Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Ferrovie.it
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7135
Iscritto il: ven 28 set 2007 3:41

Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#1 Messaggio da Ferrovie.it » mar 05 dic 2017 16:29

Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea per Pré-Saint-Didier

L'Assessore al Turismo, Sport, Commercio e Trasporti, Aurelio Marguerettaz, informa che nella seduta di lunedì 4 dicembre, la Giunta regionale ha approvato la bozza di...
Ferrovie.it

De 461 1001
**
**
Messaggi: 1915
Iscritto il: gio 30 ago 2007 12:57

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#2 Messaggio da De 461 1001 » mar 05 dic 2017 17:16

Premesso che io ci credo poco a questa conversione politica... Ma allora, visto che si prevede l'elettrificazione della Ivrea - Aosta andrà a finire che i treni bimodali serviranno solo sulla futuribilissima Aosta - PSD per qualche collegamento diretto da Torino/Chivasso. Ma questo punto visto che a promettere e progettare costa poco (ma rende molto) non conveniva prevedere di elettrificare tutta sta benedetta linea fino a PSD???... Mah..Boh...
Mah! ...
___ciao!___

De 461 1001 Co'Co' L'unica loc. da 160 Km/h a nafta...ma con 6 motori elettrici combinati in serie e in parallelo...
____________

Avatar utente
ROMULUS31
*
*
Messaggi: 798
Iscritto il: lun 02 feb 2004 18:24
Località: Roma

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#3 Messaggio da ROMULUS31 » mar 05 dic 2017 21:06

Domanda da profano di economia: costa più avere una TD (trazione Diesel, ho corretto) con quattro o max sei coppie di treni al giorno oppure costruire e mantenere in opera una catenaria con SSE? Cioè, costa più il gasolio o la bolleta su questa linea?
Tschüß tschüß
"Für die Welt klinge mein Lied"
Romulus31 (alias Rag. Filini)

De 461 1001
**
**
Messaggi: 1915
Iscritto il: gio 30 ago 2007 12:57

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#4 Messaggio da De 461 1001 » mar 05 dic 2017 22:11

Facilmente elettrificare una linea per farci passare 5/6 coppie di treni al giorno non ha senso..
Ma nel nostro caso dobbiamo mettere sul piatto dei costi (sempre che si elettrificasse la linea da Ivrea ad Aosta) il costo di acquisto / di esercizio di 4 materiali bimodali con alimentazione sia elettrica che diesel che servirebbero per quelle 5/6 coppie di treni al giorno su quel breve tratto di linea da Aosta a PSD che rimarrebbe non elettrificato. Delle due, una: elettrificare tutto utilizzando MinuElettrici o simili o elettrificare solo fino ad Aosta e tenersi 4 Aln 663 o MinuDiesel... Ma in tutte e due le ipotesi di materiali bimodali non ce ne sarebbe proprio bisogno...
___ciao!___

De 461 1001 Co'Co' L'unica loc. da 160 Km/h a nafta...ma con 6 motori elettrici combinati in serie e in parallelo...
____________

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 940
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#5 Messaggio da giorgiostagni » mer 06 dic 2017 6:49

Elettrificare serve prima di tutto a chi produce pali. Il resto è largamente secondario nel processo decisionale.

mikebuongiorno.cargo
**
**
Messaggi: 1183
Iscritto il: sab 21 mag 2005 11:50
Località: Dolomiti - NORD Italia

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#6 Messaggio da mikebuongiorno.cargo » mer 06 dic 2017 7:21

L'ammortamento dei costi di elettrificazione di una tratta minore come ad esempio la Ponte nelle Alpi -Calalzo PCC non va ovviamente calcolato su quei pochi chilometri di binario ma perlomeno "spalmato" su tutto il comprensorio ferroviario in quanto si permette con tali scelte di avere delle economie di gestione del servizio avendo mezzi uguali, delle manutenzione di mezzi uniformi, di procedure identiche, di personale egualmente formato, ecc.
Allegria!!
mikebuongiorno.cargo saluta per sempre il grande Mike


Re 460 074-8 Chi rimorchia di più?

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7473
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#7 Messaggio da Cinghiale » mer 06 dic 2017 7:39

Il grosso problema per l'elettrificazione sta ad Ivrea; è auspicabile che il successo derivane dalla ripresa del servizio, purché programmato con intelligenza, induca ad addomesticare il tracciato.

De 461 1001
**
**
Messaggi: 1915
Iscritto il: gio 30 ago 2007 12:57

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#8 Messaggio da De 461 1001 » mer 06 dic 2017 11:15

ma il problema a Ivrea si risolve subito :ciao: :ciao: :ciao:
basta mettere fuori servizio il tratto da Ivrea ad Aosta per circa/più o meno un paio d'anni e rifare quei 1100 metri circa di galleria tra Ivrea - Montalto Dora ... cosa vuoi che sia... :sofa:
___ciao!___

De 461 1001 Co'Co' L'unica loc. da 160 Km/h a nafta...ma con 6 motori elettrici combinati in serie e in parallelo...
____________

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#9 Messaggio da sr » mer 06 dic 2017 11:19

Non è tanto il rifare la galleria che crea problemi, ma il fatto che le prime decine di metri della galleria non hanno lo spazio fisico per poter alzare la galleria, a meno di alzare il piano strada e (forse) le fondamenta delle case.
Abbassare non si può se non si vuole correre il rischio di interferire con le piene della Dora.
L'unica è passare da un'altra parte (zona Banchette?)
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

dedorex1
**
**
Messaggi: 5630
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#10 Messaggio da dedorex1 » mer 06 dic 2017 11:41

giorgiostagni ha scritto:
mer 06 dic 2017 6:49
Elettrificare serve prima di tutto a chi produce pali. Il resto è largamente secondario nel processo decisionale.
Ma i pali sono una componente importante dell'investimento? Mi sarei aspettato una % relativamente bassa rispetto a tutto il resto. Per curiosità, hai una spaccatura indicativa delle varie componenti?
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 4450
Iscritto il: mar 06 gen 2015 14:17

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#11 Messaggio da RegioAV » mer 06 dic 2017 13:35

Un pezzo di centenaria rigida non risolve in alcun modo il problema?
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#12 Messaggio da sr » mer 06 dic 2017 13:51

Non mi ricordo dove avevo letto che anche con la catenaria rigida non ci sarebbero comunque i franchi di sicurezza tra la barra e il convoglio.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#13 Messaggio da sr » mer 06 dic 2017 13:54

Qui un recentissimo articolo sul problema (è solo di 7 anni e 3 mesi fa)
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#14 Messaggio da sr » mer 06 dic 2017 13:58

E questo è il ponte con la Dora leggermente ingrossata.
Immagine
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7473
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Valle d'Aosta: allo studio riapertura linea... | Del 05/12/17

#15 Messaggio da Cinghiale » gio 07 dic 2017 7:07

Ad Ivrea c'è una grossa strozzatura del fiume, molto pericolosa, ragion per cui la Dora stessa dovrebbe essere adeguatamente dragata e sarebbe quanto mai opportuno scavare un diversivo.
Resta da domandarsi chi fu quel bischero a concepire quell'attraversamento.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti