Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Ferrovie.it
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7498
Iscritto il: ven 28 set 2007 4:41

Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#1 Messaggio da Ferrovie.it » mer 07 nov 2018 18:29

Ponte Paderno: partono i lavori sulla carreggiata stradale

Al via i lavori per la sistemazione della carreggiata stradale del Ponte San Michele, tra Calusco d'Adda e Paderno.
Questa prima fase dei lavori, durata 5 mesi, prevede il restauro...
Ferrovie.it

clabre
*
*
Messaggi: 945
Iscritto il: mar 14 ott 2008 19:08

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#2 Messaggio da clabre » mer 07 nov 2018 19:38

Alla faccia dell'urgenza...
Ma con quei soldi non facevano prima a costruirne uno nuovo?

giorgiostagni
**
**
Messaggi: 1017
Iscritto il: gio 19 ago 2010 22:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#3 Messaggio da giorgiostagni » mer 07 nov 2018 22:41

Con 21 milioni? Sicuro che ne fai uno nuovo, non dico lì, ma anche su un fiume più facile?

clabre
*
*
Messaggi: 945
Iscritto il: mar 14 ott 2008 19:08

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#4 Messaggio da clabre » mer 07 nov 2018 23:01

Era appunto una domanda, non ne so di costi dei ponti, soprattutto in un contesto come quello.

Avatar utente
gr 625-076
**
**
Messaggi: 1144
Iscritto il: sab 08 ott 2005 18:21
Località: in transito sulla Mi-VR

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#5 Messaggio da gr 625-076 » gio 08 nov 2018 8:35

ma non avrebbe più senso costruire un nuovo ponte, con standard moderni e magari doppio binario/ 4 corsie, e monumentare il vecchio lasciando solo il passaggio cliclopedonale (potrebbe avere un grosso potenziale turistico)?
Bene che vada, con questi lavori tra trentanni siamo punto e a capo, e traffico auto e treni rimarrà castrato forse anche peggio di come è ora. Cosa depone a sfavore di questa soluzione? Troppo oneroso fare i lavori sul vecchio ponte per poi non poterlo usare per il traffico? Troppo complesso costruirne un altro per poi allacciarlo alle vie di comunicazione attuali? Troppo tempo per fare tutto?

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7589
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#6 Messaggio da Cinghiale » gio 08 nov 2018 8:37

Auspico un provvidenziale terremoto puntuale e personalizzato.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38653
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#7 Messaggio da E412 » gio 08 nov 2018 11:08

Se è per il ponte, lo stesso è abbastanza insensibile agli eventi sismici potenzialmente interessanti la zona.

Questione qui, lì o là.
1) ovviamente i lavori sono importanti dal punto di vista economico e logistico, e farli per un percorso ciclopedonale...ehm :wink:
2) occorre capire cosa si intende per capacità della linea. Per farci solo i Bergamo-Milano, la linea post-lavori con limitazione in C3 (20 t/asse) basta e avanza, e ci si può fare un cadenzamento a 30', il quale attualmente ha due colli di bottiglia lato Bergamo e lato Monza, non certo per il ponte. Se volete osare e raddoppiate tutto tranne il ponte, persino a 15', fermo restando il collo di bottiglia lato Monza (ovviamente nel mondo dei sogni, accontentatevi e gioite se resterà un treno ogni 60'...).
Per i merci invece il problema si pone, ma ha senso far passare i merci di lì?
3) a livello stradale sarà sempre un'opera un po' limitante, ma anche le infrastrutture di accesso su entrambe le sponde sono limitate. E poi ci sarà la pedemontana 8--)
4) Abbattere e ricostruire: sicuri si faccia prima? Anche perché si tratta di un'opera particolare per una nazione che non ha ponti con luci libere di particolare lunghezza (*), un viadotto con una discreta luce libera che deve restare tale, quindi verosimilmente si tratta di realizzare un viadotto strallato (o al massimo ad arco, se le spalle possono sostenerlo).

Piuttosto, a me incuriosisce una cosa: rischiava il crollo imminente, e partono prima a fare i lavori di ripristino della sede stradale? ::-?:

(*): voglio dire, per attraversare il possente Mella river, che misura una manciata di sputi, hanno piazzato ben 5 pile! Esattamente come per il ponte costruito oltre un secolo prima, in muratura.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7726
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#8 Messaggio da simplon » gio 08 nov 2018 14:07

Un ponte nuovo? E' tutto già previsto, bisogna però vedere se mai si farà. Perché il ponte nuovo è quello della Pedemontana...
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

gbelogi
**
**
Messaggi: 5382
Iscritto il: lun 21 ago 2006 19:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#9 Messaggio da gbelogi » gio 08 nov 2018 14:22

Voglio Xi Ximping presidente. Ponte subito. Ponti invece in un gulag.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 481
Iscritto il: mer 20 lug 2016 21:41

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#10 Messaggio da Ugo Fantozzi » gio 08 nov 2018 14:26

Il fatto di iniziare i lavori sulla carreggiata stradale e non su quella ferroviaria dà l'idea della distorsione delle priorità in Italia...

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38653
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#11 Messaggio da E412 » gio 08 nov 2018 14:49

Non proprio, il cronoprogramma è sempre stato quello, per varie ragioni più o meno condivisibili.
Lo strano è farlo su un ponte che stava proprio proprio per crollare senza prima consolidare la struttura; ::-?: spero mettano l'imbrago a macchinario e operatore, si sa mai :>:):

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

giorgiostagni
**
**
Messaggi: 1017
Iscritto il: gio 19 ago 2010 22:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#12 Messaggio da giorgiostagni » gio 08 nov 2018 16:09

E412 ha scritto:
gio 08 nov 2018 14:49
Lo strano è farlo su un ponte che stava proprio proprio per crollare senza prima consolidare la struttura; ::-?:
Direi che è facile tirare le conclusioni...

gbelogi
**
**
Messaggi: 5382
Iscritto il: lun 21 ago 2006 19:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#13 Messaggio da gbelogi » gio 08 nov 2018 18:57

Con il ponte ciclopedonale si potrebbe pensare a servizi a spola con autobus, almeno al servizio della zona. Si arriva fino a prima del ponte con un mezzo, si attraversa il ponte a piedi e si prende un autobus che aspetta.

Molto più complicato ma non impossibile farlo con i treni.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

r302
*
*
Messaggi: 117
Iscritto il: mer 14 gen 2004 12:02
Località: Palermo

Re: Ponte Paderno: partono i lavori sulla... | Del 07/11/18

#14 Messaggio da r302 » ven 09 nov 2018 19:42

gbelogi ha scritto:
gio 08 nov 2018 18:57
Con il ponte ciclopedonale si potrebbe pensare a servizi a spola con autobus, almeno al servizio della zona. Si arriva fino a prima del ponte con un mezzo, si attraversa il ponte a piedi e si prende un autobus che aspetta.

Molto più complicato ma non impossibile farlo con i treni.
Nell'immediato dopoguerra era una situazione molto comune, purtroppo c'erano molti ponti bombardati ed i treni portavano i viaggiatori fino sulle sponde, poi si passava con mezzi di fortuna. Di tutto ciò si può trovare una preziosa testimonianza negli orari dell'epoca, disponibili a tutti grazie alla meritoria opera di Fondazione FS.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti