[ MILANO ] MM Linea 1

Il forum sulle metropolitane.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2540
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

MM1

#1 Messaggio da PENDOLINO » lun 25 ott 2004 21:53

Per la serie... anniversari della metropolitana milanese:
ricorre in questi giorni il 40° anniversario dell'entrata in esercizio della prima tratta della linea 1, che fu anche la prima metropolitana in assoluto a percorrere il sottosuolo della metropoli lombarda.
Per celebrare l'avvenimento, l'ATM ha affisso manifesti commemorativi nelle stazioni.
Un po ' di cronistoria:
1/11/1964: inaugurazione della tratta Sesto Marelli-Lotto (o era Villa S.G.-Lotto? ::-O: ) I lavori erano iniziati nel 1957 alla stazione Buonarroti.
1966: diramazione verso ovest: Pagano-Gambara
1975: prolungamenti verso QT8 e verso Inganni
1980: prolungamento verso San Leonardo
1986: apertura dei nuovi capolinea Molino Dorino e Sesto FS (che sono gli attuali capolinea)
1992: prolungamento da Inganni a Bisceglie e raggiungimento dell'attuale sviluppo di rete.

La MM1 ha alimentazione mediante terza rotaia (e mi risulta essere l'unica linea ferroviaria in Italia ad avere tale sistema di alimentazione).
Particolare cura venne prestata anche all'aspetto estetico delle stazioni. In particolare il design dei rivestimenti delle stazioni (in pannelli prefabbricati di pietra sintetica) e la grafica furono opera di Franco Albini, Franca Helg, Antonio Piva e Bob Noorda. Tale design fu mantenuto anche per le successive stazioni della linea MM2, con la sola variante cromatica verde anziché rossa, mentre fu drasticamente cambiato per le stazioni della MM3.
A mio modesto parere, dopo 40 anni il design delle stazioni è ancora estremamente attuale e piacevole.
Nulla è stato fatto invece per migliorare il confort di viaggio. I convogli sono ancora in massima parte privi di aria condizionata, e la temperatura che si sviluppa nei vagoni è spesso insopportabile (ciò pare sia in parte dovuto al sistema di alimentazione ed agli attriti che si sviluppano fra il pattino e la terza rotaia).
Sul sito ATM è disponibile questa bella foto d'epoca, che ritrae due treni addobbati per l'inaugurazione:

http://www.atm-mi.it/ita/images/azienda/inaum1.jpg


:ciao:

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7069
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

#2 Messaggio da danieleexpress » lun 25 ott 2004 22:23

Grazie per tutte le informazioni fornite :wink:

Anche la ferrovie a cremagliera Sassi-Superga di Torino dovrebbe essere alimentata a terza rotaia 600 V cc
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
reddy84
^_^
^_^
Messaggi: 26
Iscritto il: mar 28 set 2004 16:43
Località: Milano provincia e Piacenza

#3 Messaggio da reddy84 » mar 26 ott 2004 15:34

Ho visto anche io in giro i manifesti per l'anniversario, che indicano il n° verde ATM ed il sito internet. Ma ci sono in programma celebrazioni di qualche tipo? Perchè ancora sul sito non si dice nulla!

P.S.: il primo tratto fu Sesto Marelli - Lotto :wink:

Avatar utente
Alessio
*
*
Messaggi: 199
Iscritto il: ven 15 ott 2004 14:19
Località: Milano

Re: MM1

#4 Messaggio da Alessio » mar 26 ott 2004 17:29

PENDOLINO ha scritto: Particolare cura venne prestata anche all'aspetto estetico delle stazioni. In particolare il design dei rivestimenti delle stazioni (in pannelli prefabbricati di pietra sintetica) e la grafica furono opera di Franco Albini, Franca Helg, Antonio Piva e Bob Noorda.

A mio modesto parere, dopo 40 anni il design delle stazioni è ancora estremamente attuale e piacevole.
De gustibus... non credevo che avessero studiato il design in modo così accurato... a me quei neon e quelle stazioni buie mettono una tristezza nel cuore... per non parlare dei negozi che si trovano all'interno di certe stazioni della M1 (tipo Duomo)!!! Fortuntamente delle tre prendo con una certa frequenza solo la gialla!!!
Ciao :ciao:
Ale

Avatar utente
GArBa
*
*
Messaggi: 306
Iscritto il: sab 20 dic 2003 9:02
Località: Milano

#5 Messaggio da GArBa » mar 26 ott 2004 21:08

in effetti il color marrone-grigio non è il massimo in un ambiente chiuso e angusto, anche se è ottimo dal punto di vista del nascondere la sporcizia. la pietra sintetica inoltre è facilmente portata a sgretolarsi, e i colori studiati per non riflettere la luce tendono a ingiallire a causa del pulviscolo ferroso che vi si deposita. trovo interessanti le ristrutturazioni in corso, particolarmente la sostituzione dei pavimenti in gomma, che tendevano a consumarsi troppo rapidamente.
sull'argomento materiale rotabile, sono finalmente riuscito a vedere insieme le due composizioni ricostruite con aria condizionata (MRMMRM), e ho notato che esistono alcune differenze, la più evidente delle quali sono le porte IFE (come quelle già viste sul treno MM2) che hanno sostituito le originali su uno dei due, oltre a qualche differenza nelle finiture interne.
Q=ks*R^(1/6)*B*h*[(R*i)^(1/2)]
E=k+alfa*[(Q^2)/(2*g*(B*k)^2)]
[(B*k)^3]/B=alfa*[(Q^2)/g]
dE/ds=(i-J)

Avatar utente
lulù
^_^
^_^
Messaggi: 28
Iscritto il: lun 16 ago 2004 11:43
Località: PBI 104

Re: MM1

#6 Messaggio da lulù » mer 27 ott 2004 8:38

Alessio ha scritto:
PENDOLINO ha scritto: Particolare cura venne prestata anche all'aspetto estetico delle stazioni. In particolare il design dei rivestimenti delle stazioni (in pannelli prefabbricati di pietra sintetica) e la grafica furono opera di Franco Albini, Franca Helg, Antonio Piva e Bob Noorda.

A mio modesto parere, dopo 40 anni il design delle stazioni è ancora estremamente attuale e piacevole.
De gustibus... non credevo che avessero studiato il design in modo così accurato... a me quei neon e quelle stazioni buie mettono una tristezza nel cuore... per non parlare dei negozi che si trovano all'interno di certe stazioni della M1 (tipo Duomo)!!! Fortunatamente delle tre prendo con una certa frequenza solo la gialla!!!
Ciao :ciao:
Ale
concordo con Alessio.
La linea MM1 è alimentata A TERZA E QUARTA ROTAIA, infatti ce nè una in mezzo al binario ed una laterale. In totale sulla terra credo siano quattro o cinque, a testimoniare l'infelicità della scelta.
Il calore che c'è nelle gallerie (problema comune a moltissime metropolitane) è duvuto al "combinato disposto" di:
- presenza di moltissime persone;
- continue accelerate e frenate con conseguenti dissipazioni (avv. reostatico);
- ventilazione più che carente.

In deposito e nei tratti più recenti c'è anche la linea aerea, ma nella tratta storica LOTTO-MARELLI non si può installare per motivi di sagoma limite.

I colori scuri su pareti e pavimenti nei locali chiusi SONO DA EVITARE, vedasi la tristezza del mezzanino della "nuova" stazione di Pescara Centrale.
Gli ambienti di MM1 e 2 sono molto tetri e negli orari di morbida non incoraggiano certo all'uso, soprattutto le donne sole. Lo so, è solo un fatto percettivo, ma le apparenze in Italia contano moooolto....

CHE VIVA A.C.E.
le brave ragazze vanno in paradiso
le cattive ragazze vanno dappertutto
toccato il fondo niente paura, si comincia a scavare (il ministro lo sa bene)

kisses from Lulù

Avatar utente
ing
**
**
Messaggi: 2443
Iscritto il: dom 21 dic 2003 16:49
Località: Cassandra Crossing

#7 Messaggio da ing » mer 27 ott 2004 9:07

Anche io sono d'accordo, la tetraggine delle linee 1 e 2 di milano è pari solo a quella della linea A di Roma. I rinomati architetti hanno fatto non poche schifezze in giro per l'Italia ed il mondo.

Avatar utente
ALe 501
*
*
Messaggi: 652
Iscritto il: mer 21 gen 2004 14:32

#8 Messaggio da ALe 501 » mer 27 ott 2004 11:03

dunque ho visto che a cadorna già stanno facendo passi avanti tornelli e pavimentazione nuova migliorano un po'...

per quanto riguarda la ventilazione: con l'aria condizionata accesa sui treni la temperatura delle stazioni aumenterebbe considerevolmente creando degli sbalzi di temperatura fino a 15°C se una linea non è adatta o prevista di una ventilazione sufficiente in galleria... come esempio sono parigi e barcellona inoltre si creano correnti molto forti...
considerato ciò mi viene da pensare che visto che siamo in italia nei tunnel ci potrebbe essere la bora o il phoen a seconda dei periodi! :wink:

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11242
Iscritto il: mer 28 gen 2004 12:06
Località: Torino / Traves in estate

Re: MM1

#9 Messaggio da Grande Puffo » mer 27 ott 2004 12:36

lulù ha scritto:La linea MM1 è alimentata A TERZA E QUARTA ROTAIA, infatti ce nè una in mezzo al binario ed una laterale. In totale sulla terra credo siano quattro o cinque, a testimoniare l'infelicità della scelta.
A cosa serve la rotaia centrale?

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

#10 Messaggio da sr » mer 27 ott 2004 13:18

Una domanda simile l'avevo fatto tempo fa sulla lista "tramitaliani".
Ecco la domanda e relativa risposta
-------------------------------------
Da: "lmortarino" <lmortarino@y...>
Data: Mar Mag 7, 2002 9:15 am
Oggetto: Ogg: Milano - linea 1 metro


--- In tramitaliani@y..., "torty1it" <i.raffi@t...> ha scritto:
> Salve a tutti,
> E' un po' di tempo che sto' "maturando" una seria di domande e
questa
> e' la prima. Le altre seguiranno scaglionate nei giorni.
> L'alimentazione della linea 1 del metro di Milano e' a 750 v cc (se
> non erro) tramite la "terza" rotaia posta a lato del binario. Come
> verrebbe logico pensare, la terza rotaia dovrebbe sostituire la
> funzione della catenaria (polo positivo) e i binari chiudere il
> circuito. Invece non e' cosi' poiche' c'e' una quarta rotaia posta
al
> centro del binario a fungere da "polo negativo".
> Come mai? Che problemi sarebbero sorti ad usare i binari come sono
> comunemente usati in ferrovia nella trazione elettrica?
> Nelle foto dei tempi andati ed in quelle delle ferrovie inglesi
dove
> la "terza rotaia" e' ancora largamente usata, non mi sembra che
> esista la quarta rotaia. Qualcuno conosce il motivo della soluzione
> Milanese?
>

Durante gli anni Cinquanta le tecniche di isolamento delle rotaie non
erano così sviluppate come ora, non c'erano materie plastiche e gli
isolatori in teflon.
Come è noto, la corrente di ritorno nelle linee ferroviarie non
percorre completamente la rotaia, ma parte prende la strada del
terreno, a seconda delle vie a bassa resistenza che trova. Si
generano le cosiddette "correnti parassite" che diventano spesso
incontrollabili nel loro percorso. Essendo la corrente continua,
quando trova tubazioni metalliche lungo il percorso o le abbandona,
crea un fenomeno di corrosione elettrolitica, ora se il tubo è un
tubo dell'acqua o un tubo del gas....
In città, tubazioni simili ce ne sono a iosa, quindi, per prevenire
questi effetti, si preferì evitare del tutto questa possibilità,
ppiazzando una rotaia completamente isolata da terra ( poggia su
isolatori fissati alle traverse) per il ritorno alla SSE, per di più,
per diminuire la resistenza si rinforza la rotaia con due barre di
alluminio imbullonate ai lati del fungo della rotaia stessa.
Sulle linee 2 e 3, invece, si è ustao il sitema di isolare tutto il
binario dall'arco rovescio della galleria. Nei tratti posati su
ballast, tra il fondo del tunnel e il pietrisco vi sono dei
materassini di neoprene, che isolano elettricamente e tagliano le
vibrazioni. Nei tratti posati su piastrone in c.a.p, c'è un sistema
analogo, con elementi di gomma e inoltre tra le rotaie e le piastre
d'appoggio ci sono spessori in teflon.

Ciao
Luciano

Avatar utente
GArBa
*
*
Messaggi: 306
Iscritto il: sab 20 dic 2003 9:02
Località: Milano

Re: MM1

#11 Messaggio da GArBa » mer 27 ott 2004 14:35

lulù ha scritto:
In deposito e nei tratti più recenti c'è anche la linea aerea, ma nella tratta storica LOTTO-MARELLI non si può installare per motivi di sagoma limite.
ciò non è del tutto esatto: in effetti anche qui per alcuni tratti la linea aerea è installata, in prossimità della stazione cadorna per esempio, dove esiste la comunicazione fra mm1 e mm2.

p.s.
al seguente link:

http://www.comune.milano.it/webcity/por ... SVI-65YJ4Q

maggiori dettagli ufficiali (ancora piuttosto scarni) sulle celebrazioni per l'anniversario della mm1.
Q=ks*R^(1/6)*B*h*[(R*i)^(1/2)]
E=k+alfa*[(Q^2)/(2*g*(B*k)^2)]
[(B*k)^3]/B=alfa*[(Q^2)/g]
dE/ds=(i-J)

Avatar utente
area00
*
*
Messaggi: 164
Iscritto il: lun 13 set 2004 11:36
Località: Bologna
Contatta:

#12 Messaggio da area00 » gio 28 ott 2004 0:32

ing ha scritto:Anche io sono d'accordo, la tetraggine delle linee 1 e 2 di milano è pari solo a quella della linea A di Roma. I rinomati architetti hanno fatto non poche schifezze in giro per l'Italia ed il mondo.
Anche gli ingegneri a porcherie non mancano mai....


lESS iS mORE

Avatar utente
GArBa
*
*
Messaggi: 306
Iscritto il: sab 20 dic 2003 9:02
Località: Milano

#13 Messaggio da GArBa » gio 28 ott 2004 19:56

SONO ALMENO 3! i treni revamping: oggi ne ho visti contemporaneamente in duomo due con le porte IFE interamente vetrate.
Q=ks*R^(1/6)*B*h*[(R*i)^(1/2)]
E=k+alfa*[(Q^2)/(2*g*(B*k)^2)]
[(B*k)^3]/B=alfa*[(Q^2)/g]
dE/ds=(i-J)

Avatar utente
MTTCLV
*
*
Messaggi: 733
Iscritto il: dom 21 dic 2003 18:11
Località: milano
Contatta:

Re: MM1

#14 Messaggio da MTTCLV » gio 28 ott 2004 20:06

GArBa ha scritto:
lulù ha scritto: In deposito e nei tratti più recenti c'è anche la linea aerea, ma nella tratta storica LOTTO-MARELLI non si può installare per motivi di sagoma limite.
ciò non è del tutto esatto: in effetti anche qui per alcuni tratti la linea aerea è installata, in prossimità della stazione cadorna per esempio, dove esiste la comunicazione fra mm1 e mm2.
Ciao,
la comunicazione a cadorna è solo pedonale, e la linea aerea installata in quel punto rappresenta i resti di un test (con esito negativo...) di un po' di anni fa.
Viceversa tra loreto e villa s.g. la linea aerea è stata collocata ed utilizzata negli anni in cui l'unico deposito in esercizio era precotto, e quindi i treni della mm2 avevano necessità di raggiungerlo attraverso la comunicazione (raccordo ferroviario a salto di montone) presente a loreto.
Ciao, MT.

Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2540
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

#15 Messaggio da PENDOLINO » gio 28 ott 2004 22:40

reddy84 ha scritto: Ma ci sono in programma celebrazioni di qualche tipo?
Apprendo dai quotidiani di oggi che da domani 29 ottobre dovrebbero aprire una mostra all'Urban Center (la cui ubicazione francamente ignoro :( )

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti