Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

Commenta qui articoli, news e FOLD di Ferrovie On Line.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12193
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#31 Messaggio da sr » mar 13 mar 2018 10:20

Purtroppo sono molto più frequenti i casi in cui gli estintori vengono usati in modo improprio che proprio.
Tra chi lo usa per spargere polvere sulle vetture, chi per rompere i vetri e chi se li frega mi sa che la percentuale di utilità degli estintori a bordo ha qualche zero dopo la virgola.
Con questo però non voglio dire che non ci devono essere.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38608
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#32 Messaggio da E412 » mar 13 mar 2018 10:52

La questione per me è semplice: quanto costa un impianto AI?
A tal punto si distinguono due casi:
- treno nuovo
- treno vecchio

Sul treno nuovo, onestamente, non vedo grandi problemi a mettercelo. E' pure probabile che un treno nuovo con AI nella sua intera vita mi costi meno di uno vecchio senza, semplicemente perchè fa più km (in teoria...) con una manutenzione maggiormente ottimizzata.
Sul treno vecchio valuterei la situazione: che servizi svolge, che linee percorre, quanta vita residua gli resta...
Onestamente non è l'idea di mettere l'AI su una MD che mi perplime di più: è l'idea di volerle tenere ancora in esercizio a lungo che mi lascia abbastanza stupefatto. :wink:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13707
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#33 Messaggio da UluruMS » mar 13 mar 2018 10:59

MD e Casaralta al cannello senza un domani
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1644
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#34 Messaggio da Lirex » mar 13 mar 2018 11:34

C'è da considerare poi la manutenzione, da quanto ho capito su un impianto AI ad acqua nebulizzata ci sarebbero da fare:
- verifica della pressione delle bombole di azoto
-verifica del grado di opacità dei sensori ottici ( accumulo di polvere)
- Verifica della funzionalità delle elettrovalvole
- verifica eventuale degli impianti di riscaldamento bombole di acqua
- verifica degli ugelli ( esiste la possibilità che qualcuno se li freghi......)
Fatto su migliaia di carrozze è un aggravio non da poco, se non fatto con cura c'è il rischio che poi, quando necessario, non intervenga
-

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38608
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#35 Messaggio da E412 » mar 13 mar 2018 12:06

C'è da fargli sicuramente la manutenzione prevista, come a tutti i sistemi installati.
Quanto incida sul totale lo ignoro, così come ignoro le frequenze di intervento richieste. Ma ho il sospetto che pianti meno rogne di monitor e prese elettriche, e magari anche di porte e climatizzazione :>:):
Su un treno nuovo che ne è equipaggiato comunque entra nel computo delle spese di manutenzione previste. E' su un vecchio che le spese si aggiungono all'esistente.

@ Uluru: ma magari. Per me andrebbe bene anche oggi :sofa:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
gr 625-076
**
**
Messaggi: 1144
Iscritto il: sab 08 ott 2005 18:21
Località: in transito sulla Mi-VR

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#36 Messaggio da gr 625-076 » mar 13 mar 2018 13:40

Ok MD al cannello, ma prima vorrei vedere delle alternative che non siano rock o pop... Curiosità: le md in Lombardia, forse ad eccezione dei Mi-So, potrebbero circolare anche senza ai, dato che non ci sono gallerie più lunghe di 500 metri?

ssb
**
**
Messaggi: 2572
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#37 Messaggio da ssb » mar 13 mar 2018 14:17

Beh ma basta usare la tattica Trenord, la manutenzione si fa quando capita, se proprio c’è tempo e denari, se no amen, si risparmia...

Avatar utente
DB
**
**
Messaggi: 3505
Iscritto il: mar 20 gen 2004 13:40

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#38 Messaggio da DB » mar 13 mar 2018 14:37

Andmart ha scritto:
lun 12 mar 2018 18:12
UluruMS ha scritto:
lun 12 mar 2018 18:01
Esiste obbligo di AI automatici sui bus gt, di linea o del TPL?
Nessun obbligo, tanto meno ai mezzi già in servizio.
E di gente morta in roghi di autobus ce n'è, inclusa una scolaresca di ritorno da una gita qualche mese fa in A4.
Ma sappiamo tutti che il 100% della sicurezza è richiesto solo ai treni, morire sulla strada è socialmente ben accetto....
Quest'ultima affermazione su cosa si basa?
Attualmente abbiamo la legislazione più severa d'Europa sulla guida in stato di ebrezza/stupefacenti e sulla morte/lesioni in conseguenza di infrazioni al CdS (omicidio stradale). Fino a qualche anno fa Ti avrei dato ragione con meno riserve, oggi la vedo un po' diversamente.
Poi se si incendia un autobus sono 50-60 persone coinvolte, se prende fuoco un treno (magari in galleria) possono essere 600, 800....
Poi ancora: è una normativa europea quella sull'AI o il DM di cui parla l'articolo esiste solo da noi? E quel DM non sarà per evitare il ben più costoso adeguamento delle gallerie? Cioè non sarà che in Europa lasciano scegliere tra intervento sulla rete e intervento sui treni?

:ciao: :ciao:
New PB 20km: 1h31'23'' 12.04.2014
PB 10km: 44'37'' 28.6.2013

Der meisten mangelt der Mut, das Unglück zu begrüssen, als etwas, worin man die Seele baden kann

ssb
**
**
Messaggi: 2572
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#39 Messaggio da ssb » mar 13 mar 2018 14:41

DB: morire per strada è fuor di dubbio socialmente accettato. Con migliaia di morti l’anno a quest’ora dovremmo avere automobili limitate a 30km/h e sistemi di frenata automatica obbligatori su qualunque mezzo. Tu parli della repressione, ma preventivamente non si fa nulla se non campagne informative.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38608
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#40 Messaggio da E412 » mar 13 mar 2018 14:47

1) La severità della normativa serve a poco, se non becchi preventivamente chi compie l'infrazione. E' uno dei tanti specchietti per allodole che servono a dire che si è fatto qualcosa, salvo che poi la carambola l'ubriaco la causa tanto quanto la causava in precedenza
2) Nella maggior parte dei casi di incendio ad autobus, non c'è alcuna infrazione al CdS nè alcun omicidio (almeno si spera, anche se la fantasia di certi legislatori è illimitata più del traffico di certe offerte), quindi non c'è proprio nessuno da punire
3) In caso di incendio ad un autobus le persone coinvolte vanno da 1 fino a poco più di un centinaio (a seconda dell'autobus). Più le eventuali persone nei dintorni. L'incendio del Monte Bianco fu causato da un gruppo elettrogeno in fiamme, persone direttamente coinvolte una. Eppure...
3bis) In caso di incendio ad un treno le persone coivolte sono normalmente quelle della vettura, quindi dipende dall'affollamento e dalla capacità delle medesime. Poi bisogna vedere se propaga o meno. Siamo comunque in presenza di numeri tranquillamente confrontabili tanto con il trasporto su strada tanto con quello aereo, meno con quello navale
4) Parte del DM dovrebbe essere stato recepito dalle TSI più recenti. Poi è chiaro che noi italiani abbiamo qualche problema in più dei finlandesi quando si parla di gallerie, ma quello vien da se. Noi ne abbiamo una secchiata, la maggior parte delle quali costruite entro il primo terzo del 900, loro una manciata. :wink:
D'altra parte le norme sull'inquinamento dell'aria valgono tanto qui in Val Padana quanto nella tundra finlandese. Solo che qui sono quasi impossibili da rispettare, lì è 'ti piace vincere facile'. :wink:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
DB
**
**
Messaggi: 3505
Iscritto il: mar 20 gen 2004 13:40

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#41 Messaggio da DB » mar 13 mar 2018 14:48

ssb ha scritto:
mar 13 mar 2018 14:41
DB: morire per strada è fuor di dubbio socialmente accettato. Con migliaia di morti l’anno ....
Su quanti miliardi di pkm? Non dimentichiamo che circa il 92% degli spostamenti avviene in auto, che è un mezzo sempre più sicuro e lo diventerà probabilmente più del treno (sempre in rapporto ai volumi) con la guida automatica.
Non è socialmente accettato e non lo è, tanto meno, normativamente. È solo l'enormità del volume di auto e persone che le utilizzano e l'insostituibilità del mezzo stradale che rende meno "scandaloso" morire su gomma rispetto al treno: su quest'ultimo già si spostano in pochi (% parlando), se quei pochi li facciamo anche morire arrostiti...

:ciao: :ciao:
New PB 20km: 1h31'23'' 12.04.2014
PB 10km: 44'37'' 28.6.2013

Der meisten mangelt der Mut, das Unglück zu begrüssen, als etwas, worin man die Seele baden kann

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38608
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#42 Messaggio da E412 » mar 13 mar 2018 14:53

gr 625-076 ha scritto:
mar 13 mar 2018 13:40
Ok MD al cannello, ma prima vorrei vedere delle alternative che non siano rock o pop... Curiosità: le md in Lombardia, forse ad eccezione dei Mi-So, potrebbero circolare anche senza ai, dato che non ci sono gallerie più lunghe di 500 metri?
Teoricamente si.
Perchè non Pop e rock? :wink: Quello che conta è la capacità complessiva del treno (possibilmente non pollaio, in questo frangente noi lombardi siamo messi meglio), eventualmente integrabile con una maggior frequenza.
Poi possiamo anche pensare a vetture + loco, ma attualmente mi pare si sia un po' fuori tempo massimo. Resta il fatto che le MD siano oggi inadeguate e quasi totalmente alla frutta, non parliamo poi delle Casaralta che il viaggio di venerdì su uno di quei rottami ce l'ho ancora sul gozzo. :>:):

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

ssb
**
**
Messaggi: 2572
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#43 Messaggio da ssb » mar 13 mar 2018 15:08

DB ha scritto:
mar 13 mar 2018 14:48
Su quanti miliardi di pkm? Non dimentichiamo che circa il 92% degli spostamenti avviene in auto, che è un mezzo sempre più sicuro e lo diventerà probabilmente più del treno (sempre in rapporto ai volumi) con la guida automatica.
Non è socialmente accettato e non lo è, tanto meno, normativamente. È solo l'enormità del volume di auto e persone che le utilizzano e l'insostituibilità del mezzo stradale che rende meno "scandaloso" morire su gomma rispetto al treno: su quest'ultimo già si spostano in pochi (% parlando), se quei pochi li facciamo anche morire arrostiti...

:ciao: :ciao:
Eh il paragone in pkm facciamolo anche per la ferrovia però. Escludendo i suicidi e gli incidenti ai PL... Vediamo cosa esce.

Negli ultimi anni la normativa ha imposto delle significative e sostanziali modifiche ai mezzi stradali o alle strade stesse per cercare di diminuire la mortalità, anche se questi hanno significato un aumento dei costi e una diminuzione dei profitti per il settore stradale? ....ecco. :wink:

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38608
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#44 Messaggio da E412 » mar 13 mar 2018 15:17

Eccome no!
Basta vedere l'ineccepibile stato delle nostre strade alla prima piovuta :lol:
Roba che a confronto il giunto di Pioltello è una cazzabubbola (e ha fatto, cinicamente, meno morti di un singolo banale tamponamento in A21, che ha rischiato anche di tirare giù un cavalcavia che andrà rifatto da zero).

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

ESCity81
**
**
Messaggi: 3886
Iscritto il: dom 11 ott 2009 18:56

Re: Pronto il primo ETR.500 con impianto... | Del 10/03/18

#45 Messaggio da ESCity81 » mar 13 mar 2018 15:28

UluruMS ha scritto:
mar 13 mar 2018 10:59
MD e Casaralta al cannello senza un domani
Le Casaralta ci andranno (e ci stanno già andando). Idem le PR 1973T, e le UIC-X.

E anche le MD ci andranno in gran parte: ne viene attrezzato solo circa 1/3, da quanto si evince dai bandi.
DB ha scritto:
mar 13 mar 2018 14:37
Poi se si incendia un autobus sono 50-60 persone coinvolte, se prende fuoco un treno (magari in galleria) possono essere 600, 800....
L'ultimo incendio grave su un autobus, qui in città, ne ha coinvolto uno da 12m con oltre 80 persone a bordo, nel 2014.

Viceversa, un treno ne porta sicuramente alcune 100inaia (ma 600 o 800 è un numero esagerato): ma certo non tutte sono direttamente coinvolte nell'incendio o nei fumi, e la propagazione da una vettura ad un'altra non è così immediata, stante anche il sempre più diffuso impiego di materiali ignifughi o autoestinguenti.
DAVIDE - ESCity

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti