Strade svizzere

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9974
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Strade svizzere

#346 Messaggio da Coccodrillo » sab 07 feb 2015 12:49

A cominciare dai cosiddetti pirati della strada, puniti a volte più pesantemente di chi ha rubato, spacciato droga o abusato di un minorenne.
È questo l'assurdo, se non l'ingiustizia.
Il tutto senza aver nemmeno provocato un incidente.
Qua non concordo: chi, per esempio, beve molto e guida va punito anche se non commette incidenti, perché se non ne causa è per caso, non per sua diligenza. Chi beve, guida, non fa incidenti e non viene punito tende a bere anche la volta successiva, magari ammazzando qualcuno. Chiaro, mesi di carcere a chi beve e poi guida senza cucidere, ma nulla a chi uccide volontariamente, è ingiusto. Ma più per via del secondo caso.
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4336
Iscritto il: mar 19 dic 2006 0:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Strade svizzere

#347 Messaggio da Wilhem275 » dom 08 feb 2015 18:07

C'è anche un problema semantico: "pirata della strada", se mai può esistere un qualche significato "ufficiale", oggi si usa tipicamente per chi provoca un incidente e fugge.
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Se non si vedono le immagini nei miei messaggi, per favore scrivetemi.

Avatar utente
cf
**
**
Messaggi: 2050
Iscritto il: lun 01 mag 2006 10:18
Località: Berna - Ticino (Svizzera)
Contatta:

Re: Strade svizzere

#348 Messaggio da cf » mer 11 feb 2015 9:28

Coccodrillo ha scritto:
A cominciare dai cosiddetti pirati della strada, puniti a volte più pesantemente di chi ha rubato, spacciato droga o abusato di un minorenne.
È questo l'assurdo, se non l'ingiustizia.
Bisogna però ricordarsi di come si è arrivati a questo inasprimento delle pene, conosciuto come "Via sicura".
All'origine c'è stata una iniziativa popolare lanciata da RoadCross, la fondazione che aiuta le vittime della strada, che chiedeva pene più severe per i pirati della strada (che non sono (solo), contrariamente a quello che dice Wilhem275, quelli che provocano un incidenti e fuggono).
Il Parlamento ha quindi deciso di fare sue le principali rivendicazioni di questa iniziativa, in modo da convincere RoadCross a ritirare il suo testo (che, se fosse stato sottoposto al voto sarebbe stato accolto a larghissima maggioranza - opinione mia).
Altra opinione mia: è giusto punire più severamente i pirati della strada: loro mettono in pericolo la vita altrui, i ladri no.

Per la cronaca: in Consiglio nazionale hanno votato a favore di Via sicura Verdi, PS, Verdi liberali, PBD, PPD e PLR. Contrari: UDC. (dettagli).
Al Consiglio degli Stati, solo un deputato ha votato contro (su 41 votanti).

CF
L'altro dì andando a Cevi...

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37683
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Strade svizzere

#349 Messaggio da E412 » mer 18 feb 2015 10:11

Gli ultimi messaggi di questo topic, relativi alla discussione "linguistica", sono stati spostati qui :wink:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16776
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Strade svizzere

#350 Messaggio da Ae 4/7 » mar 03 mar 2015 23:50

Burocrati federali senza cuore...
URI

03/03/2015 - 19:39
"Scusateci, ma per l'omino non ci sono più speranze"

Brutte notizie alle centinaia di lettori che sui social network hanno manifestato dispiacere per la scomparsa del pupazzo dell'A2. L'Ustra: "E' stato fatto a pezzi e smaltito"

ALTDORF - "Vi preghiamo tutti di scusarci se l'omino non c'è più, ma una riparazione non era più possibile". Per il manichino della A2 non c'è più niente da fare. Ci siamo di nuovo rivolti all'Ustra di Zofingen, per chiedere se non ci fosse stato ancora qualche barlume di speranza per riportare in vita un fantoccio tolto dalla sua pedana, nel guard rail centrale della A2 a Göschenen, dopo tanti anni di onorato servizio. Nonostante le 3.800 condivisioni su Facebook del primo articolo pubblicato, nonostante la richiesta di decine di internauti di restituire agli automobilisti di passaggio il sorriso un po' divertito nel vedere il manichino che li invitava a rallentare, nonostante l'apertura della pagina "Ridateci l'omino del San Gottardo", l'Ustra ha spento ogni aspettativa.
Da parte di molti lettori sono stati espressi scetticismo e incredulità sulla giustificazione secondo cui è impossibile poterlo riparare, poterlo fare tornare in vita. Dall'ufficio stampa dell'Ustra di Zofingen ci dicono che il pupazzo è stato fatto a pezzi e smaltito e che non verrà più sostituito. E pensare che l'omino, a cui era stato affidato un compito di responsabilità, era stato posizionato non lontano dalla galleria stradale del San Gottardo su decisione delle autorità cantonali urane una ventina di anni fa, quando erano i cantoni ad avere la competenza della gestione della rete delle strade nazionali. Un pupazzo fatto arrivare dall'estero, che ha sempre fatto il suo dovere, senza mai protestare o lamentarsi del freddo, delle intemperie o della paga. Per la sua manutenzione, le sue tute fosforescenti, le scarpe e l'elmetto che portava, ci volevano circa 2.000 franchi all'anno.
http://www.tio.ch/News/Svizzera/Attuali ... u-speranze
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16776
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Strade svizzere

#351 Messaggio da Ae 4/7 » gio 12 mar 2015 16:08

BERNA

12/03/2015 - 13:16
Il Consiglio federale conferma l'obbligo dell'adesivo "CH"

Lorenzo Quadri aveva chiesto una modifica della Convenzione di Vienna

Articolo di ats/Sa.Me

BERNA - Anche in futuro, gli automobilisti svizzeri che si recano all'estero dovranno controllare di aver incollato sul retro del veicolo l'adesivo di riconoscimento "CH" se non vogliono essere multati. La mozione di Lorenzo Quadri (Lega/TI) che domandava una modifica della Convenzione di Vienna sulla circolazione stradale del 1968 affinché si potesse fare a meno di simile "orpello" è stata respinta dal Consiglio nazionale per 97 voti a 85 (7 astenuti), così come raccomandava il Consiglio federale.

Per Quadri, a periodi alterni gli automobilisti svizzeri che si recano in Italia sono oggetto di multe pretestuose perché sprovvisti dell'autocollante "CH".

A parere dell'esponente leghista, la presenza della bandiera federale e cantonale sulle targhe non lascia adito a dubbi sulla provenienza dell'automobile; le sanzioni rappresentano quindi una discriminazione rispetto agli altri utenti della strada, tanto più che i guidatori italiani che circolano nella Confederazione senza un segno distintivo nazionale non vengono puniti.

A parere del consigliere nazionale, oltre a giustificarsi per i motivi suddetti, una modifica della Convenzione di Vienna avrebbe il pregio di non esasperare i rapporti già tesi con Roma.

Replicando al deputato ticinese, la consigliera federale Doris Leuthard ha spiegato che Roma non fa che applicare la Convenzione in questione. La bandiera svizzera riprodotta sulle targhe elvetiche, affiancata da quella cantonale, non basta, poiché lo scudo rossocrociato dovrebbe apparire anche sulla targa anteriore, e non solo posteriore come ora.

A parere della ministra dei trasporti, gli sforzi per ottenere una modifica della Convenzione sono sproporzionati rispetto all'obiettivo che si intende raggiungere. "Noi crediamo - ha aggiunto - che il sacrificio richiesto agli automobilisti svizzeri per applicare un adesivo sia ancora ragionevole".
http://www.tio.ch/News/Svizzera/Cronaca ... desivo-CH-

Premesso che non ho niente, ma proprio niente, contro il "CH" (o l'"I", o il "GB" o il "D"), la logica della Doris mi sfugge tuttavia: in tal caso non bisognerebbe appiccicare un "CH" anche sul paraurti anteriore?
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
cf
**
**
Messaggi: 2050
Iscritto il: lun 01 mag 2006 10:18
Località: Berna - Ticino (Svizzera)
Contatta:

Re: Strade svizzere

#352 Messaggio da cf » ven 13 mar 2015 11:11

No.
Secondo gli statuti della Convenzione di Vienna, se il segno distintivo dello Stato d'immatricolazione è sulla targa, allora deve essere anche sulla targa anteriore.
Se invece il segno distintivo è indicato accanto alla targa con un autocollante (il famoso CH), allora basta metterlo dietro.

Vedi l'articolo 38 della convenzione: http://www.admin.ch/opc/it/classified-c ... x.html#a37

Certo che la Leuthard ha ragione, quante storie per un autocollante che costa quanto, un franco?

ciao
CF
L'altro dì andando a Cevi...

Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9974
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Strade svizzere

#353 Messaggio da Coccodrillo » mer 27 gen 2016 11:55

Fra le votazioni del 5 giugno ci sarà...
Finanziamento dei trasporti

La terza iniziativa, denominata "Per un equo finanziamento dei trasporti", chiamata anche della "vacca da mungere", vuole destinare il prodotto netto dell'imposta di consumo sui carburanti (attualmente circa 3 miliardi di franchi all'anno), eccetto quelli per l'aviazione, nonché il prodotto netto della tassa d'utilizzazione delle strade nazionali, esclusivamente per compiti e spese connessi alla circolazione stradale, quindi a vantaggio degli automobilisti. L'iniziativa è stata lanciata da rappresentanti degli importatori di automobili e dalle associazioni del settore stradale (TCS e ACS).
Le altre :arrow: http://www.cdt.ch/svizzera/politica/147 ... -in-giugno

Pochi mesi dopo dovrebbe poi seguire la votazione sul FOSTRA (in pratica un FinFer/FAIF per le strade).
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
dolomiten
*
*
Messaggi: 537
Iscritto il: lun 16 apr 2012 14:18
Località: Arco Alpino

Re: Strade svizzere

#354 Messaggio da dolomiten » mar 02 feb 2016 14:37

cf ha scritto:No.
Secondo gli statuti della Convenzione di Vienna, se il segno distintivo dello Stato d'immatricolazione è sulla targa, allora deve essere anche sulla targa anteriore.
Se invece il segno distintivo è indicato accanto alla targa con un autocollante (il famoso CH), allora basta metterlo dietro.

Vedi l'articolo 38 della convenzione: http://www.admin.ch/opc/it/classified-c ... x.html#a37

Certo che la Leuthard ha ragione, quante storie per un autocollante che costa quanto, un franco?

ciao
CF


....e poi si dice che gli scozzesi sono avari. :roll:

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4336
Iscritto il: mar 19 dic 2006 0:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Strade svizzere

#355 Messaggio da Wilhem275 » mar 02 feb 2016 15:32

"Autocollante" è svizzero 100% :mrgreen:
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Se non si vedono le immagini nei miei messaggi, per favore scrivetemi.

Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9974
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Strade svizzere

#356 Messaggio da Coccodrillo » mar 15 mar 2016 14:38

Il FOSTRA si fa strada: http://www.ticinonews.ch/svizzera/27089 ... -ringrazia

Ma non avrà il mio voto :roll:
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
cf
**
**
Messaggi: 2050
Iscritto il: lun 01 mag 2006 10:18
Località: Berna - Ticino (Svizzera)
Contatta:

Re: Strade svizzere

#357 Messaggio da cf » mer 16 mar 2016 11:44

Beh, certo che sottrarre 700 milioni di franchi all'anno al bilancio ordinario della Confederazione non è cosa da poco.
Dove tagliare?
L'altro dì andando a Cevi...

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16776
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Strade svizzere

#358 Messaggio da Ae 4/7 » mer 16 mar 2016 12:19

L'in italiano abusivamente abbreviato ARE, una parte considerevole (quella moralizzatrice) dell'UFSP, ecc.
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16776
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Strade svizzere

#359 Messaggio da Ae 4/7 » sab 16 apr 2016 12:31

Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16776
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Strade svizzere

#360 Messaggio da Ae 4/7 » mar 19 apr 2016 7:31

Freie Fahrt für freie Bürger! :megaball::
Radar mobili da segnalare


Indicazione del Parlamento al Governo: un cartello 200 metri prima dell'ubicazione dell'apparecchio

lunedì 18/04/16 17:56 - ultimo aggiornamento: lunedì 18/04/16 20:24

In futuro in Ticino, nell'ambito dell'utilizzo dei radar mobili da parte della polizia, ci dovrà essere più prevenzione e meno cassa.

Il Gran Consiglio ticinese - con 40 voti favorevoli, 37 contrari e un 1 astenuto - ha accolto il rapporto sulle mozioni di Marco Chiesa (UDC) e Fiorenzo Dadò (PPD) che chiedevano di diminuire i controlli e di segnalare i radar mobili almeno 200 metri prima della loro ubicazione. Favorevoli Lega, PPD e La Destra; contrari PLR, PS e I Verdi. La votazione, su richiesta dei Verdi, è stata nominale.

Se per la destra, come detto, l’obiettivo dell’utilizzo dei radar resta prevenire gli incidenti e non aumentare gli incassi dello Stato, per i contrari alla misura proposta il rischio è che ora verrà minimizzato proprio quell’effetto deterrente che si ottiene con i controlli della velocità nei confronti di chi guida costantemente in maniera indisciplinata.

Il voto odierno del Parlamento è solo un'indicazione, il Consiglio di Stato dovrà ora elaborare le sue proposte.

joe.p./Red MM
http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigion ... 11753.html
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti