Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

Sezione dedicata a tutte le notizie aggiornate in tempo reale.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12123
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#196 Messaggio da sr » ven 15 dic 2017 15:26

Dimezzi sulla singola tratta in base ai calcoli esposti da Tof, ma tenendo conto di tutti i fattori da me esposti, linee e SSE reggerebbero il carico?
(ciomp, ciomp)
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25146
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#197 Messaggio da paolo656 » ven 15 dic 2017 15:37

Non serve che ordini una seconda fornitura... ( :mrgreen: ) è come avere, e arrotondo molto, un treno in ogni sezione. Quindi la risposta è sì... :)

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12123
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#198 Messaggio da sr » ven 15 dic 2017 16:15

(burp!)
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
tof63
*
*
Messaggi: 866
Iscritto il: gio 01 gen 2004 21:32
Località: Torino
Contatta:

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#199 Messaggio da tof63 » ven 15 dic 2017 16:17

Considerando che una sola E402 in linea, avendo una potenza massima di 6 Megawatt, può assorbire oltre 3 volte tanto, ai fini della sostenibilità delle sottostazioni, 1,8 MW in più possono in effetti essere considerati trascurabili.
Inoltre, siccome l'equivalente allo "sconto" sulle tariffe che l'Enel fa alle ferrovie, lo paghiamo noi tutti in bolletta alla voce "oneri di sistema" (che sulla mia bolletta sono oltre il 30% del totale - non so quale sia la"quota FS", ma mi pare assai manipolabile e poco trasparente), poco o nulla cambierebbe nel bilancio di FS Italiane (a parte l'investimento iniziale) se fosse applicato un sistema di riscaldamento della LDC basato su questo principio.
Luigi Cartello

ETR610
*
*
Messaggi: 473
Iscritto il: dom 15 apr 2012 16:13

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#200 Messaggio da ETR610 » ven 15 dic 2017 22:49

No si potrebbero usare, anziché normali carichi dissipativi, dispositivi che reimmettono l'energia in rete (al netto delle perdite che servono a scaldare la linea aerea)? Per esempio, se si è parlato di un carico da 1,8 MW per far circolare la necessaria corrente a scaldare la catenaria, un convertitore cc/ca che immette in rete 1,8 MW. Mi pare che si facciano simili accrocchi quando si fanno le prove di corto circuito/vuoto dei trasformatori di grosse dimensioni.

Avatar utente
tof63
*
*
Messaggi: 866
Iscritto il: gio 01 gen 2004 21:32
Località: Torino
Contatta:

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#201 Messaggio da tof63 » ven 15 dic 2017 23:51

Nessun carico dissipativo, a parte ovviamente la LDC, che dobbiamo scaldare.
Questo lo schema:

Immagine

0,8 ohm è la resistenza di 20 km di LDC
3600V e 2400 V la tensione di alimentazione fornita alla LDC dai raddrizzatori delle sottostazioni rispettivamente dispari e pari.
Il riscaldamento deve avvenire su un numero pari (minimo 2) di tratte, coinvolgendo un numero dispari (minimo 3) di sottostazioni consecutive.
Luigi Cartello

ETR610
*
*
Messaggi: 473
Iscritto il: dom 15 apr 2012 16:13

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#202 Messaggio da ETR610 » sab 16 dic 2017 0:00

Grazie Tof, adesso capisco. 0,8x(1500^2) fa proprio 1,8 MW.


Avatar utente
superP
**
**
Messaggi: 1651
Iscritto il: mer 04 mar 2009 8:36
Località: Provincia di Genova

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#204 Messaggio da superP » mar 19 dic 2017 10:16

tof63 ha scritto:
ven 15 dic 2017 23:51
Nessun carico dissipativo, a parte ovviamente la LDC, che dobbiamo scaldare.
Questo lo schema:

Immagine

0,8 ohm è la resistenza di 20 km di LDC
3600V e 2400 V la tensione di alimentazione fornita alla LDC dai raddrizzatori delle sottostazioni rispettivamente dispari e pari.
Il riscaldamento deve avvenire su un numero pari (minimo 2) di tratte, coinvolgendo un numero dispari (minimo 3) di sottostazioni consecutive.
sì però la SSE a 2400V deve essere reversibile....

ipotizzando una solo rotaia da 60kg/m essa comunque (se non ho sbagliato i conti) dissipa 0.4MW

Avatar utente
tof63
*
*
Messaggi: 866
Iscritto il: gio 01 gen 2004 21:32
Località: Torino
Contatta:

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#205 Messaggio da tof63 » mar 19 dic 2017 12:08

Lo scopo di quanto ho scritto era solo quello di quantificare, oltretutto in modo assai spannometrico perchè basato sul riscaldamento di un conduttore in aria (e non sotto la pioggia o neve), un bilancio energetico.
La resistenza delle due rotaie in parallelo è valutata in 0,011 ohm per kilometro (quindi 0,22 ohm per 20 km contro gli 0,8 ohm della LDC) non interferisce più di tanto sulla "spannometria" del calcolo.
La risoluzione del problema delle sottostazioni che dovrebbero assorbire corrente anzichè erogarla, credo sia invece quello tecnicamente più difficile la risolvere e immagino che se fosse stato facilmente risolvibile qualcuno ci sarebbe già arrivato da tempo.
Luigi Cartello

Avatar utente
superP
**
**
Messaggi: 1651
Iscritto il: mer 04 mar 2009 8:36
Località: Provincia di Genova

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#206 Messaggio da superP » mar 19 dic 2017 17:44

Si certo il discorso binario era legato anche agli euro da spendere per mantenere il cavo alla temperatura desiderata.
Sul discorso SSE reversibile credo in generale che il tiristore sia visto come Satana in RFI
La reversibilità sarebbe utile anche per altre faccende.....

Avatar utente
tof63
*
*
Messaggi: 866
Iscritto il: gio 01 gen 2004 21:32
Località: Torino
Contatta:

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#207 Messaggio da tof63 » mar 19 dic 2017 19:19

Comunque ritengo che se il costo dell'energia elettrica per l'esercizio ferroviario, come lo era il costo del cabone ai tempi della trazione a vapore, fosse ritenuto un onere degno di nota, lo stipendio dei macchinisti dovrebbe comprendere una voce più o meno importante legata in qualche modo all'efficienza energetica di condotta dei treni.
Luigi Cartello

ssb
**
**
Messaggi: 2534
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#208 Messaggio da ssb » mer 20 dic 2017 7:59

Essendo il servizio del freno strettamente legato alla sicurezza non avrebbe molto senso una misura del genere e risulterebbe facilmente “ingiusta”. Sono d’accordo che il personale vada però formato sul risparmio energetico.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25146
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#209 Messaggio da paolo656 » mer 20 dic 2017 8:05

C'era almeno un programma sperimentale per misurare "l'efficienza nella condotta", lessi qualcosa credo intorno al 2008-2009 su Tecnica Professionale.

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12123
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Disagi alla circolazione dovuti alle nevicate di dicembre 2017

#210 Messaggio da sr » mer 20 dic 2017 8:22

Il problema dell'efficienza energetica della condotta si scontra pesantemente con l'inefficienza gestionale del traffico di RFI.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti