Tutor a sbafo

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
215.005
*
*
Messaggi: 177
Iscritto il: dom 05 mar 2006 18:27
Località: Torino

Re: Tutor a sbafo

#16 Messaggio da 215.005 » gio 12 apr 2018 9:24

ESCity81 ha scritto:
gio 12 apr 2018 8:37
Che poi anche quella dell'autovelox per fare cassa non sta in piedi.
Sta in piedi eccome! Naturalmente è vero che, con il dispositivo segnalato e con il passaparola, dopo un certo tempo dall'installazione le sanzioni tendono a zero, e l'apparecchio non "rende" più. Ma il fatto che i comuni li piazzino per fare cassa, resta - putroppo - vero.

Due dimostrazioni qui a casa mia:

1) Torino installa un velox fisso in Corso Unità d'Italia. Sull'onda dell'entusiasmo, conseguente la pubblicazione dei primi risultati sulle "vittime" e conseguenti incassi, anche Moncalieri annuncia l'inntenzione di installare analogo apparecchio, sul proseguimento nel suo territorio del medesimo corso (che in Moncalieri prende il nome di Corso Trieste). Sono passati 10 anni: ancora nulla all'orizzonte. Dov'è finita l'urgenza di tutelare la sicurezza stradale?

Peraltro l'installazione stessa in Torino è oltremodo discutibile: il tratto in questione è a tre corsie per senso di marcia, con largo spartitraffico centrale, privo di incroci a raso e di attraversamenti pedonali (per i quali esistono appositi sovrappassi); si trova inoltre in una zona priva di abitazioni, essendo compreso tra la riva del Po ed il parco di "Italia '61". E' una specie di autostrada urbana, che raccorda direttamente con la tangenziale e la A6. Il imite è 70.

Si lamentava che il tratto fosse pericolossissimo e teatro di frequenti incidenti: infatti era frequentatissimo da prostitute, e l'origine degli incidenti era data dalle manovre inconsulte dei clienti.

Se non altro l'installazione dell'apparecchio ha causato la sparizione delle prostitute (almeno la maggior parte): siccome la causa degli incidenti era nota e l'installazione del velox non sarebbe stata risolutiva (con spiacevolissime ripercussioni politiche), è stato disposto un più intenso pattugliamento. Si sono comunque solo spostate su Via Ventimiglia, eh!

2) Analogo apparecchio era stato installato sull'ultimo tratto di Corso Regina Margherita, anni prima di questo. Anche qui le caratteristiche sono autostradali, tanto che praticamente non si distingue il termine della tangenziale e l'inizio del corso; lo spartitraffico centrale è realizzato con bancherottoli di cemento tipo New Jersey.

L'apparecchio era dotato di display di preavviso che indicavano la velocità rilevata. SI è osservato il seguente fenomeno:

FASE 1: display in funzione.

FASE 2: dopo che evidentemente il "fatturato" dell'arnese è calato, i display hanno smesso di indicare la velocità effettiva, ma sono stati messi su un'indicazione fissa "Controllo velocità"

FASE 3: dopo altro tempo i display sono stati semplicemente spenti

Tempo fa si è appreso che il velox era "guasto" e quindi non rilevava più: il comune non aveva i soldi per ripararlo (verossegno che l'apparecchio non era neppure in grado di ripagare il proprio mantenimento). Come lo si è saputo? è stato il Comune a diffondere la notizia! Annunciando anche che la riparazione sarebbe stata lunga.

Se l'obiettivo è tutelare la sicurezza stradale, questa è esattamente la notizia che NON si deve dare...

Come preannunciato, molti mesi dopo (ovvero quando il tasso di infrazioni è salito nuovamente a livelli finanziariamente accettabili), il velox è stato riparato. Annuncio? breve comunicato dell'ufficio stampa dei Vigili Urbani, la mattina alle 8 del giorno prima. Ripetuto il giorno dopo.

E c'è qualcuno che ha il coraggio di sostenere che queste installazioni non sono fatte per motivi di cassetta? ma per favore... Il fatto è che ovviamente dopo un certo tempo smettono di essere redditizie, questo è vero. Ma è una cosa che al politico di turno, che vive nel mondo dei sogni, non viene neppure in mente

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37691
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Tutor a sbafo

#17 Messaggio da E412 » gio 12 apr 2018 9:32

RegioAV ha scritto:
gio 12 apr 2018 6:24
Che poi boh. Cosa ci sia da brevettare per il calcolo della velocità media mi sfugge. Ignoranza mia.
Il sistema usato per calcolare la vmedia del veicolo. Ch nel caso del tutor si basa a memoria su un mix 'spire nell'asfalto + telecamere'.
Dalle mie parti, oltre ad un tutor 'girovago' (nel senso che ogn tot mesi lo spostano), avevano provato a sperimentare un sistema che facesse la stessa cosa, ma che fosse più semplice (solo telecamere) e sopratutto NON coperto da brevetto. Cosa ne sia stato non lo so.

@ EscCity: gli autovelox sono usati spesso per fare cassa. Non si tratta di quelli installati dalla polstrada, ma di quelli che i comuni mettono per tirare su un po' di grana (le multe sono a bilancio...).
Dalle mie parti un paio di anni fa si era arrivati al ridicolo: un comune aveva improvvisamente abbassato il limite di velocità di un tratto di strata e piazzato una pattuglia della municipale a fare multe. Peccato che il pezzo di strada fosse di competenza della provincia, che non aveva minimamente autorizzato (nè gradito) la cosa.

Quanto ai limiti, la maggior parte sono talmente privi di senso e 'ansf-style' che quando chi si preoccupa di sciurezza stradale piazza un autovelox, in genere lo tara alla velocità che dovrebbe essere teoricamente quella limite. E così hai tratti di statale su cui dovresti andare a 90, che hanno limiti imbecilli a 70, e su cui l'autovelox è tarato a 90.
Ma l'Italia è la patria dei paramenti di culo, e qundi avanti così.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

dedorex1
**
**
Messaggi: 5629
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: Tutor a sbafo

#18 Messaggio da dedorex1 » gio 12 apr 2018 9:33

E' vero soprattutto nei paesini. Però è anche vero che all'estero ti mazzolano in maniera anche più forte e spesso ci raccontiamo quanto sono bravi
Qui in Francia sono intervenuti a spron battuto e ci sono velox in ogni dove tarati al limite (neanche i 10 km/h di scarto dei tutor) e paghi come un banchiere; il tasso di mortalità negli ultimi anni è crollato (salvo riprendere nel 2017 credo) sia sulle autostrade (come da noi) ma anche sul resto della rete.
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
fab
**
**
Messaggi: 8596
Iscritto il: ven 02 dic 2005 16:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Tutor a sbafo

#19 Messaggio da fab » gio 12 apr 2018 9:35

Ci sono limiti equi e molti limiti ridicoli, questo è vero. Se avete tre minuti da perdere guardate so Google quello che succede alla E78 nel comune di Campagnatico: i limiti si abbassano da 110 a 90 senza motivo.

Ci sono molti limiti, come il mio nella foto, che invece sono giusti ed è sacrosanto mettere sistemi di rilevazione.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37691
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Tutor a sbafo

#20 Messaggio da E412 » gio 12 apr 2018 9:39

Io sono del parere che la virtù spesso non stia nel mezzo, ma in questo caso si.
I limiti devono avere senso ed essere commisurati a quanto disponibile attualmente. I limiti imposti dal Cds sono abbastanza conservativi ma nel complesso ragionevoli, quelli imposti dagli enti stradali quasi mai e questo fa perdere utilità a limiti strngenti che invece il loro snenso ce l'hanno.
Quindi mi va bene se metti i limiti del Cds e poi piazzi i velox dove ti pare e azzanni ai polpacci chiunque sgarri. Non mi va bene se i limiti sono a caso. E magari qualcuno qui dentro ricorda ancora il mio esperimento sociale a Cedegolo :>:):

Tra l'altro, nota: ora con tutor e affini si può controllare se il veicolo è assicurato. Per come la vedo io, tra un veicolo che viaggia a 100 su limite 90 e uno che viaggia senza assicurazione il rapporto di gravità è 1:10, quindi personalmente sono per ritarare temporaneamente i sistemi per mazzuolare tutti i non assicurati e tenere il controllo velocità solo per i casi più gravi (ovviamente senza dirlo).
Però mi hanno assicurato che si fa il contrario. :roll:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
fab
**
**
Messaggi: 8596
Iscritto il: ven 02 dic 2005 16:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Tutor a sbafo

#21 Messaggio da fab » gio 12 apr 2018 9:48

per i più smemorati, potresti riassumere l'esperimento di Cedegolo? Ho anche provato a fare una ricerca ma non mi è venuto fuori.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Bomby
*
*
Messaggi: 210
Iscritto il: mar 01 ott 2013 18:16
Località: Massa Finalese (MO)

Re: Tutor a sbafo

#22 Messaggio da Bomby » gio 12 apr 2018 9:58

Ricordo il caso di una foto pubblicata da quattroruote poco tempo fa di una strada (statale in Toscana, credo) in cui il limite passava da 90 a 50 improvvisamente per 100 m (o poco più) in un tratto in cui non c'era nulla che potesse giustificarlo. Guardacaso però nel mezzo c'era un bel velox...

Altro caso con esperienza personale: Via del Mare da Ferrara ai Lidi, ormai non più trafficata come una volta a causa della superstrada. Io preferisco fare quella anche se ci si mette di più: la strada è circondata da alberi che la ombreggiano ben bene, ma il fondo si sta deteriorando e quindi un certo limite (70-80) in molti casi ci sta, ed infatti la strada è costellata di velox. In un certo tratto, però, è presente il tutor: strada perfettamente rettilinea, non un albero a fianco della strada, giusto qualche intersezione su strade che portano nei campi, oltre a qualche passo carrabile per le case, in tutti i casi le immissioni hanno perfetta visibilità. Insomma, un tratto in cui si possono fare tranquillamente i 90 all'ora. Peccato che il tutor sia fisso ai 70, e funzioni: mio padre, che non ha certo il piede pesante, s'è beccato una multa, per fortuna bassa: si è distratto e ha pestato un po' più sull'acceleratore del dovuto. Classico esempio di tutor piazzato lì per fare cassa, non per la sua presenza, ma per il limite inutilmente basso.
Giudicate voi: https://www.google.it/maps/@44.8136051, ... 6656?hl=it
Davide Bombarda

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Tutor a sbafo

#23 Messaggio da sr » gio 12 apr 2018 10:04

A proposito di tutor e limiti: Mi spiegate perché sulla A26 tra Ovada e Genova il limite era 130 quando non c'era il tutor ed ora è a 110?
E lo stesso per il tratto della A10 fino a Savona, anche se li il limite a 110 lo trovo più corretto.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

215.005
*
*
Messaggi: 177
Iscritto il: dom 05 mar 2006 18:27
Località: Torino

Re: Tutor a sbafo

#24 Messaggio da 215.005 » gio 12 apr 2018 10:26

A proposito di velox per fare cassa: i comuni arrivano anche a commettere veri e propri falsi, altro che storie!

Esperienza personale sul già citato impianto di Corso Unità d'Italia: infrazione di 76 e spiccioli, per cui dedotti i 5 km/h di tolleranza, veniva una violazione di 71,qualcosa. Importo circa 60 euro, ridotti a 45 se conciliazione immediata.

Peccato che secondo loro il passaggio era avvenuto un sabato pomeriggio. Io parto per il fine settimana il venerdì sera e torno la domenica notte... ma a parte la parola dei miei genitori non avevo altro modo di dimostrare di essere fuori Torino all'ora della presunta infrazione. Inoltre passo di lì piuttosto spesso, anche di giorno: sicuramente una foto della mia auto in un momento che "potrebbe" essere un sabato pomeriggio ce l'hanno.

