seggiovia gira al contrario

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37691
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: seggiovia gira al contrario

#46 Messaggio da E412 » gio 05 apr 2018 15:50

Ma perchè mollare i freni prima di inserire il sistema di recupero? Mi sembra controintuitivo, un po' come voler fare una partenza in salita in auto e come prima cosa mollare il freno di stazionamento, il freno di servizio e mettere il cambio in folle, per poi avviare il motore. Mi pare ovvio che non vada a finire bene... ::-?:
Voleva forse essere una scorciatoia?

OT: per me che sono esterno alla questione la prima frase suonava di fatto incomprensibile. Per me i freni sono 'engaged' e non 'disengaged' quando si inseriscono, quindi avrei tradotto con 'la seggiovia si è fermata solo quando 'lo sbloco manuale del freno di emergenza' è stato attivato. :shock: Suppongo però che il riferimento sia alla valvola, quindi sblocco manuale di emergenza della valvola con contestuale attivazione (manuale, indiretta) del freno di emergenza. Giusto nella logica di impianto?

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3509
Iscritto il: sab 23 giu 2007 20:17
Contatta:

Re: seggiovia gira al contrario

#47 Messaggio da aln668.1207 » gio 05 apr 2018 16:38

Si, riguarda l'apertura della valvola.

Qualcuno li chiama "mr. Cipolla", sono quegli stupidi che fanno le cose senza pensare a sequenze e conseguenze, disattivano protezioni e interblocchi perché non gli lasciano fare come vorrebbero.
Giusto un paio di settimane fa ho salvato un "collega" dalla folgorazione, facendogli notare che stava per mettere le mani su dei fili in tensione.
Aveva staccato il generale e si era messo ad armeggiare nel quadro elettrico di una macchina, ma poi qualcuno che aveva bisogno di usare altre macchine lo aveva tirato su, senza domandarsi perché fosse staccato.
Credo che almeno metà delle "vittime del lavoro" abbiano questa origine, vittime della loro stessa stupidità.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: seggiovia gira al contrario

#48 Messaggio da sr » ven 06 apr 2018 9:42

Beh, nel caso da te citato la stupidità sarebbe stata di entrambi:
Lui perchè non ha lasciato sul quadro generale che informasse perché DOVEVA rimanere staccato, e l'altro perchè trovandolo staccato non si è posto il problema del perchè.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Astro
*
*
Messaggi: 939
Iscritto il: mar 17 gen 2017 14:33

Re: seggiovia gira al contrario

#49 Messaggio da Astro » ven 06 apr 2018 10:19

A quanto mi ricordi, le norme prescrivono che, se si trova un interruttore aperto in un quadro, prima di chiuderlo bisogna sincerarsi del perché lo sia. Che poi un cartello in più non faccia male siamo d'accordo.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37691
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: seggiovia gira al contrario

#50 Messaggio da E412 » ven 06 apr 2018 10:58

Sincerarsi del perchè sia aperto è corretto, però uno potrebbe pensare che sia scattato, e quindi potrebbe essere portato a riarmarlo per vedere che succede.
Io, con la mia ansia da folgorazione, probabilmente metterei un cartello o un piantone, però bisogna anche vedere dove si trovavano i soggetti rispetto al quadro, quali erano le prassi e soprattutto cosa proteggeva quell'interruttore.
Ad esempio mi è capitato, con temporali forti (grazie ai lavori 'a regoa d'arte'... :roll: ) di trovare le protezioni del cancello automatico o delle luci condominiali scattati. In quel caso, preso atto di non aver visto nessuno trafficare (ma il quadro elettrico è in cantina) che fai? Riarmi o no? E se nel frattempo qualcuno che non hai visto ci sta mettendo le mani?
Nel mio caso era notte, ma se capitasse di giorno qualche dubbio lo avrei.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11966
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: seggiovia gira al contrario

#51 Messaggio da sr » ven 06 apr 2018 12:00

OT: a proposito di indebite chiusure di interruttori
Anni fa i miei suoceri residenti ad Ospedaletti, a causa della malattia di mio suocero, si sono trasferiti a Milano e la prima volta che hanno lasciato l'appartamento avevano staccato la luce non dal quadro in casa, ma da quello in cantina.
Sta di fatto che qualcuno, nel passare dei mesi, ha riattaccato la luce.
Il problema è stato il frigorifero lasciato con le porte aperte e acceso. Non so come, non si è bruciato il motore, ma quando siamo entrati in casa dopo circa 5 mesi c'era una colata di ghiaccio che usciva dal freezer che arrivava in terra modello ghiacciaio alpino.
Comunque sia, dopo circa un anno, alla riaccensione dopo un altro periodo di stop (questa volta staccando la corrente in casa) il frigorifero ha alzato bandiera bianca!
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3509
Iscritto il: sab 23 giu 2007 20:17
Contatta:

Re: seggiovia gira al contrario

#52 Messaggio da aln668.1207 » ven 06 apr 2018 12:26

sr ha scritto:
ven 06 apr 2018 9:42
Beh, nel caso da te citato la stupidità sarebbe stata di entrambi:
Lui perchè non ha lasciato sul quadro generale che informasse perché DOVEVA rimanere staccato, e l'altro perchè trovandolo staccato non si è posto il problema del perchè.
E' prassi che a fine uso del laboratorio l'interruttore generale di alimentazione delle macchine utensili venga staccato, proprio per evitare che qualcuno possa avviare indebitamente una macchina.
Purtroppo a chi si è messo a lavorare non è venuto in mente a) di avvertire che lo staccava b) di mettere un foglio di avviso c) di chiudere a chiave il quadro e mettersi in tasca la chiave.
Chi è entrato dopo lo ha inserito, dato che era il suo orario d'uso del laboratorio...
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

pm_class55
**
**
Messaggi: 1134
Iscritto il: lun 15 dic 2008 13:15
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Re: seggiovia gira al contrario

#53 Messaggio da pm_class55 » ven 20 apr 2018 22:50

per quanto riguarda gli azionamenti: nel mio condominio ci sono 3 scale, 2 con ascensore. Quella dove abito io ha l'impianto originale del '967 con vari adeguamenti (azionamento a inverter con freno a pinza sul volano del motore nel 2006, doppie sicurezze incrociate tra porte cabina (scorrevoli) e esterne (a battente) nel 2009-10), ma il gruppo motoriduttore rimane l'indistruttibile ROTOS del tempo che fu, a pieno carico (4 persone) il motore comincia forse a sentire il peso degli anni, ma l'inverter montato 12 anni fa e' buono e il filtraggio di linea quasi ottimo (sono radioamatore anche VLF).
L'altra scala, nel 2009 decisero di rinnovare tutto, installando un impianto Thyssen all'epoca "innovativo" del tipo a trazione diretta, paventato come a risparmio energetico, veloce, porte scorrevoli, display LCD, citofono, eccetera. Nel vecchio locale macchina in terrazza e' rimasto solo il modulo GSM per le chiamate di emergenza: lo scatolotto dell'azionamento e' stato installato... nella tromba all'ultimo piano! Per poter operare sull'inverter o sul motore bisogna chiamare la cabina al piano di sotto, salire all'ultimo a piedi, sbloccare la porta con la chiave triangolare, aprirla e saltare sul tetto della cabina, disabilitare comandi interni e sicura porte e con la pulsantiera di servizio alzare la cabina fino a raggiungere il quadro :shock: il motore e' minuscolo, un cubetto da neanche 50 cm di lato, infilato nell'incastellatura e direttamente collegato alla puleggia di trazione. Impianto moderno ma abbastanza cagionevole e lento, perche' senza motoriduttore e con un motore praticamente passo-passo, la cabina va fisicamente ancorata ai piani quando l'inverter non lavora (e il motore e' libero di girare).
Come mai ho visto tutto questo? Perche' l'inverter e' un rottame, la sua frequenza di 10 kHz (e la prima armonica a 20 modulata a "ventaglio") rientra nell'impianto elettrico di tutto il condominio, passando tutti i contatori, a me fischiano i gruppi di continuita', ma ho sentito di altri "strani sibili dagli elettrodomestici"... :wall: ci ho messo mesi per capire da dove venisse questo disturbo, poi mi sono recato nell'androne della scala con l'analizzatore di spettro e ho chiamato l'ascensore... roba da magnetoterapia! :shock: :wall: durante il sopralluogo con l'addetto per la verifica dell'azionamento, ho visto che il filtro di linea sono... 3 induttanze non molto diverse da quelle dei crossover Hi-Fi. Si sarebbe informato per valutare l'installazione di un filtro piu' sofisticato (cella L/C?), ma dopo qualche mese in assemblea la risposta e' stata: l'impianto e' a norma e non ha bisogno di modifiche. :wall:
ALn: non e' che per caso hanno montato un inverter da motore asincrono "adattato"? :shock: ::-?: :wall:

Impianti a fune: nell'estate 1992 li stavano rinnovando in quel del Nevegal (BL) e ho visto tutti i vecchi pezzi accuratamente :sofa: accatastati in un piazzale (credo fossero quelli della vicina seggiovia biposto), tra questi c'era anche il motore di trazione ed era effettivamente in corrente continua. La mitica Nascivera monoposto (demolita proprio nel 1992) me la ricordo, era un po'... rude.

E412: anche LG usa la trazione diretta sulle lavatrici, ne abbiamo una del 2005, una delle prime (azionamento sui 16 kHz mi pare), gira ancora come un orologio :-D

Cinghiale: forse il piu' famoso giradischi a trazione diretta (in cui il piatto stesso e' parte del motore, avendo montati i magneti) e' il Technics (Panasonic) SL-1200, in produzione piu' o meno ininterrotta dai primi anni 70 :-D

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti