Costa Concordia, naufragio al Giglio

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
teofil
**
**
Messaggi: 1184
Iscritto il: lun 14 mag 2012 17:14

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1516 Messaggio da teofil » gio 17 set 2015 17:33

paolo656 ha scritto:
Comunque sì, per me finisce qua, perchè se io ti dico di passare con il rosso e tu passi pur essendone consapevole, allora tu sei il solo responsabile.
secondo me lo siete entrambi. Magari non in egual misura, ma se tu sei il suo datore di lavoro e gli dai questa disposizione anche tu hai una dose di colpa. Senza che la sua diminuisca.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25180
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1517 Messaggio da paolo656 » gio 17 set 2015 17:36

Ma il paragone con la situazione reale non è corretto.

Non lo è perchè un conto è una passaggio ravvicinato, un conto è fuori da ogni limite.

Quindi io ti posso chiedere di andare a 130 dove ci sono i 130, ma se tu vai a 300 pensando di fare meglio....ecco...allora non ci siamo proprio.

teofil
**
**
Messaggi: 1184
Iscritto il: lun 14 mag 2012 17:14

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1518 Messaggio da teofil » gio 17 set 2015 17:45

beh questo assomiglia molto al solito mantra tra chi paga e chi viene pagato.
A me e' capitato piu' di una volta di sentire con le mie orecchie (anche perche' espressamente diretto a quelle... le mie!) frasi del tipo "non mi interesa come, basta che alla fine mi porti quel risultato".
Ora tu capisci che con questo genere di impostazione la colpa finale eventualmente e' solo di uno perche' nessuno ha espressamente ed esplicitamente detto "vai a 300 e non a 130" ma altrettanto chiaramente sia tu che io che tutti quelli che si trovano in questa situazione hanno ben in testa il senso del messaggio.

Perche' se poi - ipotesi - il tizio tale che paga tanti soldi e/o e' amico dell'armatore va a lamentarsi col tuo datore di lavoro che al giglio non hai fatto l'inchino, le tue eventuali rimostranze e argomentazioni sulla sicurezza in assenza di feriti o morti valgono il giusto. Poi invece se ci scapa il morto (o piu' di uno) allora ritorniamo tutti precisi precisi e ci fermiamo a cosa mi hai e cosa non mi hai espressamente richiesto

io - come te credo - non sono in possesso di informazioni dettagliate fino a questo punto, ma se mai dovesse saltare fuori che questo era l'antifona, secondo me chi suggerisce una cosa pericolosa e' responsabile come quello che la mette in pratica. Delle proporzioni della pena mi interessa anche poco, mi interessa di piiu' che uno dei due invece rimanga impunito.
SE ovviamente e' successo qualcosa del genere, lo ripeto eh.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38673
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1519 Messaggio da E412 » gio 17 set 2015 17:58

La responsabilità finale è sempre del comandante.
C'è poi il problema delle "pressioni esterne" (tanto per mare quanto per aria) per le quali ci possono essere delle coresponsabilità, ma ribadisco che la vedo dura che Costa abbia chiesto un inchino al Giglio in una fredda notte di Gennaio senza avvisare nessuno. :wink:
E comunque non certo a 16 nodi :D

Su tutte le altre pratiche...ne possiamo parlare.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25180
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1520 Messaggio da paolo656 » gio 17 set 2015 18:05

Esattamente.

teofil: qui quale sarebbe il risultato? in quelle condizioni reali, cosa potevano chiedere? per chi?

Ma se anche lo avessero fatto, tu ti vai a arenare su uno scoglio?

E dopo quello, cadi nella scialuppa e ciao ciao? e prima continui a negare il problema della falla?

e484
**
**
Messaggi: 1336
Iscritto il: gio 24 lug 2008 14:54

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1521 Messaggio da e484 » gio 17 set 2015 20:53

La rotta non era vietata,la nave passa senza problemi,se ben ricordo con velocità e rotta corretti lo spazio tra la nave a gli scogli è di circa 1Km,spazio ritenuto abbondante anche per una nave come la Concordia.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25180
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1522 Messaggio da paolo656 » gio 17 set 2015 20:55

Quale rotta?

Lui era sugli scogli, non a 1 km...

e484
**
**
Messaggi: 1336
Iscritto il: gio 24 lug 2008 14:54

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1523 Messaggio da e484 » gio 17 set 2015 21:04

Quella usata per fare l'inchino.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25180
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1524 Messaggio da paolo656 » gio 17 set 2015 21:06

Intendi quella ideale teorica?

e484
**
**
Messaggi: 1336
Iscritto il: gio 24 lug 2008 14:54

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1525 Messaggio da e484 » gio 17 set 2015 21:57

Si esatto,in pratica quella seguita dalla stessa nave ma con diverso comandante qualche mese prima.

teofil
**
**
Messaggi: 1184
Iscritto il: lun 14 mag 2012 17:14

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1526 Messaggio da teofil » ven 18 set 2015 8:52

paolo656 ha scritto:Esattamente.

teofil: qui quale sarebbe il risultato? in quelle condizioni reali, cosa potevano chiedere? per chi?

Ma se anche lo avessero fatto, tu ti vai a arenare su uno scoglio?

E dopo quello, cadi nella scialuppa e ciao ciao? e prima continui a negare il problema della falla?

io non lo so cosa hanno o avrebbero potuto chiedere, mi pare di averlo scritto.
Qualsiasi cosa sia successa a monte non toglie nulla a quello che e' stato fatto e deciso a valle, anche questo mi pare di averlo detto.

i due livelli di responsabilita' sono diversi, e l'uno non scalfisce l'altro secondo me.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25180
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1527 Messaggio da paolo656 » ven 18 set 2015 9:11

Nel fatto specifico l'hanno chiesto? l'hanno in qualche modo programmato?

Soprattutto: entro i limiti del codice della navigazione è assolutamente lecito. Quindi?

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12213
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1528 Messaggio da sr » ven 18 set 2015 10:05

L'inchino, per il fatto stesso di avere un termine proprio, è un fatto risaputo e accettato, ma ci sono relle regole per fare tutto.
Se la Concordia l'avesse fatto a 3 o 4 nodi transitando almeno a 300 metri dalla costa (nel senso di litorale, non di sede della compagnia :mrgreen: ) non sarebbe successo niente e nessuno ne avrebbe parlato.
Ma non è stato così.

Se la Costa (intesa come compagnia) ha veramente dato il "suggerimento" ai suoi comandanti di fare inchini particolarmente ravvicinati avrebbe parte della colpa, ma è comunque il comandante sempre e comunque il maggior responsabile.

Per tornare all'inesatto paragone del semaforo rosso: Ci sono modi diversi di farlo.
Si può approcciare l'incrocio a bassa velocità e verificando se arriva qualcuno nelle altre direzioni oppure si può passare senza guardare e senza nemmeno rallentare. Schettino si è comportato come nel secondo caso.
Se poi ci mettiamo anche il comportamento post-botto, il quadro è completo!
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Maestrale-F570
*
*
Messaggi: 306
Iscritto il: ven 18 set 2015 8:52

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1529 Messaggio da Maestrale-F570 » lun 21 set 2015 11:48

paolo656 ha scritto:La nave si è arenata sugli scogli per problemi costruttivi, di manutenzione, di progettazione o...perchè ce l'ha portata qualcuno?

Punto, per me finisce qua. Il resto è bla bla che poteva denunciare PRIMA di cadere in una scialuppa.
La nave s'è arenata davanti a Punta Gabbianara per l'abbrivio e per il fatto che hanno messo a mare l'ancora di sinistra, quindi la nave ha fatto un 360 completo facendo perno proprio sull'ancora.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25180
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Costa Concordia, naufragio al Giglio

#1530 Messaggio da paolo656 » lun 21 set 2015 12:11

Sì, e a suo tempo lo scrissi.

Ho usato un termine scorretto, vale il concetto: la nave è stata portata sopra gli scogli, e in quel punto "si è arenato" tutto il bla bla.

La nave è arriva sugli scogli per problemi costruttivi o perchè ce l'hanno portata? la seconda....

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti