Sicurezza Delle Ferrovie Europee

Sezione dedicata a tutte le notizie aggiornate in tempo reale.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#46 Messaggio da gio77 » lun 05 feb 2018 11:43

giorgiostagni ha scritto:L'ultima infografica mi pare significativa, e in particolare davvero drammatica per il valore delle moto. Che evidentemente frega poco niente a nessuno: se fossero trattate con lo stesso approccio dei PL dei cinghiali, sarebbero già state vietate tout court!!

Sul grafico precedente, se devo allarmarmi per i dati che vedo, e poi i dati sono riferiti a Bulgaria, Romania, Ungheria...be', francamente mi sembra assai più un problema loro che mio (peraltro ho sperimentato una sola volta la guida ungherese, e devo dire che i dati non mi stupiscono affatto).
Anche a me frega poco e niente della sicurezza delle ferrovie bulgare, ma siccome devo occuparmi dell'UE per intero proverei a trovare soluzioni che riguardino tutti gli stati UE. Ripeto che non mi dispiacerebbe affatto estendere l'argomento del thread a tutti I veicoli, moto comprese, ovviamente solo se tutti sono d'accordo.

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk




Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#47 Messaggio da E412 » lun 05 feb 2018 11:54

Soluzioni che riguardino l'intera UE si scontrano con una serie di problemi:
- adottare soluzioni nuove costa tanto
- adottare soluzioni nuove dove ce ne siano di vecchie costa tanto e richiede di mettere via le proprie
- la percezione delle problematiche varia da Stato a Stato (molti ad esempio potrebbero non capire le manie italiane, dettate da paturnie di ordine legale prima che tecnico)

Prendi ad esempio il segnalamento. ERTMS è un tentativo di uniformare sulla base di un sistema efficace e condiviso ma:
- costa
- la sua implementazione è lunga e complicata
- esistono comunque n varianti

Viene quindi adottato progressivamente da stati che devono/vogliono comunque aggiornare il loro segnalamento (per esempio i danesi e gli italiani), hanno dei fondi da dedicarci, e hanno traffico per giustificarlo. Francesi e tedeshi già sono più restii, e non ce li vedo gli stati balcanici e slavi ad autoattrezzarsi di iniziativa sul breve periodo, senza contributi.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#48 Messaggio da gio77 » lun 05 feb 2018 12:10

Non si potrebbe incentivare questi ultimi stati ad implementare eventuali sistemi proprietari (come lo è l'scmt in Italia)(sempre che ne abbiano uno simile)?

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38382
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#49 Messaggio da E412 » lun 05 feb 2018 12:11

No, al massimo puoi incentivare l'installazione di un sistema standardizzato europeo, visto che l'obiettivo finale sarebbe quello di ottenere una standardizzazione all'inerno dei confini europei.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#50 Messaggio da gio77 » lun 05 feb 2018 12:19

Ovvio che sarebbe meglio un ertms ma nel caso questo sia molto più costoso di quello nazionale meglio quest'ultimo che niente, specialmente se parliamo di linee secondarie dove non circoleranno mai treni internazionale. Correggetemi se sbaglio.

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13638
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#51 Messaggio da UluruMS » lun 05 feb 2018 12:22

Grazie Andmart

Quindi io riscriverei le statistiche escludendo dalle statistiche ferroviarie i numeri relativi ai passaggi a livello, creando la categoria “relativi a due modalità di trasporto”.
E per avere un quadro completo anche di quei paesi pericolosi come “Vlad Tepes Landia”, esporrei anche i dati sulla mortalità stradale, confrontando su paxkm e trenokm veicolokm, etc.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3524
Iscritto il: sab 23 giu 2007 20:17
Contatta:

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#52 Messaggio da aln668.1207 » lun 05 feb 2018 12:35

gio77 ha scritto:
lun 05 feb 2018 11:20
Sono d'accordo nel dire che il treno è un mezzo di trasporto sicuro e che il margine di miglioramento è poco, ma volevo ricordare che cioè che chiedevo nel post iniziale era discutere riguardo un miglioramento dei sistemi di sicurezza guardando al futuro, proponendo sistemi anche al momento "esagerati" ma che potrebbero essere presi in considerazione nei prossimi anni.
Ricordo inoltre che negli stati che prima definivo "non al top" (ok, passatemi il termine non appropriato) il tasso di sicurezza dei viaggiatori è decisamente basso. Qui riporto un grafico di Eurostat che ho caricato anche all'inizio che mostra i passeggeri (e sottolineo passeggeri all'interno del treno) deceduti ogni miliardo di km nei vari paesi. Nell'altra immagine vedete invece i morti medi per veicolo in Europa, sempre ogni miliardo di km. Potete quindi rendervi conto come in alcuni stati il tasso sia pari o più alto di quello dell'automobile. Proprio per questo vi chiedevo informazioni riguardo l'utilizzo di sistemi di controllo di marcia in questi luoghi e direttive europee che ne impongano l'installazione.
ImmagineImmagine

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk
Ma il grafico con i dati stato per stato, si riferisce al complessivo che tiene conto sia di chi è a bordo sia di chi è a terra?
Ho viaggiato la scorsa estate in treno (e in bici) in Polonia, Lituania, Lettonia, Estonia, Slovacchia (passando per Germania, Austria, Rep. Ceca).
Linea Bialystock - Varsavia, 300 km circa di rettilineo con velocità di fiancata 120 km/h (per fare un esempio)
PL incustoditi senza né barriere né segnalazioni luminose: in media uno al km.
E' evidente che in situazioni di questo tipo (Bulgaria, Romania non sono da meno) il tasso di incidenti e vittime è molto alto.
Ciononostante mi sento più sicuro a bordo di un treno che di un veicolo su strada, anche e soprattutto in quei posti.
C'è parecchio da lavorare su questi dati per avere una rappresentazione corretta della realtà, anche tenendo conto di eventi singoli che in un dato anno possono modificare sensibilmente i valori ma, rapportati su più anni, li riportano su parametri più "normali" (basta un bus travolto da un treno a un PL per far alzare la colonna, e in Ungheria è successo di recente)

Nella foto, un PL polacco.
Immagine
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12123
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#53 Messaggio da sr » lun 05 feb 2018 13:22

Bello! :mrgreen:
Che possibilità ci sono in quei posti che ci possa essere nebbia? :sofa:
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#54 Messaggio da gio77 » lun 05 feb 2018 13:43

Allora, come richiesto provo a fare un po'di chiarezza riguardo i dati che ho fornito aggiungendo gli ultimi grafici che ho trovato (premetto che provengono tutti da fonti attendibili come http://ec.europa.eu/eurostat/statistics ... statistics e ho lasciato stare articoli di giornale generici)

Immagine
Vittime ogni miliardo di km fatti con i determinati veicoli.

Immagine
Vittime coinvolte in incidenti ferroviari in Europa nel 2014 e 2015. Credo includa anche i suicidi.

Immagine
Morti e gravemente feriti per tipologia di incidente ferroviario nel 2015 in Europa.

Immagine
Morti e gravemente feriti per stato relazionati ai viaggi totali del relativo sistema ferroviario.

Immagine
Passeggeri del treno morti ogni miliardo di km per stato.

Immagine
Andamento degli incidenti stradali con relative vittime per ogni stato dell'UE.

sorry
*
*
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#55 Messaggio da sorry » lun 05 feb 2018 17:49

Una piccola precisazione sul "non esistono PL non protetti da segnale ... perché ANSF non lo consente".
ANSF si è trovata ad avere giurisdizione su una rete (nazionale prima e regionale poi), già costruita ed in funzione e con punti le cui caratteristiche non sempre sono "allineate alla regola d'arte". Il processo di "allineamento" è tutt'altro che concluso!
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3524
Iscritto il: sab 23 giu 2007 20:17
Contatta:

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#56 Messaggio da aln668.1207 » lun 05 feb 2018 19:04

gio77 ha scritto:
lun 05 feb 2018 13:43
Allora, come richiesto provo a fare un po'di chiarezza riguardo i dati che ho fornito aggiungendo gli ultimi grafici che ho trovato (premetto che provengono tutti da fonti attendibili come http://ec.europa.eu/eurostat/statistics ... statistics e ho lasciato stare articoli di giornale generici)

Immagine
Vittime coinvolte in incidenti ferroviari in Europa nel 2014 e 2015. Credo includa anche i suicidi.

Presumo si tratti di un numero che conta tutti, quindi anche gli investimenti ai PL, e in fondo è significativo di che cosa sia nel complesso il sistema, anche se è fuorviante, perché l'investimento di un veicolo al PL è più che altro un incidente che andrebbe imputato alla strada per le vittime, visto che il mancato rispetto delle regole della circolazione stradale è alla base degli incidenti.
Sempre riguardo al dato polacco, vi presento una caratteristica, direi una curiosità che ho visto per ora solo in Polonia: questo segnale, che è posto lato ferrovia prima di ogni PL.
Credo che il significato sia abbastanza chiaro: indica la "categoria" del PL relativamente al tipo di veicolo che si potrebbe trovare in mezzo...

Immagine

Immagine

Immagine
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

alealeale
*
*
Messaggi: 733
Iscritto il: mar 12 nov 2013 17:18

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#57 Messaggio da alealeale » lun 05 feb 2018 21:13

Noi non siamo a quei livelli. Piuttosto in una recente Pioltello che media europea ce? su un contronto ( tipo evento ) e non per classifica mezzo ( auto treno aereo ).
Non sono solo i 10 al PL x media europea.
Contano anche 3 x deragliamento.

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#58 Messaggio da gio77 » lun 05 feb 2018 21:15

alealeale ha scritto:Noi non siamo a quei livelli. Piuttosto in una recente Pioltello che media europea ce? su un contronto ( tipo evento ) e non per classifica mezzo ( auto treno aereo ).
Non sono solo i 10 al PL x media europea.
Contano anche 3 x deragliamento.
Scusami ma non sono riuscito a capire cosa intendi col tuo messaggio e la domanda che hai posto. Potresti spiegarti meglio?

Inviato dal mio Sony Xperia X utilizzando Tapatalk


sorry
*
*
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#59 Messaggio da sorry » lun 05 feb 2018 21:16

Tranquillo, sei in buona compagnia... italiano: questo sconosciuto!
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

qalimero
**
**
Messaggi: 6947
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#60 Messaggio da qalimero » mar 06 feb 2018 8:26

Se ho ben inteso la domanda criptica di alealeale, la risposta è

ZERO

Nel 2015 non ci furono vittime per deragliamenti nell'intera UE, e Pioltello farà salire gli indici della rete nazionale in maniera indesiderata da ANSF e MIT.

Peraltro chiedo a gio77 di fare uno sforzo e di ricondurre le statistiche della UE e dei paesi "associati" (SVI, NOR, TUR, ec.) ad un parametro omogeneo.

A mio parere la sinistrosità generale, n. eventi, quella sulla sinistrosità al personale, e ai PL, va ricondotta al numero treni km effettuati.
le vittime tra i passeggeri ai pax km effettuati
per quella più marcata (incidenti con treni no movimento) che rappresenta quasi il 60% delle vittime occorre distinguere _ il 95% sono esterni al trasporto.
Ma quel solo 5% pesa per passeggeri e personale più di collisioni e deragliamenti sommati

Quindi:

quindi,
il treno è un mezzo di trasporto sicuro.
Esistono reti che hanno un tasso di incidenti più alto, ma tale tasso non è legato tanto a collisioni e deragliamenti (gli incubi del cittadino medio) ma ad eventi più "banali" riconducibili a 4 categorie:

1. investimenti in linea/stazione di esterni - chi atraversa i binari, chi cammina lungo i binari
2. gli incidenti ai PL che colpiscono soprattutto gli esterni (pedoni, automobilisti) ma talvolta coinvolgono personale e passeggeri ,visto il rapporto 1:2 nei lesionati e quello medio 1:200 nei trasportati dire soprattutto i macchinisti
3. Gli incidenti durante il servizio del personale : investimenti in manovra, in stazione in linea
4. gli incidenti ai passeggeri sui treni o in accesso ai treni

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: volvox e 8 ospiti