Barriera corallina con carrozze del metrò

Il forum sulle metropolitane.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
MTTCLV
*
*
Messaggi: 753
Iscritto il: dom 21 dic 2003 18:11
Località: milano
Contatta:

Barriera corallina con carrozze del metrò

#1 Messaggio da MTTCLV » mar 15 apr 2008 16:17

dal corriere del 9 aprile.
Ciao, MT.


Battezzata Red Bird Reef, come il marchio dei treni di Manhattan, è popolata da numerosi pesci

DELAWARE (Usa) – I fondali marini, soprattutto vicino alle coste, non sono quasi mai immuni dai rifiuti umani. Nel Delaware, però, accade dal 2001 che nel mare si gettino scarti non per trascuratezza e alla chetichella ma volontariamente e secondo un piano prestabilito. Non tutti i rifiuti, ma solo le carrozze della metropolitana dismesse dal servizio. E con grande gioia dei pesci, che popolano questi relitti industriali così come fanno lungo le coste di altri parti del mondo con le vecchie navi inabissate. Sì, poiché pare che la fauna marina apprezzi particolarmente i vagoni abbandonati e li colonizzi in massa tanto che la discarica continua a essere alimentata di rottami al fine di creare una stabile barriera corallina artificiale a 29 metri di profondità e a 16 miglia marine (30 km circa) dalla costa, battezzata Red Bird Reef, come il marchio dei treni di Manhattan da cui prende vita.

SOVRAFFOLLAMENTO SOTTOMARINO – Quelle che una volta erano vetture in cui le persone si affollavano, oggi sono teatro di una corsa fra pesci che gareggiano a chi arriva prima per assicurarsi un posticino. Le platesse amano accumularsi tra i vagoni, le cozze apprezzano il limo che si forma sui soffitti, le orate litigano per avere accesso ai vagoni e le spugne marine crescono in ogni dove, beatamente al riparo da correnti e altri pericoli. Il tratto di fondale interessato da questo curioso fenomeno, come spiega al sito del New York Times Jeff Tinsman del Department of Natural Resources, si è vistosamente ripopolato tanto che altri Paesi statunitensi pensano di ripetere l'esperienza e competono per assicurarsi le metropolitane di New York, che smista i rottami gratuitamente a differenza di altre città che invece per disfarsi dei vecchi treni si fanno pagare.

SOVRAFFOLLAMENTO DI PESCATORI – La concorrenza non c'è solo nella fornitura di vetture ma anche fra i pescatori che – attratti da un'area marina che dal 1997 a oggi si è trasformata da desertica a sovraffollata – sono passati dalle 300 alle 10 mila trappole. Ora lo Stato del Delaware è perfino preoccupato dalla microcriminalità che appesta il luogo: non solo si verificano furti di pesce ma perfino delle reti usate per catturarli. Tanto che le autorità sono arrivate a chiedere alla marina federale di chiudere la zona ai grandi commercianti ittici.

POLEMICHE – Gli organi statali e federali per l'ambiente hanno già dato il benestare perché l'operazione continui e anzi si estenda ai fondali di altri Stati. Le accuse degli ambientalisti che ricordano la presenza di amianto nella colla usata per costruire i vagoni metropolitani, sono respinte al mittente: l'amianto non sarebbe un rischio né per la vita sottomarina né per gli esseri umani in quanto non trasportato per via aerea.

Immagine

Avatar utente
ricc404
*
*
Messaggi: 846
Iscritto il: gio 17 mar 2005 14:06
Località: roma

#2 Messaggio da ricc404 » mer 16 apr 2008 9:22

:shock: :shock: :shock:
ma le potevano vendere a qualche appassionato :lol:
Orario cadenzato integrato ovunque e comunque

Alejandro
**
**
Messaggi: 2979
Iscritto il: mer 21 dic 2005 22:31
Località: Ferrovie Regionali del Lazio

#3 Messaggio da Alejandro » mer 16 apr 2008 14:30

Bah, con la scusa di far felice i pesci, hanno trovato il modo per disfarsi gratuitamente dei vagoni in disuso..
L'arte della vita sta nell'imparare a soffrire e nell'imparare a sorridere..
No all'escizzazione degli Ic!!
definitivamente e felicemente defacebookizzazione completata

Avatar utente
Massimo82
**
**
Messaggi: 3028
Iscritto il: ven 14 dic 2007 14:59
Località: Isola del Liri (FR), ma non ora.

#4 Messaggio da Massimo82 » mer 16 apr 2008 16:41

Qualcosa del genere sta succedendo a Venezia con le strutture del Mose, dove sta crescendo rigogliosa non so quanta specie di fauna marina.
Massimo
"Utente GTT Linea 68 - Fermata Santa Giulia"
Ventotto , ventinove...
Se proprio dovete andare in macchina... fatelo a metano!!

Avatar utente
traindriver
**
**
Messaggi: 4249
Iscritto il: ven 18 ago 2006 21:56
Località: Novara
Contatta:

#5 Messaggio da traindriver » mer 16 apr 2008 17:00

Alejandro ha scritto:Bah, con la scusa di far felice i pesci, hanno trovato il modo per disfarsi gratuitamente dei vagoni in disuso..
...e così cambiano la voce da "Inquinamento marino" a "Felicità edi pesci"... mah... :roll:
COMPARE DEL CHEESEBURGER® E DEL CALAMARO®
Socio FerAlp Team - Bussoleno Nonché 50% del Duo Svacco. 8)
MODERATORE FARLOCCO
"...Auguri e figli FUFI !!!" :mrgreen:

Avatar utente
Grand Voyageur
**
**
Messaggi: 2401
Iscritto il: ven 23 mar 2007 11:09
Località: Ovunque arrivi un treno..

#6 Messaggio da Grand Voyageur » mer 16 apr 2008 21:14

Alejandro ha scritto:Bah, con la scusa di far felice i pesci, hanno trovato il modo per disfarsi gratuitamente dei vagoni in disuso..
Chiamali scemi..hanno fiutato l'affare :!: :twisted:
Immagine
L'automobile è un prodotto fantastico, ma è adatto ai grandi spazi, alle grandi distanze, è adatto agli Stati Uniti, al Sudamerica, dove la popolazione è molto dispersa. Giovanni Alberto Agnelli

pamwagner47
***
***
Messaggi: 34970
Iscritto il: sab 05 mag 2007 16:13
Località: Genua me genuit, nunc tenet Sebinus
Contatta:

#7 Messaggio da pamwagner47 » mer 16 apr 2008 21:59

Scusate, ma non se ne era parlato già altrove?
Addio PAOLO! 25/5/2009 :(

Avatar utente
ALDn32
**
**
Messaggi: 3307
Iscritto il: mar 26 apr 2005 11:13
Località: PB 270bis Progr. km 158+885

#8 Messaggio da ALDn32 » gio 17 apr 2008 13:05

ma recuperare il metallo no è? mica è infinto il nostro pianeta di risorse minerarie :roll: :roll:
"Affoghiamo in un mare di Baci e riemergiamo da un mare di passione" - Anonimo
Immagine

pamwagner47
***
***
Messaggi: 34970
Iscritto il: sab 05 mag 2007 16:13
Località: Genua me genuit, nunc tenet Sebinus
Contatta:

#9 Messaggio da pamwagner47 » gio 17 apr 2008 20:36

Addio PAOLO! 25/5/2009 :(

Avatar utente
ila996
*
*
Messaggi: 616
Iscritto il: lun 29 mag 2006 8:44
Località: Caulonia (RC), Bologna (Boh!)

#10 Messaggio da ila996 » sab 17 mag 2008 19:11

dal sole24ore del 17 mag 08

New York, nuova vita in fondo all'Oceano per i vecchi vagoni della metro

Per quarant'anni hanno trasportato gli abitanti e i turisti di New York City su e giù per la città. Ora, decine di vecchi vagoni della metropolitana newyorchese saranno gettati nell'oceano Atlantico per diventare rifugio per i pesci, oltre che una buona occasione per lo sviluppo della pesca sulla costa orientale degli Stati Uniti.

L'originale forma di riciclo è sperimentata già da qualche anno, e i buoni risultati spingono sempre più stati americani a chiedere alla Mta (la Metropolitan Transportation Authority di New York, proprietaria dei vagoni) di acquistare qualche mezzo dei 1662 in disuso e altrimenti destinati alla pressa dello sfasciacarrozze. Dopo il Delaware - che ha sperimentato un aumento del 400% della popolazione marina - e il New Jersey, pochi giorni fa è stata la volta del Maryland, dove 44 vagoni sono stati gettati a 30 metri di profondità nelle acque dell'oceano e a circa una trentina di km dalla costa. Privati delle finestre, delle porte e di ogni componente potenzialmente inquinante, i vagoni diventano un'ottima attrattiva per i pesci, altrimenti poco presenti nei fondali sabbiosi della costa, che li scelgono come grotte artificiali per riprodursi e proteggersi dai predatori. E i pesci, a loro volta, diventano un'interessante opportunità di crescita per gli affari dei pescatori.

In realtà, il reef artificiale viene difeso anche da gruppi ambientalisti che denunciano l'eccessivo sfruttamento della popolazione marina e vedono nei vagoni sottomarini una soluzione possibile, seppur parziale, al problema. Chissà se grazie a questo nuovo ecologico utilizzo, fra qualche tempo non si troveranno nei fondali marini - e in modo del tutto lecito - anche le automobili.

collegamento al link delle immagini e animazione al computer
Io nun capisco 'e vvote che succede... e chello ca se vede nun se crede, nun se crede...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti