Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

Commenta qui articoli, news e FOLD di Ferrovie On Line.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9999
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#16 Messaggio da Coccodrillo » lun 22 gen 2018 15:01

E a parte questo prima o poi qualcuno avrebbe cominciato a dare i bus alla provincia (o anche da subito), magari tagliando il servizio nei feriali e quasi eliminandolo nei festivi, come a Gaggiolo che la domenica passa da 2 coppie di bus al giorno a un treno all'ora.

Piuttosto, non era prevista una nuova fermata a Besano?

Peccato solo che non abbiano approfittato della chiusura per rifare bene Varese e magari (se possibile) raddrizzare i binari (questo anche a Porto Ceresio) per avere marciapiedi alti.

Peccato anche che nelle stazioni a nord di Varese non ci siano né sportelli né distributori di biglietti, anche se in buona parte sono sostituiti da bar e acquisto sul treno.
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16932
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#17 Messaggio da Ae 4/7 » lun 22 gen 2018 17:18

fab ha scritto:
lun 22 gen 2018 9:32
Non capisco perchè nel caso di Cantello non abbiano valutato la possibilità di chiamare la fermata col vecchio toponimo del luogo, come omaggio a chi ha permesso di realizzazione che i tempi si dilatassero così tanto... ::-?:
LOL: https://s.geo.admin.ch/784a3a5250

(Questa non l'avevo mai notata... :D )
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Fabio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3959
Iscritto il: dom 21 dic 2003 12:43
Località: Verona
Contatta:

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#18 Messaggio da Fabio » lun 22 gen 2018 17:25

marcogiov ha scritto:
lun 22 gen 2018 14:31
Invece di terminare la corsa a Varese, il treno da Milano P.G. prosegue per Porto Ceresio. Probabilmente costa meno che avere un bus e un guidatore del bus.
Aggiungo che il bus, se vuoi fargli servire tutti i paesi, impiega decisamente più tempo.
Ad esempio l'autoservizio sostitutivo presente fino al 6/1 impiegava 35-40 minuti; il treno 20.
Fabio Veronesi - FERROVIE ON LINE

"Appoggiare i piedi con le scarpe indossate sul pavimento e prestare attenzione a non insudiciare il treno". [cit. BLS]

Avatar utente
Fabio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3959
Iscritto il: dom 21 dic 2003 12:43
Località: Verona
Contatta:

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#19 Messaggio da Fabio » lun 22 gen 2018 17:27

ssb ha scritto:
lun 22 gen 2018 9:40
Per pignoleria, il Bca svizzero arriva fino a PM Bevera.
Non è quello che ho scritto? ::-?:
Fabio Veronesi - FERROVIE ON LINE

"Appoggiare i piedi con le scarpe indossate sul pavimento e prestare attenzione a non insudiciare il treno". [cit. BLS]

Avatar utente
Fabio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3959
Iscritto il: dom 21 dic 2003 12:43
Località: Verona
Contatta:

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#20 Messaggio da Fabio » lun 22 gen 2018 17:34

simplon ha scritto:
lun 22 gen 2018 12:55
Proprio mentre si faceva festa con la nuova linea, il TG regionale della Lombardia, in tutte le edizioni ha dato ampio risalto alla protesta da parte di Bisuschio, perché lì è ancora tutto un cantiere che rende, a loro dire, pericoloso anche raggiungere i treni. Inoltre si lamentano perché in occasione di questi lavori non sono stati soppressi i PL nel loro paese. Altroché festa, erano tutti incazzati neri.
Avranno i loro motivi. Come ho scritto nell'articolo, di lavori da terminare, soprattutto sulla PM Bevera-Porto Ceresio ce ne sono ancora molti.
Ma tutti gli altri paesi, compreso Porto Ceresio, festeggiavano.
Fabio Veronesi - FERROVIE ON LINE

"Appoggiare i piedi con le scarpe indossate sul pavimento e prestare attenzione a non insudiciare il treno". [cit. BLS]

Avatar utente
pescinfaccia
*
*
Messaggi: 369
Iscritto il: mer 25 mar 2015 19:46

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#21 Messaggio da pescinfaccia » lun 22 gen 2018 18:24

giorgiostagni ha scritto:
lun 22 gen 2018 14:37
Scusa ma la paghi tu?
Non penso che l'abbia pagata Maroni con i suoi soldi personali. E nemmeno tu.
giorgiostagni ha scritto:
lun 22 gen 2018 14:37
E più in generale, sei sicuro di essere sul forum giusto?
Essere appassionati non vuol dire essere fanatici e giustificare il treno a prescindere.
giorgiostagni ha scritto:
lun 22 gen 2018 14:37
Comunque la risposta di marcogiov è assai corretta e pertinente.
A me non pare proprio :(
Fabio ha scritto:
lun 22 gen 2018 17:25
Aggiungo che il bus, se vuoi fargli servire tutti i paesi, impiega decisamente più tempo.
Ad esempio l'autoservizio sostitutivo presente fino al 6/1 impiegava 35-40 minuti; il treno 20.
Perchè fa il giro dell'oca per passare da Bisuschio-Viggiu' , altrimenti sono solo 7/8 km che anche un bus coprirebbe in 20 minuti.

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12216
Iscritto il: dom 14 ago 2005 22:48

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#22 Messaggio da augustus » lun 22 gen 2018 19:36

marcogiov ha scritto:
lun 22 gen 2018 11:44
Le tariffe aeree da Malpensa, non solo per i voli intercontinentali, sono spesso molto più convenienti di quelle a partire da Zurigo, anche in Business Class.

C'è un'ampia fetta di mercato svizzero disposta ad allungare il viaggio pur di risparmiare o viaggiare in Business da Malpensa anziché in Economy da Zurigo, per quanto bello sia l'aeroporto di Kloten.
Adesso non scriviamo delle favole ;) Poi, fanno manco un'ora di treno da Zurigo e hanno EasyJet (e non solo) da Basilea, oltretutto con un bus che ti porta al terminal in 15 minuti dalla stazione.
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16932
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#23 Messaggio da Ae 4/7 » lun 22 gen 2018 19:59

E senza dover pagare il biglietto tra "Basel, Friedrich-Miescher-Str. transito" e l'aerostazione. :lol:

(Tant'è che frequento occasionalmente quell'aerodromo solo per comprare i giornali nel settore francese...)
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Fabio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3959
Iscritto il: dom 21 dic 2003 12:43
Località: Verona
Contatta:

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#24 Messaggio da Fabio » lun 22 gen 2018 20:00

pescinfaccia ha scritto:
lun 22 gen 2018 18:24
Fabio ha scritto:
lun 22 gen 2018 17:25
Aggiungo che il bus, se vuoi fargli servire tutti i paesi, impiega decisamente più tempo.
Ad esempio l'autoservizio sostitutivo presente fino al 6/1 impiegava 35-40 minuti; il treno 20.
Perchè fa il giro dell'oca per passare da Bisuschio-Viggiu' , altrimenti sono solo 7/8 km che anche un bus coprirebbe in 20 minuti.
Appunto. Vedi che è meglio il treno: serve tutte le località e ci impiega lo stesso tempo di un bus diretto.

Comunque guardando su Maps sono 21-22 minuti in auto senza traffico e senza fermate. Hai voglia...
Fabio Veronesi - FERROVIE ON LINE

"Appoggiare i piedi con le scarpe indossate sul pavimento e prestare attenzione a non insudiciare il treno". [cit. BLS]

ssb
**
**
Messaggi: 2529
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#25 Messaggio da ssb » lun 22 gen 2018 20:02

Fabio ha scritto:
lun 22 gen 2018 17:27
ssb ha scritto:
lun 22 gen 2018 9:40
Per pignoleria, il Bca svizzero arriva fino a PM Bevera.
Non è quello che ho scritto? ::-?:
Hai ragione. Chiedo venia.

Avatar utente
fab
**
**
Messaggi: 8667
Iscritto il: ven 02 dic 2005 16:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#26 Messaggio da fab » lun 22 gen 2018 21:08

Ae 4/7 ha scritto:
lun 22 gen 2018 17:18
fab ha scritto:
lun 22 gen 2018 9:32
Non capisco perchè nel caso di Cantello non abbiano valutato la possibilità di chiamare la fermata col vecchio toponimo del luogo, come omaggio a chi ha permesso di realizzazione che i tempi si dilatassero così tanto... ::-?:
LOL: https://s.geo.admin.ch/784a3a5250

(Questa non l'avevo mai notata... :D )
:megaball: :megaball: :megaball:

Secondo wikipedia cambiò nome qualche anno prima della tua mappa, nel 1895...di certo fu quello il periodo, perché dopo l’unità d’Italia quando gli accenti e i dialetti cominciavano a mescolarsi, divenne sconveniente tenere quel nome.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 991
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#27 Messaggio da giorgiostagni » lun 22 gen 2018 21:36

pescinfaccia ha scritto:
lun 22 gen 2018 18:24
Non penso che l'abbia pagata Maroni con i suoi soldi personali. E nemmeno tu.
Risposta seria (che credo di aver già dato altre volte in casi simili): in un mondo ideale, se risparmio n euro in un certo punto, perché ad esempio faccio un servizio più economico (e comunque considero accettabile un certo danno, in questo caso il tempo di percorrenza maggiore), posso pensare di avere a disposizione esattamente n euro per investirli in un altro punto.

Nel mondo reale, purtroppo, non è così: se risparmio n euro, è estremamente difficile riuscire a investire gli stessi n euro in un altro punto, scelto a piacere e a raziocinio di chi li ha risparmiati. Talmente difficile da poterlo considerare un evento pressoché impossibile.
Dove sono stati risparmiati, ho l'intero danno materiale (la maggior percorrenza) e un beneficio economico trascurabile, di cui non so che farmene; in nessun altro luogo riesco a ottenere in maniera e consequenziale diretta un beneficio materiale.

Questo era già abbastanza vero anni fa. Con il progressivo complicarsi dei bilanci pubblici (quella che è comunemente nota come "armonizzazione dei bilanci") diventa pressoché una certezza.

---

Riguardo al tempo di percorrenza, l'intera tratta Varese-Porto Ceresio è stato un esempio da manuale di come il bus sia drasticamente non competitivo rispetto al treno: 20 minuti contro 50(!), nelle fasce pendolari, contro 38 nella morbida.

Ovviamente questo è riferito all'intero percorso; "solo 7/8 km che anche un bus coprirebbe in 20 minuti" è invece relativo alla sola tratta Arcisate-Porto Ceresio che il treno compie in 11 minuti. E nell'ipotetica versione treno fino ad Arcisate + bus per Porto Ceresio si dovrebbero mettere in conto anche i circa 5 di interscambio. Quindi 11 a 25, cioè di nuovo oltre il doppio.

fabribo
**
**
Messaggi: 2365
Iscritto il: lun 22 dic 2003 20:02
Località: Castel Maggiore (Bologna)

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#28 Messaggio da fabribo » lun 22 gen 2018 21:38

Ho percorso la linea Sabato 13 (pagando il biglietto...) e la sera precedente avevo scattato qualche foto nelle stazioni di Arcisate e Induno.

Poi il giorno successivo ho visto Stabio ed è nata spontanea una riflessione.

OK la necessità di sopprimere passaggi a livello.... ma le stazioni in territorio italiano sembrano - anzi meglio dire sono - delle faraoniche colate di cemento, con pali doppi pali e contropalotti e 4 cartelli con il nome della stazione ogni 50 metri....
A Stabio invece due semplici marciapiedi con pensilina.... e lato Cantello ho potuto notare la presenza di un passaggio a livello (come si può notare nella prima foto dell'articolo... :mrgreen: ) . Tra l'altro sulla linea ci sono un paio di raccordi merci : uno presso Santa Margherita, sulla ex linea di Valmorea (Stabilimento ENI) poco prima del noto cancello che segna il confine, e verso Mendrisio c'è il raccordo verso uno scalo intermodale. Quindi , limitatamente al breve tratto in territorio Svizzero, la linea è interessata da traffico merci!

Saluti.
Fabrizio.
1 Dicembre 2013 : il mio ultimo viaggio da Torino a Bologna sul 2067
22 Dicembre 2003-22 Dicembre 2017 : i miei primi 14 anni FOL-LI

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16932
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#29 Messaggio da Ae 4/7 » lun 22 gen 2018 22:18

fab ha scritto:
lun 22 gen 2018 21:08
Secondo wikipedia cambiò nome qualche anno prima della tua mappa, nel 1895...
Può darsi, la mappa (foglio 546 "Varese" dell'Atlante Siegfried) venne pubblicata nel 1894 (ma la levata da parte dell'IGM avvenne già nel biennio 1884-86) :wink: .
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 991
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Un nuovo valico tra Italia e Svizzera | Del 22/01/18

#30 Messaggio da giorgiostagni » mar 23 gen 2018 6:51

fabribo ha scritto:
lun 22 gen 2018 21:38
Poi il giorno successivo ho visto Stabio ed è nata spontanea una riflessione.
OK la necessità di sopprimere passaggi a livello.... ma le stazioni in territorio italiano sembrano - anzi meglio dire sono - delle faraoniche colate di cemento, con pali doppi pali e contropalotti e 4 cartelli con il nome della stazione ogni 50 metri....
Fabrizio, sfondi una porta aperta: quando, a fine dicembre, ho invitato a un confronto tra quello che era Arcisate e quello che è oggi, varie persone di questo forum hanno detto "è più bella quella nuova" (sic). Ora che le ho viste anch'io di persona, non posso che confermare il mio pensiero: le tre stazioni nuove sono di uno squallore, una bruttezza e una ridicola imponenza davvero senza pari. E il confronto con la situazione oltre confine - non solo la stazione di Stabio ma anche la stessa linea - è davvero eloquente.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti