Incidente Ferrotramviaria

Sezione dedicata a tutte le notizie aggiornate in tempo reale.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1544
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Incidente Ferrotramviaria

#901 Messaggio da Lirex » mar 10 apr 2018 9:20

Freccia della Laguna ha scritto:
mar 10 apr 2018 8:38


Rischiano il processo, oltre a capostazione e capotreno, dirigenti e funzionari di Ferrotramviaria, anche il direttore generale del ministero delle Infrastrutture, Virginio Di Giambattista, accusato in concorso con un'altra dirigente, Elena Molinaro, di non aver "compiuto verifiche periodiche" e adottato "provvedimenti urgenti" per eliminare il sistema del blocco telefonico su quella tratta a binario unico.
Una domanda sorge spontanea.... se ad un incrocio senza semaforo tra due strade extraurbane due pullmann si scontrano perche uno o entrambi hanno violato le regole del CdS, succederebbe che vengano indagati i vertici di Anas,provincia, comune per non aver "valutato il rischio" dell' utilizzo di quel sistema antiquato ( lo stop e la precedenza a destra) ?

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11967
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Incidente Ferrotramviaria

#902 Messaggio da sr » mar 10 apr 2018 10:52

In quel caso non ci sarebbe nessun tipo di gerarchia a cui rendere conto del proprio operato, mentre in un sistema come quello ferroviario, visto che il BT è normato in modo preciso, se nessuno controlla l'operato di chi dovrebbe garantire la sicurezza lasciando o tollerando che vengano commessi delle irregolarità magari con la falsa idea che snellendo certe procedure "si fa prima", una bussatina sulla spalla di chi dovrebbe controllare i suoi sottoposti la farei.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14715
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#903 Messaggio da Tz » mar 10 apr 2018 11:50

Ma perchè quei pirla di magistrati, che non sono nemmeno capaci di far rispettare quanto scritto nelle leggi, vanno ad inventarsi coglionate che non sono nemmeno scritte ? :wall:

Sembra che il blocco telefonico sia illegale quando invece è perfettamente normato nel RCT delle FS e vanno a inventarsi belinate come la mancata comunicazione di partenza da parte del DM di Corato quando NON è previsto che venga data ?

L'art 3 comma 6 RCT delle FS (del tutto simile a quello adottato sulla ferrotranviaria) parla chiaro e quella comunicazione NON esiste al contrario della circolazione a "dirigente unico" in cui tale comunicazione era prevista e doveva essere data con fonogramma.
6. La circolazione dei treni può essere regolata:
a)
col regime del blocco telefonico;
b)
col regime del blocco elettrico (manuale, automatico o
conta-assi);
c)
col regime del blocco radio.
7. Sulle linee esercitate col regime del
blocco telefonico
ciascuna stazione può licenziare un treno solo dopo aver chie-
sto ed ottenuto per il treno stesso, mediante appositi dispacci,
la
via libera
dalla successiva stazione abilitata.
La richiesta deve essere effettuata quando è prossima l’ora
di partenza o di transito del treno interessato.
Se il treno deve essere inviato a seguito di altro nello stes-
so senso sul medesimo binario, si adotta il dispaccio:
F
ORMULA
N. 1 - S
EGUITO
TRENO
....
CHIEDO
INVIARE
TRENO
....
Se la via libera deve essere richiesta rispetto ad un treno
intercalato in senso opposto sul medesimo binario, si adotta
il dispaccio:
F
ORMULA
N. 2 - D
OPO
GIUNTO
MIA
STAZIONE
TRENO
...
CHIEDO
INVIARE
TRENO
...
La stazione che riceve il dispaccio di richiesta può accor-
dare la via libera, a seguito di un treno inviatole nello stesso
senso, solo quando quest’ultimo sia giunto in essa completo.
All’uopo adotterà il dispaccio:
F
ORMULA
N. 3 -
VIA
LIBERA
TRENO
....
Dispacci
La stazione che accorda una via libera rispetto ad un treno
intercalato in senso opposto sul medesimo binario deve subor-
dinarla anche alla condizione che quest’ultimo treno sia giun-
to nella stazione richiedente. All’uopo adotterà il dispaccio:
F
ORMULA
N. 4 - G
IUNTO
VOSTRA
STAZIONE
TRENO
....
VIA
LIBERA
TRENO
...
La stazione che riceve il dispaccio di via libera così condi-
zionata deve attendere che il treno in senso opposto le sia
giunto completo, prima di licenziare il proprio treno.
Quando fra le stazioni che si scambiano la via libera tele-
fonica vi siano interposte una o più stazioni, che si disabilitino
dopo che in esse è avvenuto un incrocio, il dirigente della
stazione che inoltra il primo treno dopo la disabilitazione deve,
nel dispaccio di richiesta di via libera, fare riferimento ad en-
trambi i treni incrocianti (“Dopo giunto mia stazione treno...
e seguito treno... chiedo inviare treno...”).
Il dirigente della stazione limitrofa, dopo l’arrivo nella pro-
pria stazione del treno incrociante interessato, dovrà conce-
dere la via libera vincolandola all’arrivo nella stazione richie-
dente dell’altro treno incrociante (“Dopo giunto vostra sta-
zione treno... via libera treno...”).
Quando occorra procedere all’annullamento della via li-
bera telefonica, il dirigente che ha richiesto la via libera do-
vrà provvedere a fare annullare la via libera ricevuta con il
dispaccio:
F
ORMULA
N. 4 bis - P
ER
MANCATA
PARTENZA
TRENO
.......
AN
-
NULLATE
VOSTRA
VIA
LIBERA
N
.......
Il dirigente che ha concesso la via libera, dopo il ricevimen-
to di tale dispaccio, deve annullarla con il seguente dispaccio:
F
ORMULA
N 4 ter - A
NNULLO
MIO
DISPACCIO
DI
VIA
LIBERA
N
......
PER
TRENO
......
I dirigenti, inoltre, dovranno annullare i dispacci relativi
alla via libera, facendo apposita annotazione e riportando il
numero del dispaccio di annullamento.
Sulle linee attrezzate con blocco elettrico manuale, nei casi
in cui per il distanziamento dei treni sia prevista, in aggiunta
alla via libera di blocco telefonico, anche quella di blocco
elettrico, le formule dei dispacci devono essere opportuna-
mente completate, sia nella richiesta che nella concessione di
via libera, con la dicitura
“circolante anche con il blocco elet-
trico”
riportata di seguito al numero del treno.
(Vabbè, copia/incolla da un pdf viene uno schifo così...)

Se l'avete letto tutto sicuramente NON avete trovato l'avviso della partenza del treno perchè NON previsto dal regolamento... e cosa vuoi contestare su ciò che NON è di legge ? Oltre che nemmeno verificabile perchè tutt'alpiù sarebbe stato a voce e quindi la mia parola vale quanto la tua...
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5260
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Incidente Ferrotramviaria

#904 Messaggio da sandro.raso » mar 10 apr 2018 12:34

Tz ha scritto:
mar 10 apr 2018 11:50
Ma perchè quei pirla di magistrati, che non sono nemmeno capaci di far rispettare quanto scritto nelle leggi, vanno ad inventarsi coglionate che non sono nemmeno scritte ?
Perchè in Italia i Magistrati sono "onnipotenti" ed hanno anche la carriera automatica assicurata (si veda la carriera fatta dai magistrati colpevoli del caso Enzo Tortora, probabilmente il più grosso errore giudiziario da quando esiste la Repubblica Italiana).
Anche in uno dei campi in cui io lavoro, gli espropri, chi ha inventato il termine "accessione invertita"? Andate un po' a cercarlo nelle leggi, se ci riuscite!
Immagine

qalimero
**
**
Messaggi: 6885
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Incidente Ferrotramviaria

#905 Messaggio da qalimero » mer 11 apr 2018 11:55

Sicuri che quanto attribuito al magistrato ed espresso nell'articolo sia esattamente quello che Tz ha inteso?

Ovvero che la procura non contesti invece una non eseguita richiesta di concessione di via libera?

Perché a me lascia perplesso il rinvio a giudizio del Dirigente Coordinatore Centrale?

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14715
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#906 Messaggio da Tz » mer 11 apr 2018 13:21

Non riesco a seguirti.
La richiesta di via libera da parte di Andria a Corato vincolata all'arrivo dell'incrociante era stata regolarmente fatta così come ottenuta la via libera da parte di Corato: "dopo giunto vostra stazione treno X via libera treno Y". Non appare da nessuna parte una simile mancanza. Per contro viene contestato a Corato di non aver comunicato ad Andria la partenza del treno X... ma questa è una mancanza che NON può essere contestata perchè NON prevista dal RCT.
Il DC l'hanno buttato in mezzo, come molti altri, ma non c'entra una cippa nella gestione della sicurezza della circolazione perchè NON interviene nel distanziamento... contesto in cui si è verificata la falla.
Il DC NON è come il DU che gestisce in prima persona la sicurezza, penso che in quell'organizzazione il DC potesse ancora tracciare a mano il grafico della circolazione per la quale necessita la comunicazione telefonica dell'arrivo/partenza di ogni treno... può darsi che sia questo che viene contestato ma è normale eseguire tali comunicazioni non in tempo reale perchè non inficiano ne la sicurezza ne la regolarità della circolazione.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1956
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Incidente Ferrotramviaria

#907 Messaggio da Andmart » mer 11 apr 2018 13:26

qalimero ha scritto:
mer 11 apr 2018 11:55
Ovvero che la procura non contesti invece una non eseguita richiesta di concessione di via libera?
Lo penso anch'io.
qalimero ha scritto:
mer 11 apr 2018 11:55
Perché a me lascia perplesso il rinvio a giudizio del Dirigente Coordinatore Centrale?
L'hanno coinvolto perché hanno fatto un treno straordinario in modo difforme da quanto previsto nel regolamento di esercizio.
Tz ha scritto:
mer 11 apr 2018 13:21
La richiesta di via libera da parte di Andria a Corato vincolata all'arrivo dell'incrociante era stata regolarmente fatta così come ottenuta la via libera da parte di Corato: "dopo giunto vostra stazione treno X via libera treno Y".
Come fai ad esserne sicuro? Hai visto copia del fonogramma che si erano scambiati? ::-?: ::-?:

Io no, quindi...

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14715
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#908 Messaggio da Tz » mer 11 apr 2018 13:36

1) Non è MAI stata messa in discussione la richiesta e concessione di VL tra Andria e Corato vincolata all'arrivo dell'incrociante usando la formula prevista ne prima ne ora e nemmeno nella ricostruzione cinofallica di DIGIFEMA come nemmeno viene messa in discussione adesso ma viene SOLO contestata la mancata comunicazione di partenza del treno da Corato verso Andria.

2)
L'hanno coinvolto perché hanno fatto un treno straordinario in modo difforme da quanto previsto nel regolamento di esercizio.
che interessava sia altri treni che altra tratta rispetto quella dell'incidente... quindi non c'entra una benamata mazza.


Non capisco perchè rimettere tutto in discussione anche ciò che è sempre stato chiaro... :roll:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14715
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#909 Messaggio da Tz » mer 11 apr 2018 13:50

Ecco cosa c'è scritto nel rapporto cinofallico di DIGIFEMA:
Nel Protocollo di Circolazione della stazione di Andria risulta registrata, a cura del DL, la richiesta di via libera all’invio del treno 1021 dopo il giunto del treno 1016 presso la stazione di Andria. Il DL di Andria riceve la via libera dal DL di Corato.Non essendosi verificata la condizione di “giunto” del treno 1016 presso la stazione di Andria, non doveva essere autorizzata la partenza del treno 1021in direzione Corato.
Quindi non rimettiamo in discussione dati da sempre accertati e mai contestati.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14307
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Incidente Ferrotramviaria

#910 Messaggio da quattroe28 » gio 12 apr 2018 13:44

purtroppo quando interviene nel mondo tecnico, come quando interviene in quello scientifico, la magistratura fa cose allucinanti...
l'altro giorno abbiamo visto l'assoluzione del proprietario di un terreno che, franando, ha distrutto la casa ad una famiglia che quindi non è stata indennizzata per questo... fate voi...
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11967
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Incidente Ferrotramviaria

#911 Messaggio da sr » ven 13 apr 2018 12:08

In Italia gli indennizzi sono di competenza di Dio.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
Giorgio Iannelli
**
**
Messaggi: 1595
Iscritto il: dom 07 feb 2010 18:26
Località: Bari Lamasinata
Contatta:

Re: Incidente Ferrotramviaria

#912 Messaggio da Giorgio Iannelli » ven 13 apr 2018 18:21

Tz ha scritto:
mar 10 apr 2018 11:50
Ma perchè quei pirla di magistrati, che non sono nemmeno capaci di far rispettare quanto scritto nelle leggi, vanno ad inventarsi coglionate che non sono nemmeno scritte ? :wall:

Sembra che il blocco telefonico sia illegale quando invece è perfettamente normato nel RCT delle FS e vanno a inventarsi belinate come la mancata comunicazione di partenza da parte del DM di Corato quando NON è previsto che venga data ?
Bella domanda! ::-?:
Da luglio 2016 ad oggi ormai in quel di Trani pare abbiano la fissa nel dire che il BT sia illegale e che il SCMT andava installato in sostituzione del BT (cose ribadite da loro in più occasioni).
Evidentemente non gli è ancora chiara la differenza tra regime di circolazione e sistema di sicurezza, altrimenti non si spiegherebbero certe boiate che son venute fuori....

Comunque, per chi volesse approfondire la questione del RCT, quello delle FT è consultabile qui: http://www.ferrovienordbarese.it/web_reg/R_60.pdf

Andmart ha scritto:
mer 11 apr 2018 13:26
Perché a me lascia perplesso il rinvio a giudizio del Dirigente Coordinatore Centrale?
Oltre al DCC, a me lascia perplesso l'aver indagato i dirigenti delle varie unità tecniche, anche di quelle che non c'entrano nulla con l'evento (ad. esempio il servizio automobilistico).
I sospetti aumentano quando viene fuori che i vari magistrati coinvolti nelle indagini hanno fatto carriera nel frattempo. Sarà un caso? :roll:
Giorgio Iannelli

Gallery su Flickr

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14715
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#913 Messaggio da Tz » ven 13 apr 2018 19:48

Giorgio Iannelli ha scritto:
ven 13 apr 2018 18:21
Comunque, per chi volesse approfondire la questione del RCT, quello delle FT è consultabile qui: http://www.ferrovienordbarese.it/web_reg/R_60.pdf
Per il caso in questione questo RCT è la copia quasi perfetta, o meglio ridotta, del RCT delle FS e in particolare l'art 3 comma 6 dice esattamente le stesse cose e non parla affatto di avviso di partenza del treno. :mrgreen:

Che ebeti quelli che pensano di sostituire il SCMT al BT... in quel caso specifico l'SCMT avrebbe lasciato partire regolarmente il treno perchè il segnale di partenza di Andria era sicuramente a VL... :lol: troppo difficile riuscire a fargli capire che il regime di circolazione è tutta un'altra cosa... :wall:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
andrea.terzi
*
*
Messaggi: 660
Iscritto il: mer 05 set 2012 3:07
Località: Ponsacco PI

Re: Incidente Ferrotramviaria

#914 Messaggio da andrea.terzi » ven 13 apr 2018 22:55

ma se fosse successo con la tratta gia attrezzata....... avrebbero indagato anche i progettisti e i programmatori del SSB? ::-?:
Ciao
Andrea il rubbaorsi

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14715
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#915 Messaggio da Tz » ven 13 apr 2018 23:13

Avresti semplicemente dovuto legare i progettisti perchè è un'assurdità installare SCMT sul Blocco Telefonico... lo dovresti interfacciare con l'M100 VL... :lol: :lol: :lol:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MedieDistanze e 4 ospiti