L'importo era lieve; non c'era nemmeno decurtazione di punti; il ricorso costa più della sanzione... di malavoglia ho pagato :evil: . Ed io mi domando: quanti altri saranno stati nella mia condizione?

ESCity81
**
**
Messaggi: 3731
Iscritto il: dom 11 ott 2009 17:56

Re: Tutor a sbafo

#25 Messaggio da ESCity81 » gio 12 apr 2018 10:30

Nel tratto terminale della A15, penetrazione urbana della Spezia tra il casello nel Comune di S.Stefano M. e la città (8 km gratuiti, con alcuni svincoli) il limite è stato improvvisamente abbassato da 110 a 90. Onestamente on ho capito perchè, forse a causa della realizzazione di una nuova immissione; comunque niente tutor nè velox.
215.005 ha scritto:
gio 12 apr 2018 9:24
Sono passati 10 anni: ancora nulla all'orizzonte. Dov'è finita l'urgenza di tutelare la sicurezza stradale?
sacrificata in nome della campagna elettorale (perenne)? :mrgreen:
215.005 ha scritto:
gio 12 apr 2018 9:24
Peraltro l'installazione stessa in Torino è oltremodo discutibile: il tratto in questione è a tre corsie per senso di marcia, con largo spartitraffico centrale, privo di incroci a raso e di attraversamenti pedonali (per i quali esistono appositi sovrappassi); si trova inoltre in una zona priva di abitazioni, essendo compreso tra la riva del Po ed il parco di "Italia '61". E' una specie di autostrada urbana, che raccorda direttamente con la tangenziale e la A6. Il imite è 70.
Non conosco il tratto in questione direttamente, ma Corso Unità 'Italia, da quanto vedo su Google, può configurarsi come Strada Urbana di Scorrimento (Cat. D del D.M. 5/11/2001) per il quale lo stesso DM, e di conseguenza il CdS, fissano la velocità massima ammessa a 70 Km/h. Stesse considerazioni per l'alto caso di C.so R. Margherita.
DAVIDE - ESCity

ESCity81
**
**
Messaggi: 3731
Iscritto il: dom 11 ott 2009 17:56

Re: Tutor a sbafo

#26 Messaggio da ESCity81 » gio 12 apr 2018 10:32

Ovviamente, i limiti massimi di cui al DM citato e ripresi dal CdS valgono per stade conformi ai modelli riportati nel DM stesso. Quelle esistenti possono essere assimilate a tali modelli, tuttavia la diversa larghezza delle corsie o delle banchine o l'assenza di una corsia di emergenza, tanto per fare altri esempi, possono comportare riduzioni locali o estese della vmax.
DAVIDE - ESCity

ESCity81
**
**
Messaggi: 3731
Iscritto il: dom 11 ott 2009 17:56

Re: Tutor a sbafo

#27 Messaggio da ESCity81 » gio 12 apr 2018 10:44

fab ha scritto:
gio 12 apr 2018 9:35
Ci sono limiti equi e molti limiti ridicoli, questo è vero. Se avete tre minuti da perdere guardate so Google quello che succede alla E78 nel comune di Campagnatico: i limiti si abbassano da 110 a 90 senza motivo.
Mi hai incuriosito...ho dato u'occhiata.

da quanto vedo, nel tratto in questione ci sono due svincoli, per cui le relative corsie di accelerazione/decelerazione dello svincolo di Campagnatico che potrebbero essere corte per una Vmax di 110. Oppure le due curve opposte in sequenza, il loro raggio, la pendenza trasversale, i raccordi a raggio variabile con i rettifili o il tratto rettilineo intermedio potrebbero avere dimensioni non compatibili con la Vmax di 110 (propendo più per le corsie di accelerazione/decelerazione, comunque, perchè il limite inizia proprio in corrispondenza dello svincolo)
DAVIDE - ESCity

215.005
*
*
Messaggi: 177
Iscritto il: dom 05 mar 2006 18:27
Località: Torino

Re: Tutor a sbafo

#28 Messaggio da 215.005 » gio 12 apr 2018 10:52

ESCity81 ha scritto:
gio 12 apr 2018 10:30
Corso Unità 'Italia, da quanto vedo su Google, può configurarsi come Strada Urbana di Scorrimento (Cat. D del D.M. 5/11/2001) per il quale lo stesso DM, e di conseguenza il CdS, fissano la velocità massima ammessa a 70 Km/h. Stesse considerazioni per l'alto caso di C.so R. Margherita.
Lo so: formalmente il limite è ineccepibile; ma a parer mio questo rientra nei casi di limiti per lo meno troppo conservativi. Sui due tratti in esame un limite di 90 gioverebbe alla fludità del traffico e non diminuirebbe in alcun modo la sicurezza.

Avatar utente
fab
**
**
Messaggi: 8596
Iscritto il: ven 02 dic 2005 16:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Tutor a sbafo

#29 Messaggio da fab » gio 12 apr 2018 10:52

ESCity81 ha scritto:
gio 12 apr 2018 10:44
fab ha scritto:
gio 12 apr 2018 9:35
Ci sono limiti equi e molti limiti ridicoli, questo è vero. Se avete tre minuti da perdere guardate so Google quello che succede alla E78 nel comune di Campagnatico: i limiti si abbassano da 110 a 90 senza motivo.
Mi hai incuriosito...ho dato u'occhiata.

da quanto vedo, nel tratto in questione ci sono due svincoli, per cui le relative corsie di accelerazione/decelerazione dello svincolo di Campagnatico che potrebbero essere corte per una Vmax di 110. Oppure le due curve opposte in sequenza, il loro raggio, la pendenza trasversale, i raccordi a raggio variabile con i rettifili o il tratto rettilineo intermedio potrebbero avere dimensioni non compatibili con la Vmax di 110 (propendo più per le corsie di accelerazione/decelerazione, comunque, perchè il limite inizia proprio in corrispondenza dello svincolo)
Mah...io in questo caso propendo per la possibilità del comune di piazzare un autovelox.

Ti spiego: conosco e frequento quella strada fin da bambino. E' stata completamente raddoppiata, o meglio, ricostruita, circa una decina di anni fa. Uno dei due svincoli si raccorda ad un piccolo centro commerciale preesistente, l'altro alla strada vicinale per il borgo di Campagnatico. A che pro progettare ex novo degli svincoli più corti, mentre tutti gli altri (compresi ad esempio i due di Paganico) sono lunghissimi? Nel tratto verso Grosseto ma non solo hanno sbancato delle colline, perchè non hanno eseguito lavori simili anche lì, se ce ne fosse stata la necessità? A occhio e "a volante" quelle due curve non sono nulla di particolare rispetto ad altre con limite 110! Poi posso sbagliarmi,ma la cosa mi ha sempre fatto insospettire.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7494
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tutor a sbafo

#30 Messaggio da simplon » gio 12 apr 2018 11:05

sr ha scritto:
gio 12 apr 2018 10:04
A proposito di tutor e limiti: Mi spiegate perché sulla A26 tra Ovada e Genova il limite era 130 quando non c'era il tutor ed ora è a 110?
E lo stesso per il tratto della A10 fino a Savona, anche se li il limite a 110 lo trovo più corretto.
Il limite tra Ovada e Genova è stato rivisto al ribasso in quanto giustificato dal fatto che siamo in presenza di una tratta "di montagna" con numerose gallerie, tutte prive di corsia di emergenza. Sulla Genova-Savona, direzione sud, invece è stato addirittura elevato perché fino a un recente passato, era addirittura 80 km/h.

Parlando in generale di autovelox locali, è assolutamente vero che si tratta di sistemi per fare cassa, a tal punto che la previsione di incasso rientra addirittura nel bilancio economico dei comuni, cosa assurda e contraria alla convivenza civile, perché al contrario bisognerebbe partire da una presunzione di incasso zero.

s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite