L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

Commenta qui articoli, news e FOLD di Ferrovie On Line.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#76 Messaggio da marchetti625 » lun 15 apr 2019 23:01

Caro Iannelli, visto che almeno tu ci metti il nome e cognome in quello che scrivi, intanto prova a dimostrare con documenti, foto o altro quanto abbastanza "fumosamente"scrivi....e lascia stare il "Prof. Cinghiale" che forse della ferrovia ha una sua visione particolare comunque sua e che io rispetto!. Solo su una cosa lo debbo correggere: costa molto di più ricostruire gli interni di un rotabile storico, specie se questi sono di pregio e unici come quelli del Settebello che il risanamento elettro meccanico di questo.... :lol:

Max RTVT
Ultima modifica di marchetti625 il lun 15 apr 2019 23:53, modificato 2 volte in totale.

marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#77 Messaggio da marchetti625 » lun 15 apr 2019 23:19

Di ovvio non c'è nulla.

Al termine dei lavori (previsti in 18 mesi e che invece durano da 3 anni), l'ETR252 sarà sottoposto all'iter di ammissione con esito tutt'altro che scontato, a maggior ragione se consideriamo le attuali TSI.
Se c'è qualcuno che "rosica" è in quel di Villa Patrizi, dopo essersi lanciato in una operazione costosa e controversa mentre le vaporelle atte sono ai minimi storici. :roll:
Uhhhh, Mi ero perso questa perla :lol: :lol: :lol: Adesso tu ci fai il santo piacere visto che conosci la "ferrovia" e scrivi di TSI, di spiegarci a noi poveretti che invece non la conosciamo, il senso delle tue sperticate affermazioni....Ci spieghi non a parole ma con un ragionamento" tecnico" e meglio se pubblichi qualche documento che prova quanto affermi, perchè un rotabile FS storico e quindi rientrate già di suo, in un quadro normativo a lui dedicato con un progetto costruttivo all'epoca depositato e validato, mai radiato e profondamente risanato da un'azienda certificata che in più lo va a dotare di quanto la nuova normativa prevede non solo come SCMT ma anche come altri apparati di sicurezza e controllo, potrebbe non superare l'AMIS....Daj,coraggio, lanciati nelle tue argomentazioni, illuminaci....e non "dolerti per me "....

Max RTVT

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7898
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#78 Messaggio da Cinghiale » mar 16 apr 2019 8:19

marchetti625 ha scritto:
lun 15 apr 2019 23:01
(omissis) … costa molto di più ricostruire gli interni di un rotabile storico, specie se questi sono di pregio e unici come quelli del Settebello che il risanamento elettro meccanico di questo.
Nel Settebello, oltre che arredi di pregio, erano presenti decorazioni d'arte, ovviamente, costose da realizzare nuovamente. Tuttavia, la revisione dei componenti elettrici e meccanici, non è di certo da meno, poiché comporta anche lavorazioni accurate e precise.

Avatar utente
facce
**
**
Messaggi: 1402
Iscritto il: lun 06 ago 2012 16:32
Località: 127.0.0.1

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#79 Messaggio da facce » mar 16 apr 2019 11:29

Giorgio Iannelli ha scritto:
lun 15 apr 2019 13:56
marchetti625 ha scritto:
lun 15 apr 2019 1:37
Ma non è che il Sig. Iannelli "rosica"? :lol: :lol: :lol: No perchè il fatto che l'arlecchino esca di officina e ottenga tutte le autorizzazioni a circolare è cosa abbastanza ovvia!....
Di ovvio non c'è nulla.

Al termine dei lavori (previsti in 18 mesi e che invece durano da 3 anni), l'ETR252 sarà sottoposto all'iter di ammissione con esito tutt'altro che scontato, a maggior ragione se consideriamo le attuali TSI.
Se c'è qualcuno che "rosica" è in quel di Villa Patrizi, dopo essersi lanciato in una operazione costosa e controversa mentre le vaporelle atte sono ai minimi storici. :roll:

Piuttosto duole constatare una certa approssimazione su argomenti così complessi, a maggior ragione se a farli è un personaggio come il Sig. Marchetti "Max RTVT"...
Voglio sperare che abbiano fatto le loro valutazioni per il tipo e il costo di interventi da eseguire al fine di poterlo mettere in servizio, alla fine 8mln per un treno da ristrutturare sono tanti.
Poi magari va male e sono costretti a farlo circolare trainato da una 444R :megaball: sarebbe meravigliosamente grottesco
S1 S3 S9 R MXP
Trenitalia. Coincidenze? Io non credo.
..."Prossima fermata: Milano Cadorna, centro città."...

Avatar utente
Giorgio Iannelli
**
**
Messaggi: 1747
Iscritto il: dom 07 feb 2010 19:26
Località: Bari Lamasinata
Contatta:

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#80 Messaggio da Giorgio Iannelli » mar 16 apr 2019 18:35

facce ha scritto:
mar 16 apr 2019 11:29
Voglio sperare che abbiano fatto le loro valutazioni per il tipo e il costo di interventi da eseguire al fine di poterlo mettere in servizio, alla fine 8mln per un treno da ristrutturare sono tanti.
Poi magari va male e sono costretti a farlo circolare trainato da una 444R :megaball: sarebbe meravigliosamente grottesco
Giusto per la cronaca, chi fa quelle valutazioni sono le stesse persone che nel 2017 annunciarono che tra i due esemplari E444R da preservare ve era "uno che sarà sottoposto alla ricostruzione delle due cabine di guida secondo il modello originale".
A due anni di distanza è stato appurato che si trattava di un semplice bluff e che tale ricostruzione non permetterebbe alcun utilizzo operativo.
Discorso similare è per i due elettrotreni "Arlecchino" e "Settebello" che chiunque vorrebbe vedere tornare a circolare, ma la realtà dei fatti è ben diversa e complessa dei sogni di taluni.


Sig. Marchetti credo non sia il caso di replicare ulteriormente a certe farneticazioni fatte da chi dovrebbe conoscere lo storico da tempo e invece confonde la ferrovia reale al proprio plastico casalingo, a maggior ragione se si fanno firmandosi come "RTVT" facendo quindi cadere nel ridicolo l'associazione stessa (ammesso che ci siano soci ancora a sopportarti :lol: :lol: ).
Credo sia anche giunto il momento di scendere dal tuo trono di plastica, scendere trai comuni mortali per renderti conto che non sei superiore a nessuno, anzi il contributo di RTVT negli ultimi anni è stato pressoché nullo.

Ossequi a Max RTVT!
Giorgio Iannelli

Gallery su Flickr

marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#81 Messaggio da marchetti625 » mer 17 apr 2019 0:21

Tutto qua Iannelli? O 655 202 ? :lol: :lol: :lol: :ciao: :ciao: :ciao:

No perche' mi sembra che il tono delle kazzate che spari sia lo stesso :lol: :lol: :lol: :lol: Spalle al muro e senza argomenti? Quindi più facile l'insulto alla persona che rispondere a tono sulla questione vero? Daj "amico mio" fai vedere , parafrasando il Marchese del Grillo nel celebre film di Alberto Sordi, queste tue immense conosce ferroviarie; mostra a questa ammirata platea che distingui una traversina da una rotaia! :lol:

Ma sei tu che vai affermando che l'elettrotreno potrebbe non ottenere la circolabilità o me lo sono sognato io sul "trono" ahahah. Guarda che non è difficile: visto che sei così preparato sull'argomento, ti ho solo chiesto di spiegare a quali norme va a contrastare il recupero funzionale del rotabile. Se ti sto sulle palle non rispondere a me ma agli altri! Visto che hai appena riaffermato che la cosa è complessa,spiega in cosa consiste questa complessità! Se come dici conosci la materia ( e io non sono proprio nessuno per dire il contrario o mettere in dubbio la cosa) Esponi le tue argomentazioni, così si apre un dibattito magari interessante. Non ti sembra che è meglio che insultare il prossimo "istericamente"? Psss: da "amico".... se poi non lo fai gli altri cosa penseranno?

Max RTVT Lo metto ancora piu' grosso :lol:

PS... Cari amici (che vi state sorbendo questo "skazzo" poco maturo del Signore... io posso capire benissimo che a qualcuno la Fondazione stia sugli attibuti! Nelle teste di alcuni i motivi possono essere mille giusti o sbagliati che siano....Ma non sarebbe meglio e piu' serio dirlo chiaramente senza giocare a fare lo "spandiKacca" su lavori e impegno di tante persone che crededono in quello che fanno? Voi pensateci!

marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#82 Messaggio da marchetti625 » mer 17 apr 2019 1:04

Vorrei rispondere a Facce.... La mia perplessità e anzi... contrarietà sul recupero funzionale del Settebello era di natura economica! Per farlo tornare a quello che era o comunque molto simile, si sarebbero dovuti investire soldi veri. Non solo gli arredi,alcuni erano veramente di valore artistico ma anche strutturalmente in parte si sarebbe dovuto intervenire nel recupero originario delle luci dei finestrini di tutte le sezioni del treno. L'altro aspetto riguardava la sua gestione commerciale. Qualche decina di viaggi all'anno quanti in media erano gli storici ante Fondazione, non avrebbe permesso di ammortizzare minimamente i costi di ripristino. Arlecchino ed ETR 220 con una quaderna di Ale 601 erano senza dubbio, più vendibili, più gestibili in manutenzione e anche più "storici" per la presenza di arredi originali. Ma oggi ,come ho già scritto, la Fondazione ha realizzato un Format che effettivamente ha le carte in regola per un utilizzo remunerativo almeno nei costi di mantenimento dei due elettrotreni che ne può permettere il recupero funzionale. Naturalmente questo vale oggi sulla carta e dovrà essere confermato domani dai fatti. Per quanto riguarda l'iter di ammissione in esercizio, questo è lo stesso che regolamenta gli altri rotabili storici in servizio( servizio non commerciale ordinario) In questo caso tiene conto di alcune peculiarità migliorative o in estensione di caratteristiche elettro tecniche del treno indicate dal committente e che di solito vengono discusse anche con l'Ente che poi procederà alla loro validazione( Nel ns. piccolo lo facemmo anche noi con un tram romano e i tecnici dell'Ustif, tram che tra l'altro risultava addirittura radiato!) Tornando all'Arlecchino, i 18 mesi erano lavorativi e comunque nell'eseguire lavorazioni di questo tipo che nel vivo sono iniziate nel 2017, è alquanto normale "sforare" entro certi limiti i tempi di consegna. Ci possono essere ritardi nella fornitura di materiali o difficoltà di esecuzione nelle lavorazioni di carpenteria della cassa cosa comune con strutture scatolate come quelle dei due elettrotreni... Poi la Ditta esecutrice, eventualmente, sarà soggetta al pagamento di penali....

Max RTVT

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2310
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#83 Messaggio da Andmart » mer 17 apr 2019 8:44

Senza scendere nelle polemiche perché non ho proprio tempo. :roll: :roll: :roll:

Un intervento come quello ipotizzato per una E444R è una cosa particolare: si tratta di prendere un muso e rifarlo da capo. Per le TSI questa cosa è la sostituzione di una parte consistente del sottosistema materiale rotabile. Difficilissimo riuscire ad eseguirla senza attuare tutti i requisiti che la TSI stessa prevede per questi casi, in primis la resistenza al tamponamento e crash test. Cosa che quindi impedirebbe di farla come era.

L'intervento svolto per il ETR252 è invece abbastanza più moderato e si può far rientrare all'interno di un periodico intervento di grande revisione. Non si tratta di "rinnovo" (che le TSI definiscono "sostituzione di una parte consistente del sottosistema") o "ristrutturazione" (definita dalle norme come "intervento che migliora l'insieme delle prestazioni"), le due casistiche che impongono il rispetto delle TSI per i rotabili già esistenti. Sarà equipaggiato di SCMT e quindi, almeno per quella parte (che per le TSI è un sottosistema specifico a se stante) dovrà ottenere l'AMIS. Ma non è nulla di diverso dalle AMIS il cui iter di conseguimento è stato avviato per i vari 626/428 sui cui si installa l'SCMT.

In conclusione: ritengo l'ottenimento dell'AMIS del ETR252 quasi sicura (il quasi lo metto per scaramanzia...) mentre per una E444 ritrasformata in originale la giudico impossibile o quasi. Ed in effetti il primo è un progetto finanziato attualmente in corso, la seconda è stata solo un annuncio non più seguito da nessun atto concreto. Dovrebbe far pensare. :wink:

Sulle tempistiche non mi sbilancio mai.

marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#84 Messaggio da marchetti625 » mer 17 apr 2019 21:43

:P Perfetto!!! Giustissimo! Così risponde una persona veramente preparata su questi argomenti! Ma anche chi , alla faziosità, all'isteria , sostituisce l'equilibrio e il buon senso! Il Forum a questo è utile! Qui si parla di ferrovia. si scrive e si pubblicano , foto e si condividono esperienze di questo mondo tecnologico. Ci si scrive con rispetto ed educazione che non possono mai mancare pure quando le posizioni sono diverse e le discussioni si accalorano. I moderatori facciano la loro parte e tengano fuori dalla porta maleducati e rissaioli :wall:

Max RTVT

fab
**
**
Messaggi: 9066
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#85 Messaggio da fab » gio 18 apr 2019 9:34

Ah allora ciao.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#86 Messaggio da marchetti625 » gio 18 apr 2019 22:55

Allora fallo! O chiedi di farlo se pensi che il rissaiolo sia io :lol: :lol: :lol: Così ti tieni chi racconta un pò di "fregnacce" spacciandole per vere e sei contento!
Eh , difficile scrivere di "ferrovia " dove ogni cosa o e bianca o è nera(non ci sono grigi)quando spesso fa a cazzotti con quello che ci piacerebbe voler scrivere, vero? :lol: :lol: :lol:

Stammi bene! :ciao:

Max RTVT
Ultima modifica di marchetti625 il gio 18 apr 2019 23:20, modificato 2 volte in totale.

marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#87 Messaggio da marchetti625 » gio 18 apr 2019 23:10

Bah, torniamo a scrivere di treni.... Interessante la considerazione di Andmart sul recupero delle E444. Ma volendo "speculare".... Cosa accadrebbe se due cabine originali, tagliate fossero rimontate sul telaio della tartaruga? In sostanza si tornerebbe al progetto originario a suo tempo approvato. Oppure la riqualificazione del rotabile ha cancellato il progetto originario e ora la ricostruzione di quello viene interpretata sempre come una riqualificazione strutturale e quindi da farsi secondo le nuove norme? ::-?:

Max RTVT

marchetti625
*
*
Messaggi: 230
Iscritto il: mer 16 nov 2005 0:43
Località: roma

Re: L'ETR.302 lascia Falconara Marittima per il... | Del 18/08/16

#88 Messaggio da marchetti625 » gio 18 apr 2019 23:19

Mi viene da pensare anche al Settebello....Non conosco ancora il capitolato di appalto nel dettaglio ma se questo prevede la ricostruzione delle finestrature originali delle fiancate viaggiatori con conseguente rimozione di quelli delle Gran Confort inseriti non sarebbe forse una modifica strutturale di un particolare tanto delicato per la sicurezza dei viaggiatori? Anche in questo caso è un ritorno al progetto originario dopo un precedente aggiornamento di questo che l'Ufficio Materiale e Trazione dell'epoca , immagino,approvò.

Max RTVT

Rispondi