Accessibilità metropolitana milanese

Il forum sulle metropolitane.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
LucAln668
**
**
Messaggi: 1045
Iscritto il: mar 23 nov 2010 12:13
Località: Milano
Contatta:

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#136 Messaggio da LucAln668 » dom 22 nov 2015 10:21

Non so se sia esattamente questa la sezione più adatta, in ogni caso, riporto qui.

per chi ancora non lo sapesse, Striscia la Notizia in settimana ha fatto un giretto in metrò per documentare il dilagante fenomeno del salto dei tornelli

interessanti le dichiarazioni di uno degli addetti, che, a telecamere "spente" (non sapeva di essere comunque registrato) ha finalmente ammesso quanto siano ridicoli

http://www.video.mediaset.it/video/stri ... 76054.html

mezucchi
*
*
Messaggi: 652
Iscritto il: mer 02 apr 2008 22:30

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#137 Messaggio da mezucchi » sab 20 feb 2016 0:10

Qualche tempo fa altra puntata dei nostril viaggi sul TPL Milanese con il solito gruppo di persone, di cui alcune in sedia a ruote. Ma ormai con la linea 5 a "portata di mano" è tutto molto più semplice. L'ultima volta al MUDEC, che non è in centro e un po' più difficile da raggiungere. Al solito ritrovo a San Siro (Ippodromo), da li in prima battuta avevo pensato al cambio a Garibaldi con M2 (purtroppo con montascale) sino a Porta Genova (uscita con montascale). Ma da Porta Genova al MUDEC se una persona in grado di camminare arriva in dieci/quindici minuti attraverso un cavalcaferrovia, in sedia a ruote deve fare un giro molto più largo. Quindi in virtù dei due montascale (che rallentano molto se nel gruppo vi sono 3 sedie a ruote) e del tratto a piedi ho ripiegato su altre due soluzioni: tram 14 preso a Cenisio per due sedie a ruote e bus 68 preso a via Silva (M5 portello) per la terza; divisi in due gruppi perchè solo una sedia a ruote è ammessa per ogni mezzo, sia treno MM che tram o bus, ed aspettare tre tram successivi (o anche di più visto che non tutti I tram sulla 14 sono garantiti come attrezzati) alla domenica mattina rischia di far perdere più di mezz'ora. Ed infatti ho provato entrambe le combinazioni la settimana precedente durante il sopralluogo con una sola sedia a ruote, senza problemi di sorta. Comodissimo il tram che non avevo mai provato, la pedanina motorizzata è straordinariamente comoda ed elimina anche il minimo dislivello o spazio vuoto. Interscambio molto buono a Cenisio tra M5 e 14 che porta diritto in centro.

Il giorno della gita le sedie a ruote erano solo due, quindi usato il solo tram. Purtroppo quel giorno c'era una interruzione per lavori sulla 12 quindi usciti da M5 niente tram ma bus sostitutivo anche se solo fino al Monumentale (in pratica una fermata o poco più). Ma con i bus anche se più scomodi nessun problema. Bello il viaggiare in tram con persone che per problemi fisici anche se abitano a Milano da una vita non lo usano mai, era anche una bellissima giornata e per tutti il passare prima per le vie della zona Sarpi, poi per via Broletto, Cordusio, breve affaccio a piazza Duomo, via Torino è stato molto piacevole. Più lento del metro, ma molto più accessibile di M1, M2, e altrettanto comodo che M3 e M5 (oltre a potersi godere il panorama). Il 14 ci ha portato a 10/15 minuti a piedi dal MUDEC quindi ottimo.

Visitato il MUDEC e pranzato in zona, cosa fare in una giornata così bella se non una passeggiata in centro? Ripreso il tram 14 per scendere a Duomo, sempre ottima accessibilità e comodità. Per tornare a San Siro poi ho scelto un giro un pò più lungo rispetto ad altre possibilità (M1 + M5 con cambio a Lotto), ma ben accessibile e quindi veloce: M3 da Montenapoleone (passeggiando siamo arrivati sin li) e poi M5 con cambio a Zara. Entrambe nel pomeriggio di domenica hanno frequenza 3 o 4 minuti e l'interscambio a Zara è molto comodo, ritornati alla "base" senza problemi.
Pianificazione un pò complessa ma poi spostamenti senza il minimo problema e molto comodi: ascensori o tram moderni.

Col tempo devo dire che la situazione lentamente ma progressivamente migliora. Per disponibilità di mezzi e percorsi e per sensibilità del personale ATM (che da sempre si è dimostrato disponibile). Si ha quasi l'impressione che non sia più una cosa "strana" trovarsi alla fermata qualcuno in sedia a ruote. Con la sempre maggiore conoscenza del "sistema" si scoprono sempre cose interessanti, questa volta la comodità del tram (se con materiale moderno ed in particolare dell'interscambio a Cenisio con M5 che ci "apre" comodamente tutta la zona di Brera oltre alla zona San Lorenzo e darsena). Ma la stessa logica vale anche per altre linee di tram. Notevole anche la combinazione M3+ M5 entrmabe perfettamente accessibili, intersecandosi permettono di raggiungere molte parti della città senza sforzo. RImane il problema di una sola sedia a ruote ammessa per mezzo, ma se la frequenza è buona (niente rami diramamti su M1 o M2 la domenica mattina....) si supera con un pò di pazienza e programmando bene.
Per I prossimi mesi le gite le faremo con un piccolo bus attrezzato presoa noleggio, ma verso fine anno si tornerà a testare l'integrazione MM / treno: gita in centro a Monza!

gbelogi
**
**
Messaggi: 5385
Iscritto il: lun 21 ago 2006 19:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#138 Messaggio da gbelogi » sab 20 feb 2016 9:02

Grazie per questo racconto! Ottimo sapere che il personale ATM è sempre più attento.

La pedana manuale degli autobus, ormai obbligatoria da anni e standard in Italia e vista in molti paesi europei, è veramente un'ottima soluzione pechè non si può mai rompere. Il limite è sempre la precisione del punto di fermata. In una città come Roma dove la fermata dell'autobus è un parcheggio, la mobilità dei disabili e delle persone anziane con problemi di movimento è utopia.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

mezucchi
*
*
Messaggi: 652
Iscritto il: mer 02 apr 2008 22:30

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#139 Messaggio da mezucchi » sab 20 feb 2016 10:23

Confermo, se il bus non riesce ad accostarsi al marciapiede diventa un problema salire con una sedia a ruote motorizzata o manuale senza aiuto. Se si può accostare al marciapiede è tutto molto efficace, anche se si perde un po' di tempo (autista che scende, apre la pedana, sedia che sale, pedana richiusa e autista che ritorna alla guida.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#140 Messaggio da Wilhem275 » sab 20 feb 2016 10:37

Diciamo che, alla peggio, se anche il bus si ferma scostato si riesce a salire la rampa anche partendo da terra (ma obbligatoriamente con la spinta). Però si aggiunge anche il problema che la fermata è su uno scalino rispetto alla strada!
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

mezucchi
*
*
Messaggi: 652
Iscritto il: mer 02 apr 2008 22:30

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#141 Messaggio da mezucchi » sab 20 feb 2016 13:17

E' vero, bene o male si sale anche se non si riesce ad accostare, ma serve l'aiuto di qualcuno che sia abituato a manovre del genere. Un paio di volte ci è capitato, e con la sedia a motore (almeno quella del mio amico) è stato un problema, da solo non sarebbe riuscito a salire e non è stato facile aiutarlo; con quella manuale di un altro mio amico spinta da me, ho fatto fatica a superare la rampa, pur essendo abituato; anche in quel caso da solo non ci sarebbe riuscito.
Altra storia se si trova un bus che si "inginocchi" cioè che possa regolare l'altezza da terra piegandosi di lato (ci è capitato a Milano sempre in quella occasione), li non ci sono problemi anche salendo dal piano della strada.
In base alla mia esperienza salire sul marciapiede, almeno a Milano, è raramente un problema, gli scivoli sono molto diffusi, al massimo bisogna allungare un po' il percorso ma solitamente non vi è parcheggio così selvaggio da impedire di percorrere il marciapiede.

Come dico sempre, l'accessibilità è un problema che ammette più soluzioni, ma ogni soluzione è una catena. Non serve avere tutte le "catene", ne basta una, ma quella scelta deve avere tutti gli anelli.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#142 Messaggio da Wilhem275 » sab 20 feb 2016 13:25

Altro problema salendo dal livello strada è che la rampa risulta molto inclinata e facilmente i poggiapiedi della carrozzina ci sbatteranno dentro.

Voi per la discesa dalle rampe andate sempre all'indietro? Anche in caso di sedia motorizzata?
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

mezucchi
*
*
Messaggi: 652
Iscritto il: mer 02 apr 2008 22:30

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#143 Messaggio da mezucchi » sab 20 feb 2016 14:05

Esatto, non è solo la pendenza di per se ma anche i cambi bruschi di pendenza. Poggiapiedi, e per la carrozzina a motore del mio amico anche la barra antiribaltamento posteriore, con due piccolissime ruote leggermente sollevate, che tocca terra ai cambi improvvisi di pendenza "sollevando" le ruote principali.

In sedia manuale, se spingo io, preferisco fare le rampe, sia in salita che in discesa, in avanti. Se sono molto ripide o se ci sono gradini successivi ovviamente la salita viene fatta all'indietro (quindi tirando). Per scalini singoli la salita è fatta in avanti. La discesa, anche da scalini consecutivi, sempre in avanti.

Il mio amico in sedia motorizzata si regola in base alla sua esperienza, di solito in avanti ma se le rampe sono molto ripide talvolta scende all'indietro. Per i gradini singoli (es tra banchina e treno su M1 e M2) spesso preferisce andare all'indietro (ma la barra antiribaltamento allora diventa un problema).

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38673
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Accessibilità metropolitana milanese

#144 Messaggio da E412 » lun 22 feb 2016 14:42

Che io sappia, tutti gli autobus moderni a pianale ribassato dovrebbero avere la funzione di inginocchiamento (kneeling).
Sarebbe da provare l'accessibilità sugli interurbani a pianale alto (ovviamente attrezzati per trasporto disabili), per vedere se resta una cosa pratica oppure astrusa. Io non l'ho mai visto fare.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti