Gli autobus urbani servono davvero?

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37835
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#16 Messaggio da E412 » ven 22 nov 2013 19:12

Quello però è più un problema da ente locale :lol: (qualche dubbio ce l'avrei anch'io, comunque)

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5226
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#17 Messaggio da sandro.raso » ven 22 nov 2013 19:22

Freccia della Laguna ha scritto:Sarebbe bello se i tuoi concittadini invece degli scooter tirassero fuori le biciclette!
E' dura perché Genova è una città di compagni e "non è roba da compagni, ci vuole il fisico!".
In realtà, esperienza personale, girare per Genova in bici si può benissimo, come lo si può a Roma.
Immagine

FFS
*
*
Messaggi: 624
Iscritto il: ven 19 ago 2011 14:51

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#18 Messaggio da FFS » sab 23 nov 2013 8:37

@E412: con "Stato" io intendevo lo Stato nel senso più ampio del termine, comprendente tutti gli enti pubblici e para-pubblici, dai comuni, alle province, alle regioni (dalle mie parti sarebbero i cantoni e le loro suddivisioni interne), allo Stato centrale (dalle mie parti sarebbe la Confederazione, o Confederella per gli amici), alle aziende ad essi collegate.

ALe502
**
**
Messaggi: 1664
Iscritto il: mer 02 mag 2007 18:29
Località: Nella bassa tra Padova, Vicenza e Verona

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#19 Messaggio da ALe502 » lun 25 nov 2013 8:57

davide84 ha scritto: anche qui a Padova vedo che il servizio bus è abbastanza una merda. Nessuno dei miei conoscenti, dagli studenti ai dipendenti fissi, è abbonato; si va di biglietti singoli quando diluvia o nevica, per il resto bici, scooter o auto.
Io sono abbonato e vengo in ufficio col tram ogni mattina. Ma il tram, per quanto cesso l'abbiano scelto, è comunque molto meglio del bus per capienza, corsie preferenziali, frequenza. Se avessi solo il bus probabilmente non sarei abbonato, e anzi avrei preso casa in zona ufficio.
Anch'io sono un abbonato APS mobilità :mrgreen:
Macino quotidianamente un'ora di bus al giorno, linea 7 fatta quasi per intero fino al limite della tariffa urbana ! Purtroppo non ho altra scelta e ci si abitua al servizio "offerto". Non è una novità che la città di Padova abbia una viabilità complicatissima (peggiore di altre città più grosse) ed un conseguente traffico caotico... non solo veicolare anche pedonale (vedere per credere la colonna umana che si forma a più riprese durante il giorno ed in più direzioni dalla stazione ferroviaria) e di questo i bus ne risentono moltissimo. La velocità è tra le più basse del Veneto e gli stessi bus sono talvolta insufficienti per l'utenza che ne deve usufruire...
Please stand well away from the edge of Platform 1. The approaching train is not scheduled to stop at this station.

Alessandro

Avatar utente
AlleE652Brennero
*
*
Messaggi: 860
Iscritto il: mar 20 apr 2010 16:00
Località: Ducato di Modena e Reggio
Contatta:

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#20 Messaggio da AlleE652Brennero » mer 27 nov 2013 1:17

Da noi a Modena, il servizio urbano (parlo per me), m'è sembrato buono.
Da quando ho iniziato con il pendolarismo tra Carpi e Modena per via di un corso di formazione (che lo faccio a Modena), uso l'abbonamento integrato regionale treno+bus ("Mi Muovo" ndr.), e mi ritengo fortunato del fatto che c'è un servizio dignitoso che offre nell'ambito urbano di Modena.
Volendo avrei potuto portare la bici con me, ma ho immediatamente cassato per due ragioni: 1) mat.rotabile insufficiente per il trasporto bici; 2) a Modena, la bici te la fregano. :>:): Potrei anche lasciarla a casa, e usufruire del bike sharing, ma da come sono ridotte, e dalla loro indubbia affidabilità a sopportare uno robusto come il sottoscritto, no grazie, meglio due passi e autobus. :mrgreen:
SI alla Mo-Mn sotto la DTR Emilia-Romagna. NO alla Mo-Vr sotto la DTR Veneto. :mrgreen:
#IoStoConGigetto
Immagine Immagine

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14306
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#21 Messaggio da quattroe28 » mer 27 nov 2013 4:37

sandro.raso ha scritto:
Freccia della Laguna ha scritto:Sarebbe bello se i tuoi concittadini invece degli scooter tirassero fuori le biciclette!
E' dura perché Genova è una città di compagni e "non è roba da compagni, ci vuole il fisico!".
In realtà, esperienza personale, girare per Genova in bici si può benissimo, come lo si può a Roma.
se devo arrivare in piazza manin da piazza corvetto in estate sai che sudata.... :>:):
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5226
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#22 Messaggio da sandro.raso » mer 27 nov 2013 5:54

Io ci arrivo benissimo anche con la bici pieghevole.
Ben altri sono i problemi della vita!
Immagine

patrick
**
**
Messaggi: 1958
Iscritto il: mar 17 apr 2007 20:57

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#23 Messaggio da patrick » mer 27 nov 2013 16:15

I mezzi urbani sono presenti in circa 150 Comuni, tutte le province e tante altre medie-piccole cittadine da 50-30 mila abitanti.
Tolte quelle 20-30 medie-grandi città, tra cui alcune conurbazioni che fanno massa (tipo Pescara-Chieti, Faenza-Forlì-Cesena, Modena-Sassuolo-Carpi, Pisa-Lucca-Livorno e ancora qualcos'altro) trovo l'attuale tpl inutile, tolti studenti-minorenni e quei pochi senza alternativa. Rete e frequenza limitata per tariffe simili a quelle di Milano, l'unica degna di un servizio decente, per non dire anche più caro.
Napoli ha una flotta circolante pari a quella di una città da 300 mila abitanti, idem Palermo.

Girando in rete e giocando con alcune parole, sembra di leggere dappertutto di mezzi che girano a vuoto: Cantù, Magenta, Abbiategrasso, Potenza, Avellino, gran parte della Sicilia, Oristano, Monfalcone, ecc..

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11244
Iscritto il: mer 28 gen 2004 12:06
Località: Torino / Traves in estate

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#24 Messaggio da Grande Puffo » mer 27 nov 2013 16:36

Come sempre dipende anche dal livello di servizio. Quando abitavo ad Ivrea (29.000 abitanti, circa 40.000 l'area urbana) con 5 linee cadenzate a 30 minuti ed una sesta di intensificazione urbana, un passaggio ogni 5 minuti sulle due o tre strade principali e servizio fino alle 23 c'era sempre tanta gente a bordo.
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
DAL 13/12/09 NO MORETTAV ®
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...

bdsklo
^_^
^_^
Messaggi: 36
Iscritto il: sab 24 mag 2014 6:20
Località: Genova

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#25 Messaggio da bdsklo » gio 03 lug 2014 21:18

Il Basso di Genova ha scritto:Apro nuovo topic/provocazione giusto perchè la discussione parte dalla situazione AMT di Genova, ma è applicabile a molte realtà ed è una faccenda abbastanza "generica":

ma allora la domanda spontanea: ma a chemminghia servono i bus? Lenti, macchinosi, imprevedibili, costosi, stupidi, puzzolenti, inquinanti, ammuffiti.. Per poche fermate vado a piedi e faccio prima.
Per molte fermate prendo il treno o il metrò o l'auto.

Servono davvero?
Ho scoperto solo adesso questa sezione del forum, e anche se la discussione è di mesi fa mi sembra comunque attuale :mrgreen:

Non so se hai vissuto in altre grandi città, ma posso assicurarti che i bus a Genova funzionano eccome! E con funzionano intendo dire che puoi vivere tranquillamente facendo a meno dell'automobile. Probabilmente frequento zone particolarmente "fortunate", ma in 6 mesi di vita a Genova non ho mai aspettato un autobus per più di 15 minuti (feriali/diurni intendo). E ritengo anche che il prezzo sia buono per il servizio offerto. Ho girato davvero tantissimo da quando vivo qui e rare volte ho sentito la mancanza dell'auto.
E' vero che per tragitti lunghi prendi il treno o la metro: ma come ci arrivo in stazione? :mrgreen:
I pochi mesi che ho avuto a che fare con gli autobus nella mia città natale (una grande città del sud Italia) c'era da ridere: per una linea circolare considerata "importante" il tempo di attesa era mediamente di 50 minuti (CINQUANTA); nell'estrema periferia dove vivevo una volta ho aspettato 100 minuti (CENTO). Adesso le cose sono migliorate, ma ci fu un periodo in cui non esistevano nemmeno gli orari: cioè nel migliore dei casi l'autobus partiva a un orario determinato ma non c'era nessuna garanzia sui tempi di percorrenza, e nel caso peggiore non era proprio garantita la partenza del mezzo dal capolinea.

Ecco, quello era un servizio di trasporto pubblico inutile; per quanto mi riguarda se gli autobus urbani ti consentono di vivere facendo a meno dell'auto allora funzionano.

Avatar utente
diesel 445
**
**
Messaggi: 4794
Iscritto il: lun 26 gen 2004 15:45
Località: Siena

Re: Gli autobus urbani servono davvero?

#26 Messaggio da diesel 445 » gio 27 nov 2014 11:51

patrick ha scritto:I mezzi urbani sono presenti in circa 150 Comuni, tutte le province e tante altre medie-piccole cittadine da 50-30 mila abitanti.
Tolte quelle 20-30 medie-grandi città, tra cui alcune conurbazioni che fanno massa (tipo Pescara-Chieti, Faenza-Forlì-Cesena, Modena-Sassuolo-Carpi, Pisa-Lucca-Livorno e ancora qualcos'altro) trovo l'attuale tpl inutile, tolti studenti-minorenni e quei pochi senza alternativa. Rete e frequenza limitata per tariffe simili a quelle di Milano, l'unica degna di un servizio decente, per non dire anche più caro.
Napoli ha una flotta circolante pari a quella di una città da 300 mila abitanti, idem Palermo.

Girando in rete e giocando con alcune parole, sembra di leggere dappertutto di mezzi che girano a vuoto: Cantù, Magenta, Abbiategrasso, Potenza, Avellino, gran parte della Sicilia, Oristano, Monfalcone, ecc..
Dipende da città a città , e linee se sono importanti e che servono ospedali e stazioni ferroviarie allora si , qui a Siena abbiamo una buona circolazione di autobus sia urbani che extraurbani , vita media di 12 anni .
Un esempio è la linea 10 che oltre a servire il centro , serve : Ospedale , Stazione Ferroviaria , centro città ( piazza del Sale ) e prosegue lungo la strada a maggior traffico , finendo la corsa nel quartiere di Belverde , che è nel comune di Monteriggioni .
O come la linea 17 /2 che serve sia l'ospedale che il quartire di San Miniato ( non è quello in provincia di Pisa , è omonimo ) , al ritorno la linea 17 arriva da San Miniato diventa linea 2 prosegue la corsa su Monteroni d'Arbia , popoloso paese della val d'Arbia .

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti