Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5180
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#16 Messaggio da sandro.raso » mar 12 dic 2017 11:06

Anni (anzi ormai decenni) or sono una ditta aveva provato a fornire all'ANAS apposite botti per spargere sul ghiaccio cloruro di calcio in forma liquida. Le promesse erano che avrebbe funzionato anche su ghiaccio già formato, ma i risultati furono deludenti e quindi gli esperimenti non ebbero seguito.

In campo ferroviario ovviamente l'impiego del sale non è concepibile vista la sua elevata aggressività nei confronti dell'armamento e degli enti di binario che in breve distruggerebbe tutto.
Immagine

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37549
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#17 Messaggio da E412 » mar 12 dic 2017 11:19

Sarebbe anche del tutto inutile: ad un treno che le rotaie siano bagnate da acqua, siano innevate o siano ghiacciate cambia ben poco.
A un veicolo stradale cambia tutto. :wink:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5180
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#18 Messaggio da sandro.raso » mar 12 dic 2017 11:29

La mia esperienza è proprio sulle strade: sia per "ius soli" :sofa: in quanto cresciuto tra spartineve, spargisale, rulli compressori e quanto altro, sia poi come dipendente pubblico in un Ente che possiede strade, sia come automobilista anche nell'epoca in cui nevicava fortissimo.

Altro ricordo personale: io avevo la mitica Cinquefette, tutti gli altri macchine più grosse e potenti, peccato che in caso di neve (e allora capitava spesso) quando gli altri dovevano montare le catene io andavo senza, quando gli altri si fermavano del tutto io mettevo le catene (di vecchio tipo ovviamente, mica avevo le click-clack) e proseguivo. :D
Immagine

Avatar utente
fab
**
**
Messaggi: 8574
Iscritto il: ven 02 dic 2005 16:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#19 Messaggio da fab » mar 12 dic 2017 11:33

Nel mare magnum di articoli in questi giorni, ho letto che da qualche parte in RFI hanno provato uni sistema di sghiacciamento "agendo sull'amperaggio". Qualcuno conferma o smentisce?
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11947
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#20 Messaggio da sr » mar 12 dic 2017 11:39

Mi sembra che funzioni solo per le linee a 25 kV ca
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10966
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#21 Messaggio da chicc0zz0 » mar 12 dic 2017 16:48

eroncelli ha scritto:
mar 12 dic 2017 10:35
Della serie: sappiamo che c'è ghiaccio e neve, ma non abbiamo, nel 2017, i mezzi tecnici per risolvere i problemi invernali !!!!!!!
Impreparazione tecnica e decisioni politiche da parte del sistema di vertice portano a queste situazioni.
infatti quando scrivono
Verrà riconosciuto il rimborso integrale del biglietto, e non la sola indennità del 50% prevista dalla normativa europea, a tutti i viaggiatori dei treni a percorrenza nazionale giunti a destinazione con ritardi superiori alle tre ore per le interruzioni della circolazione ferroviaria causate, ieri e stamani, dal gelicidio.
significa che gli costa meno rimborsare i clienti per un evento tutto sommato non molto frequente piuttosto che dotarsi dei mezzi adeguati per evitare queste situazioni
stessa cosa valga per autostrade, salvo che lì il pedaggio lo si paga sempre e comunque
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25049
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#22 Messaggio da paolo656 » mer 13 dic 2017 0:13

L'IF rimborsa, ma invece si dovrebbe operare sul lato gestore infrastruttura. Ma poi: voi costate solo quanto un biglietto ferroviario? ::-?:

sr: in realtà, e mi ricollego anche alla nota che ha riportato Sandro, qualsiasi conduttore di EE si scalda se percorso da corrente. Interpretando quando scritto, secondo me se applichi un carico, e mi rifaccio alle righe, anche costituito da x loco in parziale trazione ma frenate (quindi sono ferme) il cavo viene attraversato da XXX A e quindi raggiunge un certa t. Ora: interpreto quanto ho letto poco sopra e cerco di spiegarlo, resta però valido il concetto del cavo che si scalda se attraversato da corrente (in modo proporzionale).

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5180
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#23 Messaggio da sandro.raso » mer 13 dic 2017 7:06

La vecchia PGOS in mio possesso parla di un massimo di 600 amperes (sic) che sulla linea a corrente continua fanno 1800 Kw, una quantità che a rispetto di una utenza domestica sembra spaventosa, ma rapportata alla trazione ferroviaria non è poi gran che.
Immagine

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5180
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#24 Messaggio da sandro.raso » mer 13 dic 2017 7:06

La vecchia PGOS in mio possesso parla di un massimo di 600 amperes (sic) che sulla linea a corrente continua fanno 1800 Kw, una quantità che a rispetto di una utenza domestica sembra spaventosa, ma rapportata alla trazione ferroviaria non è poi gran che.
Immagine

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11947
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#25 Messaggio da sr » mer 13 dic 2017 9:41

non credo sia un valore fisso. Dipende dalla sezione complessiva della LdC e forse anche dalla lunghezza.
Tra l'altro, far assorbire corrente ai motori tenendoli frenati fermi, non rischia di danneggiarli?
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37549
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#26 Messaggio da E412 » mer 13 dic 2017 11:24

Se hanno un sistema di ventilazione forzato e rimani nel range di assorbimento continuativo...no, o comunque non sul breve termine. Gli autoventilanti prima o poi li cuoci (ma si spera che intervengano le protezioni).
Piuttosto, è farlo con le vecchie reostatiche che mi lascia perplesso.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37549
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Maltempo: traffico ferroviario critico nel... | Del 11/12/17

#27 Messaggio da E412 » gio 14 dic 2017 10:21

Bill ha scritto:
lun 11 dic 2017 16:00
Domanda da ignorante: ma a parte le corse raschiaghiaccio, non esiste un altro sistema per scaldare i fili e sciogliere ghiaccio / neve ?
Trovato un vecchio topic in cui se ne parlava:
viewtopic.php?f=7&t=33422

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti