691. 022: qualche considerazione

Immagine Gli aggiornamenti della rete ferroviaria italiana dai volumi di Ennio Morando.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
Bremen
*
*
Messaggi: 300
Iscritto il: dom 04 set 2005 20:29
Località: MIlano
Contatta:

Re: 691. 022: qualche considerazione

#31 Messaggio da Bremen » dom 19 ott 2008 18:52

paolo46 ha scritto:Un momento, Bremen! Nel tuo primo intervento hai parlato delle 746, ora parli delle 736.
Avevo interpretato il tuo "Nel libro del Cornolò stranamente non vi è traccia di tali modifiche." nel senso più ampio delle modifiche fatte ai vari gruppi e non al solo gruppo 746. ;)
Per quanto riguarda le 2 746, le informazioni provengono da un articolo del 1994 a firma di Erminio Mascherpa.
Ho trovato queste notizie:
"e ultime 3 unità sono rimaste accantonate nel DL di Castelvetrano fino al 2000 ed in seguito demolite."
http://www.ilmondodeitreni.it/GrR302.html

Ho controllato su un libro delle ferrovie a scartamento ridotto della Sicilia e ho scoperto che delle 2 macchine monumentate, la R 302.038 è una delle r301 modificate in r302 nel 1927 dalle officine di Napoli, mentre la 019 è in effetti l'ultima R302 origianale con combustione mista ancora esistente. 8)

La R301 della foto in teoria non dovrebbe esistere... secondo il libro la 027 fu scartata dalla trasformazione in R302 e fu demolita. ::-?:

Avatar utente
saphire73
**
**
Messaggi: 2630
Iscritto il: mer 26 gen 2005 8:47

Re: 691. 022: qualche considerazione

#32 Messaggio da saphire73 » lun 20 ott 2008 22:54

l'alimentazione a nafta non ha preso molto piede anche perchè i costi di trasformazione si sarebbero scontrati con i "ridotti" tempi di esercizio rimanenti.
Come il sitema "franco Crosti", anche l'alimentazione a nafta è arrivata tardi in Italia... Dopo l'elettrificazione della TO-MI-VR-VE-TR la trazione a vapore ha subito un colpo durissimo... E le (allora) nuove d341 non hano certo semplificato la vita delle ultime vaporiere.
Se poi considerate che ultime macchine rimaste (740, 940, 625, 640 e pochissime 685) erano macchine molto "parche" di carbone... il gioco è fatto...
Le uniche seriamente convenienti da trasformare erano le 691 e le 746... ormai agli sgoccioli! :)

Avatar utente
Bremen
*
*
Messaggi: 300
Iscritto il: dom 04 set 2005 20:29
Località: MIlano
Contatta:

Re: 691. 022: qualche considerazione

#33 Messaggio da Bremen » mar 21 ott 2008 18:40

Le uniche seriamente convenienti da trasformare erano le 691 e le 746... ormai agli sgoccioli! :)
Quoto. Peccato che le uniche due 746 modificate siano state demolite...

Ogni volta che penso ad una macchina a nafta mi viene automatico pensare alla DR 18 201 :mrgreen:
Immagine

Avatar utente
saphire73
**
**
Messaggi: 2630
Iscritto il: mer 26 gen 2005 8:47

Re: 691. 022: qualche considerazione

#34 Messaggio da saphire73 » mar 21 ott 2008 19:18

noi italiani siamo specializzati a tagliare le cose più belle! :) e le 290 delle FNM??
machine a tre cilindri con solo 25 anni di servizio...

Avatar utente
mito
*
*
Messaggi: 415
Iscritto il: gio 15 feb 2007 17:33

Re: 691. 022: qualche considerazione

#35 Messaggio da mito » dom 13 nov 2016 9:59

In specifico, tecnicamente come funzionava il sistema carbone / nafta?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti