Discussione su Alitalia

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2553
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

Re: Discussione su Alitalia

#526 Messaggio da PENDOLINO » mar 17 ott 2017 9:32

Non solo è stato prorogato al 30 aprile il termine per la cessione, ma sono stati erogati atri 300 milioni a titolo di "prestito ponte", come se i 600 milioni già erogati a maggio non fossero bastati. E posponendo anche il termine per la restituzione.

e402a
**
**
Messaggi: 1969
Iscritto il: sab 30 lug 2005 13:01
Località: Veneto

Re: Discussione su Alitalia

#527 Messaggio da e402a » mar 17 ott 2017 11:05

Chissà perché una vocina fastidiosa tra l’altro, mi dice che così sarà per moootlto tempo ancora..oh...ovviamente poi, li restituiranno eh!
Non facciamo i maliziosi qua dentro!

marcogiov
*
*
Messaggi: 489
Iscritto il: ven 25 feb 2005 16:12
Località: Milano P.ta Venezia

Discussione su Alitalia

#528 Messaggio da marcogiov » mar 17 ott 2017 16:35

UluruMS ha scritto:Ieri scadeva termie per le proposte di acquisto
dalla stampa apprendo che sono state 7, tra cui Easyjet e Lufthansa, che paiono interessate solo ad alcuni asset della compagnia, rotte ed aeromobili, mostrando assoluto disinteresse per i servizi a terra.
2 o 3 delle 7 offerte riguardano i servizi di terra (handling) e non la parte aviation.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13623
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Discussione su Alitalia

#529 Messaggio da UluruMS » mar 17 ott 2017 17:24

Quindi non più di due o tre sono per tutta la compagnia
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

marcogiov
*
*
Messaggi: 489
Iscritto il: ven 25 feb 2005 16:12
Località: Milano P.ta Venezia

Re: Discussione su Alitalia

#530 Messaggio da marcogiov » mar 17 ott 2017 18:19

Per tutta la parte aviation. Per handling+aviation non c'è sicuramente nessuno

Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2553
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

Re: Discussione su Alitalia

#531 Messaggio da PENDOLINO » mer 18 ott 2017 11:09

UluruMS ha scritto:
mar 17 ott 2017 9:06
giova forse ricordare che 2/3 del traffico outgoing origina nella catchment area meneghina allargata, che 2/3 del traffico incoming va a Roma, che i milanesi non fanno federaggio a Fiumicino e che i romani non lo facevano ne faranno a Malpensa.
Tanto vale, almeno per il long haul, considerarli come due mercati separati?
Tutto ciò quindi ci ricorda la bontà della scelta che era stata fatta nel 1998, con l'apertura dell'hub di Malpensa e l'accordo strategico con KLM, poi abortiti dopo pochi mesi, e da cui continuo a sostenere che siano nati una buona parte dei problemi attuali di AZA.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13623
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Discussione su Alitalia

#532 Messaggio da UluruMS » mer 18 ott 2017 11:20

E ricordano anche i vari maneggi poltici (Rutelli e Albertini) su Fiumicino e Linate a protezione di alcuni interessi di alcuni milanesi ed alcuni romani (non tutti, ma sicuramente a scapito degli altri)
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2553
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

Re: Discussione su Alitalia

#533 Messaggio da PENDOLINO » mer 18 ott 2017 15:34

Scusa Uluru, sono reperibili in rete i dati di cui sopra? Mi interesserebbero molto.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13623
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Discussione su Alitalia

#534 Messaggio da UluruMS » mer 18 ott 2017 15:50

l'ultimo punto era una intervista all'allora AD, Campella; l'ultima volta l'ho vista su FB.
Gli altri sono i dati che si snocciolano più o meno ogni volta che c'è qualche convegno su Alitalia, Malpensa dehubbing e girano da circa 10 anni.
Sono convinto che in pubblicazioni, studi del settore siano esposte in maniera più formale e precisa; ICCSAI, SEA, ENAC, Ambrosetti, Bocconi, LIUC, CCIAA dovrebbero averli pubblicati nel corso degli anni.
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38339
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Discussione su Alitalia

#535 Messaggio da E412 » mer 18 ott 2017 16:39

Beh, non tutti possono permettersi l'eleganza del governo tedesco :>:): :mrgreen:
SE serve per avere il tempo per fare le giuste valutazioni, dello spostamento me ne frega poco. Perchè la questione è, a tutti gli effetti, anche una rogna politica.
Se invece deve servire per sciacallaggio politico, meglio qui&ora.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13623
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Discussione su Alitalia

#536 Messaggio da UluruMS » ven 27 ott 2017 9:08

Sacro Romano Impero (Germanico Aeronautico)
Secondo Lufthansa: Malpensa a Eurowings e Fiumicino ad Alitalia, flotta ridotta a 80
Destini diversi per i principali scali italiani: Milano in mano alla divisione a basso costo Eurowings, Fiumicino ancora cuore operativo di Alitalia e quinto hub del gruppo. Flotta ridotta a un’ottantina di velivoli con cinquemila dipendenti, cioè una sforbiciata del 40% sull’attuale forza lavoro del ramo aviation che si vorrebbe acquistare e meno della metà di quella complessiva (11.500), considerando anche l’handling escluso dalla proposta inviata ai commissari il 16 ottobre. Più passano i giorni e più al quartier generale di Lufthansa — una delle società interessate a rilevare una parte dell’ex compagnia di bandiera assieme a easyJet — prende corpo la bozza «in continua evoluzione» sul futuro della nuova Alitalia.
«Come con Swissair»
Un piano che secondo l’amministratore delegato Carsten Spohr dovrebbe ricordare il percorso della svizzera Swiss, riportata in vita dopo il fallimento di Swissair, ma con al centro una strategia differente tra Nord e Centro-Sud Italia, secondo alcuni dirigenti vicini al dossier che hanno parlato con il Corriere della Sera chiedendo l’anonimato. Nelle intenzioni dei vertici di Lufthansa a Malpensa e Linate (ma anche negli altri impianti del Nord) i velivoli Alitalia dovrebbero lasciare gli slot a quelli di Eurowings per i voli di medio raggio, mentre i pochi collegamenti intercontinentali diretti potrebbero restare ancora in mano ad Alitalia. A Colonia puntano molto sul proprio vettore a basso costo tanto da investire 1,5 miliardi di euro con l’obiettivo di fargli trasportare nel 2018 circa 40 milioni di passeggeri contro i 18 dell’anno passato.
Fiumicino quinto hub
Fiumicino, invece, entrerebbe nella cinquina di riferimento di Lufthansa — assieme a Francoforte, Monaco di Baviera, Zurigo, Vienna — restando la base di Alitalia per le destinazioni transatlantiche verso Stati Uniti e Centro e Sud America. Proprio negli Usa l’ex compagnia di bandiera realizza il 30% dei ricavi complessivi. La nuova Alitalia dovrebbe andare incontro anche un importante ridimensionamento della sua flotta e del personale, anche se molto dipenderà dalle trattative dei prossimi mesi con il governo. Degli attuali 123 velivoli dovrebbero restarne operativi tra 75 e 80, escludendo tutti gli Embraer della divisione regionale CityLiner: 25 aerei per il lungo raggio, 50-55 per il medio. Uno «sfoltimento» agevolato dal lavoro di queste settimane dei tre commissari — Luigi Gubitosi, Stefano Paleari ed Enrico Laghi — che hanno deciso di restituire sei Airbus A320 alle società di noleggio, come anticipato da questo giornale. La questione occupazionale è però il capitolo più delicato e i tedeschi non lo negano: degli 8.400 dipendenti dell’aviation dovrebbero restarne 5.000. Un numero che «sarà in ogni caso oggetto di forte negoziazione — fanno filtrare dai piani alti di Alitalia —: l’obiettivo è avvicinarlo il più possibile a 7.000».
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2553
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

Re: Discussione su Alitalia

#537 Messaggio da PENDOLINO » ven 27 ott 2017 10:55

http://www.repubblica.it/economia/2017/ ... 179307702/
A margine della discussione su Alitalia: ancha MIstralAir (che mi risulta abbia una partecipazione in AZ attraverso PosteItaliane), rischia la chiusura.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13623
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Discussione su Alitalia

#538 Messaggio da UluruMS » lun 12 feb 2018 15:42

Non proprio in topic su Alitalia, ma si parla di Aeroporti
La regolazione di autostrade e aeroporti.
Efficienza e investimenti
22 febbraio 2018 - h. 15.00
Politecnico di Milano
Il Laboratorio di Politica dei Trasporti TRASPOL presenta un rapporto sulla regolazione economica delle infrastrutture autostradali e aeroportuali in Italia ed in Europa. Nello studio vengono approfonditi gli aspetti relativi alle tariffe e quelli che concernono le modalità di assegnazione delle concessioni. Si evidenziano le principali criticità e si prospettano ipotesi di revisione dell'attuale quadro regolatorio. Si illustrano infine i risultati di un'analisi costi-benefici semplificata dei più rilevanti investimenti autostradali condotta al fine di verificare l'esistenza di eventuali casi di overinvestment riconducibili alla inefficacia della regolazione.
Partner del WCTRS:
www.transregulation.polimi.it
Sede:
Spazio Aperto Nave Piano - 1°
Edificio 14 "Nave"
Via Bonardi 9
Milano
IL WORKSHOP È GRATUITO.
È GRADITA LA REGISTRAZIONE VIA EMAIL:
transregulation@gmail.com
Programma
15:00 Saluti introduttivi ed apertura lavori
15:15 Introduzione: Regolazione e valutazione: stato dell’arte (M. Ponti)
15:30 Presentazione dello studio (F. Ramella)
16:00 Discussione (C. Cottarelli, G. Ragazzi e C. Scarpa)
16.30 Dibattito con il pubblico (moderatore: Paolo Beria)
Taluno narra che con ABC ben fatte non abbiano senso di esistere molte di Autostrade ed Aeroporti, oltre che delle ferrovie.
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

clabre
*
*
Messaggi: 942
Iscritto il: mar 14 ott 2008 18:08

Re: Discussione su Alitalia

#539 Messaggio da clabre » lun 12 feb 2018 19:06

Il link non è relativo alla conferenza, potresti postare quello corretto?
Credo ci andrò
Grazie

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13623
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Discussione su Alitalia

#540 Messaggio da UluruMS » mar 13 feb 2018 10:00

Non ho un link corretto, ma data luogo e mail sono corretti.
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti