La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Ferrovie.it
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 8099
Iscritto il: ven 28 set 2007 4:41

La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#1 Messaggio da Ferrovie.it » lun 20 mag 2019 9:46

La catenaria rigida GCF sarà lo standard per RFI in galleria

Test in corso per la catenaria rigida prodotta da GCF. La Società del Gruppo Rossi, leader nel settore dell'armamento e dell'elettrificazione ferroviaria, si sta infatti...
Ferrovie.it

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 5046
Iscritto il: mar 06 gen 2015 15:17

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#2 Messaggio da RegioAV » lun 20 mag 2019 9:59

waooooo
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

fab
**
**
Messaggi: 9082
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#3 Messaggio da fab » lun 20 mag 2019 10:03

Ma sarei troppo ingenuotto a pensare che potrebbe essere l'uovo di Colombo per la situazione di Siena, Ivrea, ecc?


(anche se poi per il caso di Ivrea hanno comprato i bimodali, ma vabbè...)
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
oirelav
**
**
Messaggi: 1207
Iscritto il: mar 19 dic 2006 23:34
Località: roma

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#4 Messaggio da oirelav » lun 20 mag 2019 12:06

ricordo che un tratto di galleria nella linea B della metropolitana di Roma era attrezzato con linea di contatto rigida, in corrispondenza della attuale fermata di Eur Fermi (al di sotto di v.le America).
Dopo i lavori che hanno portato al rinnovamento della linea nel 1990, essa fu sosituita con linea di contatto tradizionale.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#5 Messaggio da Cinghiale » lun 20 mag 2019 12:15

In galleria, essendovi la naturale possibilità di stabilire adeguato vincolo, rappresenta la soluzione più razionale; all'aperto vi è più di una riserva.

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1995
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#6 Messaggio da Lirex » lun 20 mag 2019 12:42

Tutta la linea C di Roma ha la catenaria rigida, anche la metro di Barcellona , pure alcune linee di Madrid
rispetto ai molti vantaggi c'è uno svantaggio non indifferente, non essendo tesata è molto sensibile alle variazioni termiche, se si vuole ridurre la freccia a centro campata, che è quella che genera l' oscillazione del pantografo e sua entrata in risonanza, occorre avvicinare di molto i sostegni, per cui dubito che si possa usare a velocità elevate.

krisu99
*
*
Messaggi: 292
Iscritto il: gio 05 feb 2009 16:32
Località: Innsbruck / Varese / Nizza

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#7 Messaggio da krisu99 » lun 20 mag 2019 14:24

"Ora siamo pronti a completare l'iter di omologazione che a breve ci permetterà orgogliosamente di immettere sul mercato un nuovo, innovativo prodotto GCF per l'elettrificazione ferroviaria"
Penso sia giusto ricordare che non la citata ditta GCF ha inventato il sistemo di catenaria rigida tramite filo di rame incastrato nel profilo in alluminio. Il pioniere invece dovrebbe essere la ditta svizzera Furrer & Frey che quel sistema lo ha sviluppato, e lo monta dal 1984.

https://www.furrerfrey.ch/en/systems/co ... _rail.html


Nel 2004 ha equipaggiato la prima linea atta a 200km/h, e la certificazione TSI per i 250km/h è stata raggiunta nel 2012 sulla linea AC (Salisburgo) - Amstetten - St.Pölten (-Vienna).


Per basse velocità pare ormai ben funzionante con i vantaggi citati, pero per l'AV >250km/h ci si avvicina pian-pianino:
https://www.furrerfrey.ch/dam/jcr:04ea9 ... _EN_A4.pdf

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12415
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#8 Messaggio da sr » lun 20 mag 2019 14:49

Penso che il fatto che ne sia indicato l'uso nei tunnel sia non solo per il risparmio volumetrico, ma anche per le minori escursioni termiche con relativi fenomeni di dilatazione.
Mi chiedo però, soprattutto oltre certe velocità, se nel passaggio da TE tradizionale e rigida negli estremi dei tunnel non ci sia un fenomeno di "salto" del pantografo con relativo scintillamento che nel tempo possa portare al degrado della parte non rigida.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3573
Iscritto il: sab 23 giu 2007 21:17
Contatta:

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#9 Messaggio da aln668.1207 » lun 20 mag 2019 15:05

fab ha scritto:
lun 20 mag 2019 10:03
Ma sarei troppo ingenuotto a pensare che potrebbe essere l'uovo di Colombo per la situazione di Siena, Ivrea, ecc?


(anche se poi per il caso di Ivrea hanno comprato i bimodali, ma vabbè...)
Difatti per l'elettrificazione delle linee bellunesi verrà adottata per evitare di dover rifare pesantemente le gallerie.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#10 Messaggio da Cinghiale » lun 20 mag 2019 15:26

sr ha scritto:
lun 20 mag 2019 14:49
(omissis) … Mi chiedo però, soprattutto oltre certe velocità, se nel passaggio da TE tradizionale e rigida negli estremi delle gallerie non ci sia un fenomeno di "salto" del pantografo, con relativo scintillamento, che, nel tempo, possa portare al degrado della parte non rigida.
Trattasi di sezionamento, con tutti i problemi relativi ai sezionamenti.

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 8321
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#11 Messaggio da simplon » lun 20 mag 2019 15:53

Lirex ha scritto:
lun 20 mag 2019 12:42
dubito che si possa usare a velocità elevate.
Tutti i 15 x 2 km del tunnel di base del Ceneri (esclusi gli imbocchi) sono con catenaria rigida. Le pubblicazioni svizzere dicono che questa soluzione non è stata adottata al San Gottardo perché non ancora "matura". Ma il Ceneri non dovrebbe essere (teoricamente) omologato per velocità fino a 250 km/h?
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5490
Iscritto il: lun 10 nov 2008 15:43

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#12 Messaggio da sandro.raso » lun 20 mag 2019 16:37

Ricordo che parecchi anni fa, verso il 1975, in un tratto della metropolitana di Roma, c'era in opera un esperimento denominato (da cartelli indicatori) " linea di contatto rigida con sospensioni pendolari". Non capii bene com'era fatto, a prima vista sembrava un profilato metallico. C'entra con questa nuova realizzazione?
Immagine

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1995
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#13 Messaggio da Lirex » lun 20 mag 2019 17:30

Le "vecchie" linee di contatto rigide erano dei profilati o di rame, o di ottone e lo strisciante del pantografo ci grattava direttamente, il guaio era che andavano periodicamente lubrificate.
Quelle nuove sono invece fatte con dei profilati di alluminio nella cui parte inferiore c'è una gola dentro la quale con un macchinario apposito si incastra il filo di contatto di tipo normale, in questo modo il pantografo non distingue la differenza tra i due tipi di catenarie ed in più la linea di contatto risulta di sezione equivalente enormemente maggiore, in nodo da ridurre le perdite per riscaldamento.
Altra differenza è che, mentre la catenaria normale va a zig-zag da un palo all' altro, questa va a S, perchè la canalina viene tirata a fare la poligonazione ma non si storta.
Io comunque un dubbio ce l' ho, relativo all' Italia, pur avendo maggiore sezione equivalente, però, visto che sulle linee normali il contatto pantografo-catenaria è fatto su due fili e qui c'e n'è uno solo, non è che per assorbimenti elevati il punto di contatto e quindi anche il filo si scalda di più ?

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#14 Messaggio da Cinghiale » lun 20 mag 2019 18:27

Tutto dipende dalla superficie di contatto: a parità di sezione di rame, un solo conduttore che sostituisca i due precedentemente utilizzati ha un diametro maggiore di circa 41% e, di conseguenza, sullo strisciante, l'usura dovrebbe essere minore. Inoltre, essendo la linea aerea rigida e non già un sottile filo ultraflessibile pendente da una catenaria, che, in questo caso, non è presente, il contatto dovrebbe essere più stabile, con minore probabilità d'innescare degli archi elettrici.

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12622
Iscritto il: dom 14 ago 2005 23:48

Re: La catenaria rigida GCF sarà lo... | Del 20/05/19

#15 Messaggio da augustus » lun 20 mag 2019 20:01

https://www.rsi.ch/la1/programmi/inform ... 58233.html

In Svizzera e in altre nazioni ci sono delle situazioni al vaglio della magistratura: qui sopra un ottimo servizio
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Rispondi