[Germania] Siemens testa filocarri

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
sidew
**
**
Messaggi: 2079
Iscritto il: lun 04 feb 2008 9:49
Località: Pendolare della MMMOL
Contatta:

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#31 Messaggio da sidew » lun 30 nov 2015 14:26

Be stanno chiudendo le centrali nucleari e li stanno convertendo al carbone....
Sidewinder

"Oops!" - Shannon Foraker - Ashes of Victory

Avatar utente
cf
**
**
Messaggi: 2094
Iscritto il: lun 01 mag 2006 11:18
Località: Berna - Ticino (Svizzera)
Contatta:

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#32 Messaggio da cf » lun 30 nov 2015 14:47

Non vorrei avviare una polemica, ma per me è sicuramente meglio puntare sul carbone che sul nucleare.
Il carbone inquina molto, è noto, ma quando si spegne una centrale a carbone le sue emissioni nocive si interrompono subito.
Allo spegnimento di una centrale nucleare, le sue scorie radioattive rimangono pericolose per centinaia di migliaia di anni: ci mettono infatti 200'000 anni (!) per tornare allo stato di origine.
CF
L'altro dì andando a Cevi...

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25239
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#33 Messaggio da paolo656 » lun 30 nov 2015 14:54

Ma molto meglio sotto questo punto di vista puntare sul gas naturale, che tra l'altro se usato nelle combinate garantisce ottimi rendimenti! :)

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14654
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#34 Messaggio da quattroe28 » lun 30 nov 2015 15:03

dunque... giusto ieri gli olandesi hanno deciso di chiudere le centrali a carbone.
Diciamo che il carbone è tutt'altro che sostenibile come forma di energia anche se le emissioni possono essere estremamente limitate a patto di usare costosi sistemi di abbattimento.
cf ha scritto: centrale nucleare, le sue scorie radioattive rimangono pericolose per centinaia di migliaia di anni: ci mettono infatti 200'000 anni (!) per tornare allo stato di origine.CF
eh? quale "stato di origine"??? Diciamo "per far cessare totalmente i decadimenti radioattivi" che è meglio...

poi 200.000 anni per molti radionuclidi delle famiglie del decadimento radioattivo mi paiono decisamente pochi...
Inoltre c'è il problema (mai affrontato finora) del decommissioning di una centrale nucleare (la restituzione dello spazio utilizzato una volta cessata l'attività di produzione di energia elettrica).

qualcosa su questo lato sembra si muova con Areva che ha ottenuto di recente un contratto insieme ai giapponesi di Hitachi GE Nuclear energy per lo smantellamento di alcuni reattori ad acqua bollente
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Maestrale-F570
*
*
Messaggi: 306
Iscritto il: ven 18 set 2015 8:52

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#35 Messaggio da Maestrale-F570 » lun 30 nov 2015 15:09

Il carbone viene ancora utilizzato solo perchè ce ne sono scorte molto ampie sul pianeta.
In quanto alle emissioni di gas serra, di certo è tra i maggiori inquinanti.
E comunque a me risulta che in Germania stanno cominciando a chiudere le nucleari non per sostituirle con i combustibili fossili, ma con le rinnovabili come la eolica e la solare.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 14069
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#36 Messaggio da UluruMS » lun 30 nov 2015 17:22

E con feroci polemiche su chi si è visto aggravare la bolletta per finanziare lo switch off e chi invece pur essendo il primo consumatore resta a prezzi da stato socialista (industria dell'alluminio)
Ma queste sono scelte politiche
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39314
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#37 Messaggio da E412 » lun 30 nov 2015 17:31

quattroe28 ha scritto: Inoltre c'è il problema (mai affrontato finora) del decommissioning di una centrale nucleare (la restituzione dello spazio utilizzato una volta cessata l'attività di produzione di energia elettrica).
Gli inglesi lo hanno affrontato :wink: (hanno deciso che loro intanto spengono le centrali che hanno completato il ciclo vitale, poi il resto saranno cavoli, soprattutto economici e gestionali, di molte generazioni future :mrgreen: )

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14654
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#38 Messaggio da quattroe28 » lun 30 nov 2015 20:47

eh, già....
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Coccodrillo
***
***
Messaggi: 10080
Iscritto il: lun 10 mag 2004 20:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#39 Messaggio da Coccodrillo » lun 30 nov 2015 21:53

E412 ha scritto:I Trollino di Roma e gli AG300 di Milano non hanno il sollevamento automatico?
Perchè se anche per quelli in foto devo adare di sensori e telecamere, tanto vale restare sul classico, o comunque su roba pù semplice pur restando su pantografi.
I filobus che citi (e i concorrenti) alzano le aste quasi alla cieca (ma probabilmente alcuni hanno una telecamera per aiutare l'autista), da fermi e sfruttanto degli inviti a imbuto sulla linea aerea.

L'obiettivo dei pantografi di questi filocarri è invece di permettere il collegamento con la linea aerea in piena corsa e senza grande intervento dell'atista, se non in modo del tutto automatico. Con i trolley tradizionali centrare i fili in corsa sarebbe impossibile, a meno di non mettere per tutta la lunghezza della linea una linea aerea rigida a V rovesciata per riuscire ad agganciare le aste...
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
augustus
***
***
Messaggi: 12423
Iscritto il: dom 14 ago 2005 23:48

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#40 Messaggio da augustus » mar 01 dic 2015 21:31

Basilea, abbiamo anche questo (so che non c'entra, però ...) :megaball::

Immagine
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! S. Giovanni Paolo II

daucus
**
**
Messaggi: 8344
Iscritto il: mar 13 apr 2004 15:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#41 Messaggio da daucus » mer 02 dic 2015 12:04

La alimentazione elttrica è solo per i servizi (aspiratore) o anche per la trazione ?
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

qalimero
**
**
Messaggi: 7019
Iscritto il: sab 27 dic 2003 1:15
Località: Toscana

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#42 Messaggio da qalimero » mer 09 dic 2015 17:54

Posta la difficoltà di contenimento dell'ingombro, in un sistema bifilare, l'esperienza maturata in Italia nel trifase avrebbe una resa.

Ad ogni modo, mi pare un po' una cosa simile a quella degli autotreni multirimorchio: fare un camion che somigli sempre più ad un treno.
E come quella dei tram senza rotaie, ecc.

Viste le recenti osservazioni maturate di contorno al forum di Parigi., forse l'originale è ancora preferibile ai "somiglia a"

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11367
Iscritto il: mer 28 gen 2004 13:06
Località: Torino / Traves in estate

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#43 Messaggio da Grande Puffo » ven 08 giu 2018 16:53

Beh, essendo mezzi ibridi non ci sarebbero scambi da elettrificare.
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...
10/11/2018 SI TAV a Torino, io c'ero!!!

gbelogi
**
**
Messaggi: 5488
Iscritto il: lun 21 ago 2006 19:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#44 Messaggio da gbelogi » mer 06 feb 2019 18:28

Ho letto un articolo interessante sull'idea di utilizzare filocarri per il trasporto merci.

Il punto chiave è che basterebbe installare i bifilari su alcune tratte anche relativamente brevi, con l'idea che oltre all'energia per la trazione il camion caricherebbe le batterie per percorrere il tratto successivo senza batterie o addirittura semplicemente per staccarsi dal bifilare ed eseguire un sorpasso ove necessario.

Ad esempio in Germania è stato stimato che elettrificando una corsia sul 30% delle tratte autostradali e con l'uso esclusivo di filocarri, l'l'80% degli spostamenti di merci sulla rete autostradale avverrebbero a trazione elettrica. Interessante.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1829
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: [Germania] Siemens testa filocarri

#45 Messaggio da Lirex » mer 06 feb 2019 19:47

Voglio vedere poi che corrente circola...., non puoi sicuramente usare una tensione elevata per problemi di isolamento, quindi devi rassegnarti ad avere correnti elevate con tutti i problemi di perdite che ad esempio abbiamo sulle linee ferroviarie a 1500 e 3000 Vcc. Tenuto poi conto che la potenza da fornire per trasportare la stessa massa e superiore rispetto al treno a causa del maggiore attrito, il sistema rischia di ripetere l' esperienza del Translohr. Perchè usare la brutta copia quando è meglio l' originale?... serve giusto ad ammaliare qualche "esperto" in trasporti, tipo l' Architetto Ponti ( senza offesa per gli architetti).

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti