Sicurezza Delle Ferrovie Europee

Sezione dedicata a tutte le notizie aggiornate in tempo reale.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#1 Messaggio da gio77 » ven 02 feb 2018 21:29

Salve a tutti,
Apro questo thread per discutere riguardo eventuali migliorie che possono essere applicate al sistema ferroviario Europeo. Coglierei l'occasione per accumulare informazioni in vista di un progetto di simulazione di parlamento europeo che farò con la scuola, dove dovrò esporre idee e nuove leggi per migliorare la sicurezza dei trasporti e delle infrastrutture.
Visto quindi il progetto a cui dovrò partecipare, da appassionato del settore ferroviario, ho pensato subito a questo forum che leggo abitualmente per poter confrontarmi con esperti che possano approvare o no le mie idee o eventualmente raccontarmi progetti ed esperienze personali.
Parto inserendo alcuni dati riguardo gli incidenti ferroviari avvenuti in Europa nel 2015.
Immagine
Immagine
Immagine



Come ben vedete, la maggior parte dei sinistri avvengono ai passaggi a livello e in generale lungo la ferrovia e i decessi sono quindi causati da investimenti.
Proprio per risolvere il problema dei passaggi a livello, mi era venuto in mente un semplice sistema da installare in ognuno di questi consistente in un pulsante di emergenza da premere nel caso vi sia un mezzo incastrato.
Alla pressione del pulsante, il convoglio in arrivo verrebbe automaticamente frenato tramite scmt, ermts o un semplice semaforo rosso nel caso la linea non sia servita di moderni sistemi di sicurezza. In questo modo si eviterebbero o ridurrebbero le conseguenze di incidenti spiacevoli come quello accaduto a Cisternino nel 2012, quando un FA è deragliato schiantandosi contro un tir bloccato al pl.

Per ridurre invece gli incidenti legati al deragliamento (spesso anticipati da uno svio di un carrello come nell'incidente di Eschede https://it.wikipedia.org/wiki/Incidente_di_Eschede o il recentissimo a Pioltello) mi aveva molto incuriosito un sistema in via di sviluppo di cui parlava l'utente macucci nel thread di Pioltello qui viewtopic.php?f=2&t=42294&p=1669705&hil ... o#p1669705.
Secondo me, con magari un investimento di fondi da parte dell'UE, si potrebbe sviluppare un gran dispositivo che salverebbe molte vite.

Sempre riguardo a Pioltello, riporto qui alcune considerazioni a mio avviso molto valide dell'utente DB viewtopic.php?f=2&t=42294&hilit=sistema ... 5#p1670049
Dall'incidente si possono trarre a mio avviso le conseguenze seguenti:

1) miglioramento dei sistemi di allarme nei comparti viaggiatori (accessibilità, indicazioni ecc.)

2) in relazione a quanto sopra, campagne di sensibilizzazione e formazione dei viaggiatori (ad esempio annunci a bordo ed in stazione del tipo "sui treni sono installati dispositivi di allarme per la vostra sicurezza in caso di necessità: il personale è a disposizione per spiegarvene il funzionamento e l'utilità, appositi cartelli informativi e pittogrammi ne indicano la posizione e le modalità di utilizzo. Ditelo anche ai vostri compagni di viaggio!"

3) miglioramento della formazione e addestramento del PDM su anomalie dinamiche del materiale per riconoscere e reagire con maggiore tempestività in caso di svio

4) in relazione a quanto sopra, adozione generalizzata su macchine e carrozze pilota di telecamere per la ripresa laterale del treno e / o, sul materiale più vecchio, specchietti retrovisori

5) miglioramento dei protocolli di verifica, ispezione e intervento su punti della rotaia a maggior rischio (giunzioni, ecc.), revisione al rilevamento di anomalie dei protocolli e delle regole sui rallentamenti precauzionali.
Fino ad ora questo è ciò che ho raccolto, vi invito a correggermi, smentirmi, precisare e a discutere di questo argomento sicuramente molto importante.

P.S. Mi scuso se non messo il post nella giusta sezione, ma trattandosi di UE non mi sembrava il caso di metterlo in "altri paesi nella scheda estero".

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 991
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#2 Messaggio da giorgiostagni » sab 03 feb 2018 19:32

8 morti per incidenti, 0 per deragliamenti, 0 per incendi, 314 ai PL.
Per me il discorso finisce qui. Il treno è sicuro. Stop.

(fermo restando, beninteso, che si controlli con severità che tutti gli operatori coinvolti agiscano nel pieno rispetto delle regole, sia in termini di manutenzione allegra, sia di applicazione fantasiosa dei regolamenti)

--

Riguardo al "pulsante di emergenza" per eventuali veicoli rimasti intrappolati, è chiaro che male non fa. Peraltro in alcuni casi esiste, o esistono metodi alternativi manuali (come l'accertamento visivo su rete FN) o automatici (come il cosiddetto PAI-PL). Ma francamente non mi pare una priorità. Nel 99% dei casi, chi rimane intrappolato semplicemente ha infranto il codice della strada. E anche in un modo particolarmente fesso, perché a proprio danno.
Tra l'altro l'intrappolamento del veicolo penso sia un ridotto sottoinsieme dei morti e feriti ai PL.

--

Una questione prettamente tecnica di interpretazione dei dati: i 666 morti per rotabili in movimento includono i suicidi? Ovviamente fa la differenza.
E in ogni caso anche qui quanti sono quelli dettati dal comportamento?

Altra questione tecnica: più che fare il valore specifico a viaggiatorekm, lo farei più semplicemente a trenokm: molti incidenti (in particolare appunto gli investimenti) sono del tutto indipendenti dal treno pieno o vuoto, ma dipendono solo dal treno in sé, quindi dai trenikm.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15009
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#3 Messaggio da Tz » sab 03 feb 2018 22:33

La maniglia sotto vetro per l'arresto dei treni piazzata ai vecchi PL sulla Piacenza-Bologna di tanti anni fa mi pare avesse fornito risultati negativi per il notevole indebito utilizzo da parte degli imbecilli... quindi sperimentazione fallita e installazioni abolite.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#4 Messaggio da gio77 » sab 03 feb 2018 22:46

Metterci una telecamera (anche finta) e ripetuti avvertimenti sulle sanzioni in caso di abuso non potrebbe funzionare? O magari, la telecamera potrebbe essere connessa al centro di controllo, da dove verificano se si tratta veramente di un'emergenza

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15009
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#5 Messaggio da Tz » dom 04 feb 2018 8:26

Le scritte monitori sull'indebito uso c'erano ma non servivano a niente... all'imbecille non fregano niente come pure le telecamere.
Mettere la telecamera giusto per controllare se si tratti di una vera emergenza non sta in piedi... perchè con la telecamera trasferiresti la responsabilità della libertà del PL alla sala DM/DCO dove esiste il monitor di controllo con la necessità da parte dell'operatore della verifica della libertà del PL per ogni treno... quindi si ricade in un'altra tipologia di PL già esistente.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Freccia della Laguna
**
**
Messaggi: 5680
Iscritto il: lun 28 ago 2006 18:14
Località: A bordo di un mezzo di trasporto per andare da qualche parte
Contatta:

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#6 Messaggio da Freccia della Laguna » dom 04 feb 2018 8:59

Con la telecamera si potrebbe sanzionare chi passa dopo che si è accesa la luce rossa, come accade per certi semafori. La moda di attraversare il PL in chiusura passerebbe presto.
«Dall'asfalto non nasce niente / dal pietrisco nascono i fior»

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 528
Iscritto il: dom 12 ago 2007 14:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#7 Messaggio da Frank_Castle » dom 04 feb 2018 10:09

Certamente. Ma, a meno che non vi sia qualcuno davanti al monitor, non impedisce l'incidente.
E cmq a Loano ricordo che ai Pl c è un numero di emergenza in caso le sbarre non si attivino. Poi quanto sia efficace non lo so... ::-?:
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#8 Messaggio da gio77 » dom 04 feb 2018 11:09

Frank_Castle ha scritto:Certamente. Ma, a meno che non vi sia qualcuno davanti al monitor, non impedisce l'incidente.
E cmq a Loano ricordo che ai Pl c è un numero di emergenza in caso le sbarre non si attivino. Poi quanto sia efficace non lo so... ::-?:
Istituire un numero di emergenza efficiente e ben segnalato con cartelli ad ogni pl potrebbe funzionare.

In ogni caso prima forse non mi sono spiegato bene, intendevo un sistema che includesse sia una leva/pulsante di emergenza al pl che una telecamera, che si attiverebbe solo alla pressione del pulsante. L'operatore del DCO dovrebbe quindi dare un occhio al monitor solo nel caso venga dato l'allarme. Chiaramente avrebbe dei costi molto più alti di un numero telefonico, percui forse è meglio lasciar perdere come dice Tz, sicuramente più esperto di me.

Inoltre, volevo segnalare che nel passaggio a livello che attraverso ogni giorno, qualche mese fa hanno aggiunto delle cassette di lamiera contenenti (almeno credo) triangoli di segnalazione da mettere nel caso le sbarre non si abbassino. Hanno installato anche dei cartelli con scritto "area ferroviaria, divieto d'accesso" ma su di essi non è riportato nessun numero di emergenza

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk


gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#9 Messaggio da gio77 » dom 04 feb 2018 13:35

gio77 ha scritto:
Frank_Castle ha scritto:Certamente. Ma, a meno che non vi sia qualcuno davanti al monitor, non impedisce l'incidente.
E cmq a Loano ricordo che ai Pl c è un numero di emergenza in caso le sbarre non si attivino. Poi quanto sia efficace non lo so... ::-?:
Istituire un numero di emergenza efficiente e ben segnalato con cartelli ad ogni pl potrebbe funzionare.

In ogni caso prima forse non mi sono spiegato bene, intendevo un sistema che includesse sia una leva/pulsante di emergenza al pl che una telecamera, che si attiverebbe solo alla pressione del pulsante. L'operatore del DCO dovrebbe quindi dare un occhio al monitor solo nel caso venga dato l'allarme. Chiaramente avrebbe dei costi molto più alti di un numero telefonico, percui forse è meglio lasciar perdere come dice Tz, sicuramente più esperto di me.

Inoltre, volevo segnalare che nel passaggio a livello che attraverso ogni giorno, qualche mese fa hanno aggiunto delle cassette di lamiera contenenti (almeno credo) triangoli di segnalazione da mettere nel caso le sbarre non si abbassino. Hanno installato anche dei cartelli con scritto "area ferroviaria, divieto d'accesso" ma su di essi non è riportato nessun numero di emergenza

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk
Scusate ho sbagliato, infatti oggi passando ho controllato e in effetti c'è un cartello con riportato il numero del DCO di Verona (parlo della linea Verona-Modena).

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk


Frank_Castle
*
*
Messaggi: 528
Iscritto il: dom 12 ago 2007 14:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#10 Messaggio da Frank_Castle » dom 04 feb 2018 13:58

Il punto che volevo evidenziare è il tempo che parte da guasto al PL o veicolo bloccato a 'convoglio che si arresta in tempo'.
Io posso anche avvisare, ad esempio, il DCO, ma poi il treno si ferma in tempo?
Quanto alle telecamere, anche solo per sanzionare, sono perfettamente d'accordo. E la tua idea del pulsante non è male.
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

sorry
*
*
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#11 Messaggio da sorry » dom 04 feb 2018 14:14

Alcune considerazioni su quanto discusso finora in tema di PL:

-1: se le sbarre non si abbassano tutte e correttamente, o se le luci stradali non funzionano, il PL non darà il consenso di chiusura e, pertanto, il segnale che lo protegge non si disporrà a via libera.

-2: alcuni PL stanno venendo progressivamente attrezzati con sistemi automatici di verifica della libertà dell'attraversamento (es: PAI-PL); altri, come quelli che citava Giorgio Stagni, hanno una telecamera che vincola il consenso alla verifica visiva da parte del gestore (DM, DCO, ...).

-3: qualunque sistema proposto che funzioni via telefono, non può che risultare intempestivo, visti i tempi generalmente ridotti tra chiusura / passaggio del treno (si consideri che, per ovvi motivi, il treno deve essere avvisato a debita distanza).
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2012
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#12 Messaggio da Andmart » dom 04 feb 2018 14:15

giorgiostagni ha scritto:
sab 03 feb 2018 19:32
8 morti per incidenti, 0 per deragliamenti, 0 per incendi, 314 ai PL.
Bisogna considerare poi che molti dei 314 morti ai PL sono spesso suicidi che si preferisce far passare per morti dovuti a comportamenti scorretti.
Infatti nel caso non vi siano testimoni che confermino che il tizio si è buttato sotto (per esempio sdraiandosi) e/o nel caso il tizio abbia lasciato scritto/detto espressamente la sua intenzione suicida, il caso viene archiviato come incidente.
Infatti in caso di suicidio gli eredi del malcapitato potrebbero essere chiamati a risarcire le ferrovie per i danni (ritardi ma anche danni al materiale rotabile, per empio condotte strappate, pulizia straordinaria della cassa, ecc...) ma se si è trattato di un incidente il discorso non si applica.
giorgiostagni ha scritto:
sab 03 feb 2018 19:32
Una questione prettamente tecnica di interpretazione dei dati: i 666 morti per rotabili in movimento includono i suicidi? Ovviamente fa la differenza.
Questi sì. Adesso infatti le varie Agenzie stanno richiamando i vari gestori anche nel cercare di contenere i suicidi su ferrovia posizionando barriere ove questi avvenivano con maggiore frequenza.

Chissà se il risultato sarà che chi, volendosi ammazzare non potendo più buttarsi sotto al treno vorrà farsi esplodere con tutta la casa col gas... ::-?: ::-?:
gio77 ha scritto:
dom 04 feb 2018 11:09
Frank_Castle ha scritto: E cmq a Loano ricordo che ai Pl c è un numero di emergenza in caso le sbarre non si attivino. Poi quanto sia efficace non lo so... ::-?:
Istituire un numero di emergenza efficiente e ben segnalato con cartelli ad ogni pl potrebbe funzionare.
Lo stanno facendo per ogni PL, strano che ce ne sia ancora qualcuno ove non c'è.

Il pulsante in teoria c'è già: basta abbattere le sbarre se si rimane intrappolati in auto. L'operazione è semplicissima a causa della presenza del bullone di tallonamento (infatti ho visto con i miei occhi una barra cadere semplicemente perché alcuni bagnanti caprones vi si erano appoggiati sopra di peso) e la sua rottura causa l'immediata dispozione a via impedita dei segnali di protezione del PL con arresto immediato del treno. :wink:
Tutti i Pl con barrire sono dotati di sbarre tallonabili, anche se chi ha redatto alcuni anni fa il rapporto della relativa indagine di DIGIFA ha scritto il contrario. :wall: :twisted:

In merito ai cartelli di "vietato introdursi mi viene sinceramente da ridere: se la gente passa sotto alle sbarre, non rispetta semafori ed altre norme del codice della strada, pensate che rispetti qualche cartello? :wall:
Aumentare i cartelli di divieto ai PL serve solo vendere ed installare più cartelli.

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2012
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#13 Messaggio da Andmart » dom 04 feb 2018 14:31

Ah... L'altro giorno ho letto un dato interessante citato dal portale CityRailways.

In Italia dal 2000 al 2015 si sono verificati 43 decessi in 1.546 sottopassi (27,8 per mille) a causa di allagamenti o problemi idrogeologici;
Nello stesso periodo, sempre in Italia, ci sono stati 127 decessi su 4.480 passaggi a livello (28,3 per mille).

Pertanto, dal mero punto di vista della sicurezza, l'eliminazione dei PL con la (costosissima) sostituzione con sottopassi non cambierebbe il livello di rischio per gli utenti della strada associato a questi enti. Anzi, sarebbe influente: si passerebbe da una struttura con un certo livello di mortalità (il PL) ad un'altra con lo stesso tasso di mortalità (il sottopasso).
Diverso il discorso dal punto di vista della regolarità dei transiti sia lato strada che lato ferrovia...

So che questi dati, citati dal sito e che quindi non posso verificare, faranno arrabbiare parecchio qualche utente del forum... :lol: :mrgreen: :megaball:

PS: che ci sia qualche tanardo che affoghi nei sottopassi allagati non stento a crederlo. Qualche anno fa un mio compagno di università vide un sottopasso con semaforo rosso per allagamento ma penso "se ci entro tanto non succede nulla" ed in men che non si dica si trovò con la macchina ferma con l'acqua che gli arrivava al torace. Riuscì a uscirne vivo, ma la macchina la dovette rottamare. E ben gli stette.. :>:): :>:):

gio77
^_^
^_^
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 10 ago 2017 14:27

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#14 Messaggio da gio77 » dom 04 feb 2018 14:51

Siamo veramente sicuri che tutti i pl non diano il via libera nel caso non si chiudano? Nella mia città è capitato spesso che non si chiudesse (visto anche di persona, per poco una macchina non veniva investita da un'Ale 582) anche se quando succede nella maggior parte dei casi i treni lo attraversano a velocità ridotta.

Inviato dal mio F5121 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15009
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Sicurezza Delle Ferrovie Europee

#15 Messaggio da Tz » dom 04 feb 2018 18:41

Andmart ha scritto:
dom 04 feb 2018 14:15
L'operazione è semplicissima a causa della presenza del bullone di tallonamento (infatti ho visto con i miei occhi una barra cadere semplicemente perché alcuni bagnanti caprones vi si erano appoggiati sopra di peso) e la sua rottura causa l'immediata dispozione a via impedita dei segnali di protezione del PL con arresto immediato del treno.
Non quadra. Se hai visto quella scena è perchè i caprones hanno spinto (o tirato) la sbarra orizzontalmente perchè il dispositivo di tallonamento è realizzato per cedere SOLO su forze orizzontali (impatto di un veicolo).
E' anche logico che sia così altrimenti l'argano nel cercare di alzare la sbarra tallonerebbe il PL... :mrgreen:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 5 ospiti