmissione dedicata alle ferrovie storiche in Friuli
8 maggio 2010 Tolmezzo: convegno sulle ferrovie storiche in Italia, ripristino della Carnia Tolmezzo; mostra fotografica, escursione lungo la linea,...
Marco1016obb

-----------------------------
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.

pamwagner47
***
***
Messaggi: 34970
Iscritto il: sab 05 mag 2007 16:13
Località: Genua me genuit, nunc tenet Sebinus
Contatta:

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#2 Messaggio da pamwagner47 » mar 02 mar 2010 15:16

Piccolo contributo fotografico storico:



A Carnia il trenino accanto alla Ale..


Immagine



A Tolmezzo e in viaggio


Immagine


Immagine


Immagine


Villa Santina stazione

Immagine
Addio PAOLO! 25/5/2009 :(

Avatar utente
nebix93ge
**
**
Messaggi: 2465
Iscritto il: mer 08 lug 2009 14:34
Località: Genova Brignole, ma non più così vicino alla ferrovia come un tempo ...
Contatta:

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#3 Messaggio da nebix93ge » mar 02 mar 2010 20:20

molto interessante , mi sono fatto un giretto su google earth e ho visto praticamente tutto .
se un giorno mi gira ci faccio un salto , io sono fissato con le ferrovie dismesse , mi sono fatto anche su google la linea per comeglians.
hai per caso altre informazioni sulle linee a sr?
Matteo detto nebbia
UNITI CONTRO LE CARROZZE CON I VETRI BLOCCATI!!!!
lode alle md!
30\1\11:addio SPAP(ferrovia sr del peloponneso),mi mancherai...
5\5\11 la taurus dei record è sbarcata in liguria e si è riflessa sul sensore della mia fotocamera

Avatar utente
davide84
***
***
Messaggi: 13649
Iscritto il: ven 29 feb 2008 8:15

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#4 Messaggio da davide84 » mar 02 mar 2010 20:42

Non più partecipante al forum.

pamwagner47
***
***
Messaggi: 34970
Iscritto il: sab 05 mag 2007 16:13
Località: Genua me genuit, nunc tenet Sebinus
Contatta:

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#5 Messaggio da pamwagner47 » mar 02 mar 2010 21:09

@nebix93ge, qui un link interessantissimo, curato da un nostro forumista e al quale sto fornendo alcune immagini storiche.

http://www.ferrovieabbandonate.it/ferrovie.html
Addio PAOLO! 25/5/2009 :(

Avatar utente
nebix93ge
**
**
Messaggi: 2465
Iscritto il: mer 08 lug 2009 14:34
Località: Genova Brignole, ma non più così vicino alla ferrovia come un tempo ...
Contatta:

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#6 Messaggio da nebix93ge » mar 02 mar 2010 22:39

visto e grazie , il traccaito fino a villa santina è molto visibile dal satellite , anche se un 'immagine è veramente orrida , in comenso con lo street wiew si può vedere molto .
Matteo detto nebbia
UNITI CONTRO LE CARROZZE CON I VETRI BLOCCATI!!!!
lode alle md!
30\1\11:addio SPAP(ferrovia sr del peloponneso),mi mancherai...
5\5\11 la taurus dei record è sbarcata in liguria e si è riflessa sul sensore della mia fotocamera

Avatar utente
marco1016obb
*
*
Messaggi: 145
Iscritto il: ven 27 mag 2005 10:42
Località: Majano - Pagnacco - Friuli
Contatta:

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#7 Messaggio da marco1016obb » ven 07 mag 2010 13:27

Riporto su questo topic, per ricordare a tutti gli amici che domani 8 maggio 2010 ricorderemo i 100 anni dall'apertura della linea Carnica.
Per chi può (friulani, veneti, austriaci, sloveni e chiunque abbia voglia) alle 10 faremo una conferenza a Tolmezzo, palazzo Frisacco (piazza principale) per poi spostarci alle 12.30 nella vecchia stazione FV per inaugurare la mostra fotografica e di cimeli d'epoca.
Dopo pranzo vorremmo fare l'escursione a piedi della linea con illustrazione delle opere e del programma dell'associazione Ferrovia Turistico museale Carnia Tolmezzo.

Vi invito calorosamente ad esserci, per dare un segno concreto ai politici ed amministratori che ferrovie non sono solo storia passata ma possono essere sviluppo per il futuro per i territori serviti.
Marco1016obb

-----------------------------
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.

Avatar utente
marco1016obb
*
*
Messaggi: 145
Iscritto il: ven 27 mag 2005 10:42
Località: Majano - Pagnacco - Friuli
Contatta:

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#8 Messaggio da marco1016obb » lun 17 mag 2010 11:26

Vi aggiorno su un paio di fatti:
La mostra di foto e cimeli riguardanti la ferrovia Carnica e l'archivio dell'Associazione FTMCT rimane aperta ancora fino a domenica 23 maggio, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Vi aspettiamo numerosi

Venerdì sul sito della regione Friuli Venezia Giulia appare questa notizia:
Comunicati Agenzia Consiglio NotizieCitt: Colussi,ferrovia storica Carnia-Tolmezzo-Villa Santina

14 Maggio 2010, ore 10:21

(ACON) Trieste, 14 mag - COM/AB - Il centesimo anniversario della costruzione della ferrovia Carnia-Tolmezzo-Villa Santina, celebrato sabato scorso nel capoluogo carnico con l'inaugurazione di una mostra fotografica organizzata dall'Associazione ferrovia turistico museale Carnia-Tolmezzo, ha portato bene a questo sodalizio.

Infatti, nel suo intervento di saluto, il presidente della Regione Renzo Tondo ha manifestato il suo impegno diretto affinché la tratta ferroviaria in questione, oggi di proprietà del Cosint (Consorzio per lo sviluppo industriale di Tolmezzo) venga definitivamente ripristinata e completata come da tempo chiede l'associazione presieduta da Franco Montanaro.

A questo riguardo ha espresso piena soddisfazione anche il consigliere regionale di Cittadini-Libertà Civica Piero Colussi, che ancora lo scorso 12 gennaio aveva presentato un'interpellanza alla Giunta per sollecitare una presa di posizione circa la volontà del Cosint di procedere allo smantellamento dell'impianto, realizzato a suo tempo con cospicui fondi regionali per servire da collegamento con la zona industriale del medio Tagliamento e, in particolare, con la Cartiera di Tolmezzo.

"In questo modo - ha sottolineato Colussi - potrà concretizzarsi il progetto a lungo inseguito dall'associazione di utilizzare a fini turistici quella tratta ferroviaria con l'impiego di locomotive e carrozze di valenza storica così come già avviene, con successo, sia in Slovenia che in Carinzia".
Un buon segno per il futuro della linea. Speriamo di poter realizzare a breve il ripristino da Amaro a Tolmezzo e poter far circolare i nostri mezzi quanto prima.
Marco1016obb

-----------------------------
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.

pamwagner47
***
***
Messaggi: 34970
Iscritto il: sab 05 mag 2007 16:13
Località: Genua me genuit, nunc tenet Sebinus
Contatta:

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#9 Messaggio da pamwagner47 » lun 17 mag 2010 20:43

Un'ultima cartolina di Villa Santina

Immagine
Addio PAOLO! 25/5/2009 :(

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3534
Iscritto il: lun 13 set 2010 17:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#10 Messaggio da Lasimpònar » dom 21 set 2014 17:26

"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3534
Iscritto il: lun 13 set 2010 17:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#11 Messaggio da Lasimpònar » mer 24 set 2014 15:48

http://www.ilgazzettino.it/PAY/UDINE_PA ... 9765.shtml
«Saremmo profondamente rammaricati- concludono - se proprio dalla Carnia giungesse il De profundis su questa eccellente infrastruttura industriale e storica, che tanto ha dato alla sua terra e al suo sviluppo. Tra l'altro sulla tratta nell'ultimo anno aveva già operato in accordo con il Cosint, per una pulizia complessiva della linea, l'Associazione "Vecchi Binari Fvg"
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Avatar utente
Strix Hexe
**
**
Messaggi: 3950
Iscritto il: dom 12 nov 2006 15:28
Località: Girando il mondo ho partecipato al sabbah della Lux obnubilata nella notte di capodanno

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#12 Messaggio da Strix Hexe » mar 30 set 2014 15:00

Non è che abbiano "sfruttato" l'Associazione "Vecchi Binari Fvg" per trovarsi un bel po' di lavoro già fatto? :>:):
Hexe, dòna italo veneta del bon zugo
Chi xè mona staga a casa!
Ite per exemplum, genus o mortale, dearum, gaudia nec cupidis vestra negate viris. Ut iam decipiant, quid perditis?

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3534
Iscritto il: lun 13 set 2010 17:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#13 Messaggio da Lasimpònar » mar 30 set 2014 15:09

Uno dei firmatari è Luigi Bianchi, ex dirigente FS in pensione, per 32 anni al servizio commerciale delle FS: revisore a Milano, consulente merci ad Ancona, capo sezione legale ad Ancona, responsabile marketing a Trieste, dirigente della Rappresentanza commerciale FS per la Germania a Monaco di Baviera, dirigente viaggiatori a Roma, dirigente promozione e vendita a Trieste, responsabile Ispettorato merci Alta Italia a Bologna, dirigente servizi commerciali di stazione a Trieste.
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3534
Iscritto il: lun 13 set 2010 17:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#14 Messaggio da Lasimpònar » mer 08 ott 2014 17:22

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udin ... 1.10069962

"Si vuole coinvolgere tutti gli attori del territorio e valorizzare turismo, agroalimentare, artigianato locale, sfruttando il successo delle due ruote, motociclismo compreso. È stato chiesto di inserire il recupero della vecchia ferrovia nel piano regionale della viabilità: potrebbe essere finanziato in tale contesto. «Per tutto il resto, compresa l’animazione, riteniamo - dice Somma - di poter ricorrere alla programmazione europea. Il Cosint ha già dato la sua disponibilità ad assumere un ruolo di capofila tra una serie di soggetti coinvolti e interessati al settore». In linea anche con il nuovo ruolo attribuito dalla Regione ai Consorzi industriali."
"motociclismo compreso": e la chiamano ciclabile! :shoot:
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3534
Iscritto il: lun 13 set 2010 17:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: La ferrovia Carnica: 1910 - 2010

#15 Messaggio da Lasimpònar » mar 21 ott 2014 5:37

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udin ... ref=search
Romano Vecchiet, direttore della biblioteca Joppi di Udine, grande cultore di storia ferroviaria e socio dell'associazione sottolinea come la linea ferroviaria Carnia-Tolmezzo-Villa Santina fu voluta dai carnici per togliere la Carnia dall'isolamento in cui versava. Poteva così collegarsi sia con Udine che con l'Austria. Prima di sbarazzarsi di ciò che rimane di questo bene culturale di eccezionale valore, di cui i carnici dovrebbero essere orgogliosi, per Vecchiet bisogna pensarci bene.
Si guardi agli esempi di linee turistico-museali in Europa. Vecchiet spiega anche che ci sarebbe la possibilità di far tornare anche un mezzo d'epoca sulla linea: o una delle 3 littorine che vennero costruite proprio per la Carnia-Villa Santina, ma arrivarono quando la linea era già chiusa o persino una locomotiva a vapore T3 che circolava sulla Carnia-Villa Santina nel 1910 (il museo di Bologna lo concederebbe in comodato gratuito): sarebbe un'attrazione unica in regione.
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti