Incidente Ferrotramviaria

Sezione dedicata a tutte le notizie aggiornate in tempo reale.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1828
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Incidente Ferrotramviaria

#886 Messaggio da Andmart » lun 11 dic 2017 13:08

Accusati e rinviati a giudizio significa colpevoli? Probabilmente in Italia sì e mi domando cosa si tengano a fare allora aperti i tribunali... Basterebbero due forche nelle piazze alle quali appendere i colpevoli individuati a furor di popolo sui social e si risparmierebbero un sacco di quattrini.

Inoltre "ministero accusato per il blocco telefonico" mi fa sorridere: è verosimilmente una semplificazione giornalistica di un discorso assai più complesso che trascende il discorso BT. Infatti io penso che se hanno tirato in ballo il ministero, lo abbiano fatti per i ritardi di attuazione pratica delle direttive UE 2004/49/CE e 2004/51/CE, non certo per il blocco telefonico in sé che è anche presente su RFI in determinati casi.
Ultima modifica di Andmart il lun 11 dic 2017 13:11, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14371
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#887 Messaggio da Tz » lun 11 dic 2017 13:10

Ai dirigenti di Ferrotramviaria, i pm contestano invece di aver risparmiato quasi 700mila euro sui lavori per l'installazione del cosiddetto "blocco conta assi", sistema di controllo meno raffinato dell'Scmt ma che, per la procura, avrebbe potuto scongiurare la tragedia.
Cioè Bca e SCMT sarebbero uno alternativo all'altro ? Non ci capiscono una beata fava i magistrati o i giornalisti ? ::-?:
L'ipotesi dei magistrati è che un sistema di comunicazione, una telefonata fra i due capitreno avrebbe potuto fermare i convogli.
Considerando che nessuno di coloro che erano sul treno era ovviamente al corrente che stava andando verso la morte questa uscita mi invita a lanciare la spugna... :wall:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1828
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Incidente Ferrotramviaria

#888 Messaggio da Andmart » lun 11 dic 2017 13:13

Secondo me conviene aspettare di leggere l'inchiesta di DIGIFEMA: lì capiremo meglio gli addebiti fatti ed i relativi fondamenti tecnici.

I giornali purtroppo semplificano e banalizzano troppo, arrivando alle volte a scrivere cose completamente fuori dal mondo non avendo compreso bene fino in fondo le questioni.

dedorex1
**
**
Messaggi: 5541
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: Incidente Ferrotramviaria

#889 Messaggio da dedorex1 » lun 11 dic 2017 13:42

Pur con qualche strafalcione, l'articolo però mi sembra abbastanza chiaro e non mi sembra emettere condanne a priori
Accusati e rinviati a giudizio significa colpevoli?
Calma Andmart, qua nessuno emette nessuna sentenza (fra l'altro ho usato il condizionale), solo si forma un'opinione: .
Al tempo dell'incidente avevo fatto un commento sulle supposte qualità di Ferrotranviaria e Stagni mi aveva fatto notare che tanto validi non dovevano essere se non erano stati neanche capaci di mettere un semplice contassi su una linea così trafficata; i magistrati sembrerebbero pensarla come lui
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1828
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Incidente Ferrotramviaria

#890 Messaggio da Andmart » lun 11 dic 2017 13:49

Anche in merito agli incidenti mancati andrà fatta chiarezza in sede processuale.

L'art. 93 del DPR 753/80 rende obbligatorio comunicare ad USTIF gli incidenti, non gli "incidenti mancati".

Il D.lgs. 162/2007 (quello che recepisce le direttive europee 2004/49/CE e 2004/51/CE) invece rende obbligatorio trattare anche i "near missed" e comunicarli a DI.GI.FE.MA nonché altre cose quali la famosa "analisi dei rischi". Questa legge si applicherebbe alle ferrovie regionali interconnesse, anche se la legge stessa precisa che "l'applicazione del presente decreto e' posticipata di tre anni, per permettere l'unificazione degli standard di sicurezza, dei regolamenti e delle procedure per il rilascio del certificato di sicurezza". In realtà, passati i tre anni, la legge in questione non è stata comunque completamente applicata: infatti prima dell'incidente in Puglia la posizione comune tra MIT, ANSF, Regioni e Gestori era che la 162/2007 si sarebbe applicata e si sarebbe passati sotto ANSF solo una volta uniformati gli standard tecnologici e di sicurezza (e nel 2010 si era anni luce lontani da ciò, anche per mancanza di fondi...). Però -e qui accetto smentite- non mi risulta che sia stato fatto alcun atto legislativo che abbia detto "ok, l'applicazione della 162/2007 è posticipata dal 2010 al .... ".

E quindi ecco il casino odierno: i relazione ai near missed tra il 2012 ed il 2016 la posizione della procura è che dovevano essere comunque comunicati a DIGIFEMA perché la 162/2007 nel frattempo era entrata in vigore. Un'altra visione è invece che continuava a valere solo il DPR 753/80 e non era obbligatorio.

Inoltre tra le responsabilità/funzioni degli USTIF e soprattutto del loro direttore generale, c'è quello di traghettare le ex-concesse interconnesse dal vecchio regime (DPR 753/80) al nuovo (D.lgs. 162/2007): ecco quindi che mi spiego di più gli indagati lato ministero, visto che sostanzialmente questo passaggio è andato... diciamo molto a rilento.

La mia personale impressione è che da questa vicenda non ne esca immacolato nessuno, a partire dal legislatore ha dormito a lungo, prevedendo un nuovo regime di sicurezza e nuovi attrezzaggi ma senza finanziarli. Ma anche Ministero ed Imprese Ferroviarie/Gestori hanno le loro responsabilità morali in tutto ciò...

Infine io ci vedo anche una bella fetta di responsabilità di ANSF che ha sempre ripetuto, ad ogni convegno, che avrebbe assunto la giurisdizione sulle ex-concesse solo una volta che queste avrebbero completato attrezzaggi ed uniformato gli standard di sicurezza. Secondo me, troppo comodo. E non sono neanche sicuro questa interpretazione sia pienamente conferme alla D.lgs. 162/2007...
Ultima modifica di Andmart il lun 11 dic 2017 14:03, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1828
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Incidente Ferrotramviaria

#891 Messaggio da Andmart » lun 11 dic 2017 13:58

dedorex1 ha scritto:
lun 11 dic 2017 13:42
l'articolo però mi sembra abbastanza chiaro
L'articolo è tutt'altro che chiaro e sembra che la contestazione fatta al Ministero sia relativa solo BT. In realtà, come ho specificato nel mio post sopra, la questione è un tantino più articolata e si gioca sui sistemi di gestione della sicurezza, non (solo) sui sistemi di blocco (che discendono da primi ma solo solo uno dei mille aspetti).

Indiscrezioni dicono che DIGIFEMA ha individuato una buona fetta delle responsabilità di quanto accaduto anche nel personale, troppo abituato a lavorare in modo "allegro". Se così fosse sarebbe un nuovo tassello che andrebbe ad insistere sui sistemi di gestione della sicurezza e non sulle apparecchiature tecniche installate o meno. Gli incidenti/quasi incidenti (in FSE ma non solo) hanno messo in luce come anche dove ci sono apparati di blocco automatici, per non fare disastri è opportuno che gli operatori operino con procedure codificate, studiate tenendo conto del rischio derivato dal fattore umano. Insomma, tutta roba da SGS ed affini.

Sembra un processo contro il blocco telefonico, ma in realtà è contro il vecchio modo di gestire la sicurezza.
dedorex1 ha scritto:
lun 11 dic 2017 13:42
tanto validi non dovevano essere se non erano stati neanche capaci di mettere un semplice contassi su una linea così trafficata
Mi sembra una considerazione un po' troppo semplicistica, in questa situazione.

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1828
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Incidente Ferrotramviaria

#892 Messaggio da Andmart » lun 11 dic 2017 14:01

Comunque attendo la pubblicazione dei risultati ufficiali di DIGIFEMA, così vedremo se i roumors/sentori che ho evidenziato nei miei due post sopra saranno confermati.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37524
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Incidente Ferrotramviaria

#893 Messaggio da E412 » lun 11 dic 2017 14:49

Non è però detto che l'inchiesta digifema approdi allo stesso risultato di quella penale...

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 1828
Iscritto il: ven 29 dic 2006 17:57

Re: Incidente Ferrotramviaria

#894 Messaggio da Andmart » lun 11 dic 2017 15:01

No. Però pare che in questo caso siano andate strettamente di pari pari passo, fermo restando che quella tecnica non individua responsabilità ma solo cause.

sorry
*
*
Messaggi: 755
Iscritto il: lun 28 set 2009 16:03

Re: Incidente Ferrotramviaria

#895 Messaggio da sorry » lun 29 gen 2018 20:41

Se qualcuno non ne fosse al corrente, è stata pubblicata già da dicembre l'inchiesta tecnica
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14371
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Incidente Ferrotramviaria

#896 Messaggio da Tz » lun 29 gen 2018 23:02

andostà ?
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Giorgio Iannelli
**
**
Messaggi: 1585
Iscritto il: dom 07 feb 2010 18:26
Località: Bari Lamasinata
Contatta:

Re: Incidente Ferrotramviaria

#897 Messaggio da Giorgio Iannelli » lun 29 gen 2018 23:17

Giorgio Iannelli

Gallery su Flickr

giovanni3857
**
**
Messaggi: 2256
Iscritto il: mer 21 nov 2012 9:36

Re: Incidente Ferrotramviaria

#898 Messaggio da giovanni3857 » mar 30 gen 2018 7:34

Potevi scrivere due righe con tapatalk non si apre il link

Inviato dal mio SM-G318H utilizzando Tapatalk



Avatar utente
Freccia della Laguna
**
**
Messaggi: 5671
Iscritto il: lun 28 ago 2006 18:14
Località: A bordo di un mezzo di trasporto per andare da qualche parte
Contatta:

Re: Incidente Ferrotramviaria

#900 Messaggio da Freccia della Laguna » mar 10 apr 2018 8:38

Scontro treni in Puglia, chiesto processo per 18

Redazione ANSA
09 aprile 201821:01 NEWS


La Procura di Trani ha chiesto il rinvio a giudizio per 18 persone fisiche e per la società Ferrotramviaria nel procedimento sullo scontro fra due treni avvenuto il 12 luglio 2016 sulla tratta fra Andria e Corato, in cui persero la vita 23 persone e altre 51 rimasero ferite. Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di disastro ferroviario, omicidio colposo, lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso.

Rischiano il processo, oltre a capostazione e capotreno, dirigenti e funzionari di Ferrotramviaria, anche il direttore generale del ministero delle Infrastrutture, Virginio Di Giambattista, accusato in concorso con un'altra dirigente, Elena Molinaro, di non aver "compiuto verifiche periodiche" e adottato "provvedimenti urgenti" per eliminare il sistema del blocco telefonico su quella tratta a binario unico.

Le indagini di Squadra Mobile, Polizia Ferroviaria e Guardia di Finanza hanno accertato che da Andria fu dato l'ok alla partenza del treno senza aspettare l'incrocio con il convoglio proveniente da Corato, la cui partenza, però, non era stata neppure comunicata. Per queste condotte la Procura ha chiesto il processo per i dirigenti di movimento di Andria e Corato, Vito Piccareta e Alessio Porcelli, il dirigente coordinatore centrale Francesco Pistolato e il capotreno Nicola Lorizzo, che viaggiava sul convoglio partito da Andria (il collega che era a bordo del treno da Corato è tra le vittime). Ai due capostazione si contesta anche di aver falsificato i registri contenenti le annotazioni sui "via libera" per la partenza dei treni. Agli allora dirigenti di Ferrotramviaria, gli amministratori delegati Enrico Maria Pasquini e sua sorella Gloria Pasquini, il direttore generale Massimo Nitti, il direttore di esercizio Michele Ronchi e altri sei dirigenti, la Procura di Trani contesta di non aver adeguatamente valutato i rischi, violando una serie di norme sulla sicurezza.
«Dall'asfalto non nasce niente / dal pietrisco nascono i fior»

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti